Creato da theriddle il 02/05/2006
'Scintille di Filosofia Civile - Uno stato è una gente e una terra'
 

Manifesti

 

 

LA PADANIA


immagine

 

Ultime visite al Blog

oliverspdfolletto7dglpisti59bisiodgl0gatto_felix_1studiopaolooliveropaiscomariopioneer_procinetrashmariabreemanuelemarullogloriagrieco10jeli_Mfluffonegiannii0
 

Area personale

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29      
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 19
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« TSN: Dopo Sellero la Cor...VIDEO dal consiglio comu... »

Sellero - Accordo La.Cam.(Brembo): la Società si riserva di chiedere i danni al Comune

Post n°732 pubblicato il 09 Agosto 2012 da theriddle
 

Tutti ricorderanno l’accordo di programma (scaricabile da questo link https://www.box.com/s/h4y5bloxm38xfvmlc8nf firmato lo scorso 13 dicembre tra BIM di Valle Camonica, Comune di Sellero e La.Cam. (società del gruppo Brembo) che dovrebbe portare al trasferimento nell'area "ex Fucinati" a Sellero, su di una superficie di circa 8.000 mq, delle lavorazioni svolte a Berzo Demo e che impegnano circa 220 operai. I lavori, iniziati quasi immediatamente, sembrano però procedere un po' a rilento, ma questo  si sa, può succedere ed è comprensibile  quando ci si trova ad agire in situazioni di urgenza.
Quello che invece appare meno comprensibile è l'atteggiamento tenuto dal Sindaco di Sellero Bressanelli che, nonostante abbia sottoscritto un accordo con cui si è impegnato ed ha impegnato il Comune  a collaborare per la riuscita dell'operazione, pare abbia cambiato idea, o almeno così sembra leggendo la lettera (allegata) che l'amministratore delegato di La.Cam. ha inviato al nostro primo cittadino in cui si legge che il Sindaco, contrariamente a quanto previsto dall'accordo di programma, avrebbe manifestato l'intenzione del Comune di Sellero a non provvedere a fare quanto necessario affinché il capannone di proprietà comunale dove dovrebbe insediarsi l'azienda sia dotato dell'utenza dell'energia elettrica.

Di conseguenza La.Cam., al fine di  limitare ulteriori danni e ritardi, ha provveduto direttamente ad inoltrare la domanda sostenendo costi per euro 110.387,73 + iva, riservandosi però di richiedere al comune il risarcimento dei danni derivanti dall'inadempimento ed il rimborso di ogni altro eventuale costo sostenuto.

Un atteggiamento, quello del Sindaco, che proprio non comprendiamo, anche se sappiamo il nostro primo cittadino non è nuovo a comportamenti di questo genere che già in passato hanno portato il Comune di Sellero ad essere condannato al risarcimento di decine di migliaia di euro per non aver adempiuto a degli accordi sottoscritti. 
Comune che, lo ricordiamo, ha già in corso un procedimento presso il TAR di Brescia, a seguito del ricorso della Società Prefabbricati Camuna per ottenere la corresponsione del danno (circa 215 mila euro) a suo dire ancora vantato nei confronti dell'Ente per l'illecita condotta tenuta nella gara di appalto promossa nel 2003 (il Sindaco era sempre Bressanelli)  per il recupero proprio dell'area "ex-Fucinati" e per il quale il Comune è già stato condannato una volta al risarcimento (45 mila euro).

Il Sindaco Bressanelli, nonostante la sua ultra ventennale esperienza, pare proprio non voler capire che gli accordi  una volta sottoscritti vanno rispettati e che un Sindaco dovrebbe essere il primo a rispettare le regole e non dovrebbe mai rimangiarsi la parola data. Semmai, la prossima volta, legga più attentamente prima di firmare.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/theriddle/trackback.php?msg=11497964

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Nessun Commento
 
 

Contatta l'autore

Nickname: theriddle
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 49
Prov: BS
 



immagine




 

Ipse dixit

Il coraggio nessuno lo può regalare, bisogna che ogni uomo lo trovi nella propria anima. (Umberto Bossi)

"Chi controlla il passato, controlla il futuro; chi controlla il presente, controlla il passato" George Orwell

“E tutti si scandalizzano quando sentono dire: quel tale tipo di mammifero o di uccello ormai è sparito dalla faccia della terra, non lo vedremo più; è una grave perdita. Certo, si tratta di gravissime perdite. Ma non sarebbe forse più grave se sparisse una comunità umana?” (Bruno Salvadori)


"I molteplici consigli legislativi, e i loro consensi e dissensi, e i poteri amministrativi di molte e varie origini, sono condizioni necessarie di libertà. La libertà è una pianta di molte radici. (...) Quando ingenti forze e ingenti ricchezze e onoranze stanno raccolte in pugno d'un'autorità centrale, è troppo facile costruire o acquistare la maggioranza d'un unico parlamento. La libertà non è più che un nome: tutto si fa come tra padroni e servi." (Carlo Cattaneo)


IL VOSTRO CANCRO E' PIU' GRAVE DEL MIO. Un cancro ben più tragico, ben più irrimediabile del mio. Un cancro per il quale non esistono chirurgie, chemioterapie, radioterapie. Il cancro del nuovo nazifascismo, del nuovo bolscevismo, del collaborazionismo nutrito dal falso pacifismo, dal falso buonismo, dall'ignoranza, dall'indifferenza, dall'inerzia di chi non ragiona o ha paura. Il cancro dell'Occidente, dell'Europa e in particolare dell'Italia. (Oriana Fallaci)

Penso ad un popolo multirazziale
ad uno stato molto solidale
che stanzi fondi in abbondanza
perché il mio motto è l'accoglienza,
penso al problema degli albanesi,
dei marocchini, dei senegalesi
bisogna dare appartamenti
ai clandestini e anche ai parenti
e per gli zingari degli albergoni
coi frigobar e le televisioni.
....
penso che è bello sentirsi buoni
usando i soldi degli italiani. (G.Gaber)


Un giorno milioni di uomini abbandoneranno l'emisfero sud per irrompere nell'emisfero nord. E non certo da amici. Perché vi irromperanno per conquistarlo. E lo conquisteranno popolandolo  coi loro figli. Sarà il ventre delle nostre donne a darci la vittoria.”  Houari Boumedienne - Presidente algerino -  1974 - dinanzi all'Assemblea delle Nazioni Unite





 

Video

 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963