Creato da: tantahontas74 il 20/04/2007
credevo di essere una cicciona ed invece sono una BBW!

Area personale

 

FACEBOOK

 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 119
 

FUORI I BIGOTTI DAL MIO BLOG !

Purtroppoho esaurito il mio spazio blog amici
gli altri blog amici potete trovarli qui

BLOG AMICI 2

immagine

 

Il mio ometto e il mio figlioccio

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Ultime visite al Blog

pleasepleasemesurfinia60Rita766lucianov2cassetta2diamante961whiteledSguardo_delle_stelleborgonzonisuxgnoccatentato0tinuccio53cercocicciotellapiernullaP.aol.o
 

Chi pu scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Coccinella Biagio Antonacci.

Video realizato da me con le foto del mitico fernandolopez
Visitate il suo blog

 

FORREST GUMP

 

suoneria del mio cellulare

 

 

 
« Hachiko IL TUO MIGLIORE AMICO..ed ora »

zio leo

Post n°427 pubblicato il 21 Febbraio 2010 da tantahontas74

Era dall' estate che con Marynika si stava progettando un week end a Napoli, decidemmo che la data migliore per fare questo viaggio sarebbe stato il ponte dell'Immacolata.Ad Agosto poi Mary mi fà - Guarda che non cè più bisogno che si guardino i turni di Leonardo per fare le uscite...lo zio leo è  in pensione !-
Immaginate la festa che gli facemmo come lo prendevamo in giro ..il pensionato di 53 anni ! Ma lui propio l'epressione del triste pensionato non l'aveva affatto.
La prima Domenica di Dicembre eravamo a pranzo da loro eravamo tutti indaffarati nello scegliere l'albergo dove stare a Napoli , lui mugugnava ogni tanto...non amava le uscite con il freddo , ma alla fine tutti daccordo su un bell'albergo con pranzo a buffet , perchè siamo tutti di buona forchetta . Poi i progetti , la liquidazione del suo servizio di polizziotto , rifare casa, la macchina ed io che gli propongo di vedere per una casa al mare, magari bifamigliare così le prendiamo vicine. Quante parole volavano quella domenica, lui e Francesco  con il  sorriso sornione , io e Maria a tutto entusiasmo.

Dovevamo partire il 5 o il 6 di Dicembre(non ricordo ) ..forse vengono a dormire da noi la sera prima, no forse  è meglio che passate a prenderci la mattina stessa...solita routine dei nostri viaggi insieme , ma il giorno prima della partenza mi chiama Mary..
-siamo in ospedale Leo ha avuto una crisi di amnesia ..non vede bene..non ha forza nelle mani....-

E poi è come quando ti trovi in una strada in discesa , ma una discesa ripidissima, una metastasi dopo l'altra veniva fuori e noi ad affondare in questo burrone ..e zio leo in una strada che sin dall'inizio sapevo che dovesse essere breve , ma non così .

Le visite in ospedale, l'impotenza e la rabbia per una broncoscopia fatta in ritardo, per un compagno di stanza che non sopportava il nostro ciarlare...tutto quanto fomentava questa rabbia senza sfogo, senza fine .
Maria l'ombra dello zio...lo zio che non era più ottimista ma cercava di celare la sua paura. Alla vigilia di Natale solamente mi disse - Ho voglia di piangere ..ma solo quando cè Maria...Natalì secondo me è una sentenza di morte, qui in questo ospedale non hanno nemmeno capito cosa ho veramente !- Sminuivo le sue parole , ma non potevo prenderlo in giro..gli dicevo che la malattia era dura da combattere e che non sarebbe stata una passeggiata...
Poi sabato, il compleanno di Francesco, lo zio era diventato piccolo piccolo ed il suo respiro affaticato ma lui ci aspettava come tutti i sabati. Non ha mai detto di stare male e di non sopportare le nostre chiacchere rumorose, sembrava sempre felice di vederci , e forse lo era. Le tante sorelle di Maria di cui in questi anni non ho mai memorizzato i nomi adesso erano diventate compagne fisse di incontri a casa sua ed in ospedale , dove si evitava di scrutarsi negli occhi per non scavare nel nostro dolore più profondo , e si cercava di recitare al meglio la parte di quelli che sanno che la guarigione sarebbe arrivata prima poi . Ma sapevamo che non era così .
Zio Leo è volato in cielo prima di quello che avevamo previsto tutti quanti, medici ed amici del mestiere...perchè lui non voleva dare fastidio a nessuno, lo diceva sempre che non voleva stare in un letto,e così è stato.

Al suo funerale c'era il pichetto della polizia ,  e ripensavo a quando mi raccontava della sua vita sulle volanti...usava spesso dire - Vedessi che paura...io avevo moglie e figlio a casa ..il pensiero era quello di lasciarli ,mica di morire ..-E fino alla fine è stato in pensiero per loro .
 Venerdì ero al cimitero per l'ultimo saluto è mi suona un' avviso sul mio cellulare...per ricordarmi di mettere in borsa le compressine di mirtillo da portargli.In quel momento l'ho immaginato che sorrideva dicendo ...ma insomma con questi avvisi sul cellulare non ne combini mai una buona !
Adesso..adesso non lo sò.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog