Creato da kidgloves il 03/12/2005

SenzaFiltroBlog

Che poi, con nonchalance...

 

 

« I veri autori...Tecnologia-ia-ia-o »

Il fantastico mondo della merendina

Post n°506 pubblicato il 08 Novembre 2006 da kidgloves

Pubblicità attuale:

OGGETTO: Merendina
TARGET: Bambini rompiballe, mamme sognatrici.
SOGGETTO: La famiglia perfetta con Mamma (figa), Papà (figo), Bambino (figo) e Cane (figo pure lui)
LUI: fa un lavoro di successo e tre secondi dopo essersi alzato è già pettinato ed in giacca e cravatta. Qualsiasi sia la sua supposta occupazione, poco prima di uscire dall'uscio di casa, prende in mano l'inseparabile valigetta di pelle da lavoro. Peso lordo stimato delle valigetta: 12 grammi, vista l'abilità circense con cui viene sollevata e fatta volteggiare dal papà in carriera.
LEI: casalinga felicemente sposata. Alle ore 7 del mattino è già truccata e con una ineccepibile messa in piega dei capelli, segno che probabilmente passa la notte a truccarsi e pettinarsi e a sniffare cocaina per contrastare il fabbisogno di sonno. Le piace lavare, stirare, cucinare, pulire i pavimenti, scrostare il cesso, portare a spasso il cane, lucidare, cucire, tagliare l'erba, fare i compiti del figlio, fare la spesa, fare la coda in posta... insomma, le classiche cose che le casalinghe adorano fare nei numerossisimi momenti di svago della loro giornata.
BAMBINO: educato, pone domande esistenziali che neanche Karl Popper si era mai sognato, sorridente. Ha 75 denti bianchissimi e perfetti (più quelli del giudizio) benchè si supponga avere circa sei anni. Si reca a scuola imbracciando uno zaino realistico del peso stimato di 12 grammi (come la borsa di papà) visto che lo porta in spalla con la stessa facilità con cui si indossa una sciarpina. Nel mondo perfetto, contrariamente a quello reale, il ministero dell'istruzione e quello della sanità hanno argutamente osservato che, un bambino che si porta 40 kg in spalla, potrebbe avere dei remotissimi problemi di scogliosi.
CANE: gli manca solo la parola. E' intelligentissimo e se, malauguratamente deve rompere qualcosa, sceglie sicuramente qualcosa che i suoi padroni hanno acquistato al Mercatone Zeta, che tanto, prima o poi si rompe. Non caga e non piascia, usa un catettere che si pulisce da sè. Se per caso abbaia, lo fa con garbo e tatto.

CANOVACCIO DELLA PUBBLICITA'.
Il papà, risvegliato dal delizioso profumo della merendina messa in forno dalla moglie, si alza già pettinato per scendere a far colazione. Si idrata il viso con del delicatissimo dopobraba no-alcol e si appresta ad andare in camera a svegliare il bimbo, ma, sorpresa delle sorprese, il figlio è già in piedi, lavato, pettinato, vestito, con lo zaino pronto e desideroso di andare a scuola per farsi volontariamente interrogare in tutte le materie della giornata, compresa "ricreazione". Dopo aver dispensato un abbraccio al pargolo, scende le scale della sua stupenda casa mentre uno stormo di colibrì si nutre timidamente del nettare dei fiori che sua moglie ha appena disposto in sala da pranzo. Alla vista della consorte che ha appena sfornato una teglia con le merendine, lui le sorride e la bacia mentre il pargolo passa tra le gambe dei genitori per richiedere un pò d'attenzione. I due genitori sorridono ed accarezzano la loro creatura passando le loro curatissime mani nel suo biondo crine. La teglia con le merendine è ora fumante al centro della tavola. La madre, sorridente e con le mani cosparse molto probabilmente di silicone isolante per non scottarsi, spezza una merendina da cui fuoriesce una colata di prelibata cioccolata o deliziosa marmellata. Il papà, nel frattempo, si gusta il proprio caffè asservando il mondo dalla stupenda finestra della cucina, una finestra dalle dimensioni di 8 metri per 12 e sul cui vetro non vi è traccia di neanche una minuscola macchiettina. Lo spettacolo che si offre al padre è magnifico: uno stormo di fenicotteri è appena giunto a nidificare nel giardino, Bambi ritrova la madre che in realtà era solo stata ferita dal cacciatore ed aveva perso la memoria dopo essersi risvegliata dal coma, una tartaruga sta deponendo un uovo sulla spiaggia privata della famiglia e l'uomo tigre, tramite un rito voodoo, sta facendo resuscitare tutti i poveri genitori degli orfanelli che la sua seconda identità accudisce nella vita quotidiana. Ma, ahimè, è giunta l'ora di recarsi al lavoro e, facendo un simpatico sorriso, invita il figlio ad abbandonare la colazione per recarsi a scuola. Il bimbo è sorridente ed obbedisce, ansioso di potersi fare interrogare in tutte le materie che preveda il suo quotidiano programma scolastico. La madre lo saluta, bacia il marito, si gira a favore di camera e dice: "ah, la mia famiglia... come sarebbe senza MARCA DELLE MERENDINE".

COSA SUCCEDE NELLA REALTA'.
Il papà si risveglia di soprassalto a causa della radiosveglia che, per uno scherzo del figliolo, era stata impostata per suonare in anticipo ed ad un volume che pure il Marshall di Jimi Hendrix non era in grado di raggiungere. Con la barba ispida e i capelli come Krusty il Clown saluta il buon giorno con una mitragliata di scoregge che, un po' per feticismo, un per autogratificazione, mantiene alcuni secondi sotto le lenzuola per poi poter annusare con soddisfazione in un trionfo di odori... accarezza l'idea di chiamare il suo miglior amico per potersi vantare del fatto di aver appena prodotto la scorreggia più puzzolente della storia. Decide di alzarsi, e come ogni mattina, dopo il primo passo sbatte il pollicione del piede contro il comodino procurandosi un taglio che, se ci guardi dentro, vedi la luce che dall'altra parte entra dalla bocca. Sanguinante si reca in bagno per farsi la barba, si cosparge il volto di schiuma da barba e, alla prima rasoiata, rischia di tagliarsi la gola perchè la moglie ha usato la sua lametta per depilarsi le gambe dopo un anno che rimandava. Dopo aver prodotto i primi etti di puzzoneltissima cacca, si reca in camera del figlio che, oltre a non essersi assolutamente svegliato, deve ancora fare i compiti del giorno prima. Il bambino si aggrappa alle coperte perchè non vuole andare a scuola così, per convincerlo ad alzarsi, il premuroso genitore deve dar fuoco al materasso per stimolare l'istinto di sopravvivenza del figlio. Il figlio riempie lo zaino con i 400 libri che gli serviranno a scuola ed obbilga il padre a portargielo di sotto perchè lui, pesando meno dello zaino, non riesce a sollevarlo. Il padre, sbilanciato dallo zaino, svola dalle scale ed atterra con la faccia sul piccolo stronzetto che il suo cagnolino ha appena sfornato dal di dietro. Il cane inizia ad abbaire verso il padrone perchè non era ancora riuscito a riannusare il proprio prodotto. Nel frattempo la moglie, con una pettinatura come Moira Orfei ed un viso rassicurante e disteso come quello di James Brown, porta in tavola delle merendine carbonizzate (non si era accorta che il forno era in modalita grill) e del caffè tostato del colore del petrolio grezzo. Il marito saluta la moglie con una bestemmia pronunciata amorevolmente metre rutta, e, dopo una scorreggia per salutare la cucina, si siede a tavola. Il bambino, nel frattempo, si è ustionato il palato con il caffelatte bollente e, nel tentativo di portarsi le mani alla bocca, ha ribaltato il caffelatte sul gatto che, spaventatosi, balza contro il cane che sta cercando di ricagacare in salotto. Il padre, stressato, apre la finsestra della cucina ed osserva lo spettacolare panorama che gli si presenta: una battona con le calze sbregate che rientra dopo una notte di lavoro, quello che abita di fronte che sta cagando con la finestra del bagno aperta, il netturbino che festosamente carica le immondizie nel camion della nettezza urbana ed un simpatico barbone che, dopo avergli dormito in gairdino, sta ora pisciando sull'insalata dell'orticello che avrebbe dovuto mangiare a pranzo. A questo punto, il padre si ritira dalla finestra e ordina alla moglie di portare il figlio a scuola che lui, visto che è disoccupato, dovrà passare tutta la giornata sul divano a guardare i film di Italia 7 Gold.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

GNU SBRANATI IN QUESTO MOMENTO SU "GEO&GEO"

website counter
 

QUANDO C'ERA LA MUSICA...






 
SenzaFiltroBlog

Top 100 Italia di BlogItalia.it e Technorati
 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: kidgloves
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 41
Prov: UD
 
Citazioni nei Blog Amici: 88
 
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

GiovanniPalombiniombredigitalizorro29.fenicevenere_privata.xcorradomorigemini66vr1bimbayokolavaretokgemini0luca_biselmaraspadesimone1971cinzia151985koi0009TheArtIsJapan
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

ULTIMI COMMENTI

Io ogni tre o quattro anni passo a dare una pulita, eh...
Inviato da: piandeloa
il 26/03/2016 alle 18:06
 
Scusi ma come si commenta una cazzata simile? I pazienti si...
Inviato da: Saulo62
il 04/03/2013 alle 21:35
 
Passavo di qua.
Inviato da: piandeloa
il 05/05/2012 alle 22:17
 
questo e' davvero carino!
Inviato da: Amanda28
il 25/05/2011 alle 21:15
 
come distruggere un mito :-))
Inviato da: micia.o
il 20/09/2010 alle 08:06