Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 61
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

Meteo Vieste

 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechealodalaboratoriotvvololowmassimo.sbandernodaniela.frisonifioredimalvatigreruggente0ARTEABLUbaiana35todamgigisveglioLeaderincampoluanabattista
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Messaggi del 21/05/2020

PESCHICI FESTEGGIA LA NUOVA SCUOLA "LIBETTA". D'ARENZO: "UN GIORNO SPECIALE"

Post n°26248 pubblicato il 21 Maggio 2020 da forddisseche

PESCHICI FESTEGGIA LA NUOVA SCUOLA "LIBETTA". D'ARENZO: "UN GIORNO SPECIALE"  

  
 

L'emergenza coronavirus costringe a stare a casa anche gli studenti di Peschici, ma non gli addetti ai lavori che in questi mesi hanno lavorato per completare l'iter relativo alla consegna del nuovo Istituto "Libetta". Ebbene il giorno è arrivato: venerdì 22 maggio alle ore 11 in via della Tramontana a Peschici, il presidente della Provincia Nicola Gatta e la responsabile del settore, Maria Denise Decembrino, consegneranno le chiavi dell'immobile alla dirigente scolastica, Maria Carmela Taronna. Alla cerimonia , rigorosamente a numero chiuso, parteciperanno anche il sindaco, Franco Tavaglione e il consigliere provinciale, Salvatore D'Arenzo. L'inaugurazione vera e propria del nuovo istituto è rimandata ad inizio nuovo anno scolastico. Tuttavia, il prossimo 17 giugno gli studenti impegnati negli esami di maturità potranno svolgere le prove orali in tutta sicurezza. "Oggi è un giorno speciale per la nostra comunità, finalmente i nostri studenti potranno usufruire del nuovo plesso scolastico". E' il commento del consigliere provinciale D'Arenzo.

 
 
 

INVASIONE DI CINGHIALI NEL PARCO NAZIONALE DEL GARGANO, DANNI INGENTI ALL'AGRICOLTURA

Post n°26247 pubblicato il 21 Maggio 2020 da forddisseche

INVASIONE DI CINGHIALI NEL PARCO NAZIONALE DEL GARGANO, DANNI INGENTI ALL'AGRICOLTURA  

  
 

Continuano a scorrazzare indisturbati i cinghiali in Puglia con quotidiani raid nelle campagne, aggravando ulteriormente il contesto di criticità che le aziende agricole stanno vivendo, anche a causa degli effetti del Coronavirus. E’ quanto denuncia Coldiretti Puglia sulla base delle segnalazioni di agricoltori, alle prese con le scorribande dei cinghiali nei campi, con una recrudescenza del fenomeno legata alla limitazione di movimentazione dei mezzi sulle strade che crea paradossalmente un contesto di maggiore tranquillità per la fauna selvatica a muoversi liberamente.

 

“In Puglia sono enormi i danni causati dalla fauna selvatica, con un danno pari ad oltre 13 milioni di euro. Così non si può andare avanti, sono essenziali misure di contenimento urgenti. Sennò gli agricoltori saranno costretti a passare dalle parole ai fatti", denuncia Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.

 

Si tratta – evidenzia la Coldiretti - solo della punta dell’iceberg perché molti non denunciano scoraggiati dalle lungaggini burocratiche e dalle condizioni poste dalle assicurazioni come ad esempio, oltre alle tracce sulla vettura e sull’asfalto, anche il rinvenimento della carcassa dell’animale con il quale ci si è scontrati.

 

“I numeri la dicono lunga sulla necessità di alzare il livello di allerta e programmare efficaci attività di riequilibrio della fauna selvatica che mette a repentaglio la stessa incolumità delle persone. Non c’è tempo più tempo da perdere, perché gli agricoltori sono allo stremo”,  conclude il presidente Muraglia.

 

Continua anche l’allarme cinghiali in Puglia con avvistamenti di branchi in provincia di Bari soprattutto sull’Alta Murgia e sul Gargano in provincia di Foggia – aggiunge Coldiretti Puglia con rischi igienico – sanitari, per l’incolumità pubblica e danni in campagna, con 310 incidenti stradali causati da animali selvatici nei primi nove mesi del 2019.  Il numero di incidenti gravi con morti o feriti per colpa di animali è aumentato del 81% sulle strade provinciali nel periodo 2010-2018 secondo l’analisi Coldiretti su dati del rapporto Aci Istat.

 

“Le aree rurali e anche le città sono invase da cinghiali che mettono a repentaglio l’incolumità delle persone, fanno razzia nei campi di frutta, legumi, piantine, ortaggi, con inevitabili ripercussioni anche di natura igienico-sanitaria. L’escalation di danni, aggressioni e incidenti che causano purtroppo anche vittime è il risultato della incontrollata proliferazione degli animali selvatici che mettono a repentaglio non solo le produzioni agroalimentari e l’assetto idrogeologico del territorio, ma anche la vita di agricoltori e automobilisti, con una diffusione che ormai si estende dalle campagne alle città”, conclude Pietro Piccioni, Delegato Confederale di Coldiretti Foggia.

 
 
 

Regione Puglia - EMANATA L'ORDINANZA BALNEARE 2020 CON IL CONSENSO UNANIME DI ANCI, ASSOCIAZIONE DI BALNEARI, AMBIENTALISTI

Post n°26246 pubblicato il 21 Maggio 2020 da forddisseche

Regione Puglia - EMANATA L'ORDINANZA BALNEARE 2020 CON IL CONSENSO UNANIME DI ANCI, ASSOCIAZIONE DI BALNEARI, AMBIENTALISTI E DISABILI  

  
 

“Sarà l’estate della responsabilità e della sicurezza condivisa, per consentire a tutti di non perdere l’appuntamento con la bellezza del mare pugliese”. È il commento del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che ha ringraziato tutte le autorità e i soggetti economici e sociali che hanno lavorato al testo dell’Ordinanza balneare 2020 in vigore a partire da lunedì 25 maggio prossimo.

 

“Sono grato per lo speciale spirito di collaborazione con il quale tutti hanno dato il loro contributo in un momento così difficile e così denso di preoccupazioni”, ha detto l’assessore regionale al Bilancio, con delega al Demanio marittimo, Raffaele Piemontese, all’esito della riunione pubblica, svolta stamattina su piattaforma streaming, per la condivisione del testo dell’Ordinanza balneare 2020, ringraziando la dirigente della Sezione Demanio e Patrimonio della Regione Puglia, Costanza Moreo, e tutti i funzionari regionali.

 

“Il fatto che siano state condivise all’unanimità le regole per questa strana estate in cui stiamo entrando – ha aggiunto Piemontese – fa capire meglio di tante parole quale straordinario sforzo comune abbiamo concertato con la Direzione marittima, i Comuni pugliesi, le associazioni ambientaliste, le associazioni dei disabili e, naturalmente, le associazioni che rappresentano le imprese balneari, per scrivere regole chiare e semplici, che interpellino il senso di responsabilità di ciascuno, in modo che tutti possano godere dell’estate 2020 e che siano arginati gli effetti della tempesta coronavirus che ha investito anzitutto l’economia blu legata al mare”.

 

La possibilità di accedere liberamente ai circa 900 chilometri di costa pugliese parte da lunedì 25 maggio prossimo e finisce il 30 settembre.

 

I concessionari di spiagge e altri tratti di costa saranno obbligati ad aprire gli stabilimenti e assicurare servizi professionali di assistenza alla balneazione dal 1° luglio a domenica 6 settembre.

 

Sono confermati alcuni punti che più hanno qualificato la governance pugliese sull’uso della costa, compresi gli obblighi dell’uso di plastica biodegradabile e l’accesso regolamentato alle spiagge dei cani e di altri animali di affezione.

 

Tra le novità più importanti di questa estate c’è la cooperazione per cui, attraverso una specifica intesa raggiunta tra Regione Puglia e ANCI, i 69 Comuni costieri potranno svolgere, anche su siti specifici, attività di sorveglianza finalizzata al contenimento della emergenza sanitaria da Covid-19, avvalendosi di volontari, enti pubblici o privati in regime di convenzione. In generale, valgono, naturalmente, le limitazioni, il distanziamento tra le persone e gli obblighi di tracciamento dettati a livello nazionale e dalle ordinanze del Presidente della Regione Puglia.

 

Sarà l’estate dove si sono moltiplicati i servizi per l’accesso dei disabili alle spiagge libere, come ha riconosciuto il presidente dell’Associazione pugliese persone para-tetraplegiche, Gianni Romito, auspicando che sempre più Comuni stiano attenti a cogliere le opportunità offerte dalla Regione Puglia e la qualificazione che l’offerta turistica ricava da questi specifici servizi indirizzati a persone con limitazioni fisiche.

 

Per allargare l’accessibilità dei disabili alle spiagge libere affidate alla gestione comunale, a febbraio scorso la Regione Puglia ha deciso di investire altri 300 mila euro a cui i Comuni potevano attingere a sportello, presentando richiesta di contributo corredata da un progetto redatto in aderenza alle Linee guida approvate dalla Delibera di Giunta Regionale del 29 novembre 2018. Da allora, 41 Comuni, il 60% dei Comuni costieri pugliesi, ha beneficiato di contributi regionali per dotare le loro spiagge libere di passerelle, corrimani, parcheggi dedicati, gazebo, servizi igienici o pedane mobili per l’accesso diretto a mare dei disabili.

 

Un numero destinato ad aumentare nelle prossime settimane e che accresce il valore della dotazione di 200 sedie JOB, le speciali carrozzine che consentono ai disabili anche di fare il bagno, che la Regione Puglia acquistò e distribuì, nell’estate 2018, a tutti i Comuni costieri.

 

Alla riunione di stamattina, oltre al Sindacato Italiano Balneari Confcommercio, AssoBalneari Confindustria, FIBA Confesercenti, FederBalneari Confapi, CNA, Parco naturale regionale Dune Costiere, ASL di Lecce, Associazione Pro Natura, APATE, erano presenti anche il presidente di ANCI Puglia Domenico Vitto, il Capitano di Fregata Alessandro Cortesi, che guida la Sezione Demanio e Ambiente del Servizio Polizia Marittima della Capitaneria di Porto di Bari, e Nicola Ungaro, dirigente ambientale di ARPA Puglia, che ha illustrato le attività di analisi della qualità delle acque balneabili pugliesi.

 
 
 

21 Maggio 2020 - 13:07:07 Emiliano e Capone al tavolo di lavoro del comitato tecnico scientifico per regole su ristorazione

Post n°26245 pubblicato il 21 Maggio 2020 da forddisseche

 
21 Maggio 2020 - 13:07:07
 Emiliano e Capone al tavolo di lavoro del comitato tecnico scientifico per regole su ristorazione, wedding ed entertainment“Quello che stiamo facendo oggi, insieme, rappresenta uno sforzo enorme per tutti noi. Oltre 60 persone collegate tra rappresentanti di diversi settori della ristorazione, del wedding, dell’entertainment. Siamo consapevoli che tutte le decisioni da prendere in questa fase 2 devono essere prese dal basso, condividendole con tutti coloro che poi dovranno metterle in pratica. Altrimenti qualunque soluzione è sbagliata, anche la più giusta di tutte. La riunione di oggi serve anche a trovare un metodo di lavoro, perché è la prima volta che anziché…

 
 
 

Vieste - Vinti 5 milioni di Euro: ma quanti sono?

Post n°26244 pubblicato il 21 Maggio 2020 da forddisseche

Vieste - Vinti 5 milioni di Euro: ma quanti sono?  

  
 

Proviamo ad immaginare la scena: mercoledì 13 maggio, orario non precisato; un (o una) cliente entra nel bar-tabacchi in fondo al Corso Lorenzo Fazzini e si rivolge al proprietario: “Mimmo, mi dai un Gratta&Vinci da 25?”. Mimmo stacca un biglietto tra quelli appesi vicino a lui e glielo porge: “Certo, ecco a te”. Fino a quel momento, nessuno dei due sa che quel pezzo di carta transitato tra le loro dita vale 5 milioni di Euro.

 

5 milioni di euro… cinquemilionidieuro… ma quanti sono? Proviamo a darne una forma: il diametro di una moneta da un euro è di 2,325 centimetri; mettendo 5 milioni di monete da un euro una dopo l’altra, l’ultima sarà posizionata dopo 116 chilometri e 250 metri. Praticamente, se la prima la mettessimo sulla soglia di casa del vincitore, finiremmo la coda ben oltre Foggia. Non basta? Facciamo un altro esempio: considerato che il campo di calcio misura all’incirca 100x64 metri, mettendo una monetina accanto all’altra servirebbero ben 42 “Riccardo Spina” per contenerle tutte, e ne avanzerebbero ancora per una decina di campi da calcetto.

 

Insomma, 5 milioni di Euro sono veramente un sacco di soldi!

 

Concedeteci tre riflessioni: la storia ci dice che la fortuna raramente bacia due volte lo stesso paese, e Peschici ne è una dimostrazione. Agli incalliti giocatori, ai malati di ludopatia, chiediamo di rassegnarsi all’idea che la dea bendata ha baciato qualcun altro e non loro, e di desistere dal continuare a buttare soldi. A loro diamo un consiglio: invece di gratta&vinci o videopoker, comprate un bel salvadanaio e giornalmente metteteci dentro quei soldi che andreste dovuto spendere alla ricerca di una fortuna che non arriverà. A fine anno, quando romperete quel salvadanaio, sarete sicuramente vincitori! Di quanto? Se ipotizziamo (stimando molto al ribasso, purtroppo) una giocata media giornaliera di 5 euro, a fine anno sarete felici (e sicuri) vincitori di 1.825 Euro! Non saranno 5 milioni, ma ormai quelli sono andati…

 

Seconda riflessione: non sappiamo chi ha avuto questa gran botta di fortuna, ma ci permettiamo di ricordare che stiamo attraversando un periodo particolarmente difficile per l’economia di tutti i cittadini, anche dei suoi compaesani. E non sappiamo nemmeno se fino al giorno prima, il neo-milionario abbia dovuto far ricorso ai pacchi alimentari distribuiti dal Comune di Vieste per tramite della Protezione Civile. Ma ci permettiamo di ricordargli che c’è ancora chi ne ha (e ne avrà) bisogno. Se dovesse decidere di destinare una ipotetica somma di 100 mila Euro della sua vincita, la vita (con 4 milioni e 900 mila Euro) continuerebbe a sorridergli, anzi forse lo farebbe di più. Per questo ci permettiamo di ricordargli che il Comune di Vieste ha attivato un conto corrente bancario destinato a ricevere donazioni per il sostegno alimentare dei suoi cittadini in difficoltà, e che il codice IBAN per fare il versamento è IT06U0503478710000000090005. Al suo buon cuore…

 

Terza ed ultima riflessione: tutti pensano al vincitore e vorrebbero stare nei suoi panni, ma chi vorrebbe stare nei panni di Mimmo?

 
 
 

VESTAMENÙ, IL MENÙ DIGITALE A PORTATA DI TUTTI

Post n°26243 pubblicato il 21 Maggio 2020 da forddisseche

VESTAMENÙ, IL MENÙ DIGITALE A PORTATA DI TUTTI  

  
 

Viviamo un momento critico e di incertezza in cui, niente deve essere lasciato al caso. Ristoranti e bar hanno riaperto o, sono pronti a riaprire, con molte perplessità, rispetto a quali possano essere i modi migliori per tutelare la salute dei propri clienti.

 

Vestamenù nasce per dare sicurezza agli esercenti ed ai loro avventori, affinché entrambi possano vivere questo momento, con più tranquillità possibile.

 

Ma cos’è Vestamenù?

 

Vestamenù è una web app che ti permette di visionare il menù di un ristorante o di un bar, direttamente con il tuo smartphone. Basta scannerizzare un QrCode ed il gioco è fatto!

 

Il menù è completamente personalizzabile in base alle esigenze della tua azienda: colori, font e logo li scegli tu!

 

Ti forniremo un pannello di comando, dal quale potrai gestire il tuo menù in completa autonomia. Potrai creare, nascondere, modificare, cambiare di posizione le categorie e gli articoli, in qualsiasi momento e soprattutto con estrema semplicità.

 

Immagina di aver terminato un articolo in pieno servizio: puoi nasconderlo facilmente, con un solo click, dal tuo pannello di controllo, a necessità, evitando l’imbarazzo di comunicare al cliente che, il piatto che ha richiesto, è terminato.

 

Oppure, caso contrario, hai un prodotto del giorno che vuoi vendere in particolar modo? Puoi aggiungerlo e metterlo in risalto con estrema facilità!
Il costo di VestaMenù è annuale ed include eventuali restyling, implementazione di nuove funzioni ed assistenza completa.

 

Nel costo di VestaMenù sono compresi anche la prima battitura del menù, eventuali lingue straniere, l’impostazione della struttura, un tutorial per insegnarti a modificare il menù in autonomia attraverso il tuo pannello manager e 120 QrCode adesivi.

 

Non sai usare lo smartphone o non hai tempo per modificare in autonomia il tuo menù? Non preoccuparti, ti forniamo assistenza completa con eventuali aggiunte o modifiche a costo 0.

 

La nostra idea è quella di venire incontro alle aziende in difficoltà per via del Covid-19, offrendo un servizio utile, ad un prezzo competitivo ed accessibile per tutti.

 

Contattaci per avere ulteriori informazioni, siamo a tua completa disposizione.

 

 

 

https://www.vestamenu.it/

 

https://www.facebook.com/vestamenu/

 

https://www.instagram.com/vestamenu/

 
 
 

Le spiagge riaprono lunedì. In tanti non ce la faranno. Oggi in Regione sui contenuti della nuova ordinanza.

Post n°26242 pubblicato il 21 Maggio 2020 da forddisseche

Le spiagge riaprono lunedì. In tanti non ce la faranno. Oggi in Regione sui contenuti della nuova ordinanza.  

  
 

Dal Gargano a Leuca si procede in ordine sparso. E a fari spenti. In Pu­glia i lidi possono aprire da lunedì prossimo, ma pesa la mancanza di regole chiare. Pochi i gestori di sta­bilimenti che ripartiranno il 25.

 

E chi riapre lo fa nella consapevolez­za che le regole possono cambiare da un momento all’altro. Si atten­de qualche certezza in più oggi nel corso dell’incontro fra la Regio­ne e le associazioni balneari in cui si discuterà della ordinanza bal­neare regionale.

 

Nel testo dovran­no essere contenute tutte le rego­le per aprire in sicurezza: dalla di­stanza fra gli ombrelloni (10 metri quadrati la superficie minima), ai dispositivi di protezione, dalla mi­surazione della temperatura all’in­gresso, al registro dei clienti, pas­sando per il divieto di animazione e le regole da seguire nei bar e fra i tavoli dei ristoranti, dove bisogne­rà sempre garantire la distanza di un metro fra i clienti.

 

«Noi - dice Fabrizio Santorsola, presidente regionale di Fiba-Confesercenti - vogliamo regole cer­te, non ci devono essere né inter­pretazioni né fraintendimenti”. Anche sui prezzi è una giungla. C’è chi decide di non aumentarli per andare incontro ai clienti.

 

E chi si sente costretto a ritoccare verso l’altro il costo di ombrellone e lettini perché sono aumentati i costi di gestione. Non a caso la Fiba ha calcolato che la sola gestio­ne emergenziale di noleggio di ombrelloni e lettini in uno stabili­mento tipo con 90 ombrelloni co­sterà in più al gestore 103 mila eu­ro in più per la stagione.

 

E così in alcune zone l’aumento a quanto pare è una regola, come accade per Capitolo a Monopoli. In altre località, come nel Nord Barese o sulle più larghe spiagge garganiche, non è così. Di sicuro, molti lidi lasceranno a casa parecchi di­pendenti. E qualche gestore chie­derà alla Regione di posticipare il periodo di apertura obbligatoria dei lidi, se non proprio di restare chiusi (almeno quest’anno).

 

VIESTE/ "Già i primi abbonamenti ma aspettiamo giugno”

 

«Non abbiamo ancora direttive precise, sono costretto a non prendere prenotazioni anche se mi stanno chiamando tanti clienti». Pino Vescera gestisce il lido Oasi, il più grande a Vieste e fra i più ampi sul Gargano.

 

«Parliamo di 500 ombrelloni che però resteranno chiusi il 25 maggio. Vorremmo aprire almeno ai primi di giugno, ma non ci hanno dato ancora regole precise da seguire: navighiamo a vista».

 

Di certo non ha bisogno di ridurre il numero di ombrelloni, anche grazie ai grandi spazi a disposizione: «Già negli anni scorsi gli ombrelloni qui erano a 4,5 metri di distanza e per ognuno c’erano 5 metri di larghezza». I prezzi per il momento resteranno invariati: 15 euro al giorno per un ombrellone e due lettini. «Non penso che li aumenterò.

 

Con queste cifre riesco a mantenere i 15 dipendenti con cui gestisco anche il ristorante». Vescera è fra i pochi gestori a mostrare ottimismo: «Mi stanno arrivando parecchie telefonate di gente che vuole fare l’abbonamento». –

 

Antonello Cassano

 

repubblicabari

 
 
 

Monte S. Angelo/ Riaperto il santuario di S. Michele. Ingresso fedeli nel rispetto del contenimento

Post n°26241 pubblicato il 21 Maggio 2020 da forddisseche

Monte S. Angelo/ Riaperto il santuario di S. Michele. Ingresso fedeli nel rispetto del contenimento  

  
 

Finalmente apre oggi ai fedeli il Santuario di San Michele Arcangelo. Settimane difficili dove tutti siamo ri­masti a casa per evitare il contagio del Covid-19 che ha fatto tante vittime e numerosi contagi.

 

Dal 18 maggio è possibile tornare alla partecipazione attiva alla messa e alla celebrazione dei sacramenti. Anche il Santuario di San Michele, dunque, riaprirà ai fedeli osservando il consueto orario delle celebrazioni del periodo e nel rispetto delle norme di sicurezza e tutela della salute previste dai regolamenti mini­steriali, fanno sapere dal Santuario.

 

Nei giorni feriali le messe saranno of­ficiate alle ore 8 - 9.30 - 11 e 16.30; nel­le domeniche e nelle festività alle ore 7.30 – 9 - 10.30 – 12 - 16.00 - 17.30 - 19.

 
 
 

Calcio/ Stop ai campionati dilettantistici. Nei prossimi giorni i criteri per le promozioni e dei ripescaggi

Post n°26240 pubblicato il 21 Maggio 2020 da forddisseche

Calcio/ Stop ai campionati dilettantistici. Nei prossimi giorni i criteri per le promozioni e dei ripescaggi  

  
 

I campionati di calcio di A, B e C hanno tempo fino al 20 agosto per es­sere portati a termine. Stop ai campi­onati dilettantistici. In caso di “nuova sospensione” per l’emergenza Coronavirus il consiglio Figc rimodulerà il for­mat dei campionati con “brevi fasi di play off e play out”; se invece ci sarà un’interruzione definitiva, “la classifica sarà definita applicando oggettivi coef­ficienti correttivi”. E’ questo l’esito del consiglio Federale, dopo l’ok del Gover­no alla ripresa degli allenamenti collet­tivi e in vista della ripartenza dei cam­pionati .

 

“Per quanto concerne l’attività dil­ettantistica - si legge nel comunicato della Figc - ivi compresa quella femmi­nile fino alla serie B, valutate le con­dizioni generali e l’eccezionale situazi­one determinatasi a causa dell’emer­genza covid-19, il Consiglio ha delibera­to di interrompere definitivamente tutte le competizioni, rinviando ad altra de­libera i provvedimenti sugli esiti del­le stesse competizioni. Resta fissato al 30 giugno il termine per la conclusione dell’attuale stagione sportiva”.

 

Dunque, la stagione del Foggia e del Cerignola si conclude qui. Come anche quella dei tornei dall’Eccellen­za alla terza categoria. Solo nei prossi­mi giorni si decideranno i criteri delle promozioni e degli eventuali ripescag­gi (ai quali guardano con particolare in­teresse le due società daune, in partico­lare quella rossonera). Anche perché al vaglio c’è anche l’ipotesi di riforma dei campionati che riguarderebbe la secon­da e terza serie.

 
 
 

Ciao Italo, Peschici ti ringrazia!

Post n°26239 pubblicato il 21 Maggio 2020 da forddisseche

Ciao Italo, Peschici ti ringrazia!  

  
 

Ieri, mercoledì 20 maggio 2020, si è spento Italo, una delle colonne storiche della Chiesa Madre Sant'Elia Profeta di Peschici, il quale ha prestato onorato servizio per la Comunità tutta, con amore e serietà. 

 

Il ricordo di quanti lo hanno conosciuto, amato e vissuto, è riportato anche su facebook. 

 

Qui di seguito, alcune delle tante testimonianze:

 

"In questo periodo terribile è arrivata anche la tua ora caro zio. Uno zio con la Z maiuscola che è stato anche un po' il nonno che non ho mai conosciuto. Me lo dicevi sempre che da piccolissima volevo stare solo con te. E visto che è stato lo stesso con tanti dei tuoi nipoti vorrà dire qualcosa....i bambini riconoscono la bontà delle persone...e tu lo eri, tanto tanto buono. Nonostante negli ultimi anni ci hai fatto conoscere il tuo lato un po' burbero, non riesco a ricordarti se non con un grande sorriso, con il tuo colorito rossastro quando si mangiava e beveva. I ricordi sono tantissimi e vivi perché ci sei sempre stato per i tuoi adorati nipoti. Lasciare questo mondo penso ti abbia dato finalmente la pace, perché quella che hai fatto in questi ultimi anni non è vita....una delle ultime volte che abbiamo parlato con cognizione di causa mi hai chiesto:"pensi che io abbia fatto tanto male per meritarmi questo?" Ebbene, no caro zio, e nessuno potrà mai pensarlo. DIO ha disegni che noi non possiamo comprendere e così doveva andare. Ora potrai godere la Sua pace con tutti i nostri cari. Quaggiù vivrai sempre nei nostri cuori, mentre, lassù continua a ridere e a vegliare su tutti noi. Sono convinta che zia Lucia sia venuta a prenderti...ora riposate insieme Angeli Belli anche se noi,ora,vi piangeremo." Enza Pupillo

 

"Ancora una brutta notizia per la Nostra Comunità. Oggi e' venuto a mancare L'Amico Italo, Persona Buona, Umile, Disponibile, Gioiosa, per anni al fianco di tutti i Parroci della Chiesa Madre: Don Giuseppe , Don Saverio ed in ultimo Don Tonino. Lo hanno apprezzato per il suo instancabile impegno e la sua dedizione verso il Prossimo. Impegno portato avanti anche nella Confraternita del S.S. e soprattutto come Decano del Comitato Feste Sant'Elia, insieme all'inseparabile Mimi'. A tutta la Famiglia, a cui sono molto legato, va il Mio affettuoso pensiero e la Mia vicinanza.R.I.P. Italo."

 

Tonino Fasanella 

 

"Oggi gli Angeli hanno portato in Paradiso un altro Peschiciano, il mio caro cugino ITALO, grande uomo e grande amico. Sempre gioioso e sempre disponibile con tutti, una figura che non verrà mai dimenticata. Per ricordare la sua semplicità, racconto di un aneddoto che gli capitò quando vinse al super enalotto. Un giornalista gli fece una domanda, lei è felice della vincita? E lui rispose, ero felice prima che non avevo niente, figuriamoci adesso. RIPOSA IN PACE." Nicola Costantino 

 
 
 

Antenna 5G in Vieste/ Bevilacqua: In risposta al comunicato di Leonardo Manfredi.

Post n°26238 pubblicato il 21 Maggio 2020 da forddisseche

Antenna 5G in Vieste/ Bevilacqua: In risposta al comunicato di Leonardo Manfredi.  

  
 

"A seguito della pubblicazione sul quotidiano online Rete Gargano a diffusione locale delle dichiarazioni rese dal sig. Leonardo Manfredi e qui di seguito riportate: "Bevilacqua ha scritto cose gravi per la vita delle persone della mia famiglia", la sottoscritta Bevilacqua Mariateresa, consigliera comunale di Vieste, al fine di tutelare la propria immagine e la propria reputazione, intende precisare che si è proceduto solo ed esclusivamente all'approfondimento di una notizia circa l'installazione di un'antenna su una struttura ricettiva turistica, ubicata nel centro di Vieste in un quartiere densamente popolato, posto che è stata registrata la preoccupazione dei cittadini circa gli effetti nocivi che possono derivare dall'emissione di Onde elettromagnetiche.

 

In ossequio alla carica istituzionale che la sottoscritta riveste, si è proceduto all'acquisizione degli atti amministrativi relativi alla suddetta antenna, al fine di verificarne le caratteristiche e l'eventuale potenzialità della stessa alla trasmissione dati secondo lo standard 5G.

 

Acquisiti gli atti, dalle schede tecniche è risultato che le stesse sono n. 6 e di due tipi, il primo modello: ODI-2065R16M-GQ e il secondo modello: CMA-UBDHH/6520/E2-10 e che, pertanto, vi ricorrono le caratteristiche per la trasmissione dati in 5G.

 

La questione, al di là, delle valutazioni tecniche sui livelli di pericolosità, per i quali sono in corso ancora studi scientifici, è di particolare interesse per i cittadini viestani, in quanto proprio nei precedenti giorni, per le allocazioni di queste antenne era stata fissata la discussione in consiglio comunale, al fine di deliberare una opportuna, quanto urgente moratoria, che non è stata deliberata, in quanto l'accapo è stato rinviato a data da destinarsi.

 

In assenza di un provvedimento di moratoria, appare del tutto evidente che ogni tetto condominiale o di un edificio urbano possa costituire sede per l'installazione di una stazione radio base e va da sè che non può accadere per la salvaguardia della salute pubblica.

 

Per tutto quanto sopra, il sig. Leonardo Manfredi non ha nessuna fondata ragione per affermare che la sottoscritta abbia "scritto cose gravi per la vita delle persone della (sua) famiglia", nè tantomeno può pretendere, dopo aver consentito l'installazione delle antenne sulla propria struttura turistico ricettiva, che nessuno ne parli o che non debbano essere approfondite le ragioni di perplessità che l'allocazione di antenne di tale tipo possano suscitare nella popolazione, di cui la sottoscritta, si ricorda al sig. Leonardo Manfredi, è una legittima rappresentante istituzionale.

 

Invito, pertanto, il sig. Leonardo Manfredi a rivedere le proprie dichiarazioni e a moderare i toni, in quanto è chiaro che non v'è alcun intento persecutorio personale nei suoi confronti (o della sua famiglia), ma la legittima attività di controllo finalizzata a verificare se una qualsiasi innovazione tecnologica produca pericolo per la salute dei cittadini, che è un interesse superiore a qualsiasi altra ragione privata.

 

Avv. Mariateresa Bevilacqua

 

Consigliera comunale M5S Vieste"

 
 
 

Emergenza Covid, medici e infermieri del 118 ospiti del Camavitè di Peschici Per tutti gli operatori stampati e distribuiti

Post n°26237 pubblicato il 21 Maggio 2020 da forddisseche

Emergenza Covid, medici e infermieri del 118 ospiti del Camavitè di Peschici Per tutti gli operatori stampati e distribuiti “tirnesi” per degustare aperitivi “Vi vogliamo a casa nostra, e grazie per il lavoro svolto in questi lunghi mesi”

Siamo nella Fase 2 ma l’emergenza Covid non è affatto terminata: continua la lotta dei camici bianchi contro questo un nemico invisibile, subdolo e pronto ad attaccarti in ogni momento. Medici e infermieri non si sono mai tirati indietro in ogni richiesta di aiuto e un semplice “grazie” non era di certo sufficiente. Ci hanno offerto tutto il loro sostegno e la loro professionalità nei momenti più critici, hanno assistito noi i nostri cari andando oltre le cure mediche mettendo in primo piano affetto e rapporti umani. Per questo noi di Camavitè di Peschici siamo pronti ad esprimere la nostra riconoscenza con un piccolo gesto.

E cosi, in attesa di misure economiche nazionali ovviamente più importanti, abbiamo stampato i nostri tirnesi (per chi non lo sapesse, soldi nel nostro dialetto), in questo caso buoni convertibili con un aperitivo nel nostro ristorante. Sarà una bella occasione per stare insieme, aprirvi le porte di casa nostra e ringraziare con un piccolo gesto alcuni dei veri protagonisti di questa pandemia che anche in provincia di Foggia ha portato via vite umane. 

Provvederemo a consegnare i tirnesi al dirigente del dipartimento Emergenza-Urgenza della provincia di Foggia con un’emissione a tiratura limitata per tutto il personale sanitario del “118”, i primi volti (seppur coperti da mascherina e tuta) che abbiamo imparato a conoscere durante gli aiuti e l’assistenza più immediata.

I disegni sulla banconota (sarà davvero spesa nel momento in cui arriverete da noi) sono di Teo Palatella, artista di Vieste, mentre il vino che offriremo assieme a stuzzichini e manicaretti sono prodotti provenienti dal nostro territorio. Al progetto partecipa come media partner la rivista enogastronomica “LIKE” e l’agenzia di comunicazione CDP Service. 

Nel rispetto di una economia circolare in cui crediamo da anni e che, in questo momento di transizione, diventa pilastro incrollabile intorno al quale tornare ad costruire. Grazie, ragazzi…

CDP Service per Camavitè Peschici

Viale Checchia Rispoli, 62

71016 San Severo (Foggia)

www.cdpservice.it

info@cdpservice.it

2 / 3