Papà Arrivo

Dal concepimento alla nascita ...e oltre: l'esperienza più bella del mondo. La ragione dell'esistenza vissuta prima da un futuro papà, ed ora attuale

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 24
 

 

La sai tutta?

Post n°150 pubblicato il 15 Luglio 2020 da vivoperquesto

Prendo le bimbe al centro estivo di corsa, per tornare prima possibile a lavorare.
Sistemo Veve sul suo seggiolino, e parto.

Veve facendo suoni sordi con le labbra (tipo pesce che boccheggia) produce una musica: “BPA BPA, BPA BPA BPA, BPA BPA”.

Io, dopo 5 minuti buoni, già un po stressato dai miei pensieri, sbotto e gli dico un po adirato: “VEVE!!!! LA SAI TUTTA????”.

E lei: “Certo!!!! E’ la mia!!!! BPA BPA BPA, BPA BPA……..”

sorpresa

 
 
 

Alesca

Post n°149 pubblicato il 07 Luglio 2020 da vivoperquesto

 

Io: Veve!!! (la mia bimba piccola, di quasi 5 anni)

Ho messo la pasta nella pentola,

chiedi ad Alexa di mettere un conto alla rovescia di 10 minuti?

Veve: Si....

... Alesca!!! 

Metti un conto alla rovesca!!!!!

 

 
 
 

Memorizzare la vita

Post n°148 pubblicato il 06 Luglio 2020 da vivoperquesto

Rieccomi qua!

La vita continua, ogni giorno con un livello di difficoltà maggiore, ma continua.

Le luci che hanno illuminato la mia vita sono sempre più brillanti, e come avevo previsto alla loro nascita, rendono le difficoltà quotidiane superabili, donandomi il sorriso anche quando di ridere non ne ho davvero voglia.

Tante situazioni di vita sono trascorse.

Purtroppo non le sono riuscite a "fotografare" come è stato fatto con i periodi antecedenti e poi brevemente successivi alla loro nascita.

Per questo rischiano di finire in zone remote della memoria.

Pensavo quindi, magari avendo un po di tempo in più rispetto agli ultimi anni, di provare a memorizzarne alcune, di nuovo, tra le righe di questo blog.

A presto quindi!

 
 
 

La vita

Post n°147 pubblicato il 05 Settembre 2016 da vivoperquesto

 

Ci sono le curve...

...alcune pericolose...

...ma il percorso continua

 
 
 

Il "secondo" momento più bello della mia vita

Post n°146 pubblicato il 11 Settembre 2015 da vivoperquesto

I patti, imposti dalla mia Lei, erano che mi avrebbe chiamato appena vedeva che si approssimava il momento della nascita.

La mattina cerco di lesinare qualche notizia via telefonino, ma non arrivano ancora novità sostanziose...

...fino alle 10.30, quando comincia a non arrivarne proprio più nessuna.

Passa più di un ora e la mia preoccupazione raggiunge i livelli di guardia.

Decido allora di entrare in macchina ed andare a chiedere direttamente in ospedale.

Arrivo li e suono il campanello.

Ma non mi apre nessuno.

Dopo qualche minuto comunque, finalmente la mia Lei mi telefona, forse stufa dei milioni di messaggi inviati e dei tentativi di chiamate senza risposta.

Praticamente uscivano lingue di fuoco dal telefono: "Perchè sei venuto! ti avevo detto che ti chiamavo io"

"Si more, ma sono due ore che non ti sento, mi sono preoccupato"

"Mi hanno fatto l'induzione ma credo che alla piccola non sia piaciuta, i battiti sono scesi improvvisamente di parecchio, ma poi sono risaliti. Prima non mi potevo muovere e il telefono era a caricarsi lontano da me. Aspetta che esco un momento"

Esce tutta barcollante, si siede nella sala d'aspetto con me, ma vedo che ha dei dolori.

Allora gli dico di rientrare e di farmi sapere.

Lei mi dice di andare a casa e che mi chiamerà lei.

Io faccio "melina" per un po cercando di capire se è il caso o meno di tornare alla base.

Faccio una tappa alla cappella dell'ospedale, cercando supporto ai "piani alti".

Quando esco da li mi cominciano ad arrivare messaggi minatori e che mi attribuiscono colpe gestazionali del tipo:"Ma perchè mi hai messo incinta", "Se ti riavvicini te lo taglio" ...e via cosi

Capisco allora che è meglio lasciarla sfogare e me ne torno con calma a casa.

Mangio qualcosa e mi distendo sul letto sperando di recuperare un po del sonno perso la notte prima.

Stavo quasi per riuscire ad addormentarmi quando arriva un messaggio sul telefonino:

"E' iniziato!"

Salto sul letto e corro a dire a mia suocera di preparasi.

Portiamo mia figlia da una amica, e via all'ospedale.

Arrivo e dopo poco mi fanno entrare.

Mi portano nella sua stanza.

Contrordine!

Hanno tolto l'induzione perchè i dolori erano forti, ma non utili all'apertura del parto, e la bimba era tachicardica.

Dopo un oretta di monitoraggio arrivano ostetrica, ginecologo e anestesista e ci dicono "Questa reazione poteva succedere, Signora non ha letto il documento che ha firmato? Comunque abbiamo fatto l'induzione perchè il ginecologo che l'ha seguita ha ritenuto fosse più sicuro cercare di non aspettare ulteriormente, quindi, visto anche il monitoraggio forse è il caso di farla partorire per evitare complicazioni."

Ok, allora occorre fare il taglio cesareo, e io non potrò assistere.

Credevo che questa volta avrei avuto più difficoltà della prima ad essere presente in sala parto, quindi ho cercato di consolarmi pensando che si sono occupati loro di togliermi tale difficoltà.

In reatà aspettare fuori non è per niente meglio.

Chiamo all'adunata tutti quelli che posso, avvisando di quanto stava avvenendo (tranne mia madre a cui, in quanto anziana, ho pensato fosse meglio avvisarla al termine dell'operazione).

In sala d'attesa arriva mio fratello, e dopo poco l'amica che aveva in gestione mia figlia, con lei e le sue amichette.

Il visino è chiaramente eccitato e interdetto al tempo stesso. Ma la presenza delle sue amiche la distrae un po.

Dopo una mezzora d'attesa esce un infermiera e mi chiama.

Entro e non attendo un secondo per chiedere come è andata.

L'infermiera risponde "Bene!", quindi posso ricominciare a respirare.

Seguo l'infermiera che non mi fa fermare a mettermi i copriscarpe, causandomi la cazziata successiva dell'altra infermiera che mi ha rispedito indietro a mettermeli, e la cazziata dei dottori, in quanto la prima infermiera mi ha guidato direttamente in sala parto (e non ci si può andare in caso di parti cesarei).

Finalmente mi mettono in braccio Veronica.

Nata alle 18,28 e del peso di 4,09 kg.

Rimango sopreso da quanto è grande, e quanto è serena e tranquilla, evidentemente il parto cesareo la deve aver favorita, ed evitato, nel caso di nascita naturale, gli sforzi del parto.

Con la bimba in braccio mi portano in una stanza e mi dicono di aspettare li e che, finito di ricucire la madre, mi porteranno anche Lei.

Allora ho dieci minuti di solitudine con la mia nuova piccola.

La guardo e le cerco di trasmettere tutto l'Amore che provo.

Lei guarda quella che probabilmente è solo la mia immagine ancora offuscata, e mi ascolta con attenzione.

E' favolosa!

Guanciotte ciccciotte e un meraviglioso doppiomentino mi tentano a mangiarmela di bacini.

Il mio cuore saltella nel petto in tutte le direzioni spruzzando champagne all'impazzata.

Nella stessa stanza c'è un altro papà a cui chiedo se può andare ad avvisare fuori i miei parenti che tutto è andato bene.

Dopo poco arriva mia figlia a conoscere la sorellina.

La guarda carica di emozione ma senza lasciare trasparire quel che pensa.

Le chiedo se le piace.

Fa si con la testa.

Arrivano pure mia suocera e mio fratello ad ammirare questa bellezza.

Poi arriva anche il letto con sopra la "nuovamente" neomamma, ancora un po intontita dall'anestesia, e le metto in braccio l'opera d'arte.

Seppure con modalità diverse dalla nascita della mia prima figlia, questo "secondo" momento più bello ed importante della mia vita, mi ha lasciato come il primo...

... carico di gioia, soddisfazione, entusiasmo e consapevole che la mia vita sarà ancora più difficile, con maggiori responsabilità, ma anche ricca di significato e di tutti quei piccoli attimi che alimenteranno il mio orgoglio di padre...

...un padre innamorato pazzo delle sue figlie

 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: vivoperquesto
Data di creazione: 17/09/2009
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

sunty67apungi1950vivoperquestomalandrino67circolovallecrosiaaQualcunaPiaceSognarsilviacalzuolimastino1991LolieMiuTata26psicologiaforensecile54SpettaCheArrivoRegina_cretina
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom