Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 61
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

Meteo Vieste

 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvvololowmassimo.sbandernodaniela.frisonifioredimalvatigreruggente0ARTEABLUbaiana35todamgigisveglioLeaderincampoluanabattistabracciola
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Messaggi del 25/05/2020

Vieste/ In zona Chiesola arriva finalmente la rete del gas

Post n°26268 pubblicato il 25 Maggio 2020 da forddisseche

Vieste/ In zona Chiesola arriva finalmente la rete del gas  

  
 

Da oggi gli abitanti della Zona Chiesola avranno finalmente la possibilità di allacciarsi alla rete gas cittadina.

 

            Si realizza un altro importante obiettivo di riqualificazione urbana promesso dall’Amministrazione Comunale e portato definitivamente a compimento.

 

            L’intervento di urbanizzazione primaria costituisce un traguardo molto atteso dai residenti della zona densamente urbanizzata che da tempo ne invocava ed attendeva il completamento.

 

 

 

 

 

      Il Sindaco

 

Giuseppe Nobiletti

 
 
 

Traghetto Tirrenia tutto ok. Oggi 27 passeggeri hanno raggiunto l'isola di San Nicola

Post n°26267 pubblicato il 25 Maggio 2020 da forddisseche

Traghetto Tirrenia tutto ok. Oggi 27 passeggeri hanno raggiunto l'isola di San Nicola  

  
 

Sono state completate questa mattina le riparazioni, nel porto di Termoli, al traghetto della Tirrenia finito ieri sulla scogliera davanti al porticciolo dell'Isola di San Nicola, nell'arcipelago delle Tremiti.

 

L'imbarcazione, con sette passeggeri a bordo, era appena arrivata e impegnata in una manovra. Fortunatamente nessun ferito tra dipendenti e utenti. Il traghetto, sottoposto a riparazione subito dopo l'incidente nella banchina di San Nicola, era poi rientrato ieri nel tardo pomeriggio nello scalo molisano per essere sottoposto a verifiche e riparazioni a prua.
   

 

Oggi, completate le operazioni di sistemazione, l'imbarcazione alle 11.10 è salpata alla volta delle Tremiti, trasportando a San Nicola 27 passeggeri.

 
 
 

UIL SCUOLA, IN CAPITANATA QUATTRO NUOVI SPORTELLI: UNO A VIESTE

Post n°26266 pubblicato il 25 Maggio 2020 da forddisseche

UIL SCUOLA, IN CAPITANATA QUATTRO NUOVI SPORTELLI: UNO A VIESTE  

  
 

La UIL Scuola apre a Manfredonia, San Severo, Vieste e Peschici, quattro nuovi sportelli in provincia di Foggia per far sentire ancora più forte la voce e la vicinanza del sindacato ai lavoratori del comparto.
“La nostra politica, da sempre, è stata quella di puntare sui presidi territoriali - spiega Gianni Verga, segretario generale della UIL Scuola Puglia - per offrire i nostri servizi e mettere a disposizione, in maniera costante e quanto più efficace possibile, le competenze della categoria agli iscritti e in generale ai lavoratori della scuola, che oggi più che mai hanno bisogno di una guida e di un supporto quotidiano”.
Esprime soddisfazione Gianni Ricci - segretario confederale della Uil di Foggia, che assicura un'assistenza completa agli iscritti Uil Scuola anche per i servizi di patronato e di assistenza fiscale”.
Gli sportelli saranno attivi dalle ore 17 alle ore 19 nelle giornate del mercoledì a Manfredonia (Via De Florio, 42 - tel. 3351064032 - 3467712390) e San Severo (Via Galvani, 69 - tel. 3292168434 - 3458990630), il lunedì a Peschici (Via Montebello, 18 - tel. 3491117632), il Giovedi e Venerdi a Vieste (Via Bari, 14 - tel. 3491117632).

 
 
 

Regione Puglia - Ordinanza con aggiornamento e integrazione linee guida regionali su attività economiche e produttive.

Post n°26265 pubblicato il 25 Maggio 2020 da forddisseche

Regione Puglia - Ordinanza con aggiornamento e integrazione linee guida regionali su attività economiche e produttive. Riapertura attività corsistiche, parchi divertimento  

  
 

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha emanato l’ordinanza num. 243 con l’aggiornamento e l’integrazione delle Linee guida regionali sulle attività economiche e produttive (di cui all’Ordinanza del 17 maggio 2020 n. 237) e sulla riapertura delle attività corsistiche e dei parchi divertimento.

 

Sono approvate, ed immediatamente applicabili nell’ambito dell’intero territorio regionale,  le Linee guida regionali (allegato 1 all’ordinanza num. 243) contenenti le misure già adottate con le Linee guida regionali di cui all’Ordinanza 17 maggio n.237, debitamente integrate per i settori “Attività turistiche: stabilimenti balneari e spiagge”, “Piscine”, “Strutture ricettive”, “Strutture ricettive all’aria aperta” nonché ulteriori misure di prevenzione e contenimento idonee a consentire la riapertura delle  ulteriori attività di cui al successivo articolo 2.

 

A decorrere dal 25 maggio 2020, nel rispetto delle indicazioni tecniche operative definite dalle linee guida regionali, allegato 1, è consentita la riapertura delle seguenti attività:

 

-  attività di centri per corsi e lezioni individuali privati (a titolo di esempio lingue straniere, musica, fotografia etc);

 

-  attività dei parchi tematici, parchi acquatici, luna-park e attrazioni dello spettacolo viaggiante;

 

A decorrere dal 25 maggio 2020 è inoltre consentito, per le attività ancora sospese, l’accesso alle strutture e agli spazi aziendali esclusivamente al personale impegnato in attività di allestimento, manutenzione, ristrutturazione, montaggio, pulizia e sanificazione, nonché a operatori economici ai quali sono commissionate tali attività finalizzate alla predisposizione delle misure di prevenzione e contenimento del contagio propedeutiche a successive disposizioni di apertura.

 

Nel rispetto delle norme di sicurezza relative al contenimento del contagio da Covid-19, nel territorio regionale pugliese, restano consentite:

 

-  le attività di pesca nelle acque interne (fiumi, laghi naturali e artificiali) e in mare (sia da imbarcazione che da terra che subacquea);

 

-  le attività di allenamento e di addestramento di cani e cavalli in maneggi o zone autorizzate per l’addestramento, da parte di proprietari affidatari, allevatori e addestratori;

 

-  la toelettatura animali;

 

-  la ricerca e la raccolta di prodotti spontanei della terra (piante non legnose, frutti, funghi epigei e tartufi).

 

In allegato il testo integrale dell’Ordinanza num. 243

 
 
 

Anche Peschici tira un sospiro di sollievo: niente tassa suolo pubblico!

Post n°26264 pubblicato il 25 Maggio 2020 da forddisseche

Anche Peschici tira un sospiro di sollievo: niente tassa suolo pubblico!  

  
 

In base al decreto Rilancio, le imprese di pubblico esercizio sono esonerate dal pagamento della tassa per l'occupazione di spazi e aree pubbliche (TOSAP) e dal canone per l'occupazione di spazi e aree pubbliche (COSAP). 

 

L'agevolazione è temporanea - è riconosciuta fino al 31 ottobre 2020 - ed è concessa al fine di promuovere la ripresa delle attività turistiche, fortemente danneggiate dall’emergenza da Covid-19. 

 

Il decreto Rilancio cerca di sostenere la ripresa delle attività economiche alleggerendo anche il carico dei tributi locali: in particolare, il decreto esonera dal pagamento di TOSAP e COSAP gli esercizi pubblici titolari di concessioni o di autorizzazioni concernenti l'utilizzazione del suolo pubblico.

 
 
 

Puglia/ Da oggi riaprono i lidi ma è già folla sulla costa. Titolari privati al lavoro sulle distanze.

Post n°26263 pubblicato il 25 Maggio 2020 da forddisseche

Puglia/ Da oggi riaprono i lidi ma è già folla sulla costa. Titolari privati al lavoro sulle distanze.  

  
 

Sono 11 i nuovi contagi da corona virus su 1.832 tamponi eseguiti in Puglia, uno solo il decesso avvenuto nella Bat. I casi sono così suddivisi: 3 nella provincia di Bari, 7 nel Fog­giano e uno nel Brindisino. Complessivamen­te sono 487 le vittime, 2.178 i pazienti guariti, 1.452 quelli in isolamento domiciliare. Dall’ini­zio dell’emergenza sono stati effettuati 103.570 test, il totale dei casi positivi Covid sono 4.458. I pugliesi attualmente contagiati sono 1.793.

 

Da oggi, intanto, in tutta la Puglia si potrà accedere liberamente ai circa 900 chilometri di spiagge che attraversano 69 Comuni costieri. In realtà sin da ieri le spiagge pubbliche hanno ricominciato a ripopolarsi, mentre i circa mil­le stabilimenti balneari hanno iniziato l’al­lestimento dei lidi. Solo il 10% però, fa sapere il Sindacato italiano Balneari, è pronto ad aprire e alcuni stabilimenti perderanno fino al 60% della capacità.

 

«Siamo correndo all’impazzata ma l’allestimento di una spiaggia è una ope­razione complessa - spiega il presidente Sib Antonio Capacchione -, ci vuole tempo per la realizzazione delle passerelle per gli accessi al mare che garantiscano il distanziamento, la pulizia e il livellamento della sabbia, parliamo di ridisegnare le spiagge coniugando sicurezza con socialità. Lo sforzo che stiamo facendo - spiega - è quello di non trasformare i nostri stabilimenti in reparti ospedalieri o in campi di detenzione ma di garantire sicurezza».

 

L’ordinanza della Regione ha fissato una serie di prescrizioni, dalla distanza di 3-3,4 metri tra gli ombrelloni alla sanificazione del­le strutture e all’uso di mascherine e dispo­sitivi di protezione quando ci si avvicina ai servizi comuni. «Privilegeremo le prenotazio­ni e i pagamenti on line, anche per evitare file all’ingresso - aggiunge Capacchione - e ci stia­mo attrezzando per il tracciamento dei clienti.

 

Il personale interno vigilerà sul rispetto delle regole di distanziamento ma l’appello è alla responsabilità dei clienti». Anche per le spiag­ge libere varranno le regole sul distanziamen­to di almeno un metro tra le persone.

 

Da oggi, in base all’ordinanza firmata ieri dal governatore, possono riprendere anche i corsi e le lezioni individuali private e possono riaprire i parchi tematici, parchi acquatici, luna-park e attrazioni dello spettacolo viag­giante. È inoltre consentito, per le attività ancora sospese, l’accesso alle strutture e agli spazi aziendali esclusivamente al personale impegnato in attività di allestimento, manu­tenzione, ristrutturazione, montaggio, pulizia e sanificazione. Nel rispetto delle norme di sicurezza sono consentiti anche la pesca, l’ad­destramento di cani e cavalli, la toelettatura animali e la ricerca e la raccolta di funghi e tartufi.

 

Già da ieri, sulle coste centinaia di persone hanno affollato le spiagge libere, dove vigeva ancora il divieto di balneazione. È accaduto sulle spiagge del lirorale garganico, nessune escluse: Manfredonia, Mattinata, Vieste, Peschici, S. Menaio, Rodi, Foce Varano. Tanti i cittadini che hanno preferito passeggiare in spiaggia. Affollati i bar e i ri­storanti all’aperto. Gruppetti di persone, cop­pie di amici o di fidanzati hanno scelto invece di trascorrere la giornata in spiaggia. Pochi quelli che hanno sfidato l’acqua ancora fredda per tuffarsi in mare.

 
 
 

Rete 5G Vieste/ Il Gruppo Consiliare “Democratici” invoca "il PRINCIPIO di PRECAUZIONE".

Post n°26262 pubblicato il 25 Maggio 2020 da forddisseche

Rete 5G Vieste/ Il Gruppo Consiliare “Democratici” invoca "il PRINCIPIO di PRECAUZIONE".  

  
 

Il 5 G o quinta generazione è uno standard di comunicazione mobile la cui filosofia è connettere tutto con tutto e si stima che la rete 5G è capace di connettere un milione di devices per km quadrato. Se è vero che non si conoscono ancora gli effetti del 5G, bene si conoscono gli effetti dei campi elettromagnetici in generale. Nel maggio 2011 i campi elettromagnetici generati da radiofrequenza (i telefonini) sono stati classificati dalla IARC (Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro) 2B il che sta a significare potenzialmente cancerogeni.

 

Studi epidemiologici e di laboratorio hanno infatti abbondantemente dimostrato che i campi elettromagnetici producono effetti dannosi sulla salute in quanto interferiscono con i processi cellulari alterandone la funzionalità. Collegati agli effetti dei Campi ElettroMagnetici vi è un aumento dei tumori cerebrali, specie quelli ipsilaterali cioè dallo stesso lato dell’utilizzo del telefonino, alterazioni riproduttive che consistono in infertilità oppure in trasmissione di malattie genetiche ed alterazioni ormonali.

 

Bambini e adolescenti sono particolarmente sensibili agli effetti dannosi da radiazioni elettromagnetiche in quanto la loro pelle, le loro ossa e i tessuti della testa sono molto sottili e quindi più facilmente permeabili; inoltre, poiché bambini ed adolescenti sono organismi in crescita, le loro cellule sono in continua moltiplicazione e quindi la possibilità che si instauri un danno genetico è molto elevata così come elevato è il rischio che tale danno venga trasmesso alle generazioni future. Tra l’altro il 5G ha anche effetti collaterali quali:

 

1) strage di alberi, verde urbano e deforestazioni allo scopo di eliminare ostacoli alla propagazione delle onde elettromagnetiche; in questo modo viene meno anche l’aiuto che i nostri amici alberi danno alla nostra salute in quanto è noto il loro effetto sulla mitigazione della calura estiva, sul loro rifornirci di ossigeno e sul loro effetto depurante dell’aria dai tossici ambientali.

 

2) Il disorientamento delle api, insetti che provvedono al 70% di ciò che mangiamo grazie al loro lavoro di impollinazione. Lo scienziato Einstein disse “se le api morissero avremmo solo quattro anni di vita”.

 

3) Interferenza con i satelliti per le previsioni meteo che sono fondamentali per prevedere e quindi prevenire fenomeni violenti quali cicloni e uragani.

 

Chiedere una moratoria sul 5G non vuol dire essere contro il progresso, anzi…., ma sottostimare i risultati già disponibili non appare eticamente accettabile. Infatti le conclusioni della Commissione Europea  secondo le quali non ci sono ancora studi sufficienti per stabilire il rischio o meno per la salute da tecnologia 5G sono più che sufficienti ad invocare il PRINCIPIO di PRECAUZIONE.

 

Tale principio enunciato all’art. 191 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea è basato sulla non certezza di innocuità. Sarebbe pertanto opportuna una moratoria fino a quando non sia pianificato un coinvolgimento attivo degli Enti Pubblici preposti alla tutela dell’ambiente e della salute quali Ministero dell’ Ambiente, Ministero della Salute, ISPRA, ARPA , Dipartimento di Prevenzione e sarebbe opportuno che i cittadini venissero adeguatamente informati e coinvolti nelle decisioni.

 

Questo è quanto abbiamo chiesto nella mozione di moratoria sul 5G che abbiamo portato nel Consiglio Comunale del 12.05.2020 e che il gruppo di maggioranza Viesteseitu ha deciso di rimandare a data da destinarsi. Ci auguriamo che questo discorso venga ripreso al più presto dall’amministrazione con coinvolgimento della cittadinanza, anche alla luce del dibattito innescato negli ultimi giorni dall’installazione di una stazione radio base Wind3.

 

 

 

Rita Incoronata CANNAROZZI (capogruppo)

 

Paolo PRUDENTE (Consigliere)