L’invisibile è domani quando ieri era cieco

(Ne çok ağlamışlığım vardı benim’’ ama’ Hiç’mi hiç duyulmadım’’ yüreğim’’ göğüs kafesime sıkışmışcasına sızladım her geceye’’ ama’ anlatamadım hiç’kimseye’’ çırpındım’’ yerden yere vurdum yalnızlığımı her seferinde’’ ama’’ dinletemedim hiç’kimseye’’...

 

 

 

 

 

Nella vita si perde molto,
Nella vita si gioca molto
Quando si guadagna poco, la felicità è così grande che la gioia inonda i baci bagnati che devo darti.
La distanza è quando ce l’hai. Ma cosa succede se non lo hai, eppure vuoi essere? Potrei non avere le risposte alle tue destinazioni o alla tua felicità. Un giorno spero, e voglio, di avere il dubbio di possedere la strada, atterrando il tuo cuore sul mio destino. Che io possa essere il lusso che ti dai. Possa essere la cena del tuo tavolo e la calma del tuo cuore.
L’invisibile è domani quando ieri era cieco, quindi voglio guidarti al tuo fianco verso l’incerto, il mondo sconosciuto di noi.
Ti voglio

Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr