Creato da xy21zjw69k il 02/10/2014

RISPETTIAMOLI

NATUR VIV

 

 

TENEBRE

Post n°107 pubblicato il 09 Dicembre 2017 da xy21zjw69k
Foto di xy21zjw69k

Il tramonto è armai vicino.

La tenebre scenda sulla città,avvolgendo va,

ogni segno di vitalità.

Le luci s'accendono nelle prime ore della sera,

Ora la tenebre,si posa su ogni cosa.

In una soffitta s'accende una candela,

Un'anima attende di sentire quel passo felino della suo compagna,

che oramai non vè più vicino.

La suo testa appoggiata sul cuscino,vede l'immagine di quel viso che ha tanto amato.

Passano i ricordi di qundo era  ragazzino,

e la sua foto tiene vicino

Tremula luce di candela,tu che m'incuoravi ogni sera,

prolunga il tuo chiaror,

riscalda quest'anima che vive ancora.

Già è mattino,quel corpo è oramai supino.

Lentamente va spegnendosi la candela.

Ma un'altra vita va nascendo nella stanza vicino.

 
 
 

TABLET.a chi serve

Post n°106 pubblicato il 03 Dicembre 2017 da xy21zjw69k
Foto di xy21zjw69k

Il nome deriva dall'unione di “PHONE” e “TABLET” E' l'ultima frontiera dei dispositivi mobili,ma sono davvero utili?

Come dimensione e peso , i PHABLET si inseriscono tra i SMARTPHON e TABLET. Tutti hanno almeno le dotazioni di collegamento minime: telefono rete dati wifi, bluetooth. La risoluzione della fotocamera principale va dai 4 ai 15 megapixel. La durata della batteria,quando ci si collega a internet via Wifi,va dai sei alle dodici ore e non è possibile di solito visualizzare contemporaneamente due app diverse. Certo ora vanno di moda,ma l'acquisto deve essere consapevole,per poi non pentirsene. Anzitutto se il prodotto ti interessa, considera che i prezzi attualmente non sono bassi, anche se qualche occasione interessante inizia a trovarsi. Se pensi di acquistarlo uno per usarlo come telefono,non è una buona scelta. troppo grosso. Viceversa,se pensi di comprarlo come sostituto del tablet, Probabilmente ti sembrerà troppo piccolo. In realtà diventa interessante se lo compri pensando di utilizzarlo per quello che è: un apparecchio per fruire in mobilità di numerose applicazioni incentrate su internet e che, in caso di necessità,può essere usato anche per fare o ricevere qualche saltuaria telefonata. MEGLIO SAPERLO COSI' NON TI FAI ILLUSIONI.



 

 
 
 

COMUNICAZIONI SOLO PER ANNAMASTRIGIANO

Post n°105 pubblicato il 27 Novembre 2017 da xy21zjw69k

VISTO CHE MI HAI INSERITO NELLA TUA LISTA NERA E NON POSSO RISPONDERTI PERCHE' ACCETTI  E-MAIL SOLO DAI TUOI AMICI ECCO LA MIA RISPOSTA RIGUARDO ALLA TUA INFORMAZIONE,NELLA SPERANZA CHE TU LA LEGGA!!!!!!

Carissima Anna non è una frase cattiva, Anzi è un augurio che faccio anche alle mie amiche in quei momenti che si sentono tristi o giù di morale. Questo mio augurio vuol dire di  trascorrere una serata favolosa e lasciarti alle spalle quei pensieri negativi. Ossia quella serata deve appartenerti indimenticabile perché è solamente tua e ti fa stare serena...Amichevolmente un forte abbraccio...Walther

 
 
 

MANIGLIE DELL'AMORE

Post n°104 pubblicato il 25 Novembre 2017 da xy21zjw69k
Foto di xy21zjw69k

 

Uno studio pubblicato sulla rivista scentifica Journal of the American medical association ha riabilitato le così dette <>.Sembra,infatti, che avere una mini scorta di grasso sui fianchi o sulla vita sia d'aiuto per evitare di ammalarsi di raffreddore e d'influenza,perchè permetti di avere un po' di energia in più da spendere quando l'organismo è attaccato da virus e batteri. I <> rilasciano alcuni segnali chimici che danno la sveglia alle cellule del sistema immunitario e sono essenziali per combattere le infezioni. La ricerca, effettuata su più di 3 milioni di volontari, sembra confermare la sensazione che le persone molto magre siano anche quelle più cagionevoli.

 
 
 

SECCHEZZA VAGINALE POST MENOPAUSA.

Post n°103 pubblicato il 14 Novembre 2017 da xy21zjw69k
Foto di xy21zjw69k

 

I rimedi ci sono, senza rinunciare alla propria sessualità

Gel a base di estrogeni e terapia laser possono riportare le condizioni alla quasi normalità

Nessuna donna dovrebbe mai rinunciare alla propria sessualità. A nessuna età e per nessun problema medico risolvibile. Eppure, molte si auto limitano in camera da letto per paura o vergogna di affrontare la situazione.  

E’ il caso delle donne che soffrono di secchezza vaginale. Un disturbo frequentissimo dopo la menopausa, a causa della scomparsa degli estrogeni. Ne soffre il 47 per cento delle donne già dopo soli tre anni dall’ultimo ciclo. La percentuale continua a salire, se il problema non viene curato. 

LE DONNE PROVANO DOLORE DURANTE I RAPPORTI SESSUALI                      La secchezza causa prurito, irritazione delle mucose, secrezioni fastidiose, cattivo odore. La donna ha più difficoltà alla penetrazione fino a soffrire di forte dolore durante i rapporti, a causa delle abrasioni microscopiche che compaiono sulla delicata mucosa dell’entrata vaginale quando la penetrazione avviene senza lubrificazione. Le lesioni si complicano poi con fastidiose sensazioni di bruciore all’entrata vaginale, accompagnate da disturbi vescicali e bruciori alla minzione, fino ad arrivare a cistite, che può comparire 24-72 ore dopo il rapporto. Tutti questi problemi portano la donna ad evitare l’intimità. 

ANCHE GLI UOMINI POSSONO SOFFRIRE PER LA MANCATA LUBRIFICAZIONE  

La secchezza vaginale può causare problemi anche all’uomo. Per loro la penetrazione è più difficile e, se l’erezione non è gloriosa, può facilitare la comparsa di un vero e proprio deficit di erezione.  

Per molti uomini la secchezza è sgradevole e irritante perché si sentono rifiutati sessualmente. Questo perchè, purtroppo, il problema della secchezza vaginale è poco conosciuto, poco diagnosticato e poco trattato. Causa così molti problemi fisici e psicologici che potrebbero essere facilmente risolti con le giuste cure. 

LA MAGGIOR PARTE DELLE DONNE CREDE CHE IL PROBLEMA PASSI DA SOLO  

Purtroppo le donne ignorano le cause del problema e lo liquidano pensando si risolva da solo. Non collegano i sintomi alla carenza di estrogeni. Infatti, solo il 4 per cento delle donne attribuisce all’atrofia vaginale la secchezza vaginale, il dolore ai rapporti, il bruciore. Solo il 12 per cento li attribuisce a cambiamenti ormonali e solo 24 per cento li attribuisce alla menopausa. Ben il 63 per cento pensa che i disturbi «passeranno con l’età», senza rendersi conto che senza estrogeni l’invecchiamento accelerato dei tessuti continuerà. Di conseguenza poche chiedono aiuto al medico per una terapia specifica. 

Anche i medici, però, hanno una forte responsabilità. Più del 50 per cento non chiede nemmeno se esiste il problema. 

LE TERAPIE ORMONALI SONO LE PIU’ EFFICACI  

Eppure, si può risolvere il problema della secchezza vaginale. In primis, con la terapia ormonale. I più sicuri sono gli estrogeni locali: estriolo in gel, il promestriene, gli estrogeni coniugati. Se ci sono problemi di secchezza e di minore risposta fisica anche dei genitali esterni, una pomata di testosterone locale può riaccendere ancor di più la risposta fisica.  

Si stima che la terapia ormonale, almeno locale, possa risolvere i problemi di secchezza e atrofia genitale di circa l’85 per cento delle donne dopo la menopausa, specialmente se iniziata subito dopo la scomparsa del ciclo. Per le donne che non amano gli estrogeni o che non possono usare gli estrogeni perché operate di tumore al seno o di adenocarcinoma dell’ovaio o dell’utero, ci sono diverse alternative. La prima è l’acido ialuronico vaginale, che ha azione riparativa e antiossidante. 

IL LASER VAGINALE RIPRISTINA L’IDRATAZIONE E L’ELASTICITA’  

E’ possibile intervenire contro la secchezza vaginale tramite uno speciale laser, come il MonaLisa Touch. E’ un laser microinvasivo, indolore, che grazie al sistema del fotoringiovanimento stimola le pareti vaginali costituite da mucosa, che sono ad alta capacità rigenerativa, attivandole e ridando tono e benessere. Il sistema è simile a quello usato per la pelle del viso: rigenera le fibre invecchiate e induce la produzione di nuovo collagene, rimodellando il volume della mucose e ripristinando idratazione ed elasticità. Molte donne (una media dell’80% circa) di quelle che in tutta Italia si sono sottoposte al trattamento dichiara di averne avuto dei benefici. Bastano poche applicazioni, e i risultati sono subito evidenti. 

 

 
 
 
Successivi »
 

ULTIME VISITE AL BLOG

xy21zjw69kNuvola_volapa.ro.lelab79volami_nel_cuore33molto.personalecindylastregalacartavincente1elyravzacarias5olgy120collineverdi_1900ambradistellenina.monamour
 

 
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 24
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom