Blog
Un blog creato da g1b9 il 10/01/2009

Sentimentalmente

Tutto ció che mi dá emozioni....

 
 

***

   Nel mio blog utilizzo  immagini trovate sul Web. Alcune siuramente hanno il copyright;  qui sono usate con scopo culturale , divulgativo  e critico, tuttavia toglierò immediatamente l'immagine, qualora questo uso dispiacesse agli autori.

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

 

 

 

 

 

« ...e se domani...L'altalena del sogno... »

A me piacerebbe se l'Europa...

Post n°4794 pubblicato il 27 Novembre 2020 da g1b9
 

 

 Non sapevo che quello che stiamo vivendo ora , in epoca  Covid, fosse un assaggio della" teoria monetaria moderna"(Mmt). Mi riferisco al permesso di Bruxelles agli Stati membri di spendere per necessità  senza preoccuparsi dei vincoli di bilancio , complice la Bce che acquisterà debito pubblico finchè servirà. Praticamente sta accadendo  l'esatto contrario di quanto avveniva fin'ora. Questo è molto simile alla teoria monetaria moderna, quella predicata dalla prof. americana Stephanie Kelton,docente alla Stony Brook university e alla new School di NY, autrice del libro " Il mito del deficit". E questo si riferisce alla teoria che i governi che emettono valuta propria non possono mai finire i soldi e diventare incapaci di pagare il loro debito emesso nella stessa valuta in quanto ne possono creare dal nulla(stampare) quando ce ne fosse  bisogno. Dalle nostre parti le recensioni non sono buone, ma in  America il suo libro è finito nella classifica del  New York  Times.Questa cosa non piace a chi pensa che lo Stato debba regolarsi col denaro come un buon padre di famiglia che non spende più di quanto si possiede.  Indebitarsi per crescere è invece l'idea capitalista e finanziaria e la differenza che lo Stato, emettitore di moneta, non potrà mai fallire,mentre fallisce invece la famiglia che di quella moneta è semplicemente utilizzatore.Questo debito  dello stato non ricadrebbe sui nostri  posteri, provocherebbe inflazione, alla quale, quando serve le banche centrali sanno come rimediare, ma non è problema attuale, che invece riguarda il fallimento di oltre metà delle imprese, se non sorrette adeguatamente. Tuttavia se la poltica monetaria europea non andrà in quella direzione ,Italia e altri stati Eropei si ridurranno come la Grecia, se non peggio. Perchè? Il problema   sta nel fatto che ora come ora l'Euro è come una valuta straniera  regolamentata dall'equilibrio debito-Pil. Questo è il momento per spingere verso una sovranità Europea  e allora la Banca centrale potrà stampare  tutto il denaro che occorre, per darlo a chi nell' Unione ne ha bisogno, rimanendo la banca garante. L'autrice del libro è stata consigliera economica di Biden, candidato. Vedremo se questo presidente metterà in pratica i suoi consigli e quali i risultati. E intanto speriamo per noi, e per chi verrà dopo di noi, se l'Europa non cambierà le attuali regole-

 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/g1b9/trackback.php?msg=15241514

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
monellaccio19
monellaccio19 il 27/11/20 alle 17:38 via WEB
Non cambierebbero le cose se fossero direttamente i cittadini, o quanto meno, i loro rappresentanti (seriamente) a fare ciò che sia giusto per lo Stato. IL pensiero della Kelton, non è altro che una via traversa per giocare a favore dei ricchi, degli imprenditori e di coloro che maneggiano molto denaro senza preoccuparsi più di tanto delle conseguenze. Il "mito del deficit" è proprio questo: non fare il buon padre di famiglia e andare oltre le proprie possibilità. Se il libro non ha avuto molto successo da noi, lo si può comprendere dalla nostra mentalità e dai limiti che generalmente e arcaicamente, sappiamo porci. In America queste "perplessità" le hanno superate già da tempo. Forse dovremmo voltare pagina anche noi? Piacevole serata Giovanna.
 
prolocoserdiana
prolocoserdiana il 28/11/20 alle 06:48 via WEB
La pubblicità volgare con l’uso cinico del corpo femminile non ha confini di età. Se Dolce & Gabbana piazzano il corpo di una giovane donna sotto quello di un uomo che la sta schiacciando, come se la volesse possedere, Nuvenia e Tena, per vendere i loro assorbenti, utilizzano in modo disgustoso la meraviglia del corpo femminile in età avanzata. Anche qui i particolari sono l’aspetto più deprimente, con la conchiglia che nasconde la vulva della donna. Inaccetabile che l'uomo veda ancora la donna solo come merce, ma...a stare a questa mercificazione del proprio corpo non sono, poi, a ben vedere, proprio le donne? Sereno e allegro weekend, bye sal
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

 

 
 

RELATHIONSHIP

Don't let someone become a priority in your life , when you are an  optional in their life... Relationships work best when they are balanced.

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

ULTIME VISITE AL BLOG

cassetta2monellaccio19matusca73g1b9neopensionataaccorettiteresinaurgeselicsi35peblekstarannachirico67prolocoserdianaUOMOTIGRE2021enricaluiDRAGO_18otticabof
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

motori ricerca

 


contatori internet

popoli e comunità