Venerdì 12 febbraio la presentazione on line del libro “Vorrei” di Piero Quassia Dalla Biblioteca Multimediale Della Regione Puglia Di;Redazione World News Web 24

Piero Quassia''Vorrei''Venerdì 12 febbraio, dalle ore 17.30, si terrà on line la presentazione del volume “Vorrei” di Piero Quassia, Wip Edizioni.Dopo l’introduzione di Anna Vita Perrone, dirigente della Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale, dialogherà con l’autore, Vito Prigigallo, giornalista.La Lettura dei brani sara’curata da Ilaria Loi e Angela Costanzo.L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle attività culturali di “Teca del Mediterraneo”. La Biblioteca del Consiglio Regionale della Puglia realizza progetti ed eventi a favore della promozione della lettura, attività destinate a tutti i cittadini. Attraverso i propri servizi si impegna ad accrescere il benessere sociale e a migliorare le abilità e le capacità delle persone, facilitando l’accesso alla cultura, ai documenti e alle informazioni. Sostiene, inoltre, la formazione continua nel rispetto delle diversità culturali.L’Evento sara’trasmesso in diretta Social,Piero Quassia è nato a Triggiano (Bari) nel 1946, penultimo di sette figli. Consegue la licenza di Scuola Media Inferiore e, all’età di 17 anni (era il 1963), se ne va a Torino, dove inizialmente lavora in piccole fabbriche come operaio. Fa domanda alla Pirelli di Settimo Torinese e viene assunto in qualità di operaio. è lì che conosce l’impegno politico e sindacale. Erano gli anni delle grandi battaglie operaie nelle fabbriche del Nord. Nel 1970 viene assunto nelle Poste e Telecomunicazioni a Milano come fattorino. Si sposa con Lucia e ha due figlie. In quegli anni Settanta, grazie alla militanza politica e sindacale, impara a saper meglio leggere e scrivere. I primi componimenti li scrive nel dialetto triggianese. Da allora ha continuato a scrivere. Ha pubblicato sette libri di poesie e racconti in Italiano e in vernacolo.

Ultimo week end per “Good Games”la rassegna letteraria on line della città di Trani-Annamaria Natalicchio-

LA BIBLIOTECA DI BABELE - 2021_01_30Ultimo week end in compagnia di “Good Games. Libri, reti e storie di ordinaria resilienza”, l’iniziativa “on line”, promossa dall’assessorato alle culture della città di Trani, con i due appuntamenti di sabato 30 e domenica 31 gennaio, alle ore 18,00, a cura della libreria La Biblioteca di Babele.Sabato 30 gennaio, alle ore 18,00, Onofrio Pagone, scrittore e giornalista, caporedattore de La Gazzetta del Mezzogiorno, dialogherà con la libraia Rosangela Cito sul tema centrale della rassegna letteraria, quello della resilienza, fil rouge dell’intero programma, declinato dagli autori intervenuti nei generi più disparati: dalla poesia alla psicologia, dall’attualità al romanzo, sino alla narrativa per bambini e ragazzi.Autore di “Io non ho sbagliato”Giraldi ed. e di “Più di una regina”, Progedit ed., Onofrio Pagone racconta due storie di donne che rivelano una singolare forza d’animo nell’affrontare la complessità dei loro destini. Attraverso i suoi libri, l’autore narra vicende e condizioni di vita di due eroine dei nostri tempi, figure reali e realistiche, esempio di grande resilienza.Domenica 31 gennaioalle ore 18,00, Luca Bianchini, autore e conduttore radiofonico del programma Mangiafuoco su Rai Radio 1, conclude la rassegna col suo brillante “Baci da Polignano, Mondadori ed., dialogando con Rosangela Cito. Dopo “Io che amo solo te” e “La cena di Natale”, Luca Banchini torna a raccontare dopo sette anni la storia tanto amata dai suoi lettori, quella tra Ninella e don Mimì, nota anche grazie alla fortunata trasposizione cinematografica del regista Marco Ponti. Baci da Polignano è il terzo capitolo della saga famigliare che si dipana sotto il cielo di una Polignano che ha sempre una luce unica e inimitabile.LA BIBLIOTECA DI BABELE - 2021_01_31 (1)

Continua Online Con Successo a Trani La Rassegna Letteraria”Good Games”Di;Mimmo Siena-Annamaria Natalicchio

LA BIBLIOTECA DI BABELE - 2021_01_25Prosegue a Trani(Bat)con grande successo l’iniziativa voluta fortemente dall’assessore alla Cultura tranese Francesca Zitoli, che ha messo in rete le 5 librerie cittadine per promuovere la cultura e farla fruire gratuitamente in diretta streaming dal canale istituzionale della pagina fb della Biblioteca comunale.Nel weekend appena trascorsdo ci sono stati due interessanti appuntamenti,nel primo Sabato 23 gennaio Tiziana Ciavardini, antropologa culturale, giornalista e scrittrice italiana che ha vissuto 24 anni tra Medio Oriente, Estremo Oriente e Sud Est Asiatico, in particolare ha trascorso gli ultimi 13 anni in Iran, intervistando le massime autorità del Paese. Negli ultimi tempi si occupa di comunicazione e fake news, terrorismo, immigrazione e donne nelle società islamiche. Autrice di “Ti racconto l’Iran”, Armando editore, di “Hijab. Il velo e la libertà”, Castelvecchi ed., e, in uscita, “Fammi parlare. Comunicazione, Fake News, Odio Mediatico e Libertà di Stampa”, Primiceri Ed.Nel secondo incontro ieri,domenica 24, Annalisa Strada con l’incontro “Dalla fiaba al classico: in viaggio tra le storie”. In questo appuntamento la Strada, insegnante e scrittrice di libri per bambini, guiderà il pubblico di internauti in un meraviglioso viaggio nelle storie, partendo dalla fiaba per approdare ai classici della letteratura. L’Incontro è dedicato a bambini e ragazzi, alle insegnanti e a chiunque voglia avvicinarsi al mondo della lettura attraverso la narrazione dell’autrice che ha pubblicato oltre ottanta titoli e ha vinto numerosi premi, di cui ricordiamo il Gigante delle Langhe (2010), Il Premio Arpino (2011,2012), Il Premio Andersen (2014), il Premio Cento (2017). ha dialogato con lei Daniela Contis.Oggi attesa per Marco Risi, evento organizzato a cura della libreria La Biblioteca di Babelein collaborazione con il Circolo Culturale Dino Risi, per parlare del suo libro “Forte Respiro Rapido. La mia vita con Dino Risi”, Mondadori editore, in cui Marco narra il suo rapporto col padre, il grande regista Dino Risi. Modera Rosangela Cito.Infine ultimo incontro domani 26 Gennaio,Enrico Galiano presenterà “L’arte di sbagliare alla grande”, ed. Garzanti. Enrico Galiano è definito dalla critica tra i migliori professori d’Italia. Creatore della web serie “Cose da Prof” con milioni di visualizzazioni su YouTube, ha grande seguito sui social ed è amato dai ragazzi di tutta Italia. I suoi libri sono tra i più letti e costantemente in classifica tra i più venduti. Con la sua straordinaria sensibilità offre sia ai ragazzi che agli adulti – genitori, educatori, insegnanti – la rinnovata consapevolezza che ogni errore altro non è che una tappa di quell’avventurosa e appassionante ricerca di sé stessi che è la vita. Nel suo ultimo libro Enrico Galiano, con sincerità e coraggio, ha deciso di svelare tutti i suoi errori e le scelte azzardate per sfatare il mito della perfezione. Dialogherà con l’autore Daniela Contis. L’evento sarà fruibile in diretta sulle pagine fb della Biblioteca comunale e della libreria Mondadori.

Rotary Club Cerignola Ha Ospitato Online Lorenzo Tosa Autore Del Libro”Un Passo Dopo L’Altro-Redazione World News Web 24-

rotary cerignola lorenzo tosaIl Rotary Club di Cerignola(Fg)ha ospitato venerdi’scorso online Lorenzo Tosa autore di “Un passo dopo l’altro. Viaggio nell’Italia che resiste, nonostante tutto” edito da Mondadori, con la moderazione della prof.ssa Paola Grillo e l’introduzione del dott. Francesco Dibiase, presidente del Club.Il libro è un taccuino di un viaggio che traccia i lineamenti di un sentimento che si scopre comune alle storie di vita protagoniste del romanzo riportate ad un tempo, il presente, che vorrebbe tendere a logiche progressiste, in un luogo che è l’Italia.Giornalista, comunicatore, blogger secondo a pochi altri, Lorenzo Tosa descrive la nostra Italia attraverso storie che lui stesso definisce di resistenza civile e di solitudine, una condizione interiore che, invece opprimere i protagonisti diventa lo sprone assoluto per resistere e creare un sentimento di resistenza all’odio sociale che spesso la genera, “..all’indifferenza, all’incultura dominante, alla sciatteria anche linguistica e lessicale dilagante, inevitabilmente al Covid”.Lorenzo Tosa affida al web la comunicazione delle sue idee e dei suoi scritti attraverso le pagine social ed il suo blog “Generazione Antigone” convinto che ogni mezzo di comunicazione abbia un suo linguaggio che non produce necessariamente cultura a buon mercato ma, in un mercato che si è appiattito verso il basso, la qualità degli scritti premia la preparazione e ne è ripagata. L’incontro si svolgerà virtualmente nel rispetto delle norme anti Covid-19.Ci scusiamo per la messa online dell’articolo solo per il fatto che ci e’arrivato il giorno stesso dell’evento e come avete notato abbiamo riaggiornato,saremo piu’tempestivi da adesso in poi.

Inizio di Anno Importante Per Il Club Unesco di Cerignola Fra Attualita’e Ricordo-Mimmo Siena-

Club Unesco CerignolaAvvìo di anno positivo per il Club Unesco di Cerignola che in questi giorni ha dato vita in diretta online a d una serie di incontri fra attualita’e ricordo.Si e’cominciati con l’evento del 13 gennaio in relazione alla giornata mondiale della memoria,con la lezione del dottor  Marco Caviglia, rivolto ai ragazzi del quinto anno delle superiori in cui si e’parlato di leggi razziali e della shoah,in preparazione all’incontro online il 20 gennaio con Mario Venezia, presidente della Fondazione Museo della Shoah di Roma;Attilio Lattes Marco Di Porto, testimoni del rastrellamento del ghetto di Roma.Sabato scorso e’stato presentato il libro”Pensare da Bambini”scritto dalla cerignolana Dorella Cianci e da Massimo Illitano un viaggio attraverso l’occhio dei bambini in piena emergenza pandemica,all’evento hanno partrecipato docenti,dirigenti scolastici e cultori,perche’almeno da queste parti fare Cultura conta tanto nonostante il virus.

Nuovo Weekend Con Indovina Chi Viene a (s)cena Del Tpp-Redazione World News Web 24-

comuni-coinvolti-graficaTornano gli appuntamenti del fine settimana a teatro con “Indovina chi viene a (s)cena”. Da venerdi 15 a domenica 17 gennaio sei diversi eventi a sorpresa, due al giorno, uno alle 19.30 e l’altro alle 21.00, faranno compagnia a chi ama il teatro e da troppi mesi non lo può frequentare e a chi è curioso di conoscerlo anche attraverso questa nuova modalità.Ideato dal Teatro Pubblico Pugliese, il teatro a casa all’ora di cena con ospiti e spettacoli misteriosi andrà in diretta questa settimana da tre nuove città del circuito del Tpp che hanno aderito al progetto. Si e’cominciati dal Teatro Giuseppe Verdi di San Severo il 15 gennaio, si prosegue poi a Bitondo, Teatro Traetta, il giorno dopo 16 gennaio e si termina a Rutigliano, Auditorium comunale della scuola Don Tonino Bello, domenica 17 gennaio.Nella scorsa settimana questo viaggio ha attraversato i comuni di Conversano con le compagnie Burattini al Chiaro di Luna e Onstage, che hanno condotto gli spettatori alla scoperta delle storie di Giangirolamo d’Acquaviva, detto il Guercio di Puglia. Un nobile e un ligio difensore del governo spagnolo vissuto nel Seicento a memoria del quale ancora oggi i conversanesi vengono soprannominati “i figli del conte”; e la Gerusalemme Liberata, poema epico di Tasso collegato a Conversano dai quadri del Paolo Finoglio custoditi nella Pinacoteca. In diretta dal Teatro Curci di Barletta sono andate invece in scena le compagnie Fattoria degli Artisti che ha parlato della commedia dell’arte facendo riferimento al Sud e la sua storia attraverso le figure di Don Pancrazio Cucuzziello, Pantalone di Bisceglie, Cola, Giangurgolo e Pulcinella; e il Teatro dei Borgia con il racconto del tragico episodio di cronaca del crollo della palazzina di via Roma del 3 ottobre del 2011. E infine dal Teatro Rossi di Torremaggiore la Compagnia Teatro Palcoscenico (Teatro dei Limoni e Piccolo Teatro di Foggia) ha raccontato al pubblico collegato in streaming la storia di Fortunato Gallo, famoso impresario teatrale partito da Torremaggiore per andare in America dove divenne famosissimo creando la Gallo Operhouse in seguito diventata Studio 54; mentre la compagnia AVL ha dedicato il suo spettacolo allo storico personaggio di Michele de Sangro, ultimo Principe di San Severo e Duca di Torremaggiore.

Gli Appuntamenti Di Indovina Chi Viene a(S)cena Del Teatro Pubblico Pugliese dall’8 al 10 Gennaio-Redazione World News Web 24-

comuni-coinvolti-graficaTre giorni per sei spettacoli è il programma del prossimo fine settimana di “Indovina chi viene a (s)cena, il nuovo format del Teatro Pubblico Pugliese ideato come una stagione teatrale unica diffusa sul territorio regionale. Due gli appuntamenti quotidiani in ciascuno dei 26 Comuni soci del Tpp che hanno aderito alla proposta, a cui se ne stanno aggiungendo sempre di nuovi.Nei prossimi giorni tocca a Conversano (8 gennaio), Barletta (9 gennaio) e Torremaggiore (10 gennaio) con un doppio appuntamento a sorpresa per ogni Comune, alle 19.30 e alle 21.00, in diretta streaming dal teatro comunale e con il pubblico che da casa potrà seguire gratuitamente gli spettacoli, ma solo dopo essersi registrato.Non lo stesso spettacolo in doppia recita, ma due racconti-spettacolo diversi ogni sera con due diverse compagnie teatrali che si daranno il cambio sui palcoscenici per dare vita alle proprie originali performance studiate appositamente per l’occasione. Eventi che sono anche un gioco alla scoperta dei maestri del teatro, della danza, della musica, dei personaggi famosi o delle radici culinarie della nostra terra, dei luoghi, degli avvenimenti o delle creazioni legate alla storia dello spettacolo dal vivo o al territorio ospite. Il progetto è realizzato in collaborazione con Pugliapromozione, Pugliesi nel mondo e Inchiostro di Puglia.

Presentato a Trani Il Sonic Scene a Palazzo Beltrani – Di Annamaria Natalicchio –

Confernza Stampa Sonic ScenePresentata Giovedì 23 Marzo a Trani la IV edizione di Sonic Scene, il festival internazionale del cinema a tema musicale, organizzato dall’Assessorato alle Culture della Città di Trani e dall’Associazione culturale “delle Arti” con il prestigioso patrocinio dell’Apulia Film Commission e del Palazzo delle Arti Beltrani. Il sindaco della città di Trani, Amedeo Bottaro, il direttore artistico del festival, Lucio de Candia, e il direttore di Palazzo delle Arti Betrani, Niki Battaglia, hanno illustrato alla stampa le novità di quest’anno anche in diretta fb sui canali di Palazzo delle Arti Beltrani e della Città di Trani.Ideato e co-fondato dal regista Lucio de Candia, Sonic Scene si terrà a Trani dal prossimo 27 ottobre al primo novembre presso il piano nobiliare del Palazzo delle Arti Beltrani. La conferenza si è aperta con la dichiarazione d’intenti del primo cittadino che ha esclamato che “il Covid non può fermare la cultura”! Il festival cinematografico si propone di promuovere opere documentarie e di finzione di particolare valore artistico e sociale, film che riescano a stimolare la riflessione sulle differenti scene musicali e culturali contemporanee o del recente passato attraverso un approccio tematico o narrativo. Una giuria internazionale di alto profilo decreterà i vincitori delle due sezioni. La giuria dei “lungometraggi” è composta dal regista e documentarista Angelo Amoroso D’aragona, dal giornalista e scrittore Hamilton Santià, dalla regista, sceneggiatrice e produttrice Paloma Zapata, premiata per il miglior film nella prima edizione di Sonic Scene; quella dei “medio-corti” è formata da Giulia Natalia Comito, videoclip maker e documentarista, vincitrice della prima edizione del Sonic Scene nella sezione medio-corti, Ruairi Glasheen, percussionista, compositore, film maker e documentarista, vincitore della terza edizione del Sonic Scene nella sezione medio-corti, e Carmine Terracciano, chitarrista e compositore. I vincitori delle due sezioni di Sonic Scene Music Film Fest 2020 riceveranno nella cerimonia di premiazione di domenica primo novembre alle ore 20,30 il premio artigianale “Made in Trani”, progettato da Costantino Forte, realizzato da Wood Light e rifinito da Nuovo Centro Laccatura.

Iscrizioni aperte per l’Anno formativo 2020/21 dell’Orchestra dei Felici Pochi organizzato da Bottega degli Apocrifi – di Danila Paradiso-

Musica Bottega ApocrifiNei giorni scorsi l’Orchestra dei Felici Pochi, “allegra come una foresta di girasoli” citando Elsa Morante, ha ricominciato a suonare assieme contagiando il quartiere Croce di Manfredonia con la sua allegria. Per chi volesse entrare a far parte di questo colorato, insolito e allegro ensemble, aprono oggi le iscrizioni per l’Anno formativo 2020/2021 che prenderà il via il 10 novembre al Teatro Comunale “Lucio Dalla” di Manfredonia, sotto la guida del M° Fabio Trimigno.Il percorso di musica d’insieme ha la durata di 6 mesi, da novembre 2020 ad aprile 2021, prevede 24 appuntamenti ed è diviso in due tempi: “Preludio_cantabile” (da novembre 2020 a gennaio 2021), e Allegro_agitato con fuoco” (da febbraio ad aprile 2021). A metà percorso e a conclusione dell’anno formativo ci saranno due momenti aperti al pubblico.Le iscrizioni sono aperte a giovani musicisti con qualunque livello di preparazione musicale, che abbiano voglia di sperimentarsi insieme agli altri, apprendendo le basi della composizione. Dal 10 novembre ad aprile 2021, 24 incontri in programma al Teatro “Dalla” di Manfredonia.

L’Università degli Studi di Foggia Creano Spin Off per incentivare formazione, ricerca e servizi all’autismo

Universita'Fg(2)L’Università di Foggia e iFun, associazione di promozione sociale di genitori di figli con autismo e disturbi psicosensoriali, hanno, infatti, deciso di avviare un percorso per la creazione di uno spin off universitario che favorirà la formazione e la ricerca nell’ambito dell’autismo, creerà servizi e terapie per le persone con autismo e disturbi psicosensoriali e offrirà sostegno alle famiglie.In questo modo si contribuirà a raggiungere uno degli obiettivi del progetto iDO che è quello di formare bambini con problematiche psicosensoriali per donare loro competenze utilizzabili nel mondo del lavoro da adulti, migliorando la loro autonomia e il loro inserimento nella società.L’Ateneo foggiano, attraverso lo strumento dello spin off universitario, favorirà l’avvio di iniziative a elevato contenuto innovativo, sostenendo il progetto iDO e creando una serie di servizi a supporto di persone con autismo.I professori che stanno lavorando al progetto sono Ezio Del Gottardo, docente di Didattica e Pedagogia Speciale presso il Dipartimento di Studi Umanistici, Lettere, Beni Culturali, Scienze della Formazione; Grazia Terrone e Maria Concetta Rossiello, rispettivamente docenti di Psicologia Dinamica e di Didattica e Pedagogia Speciale presso il Dipartimento di Economia, Management e Territorio dell’Ateneo foggiano.  Ad affiancarli e a seguire la creazione dello spin off ci sarà un board scientifico costituito da esperti.Per il rettore dell’ateneo Dauno Limone ”Abbiamo da subito accolto l’iniziativa dell’associazione iFun, perché siamo consapevoli che dotare la Città di una struttura come questa, significa riuscire a dare supporto immediato a chi si trova di fronte a una diagnosi legata alle problematiche psicosensoriali e non sa cosa fare. In questi casi un aiuto precoce e competente è indispensabile, per offrire supporto e dare risposte capaci di aiutare i piccoli protagonisti a diventare giovani adulti, inseriti nella società”.

1 2 3 10