Creato da: ComeDueCoccodrilli il 05/12/2005
Neapolis II, La Vendetta!

Contatore

 
 
 
Free web counters
 

Area personale

 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

nelbuiotivedomegliosatiricus1ComeDueCoccodrillifiumechevayme80bal_zacFayawaycibino44Coulomb2003Cinzialandgiangy19800dev.annafranco_cottafaviDIAMANTE.ARCOBALENO
 
 

Contatta l'autore

Nickname: ComeDueCoccodrilli
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 44
Prov: NA
 

Stop alla pedofilia!

 

Questo blog condanna duramente quei bastardi pervertiti che toccano i bambini!

 

        

Nanni forever..

 
 

La mia amica Lalù.

il Tempo

…mi passa troppo in fretta. licenza grammaticale, considerato che il tempo non "ci passa addosso" ma piuttosto.. scorre. ulteriore licenza. stavolta poetica.
e quindi arranco, mi adatto, mi incazzo. a volte, mestamente mi arrendo. visto che gestirlo non posso.
Ero solita ballare con gli occhi scatenate mazurche, ora languidamente affogo fra lacrime che nuotano in malinconici tanghi. Ho perso tutta la spavalderia, tutta l’arroganza degli anni migliori. Ho perso la meravigliosa incoscienza che spesso mi concedevo, concedendomi. Gli occhi ancora di fuoco, fra il fruscio della seta ed i colpi di tacco. Occhi veloci come serpenti, che si posano su chi, guardandomi, accenna ad un sentimento di pena. Sentimento a me sconosciuto.Memoria di quei tempi, mi resta un bastone d’Argento, su cui, sempre più fiera e curva, reggo il peso di tante battaglie.Alzo l’elmo, ma stringo ancora più forte un bullone dell’armatura. Costruitami addosso giorno dopo giorno. Anch’essa d’Argento.Come un vecchio valoroso soldato d’armi azzoppato, combatto il Tempo.
E riaprendo le mani, serrate in pugni sempre pronti, lo ritrovo: meraviglioso diamante.

Me lo regalo. E accenno un valzer.     

LaLuceInCucina

                                                              

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

 

 

 

Isole.. (a Nanni Moretti)

Post n°84 pubblicato il 14 Novembre 2008 da ComeDueCoccodrilli

Isola dei Famosi, Rai 2, ogni lunedì alle 21.00. 

 Dovete sapere, è basilare che voi sappiate, che ho organizzato un gruppo d’ascolto per guardare l’Isola dei Famosi (un gruppo ristretto, io ed una mia cara amica). E dovete anche sapere, che vado matto quando vedo esseri umani del XX secolo alle prese con alcune cose della vita che ora possono sembrare complesse, ma che in altri tempi erano routine giornaliera: chessò, accendere un fuoco senza fiammiferi o accendini, lavarsi in mare, procurarsi cibo senza passare per la Conad, costruire un riparo per la notte senza aver bisogno di infilare chiavi nella toppa della serratura...insomma tutte cose che l’Uomo faceva quando il progresso era ancora al di là da venire. Mi diverte osservare queste donne abituate ai maquillage di abili truccatori tv, che ora sull’Isola, al mattino appena sveglie, hanno la stessa pelle di un bacarozzo. Come ad esempio la Contessa Grand.Uff.Cav.De Blanc, che dopo il primo giorno sull’Isola, il suo viso (eppure l’ho veduta in alcune foto di venti anni fa ed era davvero una bellissima donna) ha ora assunto i colori di un Supertela, un pallone da calcio per bambini che sino a qualche anno fa era in vendita nelle mercerie, e che presentava dei rombi neri su uno sfondo bianco. Premetto che questa faccia maculata me la rende più simpatica. E del Cappone Imbananato..che dire..? a volte resto senza parole mentre lo vedo piagnucolare..con quel corpo dinoccolato e quel paio di calzettoni puzzosi ..vorrebbe far la festa alla suddetta nobildonna, che abituata a colf filippini, badanti ucraine e giardinieri cingalesi, lo ha scambiato per Ambrogio, l'autista cigolò dei Rocher e quindi lo tratta come un novello Venerdì di Crusoeiana memoria: -”Carlo prendi questo! Carlo grattami il culo! Carlo lavami il pareo! Carlo! Vatti a fare un giro!”- . Eccheccazzo Contessa!! Almeno versagli i contributi!! Bah..poi c’è la Belen..bella è bella..intelligente pure..cucina bene anche..però c’ha gli ormoni che oramai son grandi come piattole..e sono abbastanza sicuro che se non arrivava il Rubicondi sulla scena, si sarebbe buttata su Cabrini, Ciavarro, Tumiotto, Casella, Lago, Bressan, Quintale, Luxuria, che non è la formazione della ProVercelli, ma sette undicesimi dei suoi colleghi naufraghi maschi. (più o meno). Poi c’è la..come si chiama..mmm..quella là..mi sembra sia bionda, un po’ slavata, assolutamente inutile sia come donna che come essere umano..porc..non mi ricordo il suo nome..ma sì..quella che chiama il “fidanzato” per cognome..quella che ride sempre, quella che quando parla sembra la signorina del Tom Tom quando è ubriaca..INSOMMA..quella che pare l’unica a non essersi resa conto di stare su di un atollo sperduto a diecimila km da casa..! Quelle che a me hanno fatto impazzire, son state invece le gemelline partenopee: arrivate loro sull’Isola, calò la MORTE! Tutto si distrusse, le tempeste tropicali inghiottirono cameraman e attrezzisti, il mare divenne forza 10 e gli squali mangiarono le barche degli indigeni, a Tumiotto uscirono le emorroidi a forma di kebab honduregno, Ciavarro ci stava lasciando la pelle al sapore di sale e i riccioletti biondi, Luxuria con l’unghia incarnita ed un varicocele grosso come un uovo alla coque, ed iniziarono a litigare tutti in modo furioso, così tanto che volevano cambiare nome al programma e chiamarlo l’Isola degli Uomini e Donne dei famosi, e farla condurre al marito di Maurizio Costanzo, Mario De Filippibus in persona: - “Luxuvia..a te ti faccio tvonista, tu Ciavavvo c’hai il cognome con tvoppe evve, mi stai sulle balle e ti faccio venive oltve che l’ulceva anche la dissentevia e i calli alle ovecchie, tu Cavlo se non la smetti di impovtunave la Patvizia, faccio venive qui Costantino e ti faccio inculave!”. Poi c’è Alessandro Feliù, detto anche O’Malamènt, colui che a pranzo voleva aprire invece del solito cocco, la capoccia del Capponi. Feliù, l’unico non disoccupato di Napoli, e che per giunta fa’pure lo skipper! Ma dove cazzo siete andati a prenderlo questo..?!? non sarà che è di Montecarlo e ci state a piglià po’culo...??  (nella foto a fianco, i naufraghi felici e sorridenti prima dell'arrivo delle Gemelle Krueger dette anche "nightmare pizza e'mandulin)  - FINE PRIMA PARTE -

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 83

Post n°83 pubblicato il 23 Ottobre 2008 da ComeDueCoccodrilli

Venghino Sìoriii venghinooo, il Grande Blog Neapolis ha riaperto i battenti..!        

Dunque..ne è passato di tempo. Per l'esattezza quindici mesi. Cosa ho fatto in questi quindici mesi..? beh..ho fatto qualche viaggetto, ho conosciuto persone e luoghi interessanti, ho mangiato in posti affabulanti, ho dormito in luoghi bucolici, ho scattato foto arcaiche e fatto video aulici, o come direbbe Shostemberger, antropaici-sinottici-acquatonici (senza scorzetta di limone, pecchè me'fa venì l'acidità). Sono andato anche per sagre, e come non ricordare la Sagra del Puorco con le Patane Arrecanate..? o la Sagra della Sasiccia di Platessa al Gin Tonic..?!? e come dimenticare la magnifica Sagra del Puparuolo di Mare alla Bernese che ha riscosso un notevole successo soprattutto tra mia zia Adelina e lo zio Pino, che poi in seguito abbiamo dovuto trasportare al pronto soccorso, dato che zia Adelina voleva a tutti i costi far assaggiare a zio Braccobaldo (nel frattempo che si diatribava, lo zio aveva cambiato nome poiché gli stava arrivando un avviso di garanzia per delle multe non pagate a proposito della legge su chi frequenta le prostitute e quindi non si voleva far trovare) il pane con il ‘zuco del puparuolo di mare intinto nella grande caraffa di vino con le percoche, ma lo zio era restìo a tale mefitico assaggio, e pertanto è scoppiata una zuffa che ha coinvolto il parcheggiatore Ciruzzo detto "o'sagrista", donna Mafalda Intifada, proprietaria di tutte le filiere di puparuoli di mare dell'Agro-Nocerino-San Marzanese, e Massimiliano Tomax detto "o'ricchiunciello re'ccase e copp", noto sanfedista nonchè prossimo sposo se'trova a'quaccheruno che s'ho piglia...!!! Non vi dico..volavano puparuoli da tutte le parti! Ad ogni modo, tutto è bene quel che finisce bene, e allo zio è stata riscontrata solo una contusione al naso inferta con un corpo contundente di elevata durezza e puzza. (con tutta probabilità un peperone di mare). Poi ho conosciuto amiche deliziose e amici intelligenterrimi, in questi quindici mesi, tra questi Oreste Scognamiglio, professore ordinario di Fellatiologia Clinica all’ Ospedale San Pancrazio di Rivisondoli, che mi ha aperto orizzonti nuovi e sconfinati su questo delicato tema. Mimma Scognamiglio, sua moglie, cavia mooooolto compiacente dei nostri esperimenti, e a cui mando un caro saluto. Poi Raffaelina Panecuocolo, friggitrice di pizze al forno (vi assicuro che non è facile friggere una pizza dentro al forno, una fatica immane infilarvicisi!) e poi anche Giancarlo Puddu, coriaceo Sardo noto per i suoi allevamenti di pit bull austriaci che fa poi accoppiare con cigni bianchi, dando vita ad una razza di cani che danno mozzichi sì allla gente, ma lo fanno con una grazia incredibile! Insomma, miei cari amici, è stato un anno vissuto pericolosamente, e pertanto me ne torno qui, nella tranquillità di questo mio blogghicino frequentato da tanta bella gente, e con il quale non vedo l’ora di interagire come ai vecchi tempi. :-)  Nella foto, di spalle è riconoscibile zio Aliprando (cambio nome sempre per lo stesso fatto di prima)

Prometto solennemente, che nel prossimo post parlerò seriamente delle tante cose fatte e vissute in questo lasso di tempo in cui non ho scritto. Questo piccolo post lo dedico a Bimbadepoca e Vidì, per la loro cacacazzaggine, loro sanno a cosa mi riferisco. Mbzwà.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 82

Post n°82 pubblicato il 22 Luglio 2007 da ComeDueCoccodrilli

Cari amici e care amiche, volevo avvisare il gentile pubblico pagante di codesto blog (i portoghesi si fottano pure..) che il suddetto rimarrà chiuso per lavori di ristrutturazione (mentale-psicologica-agnostica-socio-economico-ambientale e cultural-nazional-popolare) da oggi 22 Luglio 2007, sino al 30 Quandocazzomepare 2007. Insomma, miei cari amici bloggaroli.. devo ritinteggiare un pò le pareti della mia vita, comprare qualche armadio dell'anima dove mettere un pò delle mie cose passate, piastrellare con un bel cotto toscano il giardino di questo cuore grande grande che mi ritrovo, e riempire tutti gli spazi verdi della mia psiche con fiori di campo colorati e profumosi.. (mi dicono che nei Regi Lagni ne son fioriti di certi meravigliosi..). E soprattutto, vorrei che il garage dove riporre il mio futuro sia ampio e soleggiato, con finestre grandi e luminose da dove possa entrare una luce buona .. e che abbia tanti, tantissimi scaffali lindi e ben ordinati dove riporre le cose importanti che farò da qui in poi. Grazie per avermi seguito, amato, sorriso ed esservi a volte commossi con me, io non vi dimenticherò mai.

                                                                          Antonio

                                              

                                                   La Valigia Dell'Attore, Francesco De Gregori

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 80

Post n°80 pubblicato il 04 Luglio 2007 da ComeDueCoccodrilli

                                            Le 5 strane abitudini

               Su invito di Agentealcairo, ecco qui un nuovo gioco estivo..

Regolamento
Il primo giocatore inizia il suo messaggio con il titolo "cinque strane abitudini" e le persone che sono invitate a scrivere un messaggio sul loro blog a proposito delle loro strane abitudini devono indicare chiaramente questo regolamento. Alla fine dovrete scegliere 5 nuove persone per continuare il gioco.
Non dimenticate di lasciare un commento nei blog delle persone scelte per comunicare la vostra scelta!

Ecco alcune mie strane abitudini:

1) Perdo sempre gli ombrelli. Sono famoso per questo (Agente, non sto copiando, è solo che è la verità tutta la verità nient'altro che la verità lo giuro giurin giurello l'amore è bello!) Un giorno che pioveva ed io ne ero sprovvisto, sono entrato nel negozio, ne ho scelto uno e l'ho pagato. E ne sono uscito senza, l'ho dimenticato lì.

2) Quando sono nervoso, per calmarmi ho bisogno di un calmante a base di gastropodo unicellularis bifidus ora et labora della Tanzania. Ma non lo trovo mai, per questo sono sempre incazzato, brutti coglioni che non siete altro!!

3) Mi piace fotocopiarmi l'orecchio sinistro ed inviarlo per fax ai miei migliori amici. (anche ai peggiori, che me ne fott..)

4) Faccio dei weekend, l'amore, le carezzine, bacini teneri, baci appassionati, rido, ascolto musica, mangio cinese, giapponese, castellammarese, con una tizia che dice di non amarmi. Anzi, mi ama a fasi alterne, AC/DC.. (fase pessima in prossimità del mestruo..)

5) Quando sono fiacco di morale, non scrivo nulla di sensato sul mio Blog. (come ora, appunto.)

                                                             Passo il testimone a:

                                                                      Bimbadepoca

                                                             Rospia

                                                                    Franny Spring

                                                           Fayawè

                                                                          Romoletto

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

A D S L

Post n°79 pubblicato il 15 Giugno 2007 da ComeDueCoccodrilli

Mi è tornata l'Adsl, bisogna festeggiare. Propongo allora un brindisi a Tronchetti Pirello e a sua moglie Afef e'Soreta.

Conoscete il Canone in D maggiore di Pachelbel..? no..? eccolo..una delle cose più belle che si siano mai potute combinare con sette note. Ora immaginatevi seduti su di una comodissima poltrona, sopra una terrazza a picco sul mare, con un bicchiere di chinotto (blasfemo lo so ma a me me'piace assai o'chinotto..) in mano, mentre i vostri occhi guardano un pò il sole che sta calando ed un pò gli occhi della persona che amate.. non male eh..? Bene..godetevi questo momento, buon pomeriggio a tutti.

Pachelbel, Canone in D maggiore

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La mia Città

Post n°77 pubblicato il 29 Maggio 2007 da ComeDueCoccodrilli

Avevo dieci anni, ed i leoni in pietra di piazza del Plebiscito mi guardavano mentre tiravo calci ad un pallone. La maestosità della Chiesa di San Francesco di Paola, mi accompagnava nelle mie grida di gioia quando il vecchio supersantos varcava la linea immaginaria di una porta disegnata a terra con due pietre a fare da palo. Pomeriggi assolati, con l'aria del mare che da Santa Lucia risaliva per la Litoranea..quella Napoli era bellissima. Ed il Palazzo Reale..la Storia..ogni volta che segnavo un goal mi pareva di scorgere negli occhi delle enormi statue un guizzo, un movimento, come spettatori viventi alle nostre peripezie di bambini. Ogni tanto, anche dei marinai americani sbarcati da quelle enormi portaerei alla fonda nel porto, e stretti nelle loro divise di un bianco candido, si fermavano a giocare con noi. Mia nonna abitava esattamente alle spalle della monumentale chiesa, e quando rimanevo a dormire da lei erano giorni bellissimi..soprattutto nelle notti d’estate, quando dalle finestre spalancate che davano sull’interno del giardino della chiesa, dove vi è ancora oggi ubicata la sagrestia, mi affacciavo per sentire i rumori di quella piazza così bella.. ed ascoltavo il rumore delle auto, le grida allegre dei giovani..e non erano rumori, ma vita che veniva vissuta, spensieratamente. Via Egiziaca a Pizzofalcone, si chiamava la strada dove sono cresciuto..ed era tutta un brulicare di bambini che si rincorrevano festosi, di negozietti di bottoni, di piccoli e grandi palazzotti da dove donna Nunziatina o donna Luisella, di cui ricordo ancora i bellissimi capelli raccolti in una treccia oramai divenuta grigia per la vecchiaia, mi salutavano sorridendo quando mi vedevano giungere nel vicolo con i miei genitori in visita ai nonni. E' lì, in quegli anni ed in quei luoghi, che ho imparato ad essere un uomo ed a rispettare gli uomini. C’era Gaetano, molto legato ai miei nonni, con pasticceria a pochi metri da loro, ove io al mattino mi recavo, e che con 50 lire mi riempiva un “coppetiello” di carta oleata con una crema che non avrei mai più ritrovato sulla mia strada. C’era il Sig. Cavaliere che vendeva bottoni, tessuti e chiusure lampo, due baffoni da sparviero ed occhi neri come la notte, che nei suoi impeccabili gessati color marrone e con il fazzoletto bianco avorio nel taschino, sembrava uno di quei negozianti della vecchia Londra di inizio immaginesecolo. E tanti, tanti altri ancora. Mia nonna è finita in un piovoso giorno di maggio del 1985, quando avevo già vent’anni, e la casa dove abitava fu venduta; e da quel giorno, io non misi più piede in quei luoghi. Sino a qualche mese fa, quando d’intesa con mio cugino, sognatore ed attaccato alle proprie radici almeno quanto me, decidemmo di recarci lì, nel palazzo, nel vicolo, e di fare il nostro Tour dell’Anima. Del negozio di Cavaliere non v’era più traccia, al suo posto sorgeva un nuovissimo Beauty Center con lampade UVA, dove giovani allampanati e adolescenti con jeans a culo basso, uscivano sorridenti ma con la faccia incartapecorita e con un colore che è oramai ufficialmente definito come “nero Carlo Conti”; di Donna Luisella, già mancata negli anni 80’, scorsi una figlia, oramai anziana anch'ella, intenta sul balcone a stendere lenzuola colorate, che mi ha guardato stancamente senza scorgere in me un viso familiare; e poi paletti ovunque a preservare i posti auto, e scooter parcheggiati in bella vista. Ma Gaetano c’è ancora. Gaetano è lì, soliti due gradini per entrare, e mi accorgo che nulla è cambiato. Entriamo..il laboratorio sempre “a vista”, simbolo di pulizia e trasparenza..e la sua grassissima e bellissima moglie è lì..che ci guarda: per un attimo temo ci abbia scambiato per due turisti smarritisi nei vicoletti del Monte di Dio, poi i suoi grandi occhi si accendono..ed è un abbraccio intenso, lungo, commovente. Lui sbuca da dietro una sorta di paravento in acciao, e lo vedo: la sua capigliatura è ancora folta, ma visibilmente incanutita..baricentro basso da impastatore di baba’..maniche corte, sempre. - ”Madonna a’quantu tiempe..” - sussurra con un filo di voce.. – “Gaetà..come stai..?” - gli dico mentre le mie mani accarezzano le sue tempie.. - ”Bene..bene..e voi..?? ho saputo di papà..mi è dispiaciuto assai Antò..” – “ Sapessi a me Gaetà..” - e poi come se mi avesse letto nel pensiero, mi fa' - “Vuoi uno sciù con la mia crema, eh..??” - Sorrido..tutti sorridiamo..si fionda dietro il banco da lavoro, e riempie di crema dorata due enormi cannoli di sfoglia; ne addento uno con gusto, assaporando la crema, quella crema, ed in un momento ritrovo tutta la mia infanzia: mi guardo intorno, alzo il mio dolce in alto come in un sommesso brindisi, e sento due lacrime calde scendere giù per le guance. Lacrime di gioia, grazie Vita.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 76

Post n°76 pubblicato il 21 Maggio 2007 da ComeDueCoccodrilli

Stanotte, dopo una lunga chiacchierata con un caro amico, bevendo Brachetto fresco alla spina e mangiando polpettine di melanzane, sono giunto alla conclusione che alla fine, sul grande foglio della vita, non siamo altro che scarabocchi di matita..e ci troviamo giusto giusto nella traiettoria di quella grande gomma per cancellare che è il tempo. E' inutile che cerchiate su Google..non troverete questa citazione da nessuna parte. So' solo che devo ritornarci in quella vineria..fanno del vino al pejote niente male. 

                                   The Way You Look Tonight, Zio Frank               

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 74

Post n°74 pubblicato il 16 Maggio 2007 da ComeDueCoccodrilli

Pasqualino era un mio amico. Era, poichè nel 1997 gli alieni (la sua donna e sua suocera) lo rapirono e se lo portarono su Agave Trimurti 2027, ultimo pianeta abitato prima di Plutone (sette chilometri sette in linea d'aria da casa mia). Da allora l'avrò visto un paio di volte mentre scendeva dalla sua astronave per rifornirsi di sigarette. Nulla più. Era simpatico, buono, straricco, ed un piccolo difetto di pronuncia. La T al posto della S. "Adetto ti dico una cota.." mi diceva. "Te tu tapetti quello che provo per quetta donna, non mi diretti le cote che dici..". - "Pascà..quella è un'arpìa..per favore..toglitela di torno..". Poi un giorno, in un momento di rabbia mi fa': "Stronzo..!!" ed io.. -"Scusa..??" e lui.."Stronzo!" - "Pascà..?? hai detto Stronzo!" e lui- "Eh..lo tò..te te l'ho detto vuol dire che lo pento.."- "No Pasquà..voglio dire..hai detto Stronzo!!"- "E lo tei, che vuoi da me!"- "No aspè...santiddio..tu mi hai appena chiamato stronzo!! capisci..??" -"Embè..? mi fai arrabbiare quando dici che Tutanna (Susanna..e questo era uno dei motivi per cui gli dicevo di lasciarla..Tutanna..quanto sarebbe durato..? quanto immagineavrebbe resistito l'arpìa a sentirsi chiamare così..? si fosse fidanzato con Giulia, Carla o Carmela nulla da dire..invece Su-Sa-nna...) è una che mira tolo ai toldi e che ti è tcopato mezzo paete prima di me.." - "Sì Pascà..lasciamo perdere questo dettaglio..io ora vorrei che la tua attenzione si soffermasse su quello che mi hai appena detto..ripetimelo per favore.." - "Cota devo ripeterti..?" - "Che sono uno stronzo..su..ridicimelo..jamm bell.." - "E ti penti che mi metto paura di dirtelo..??" - "Assolutamente no, anzi, di solito sei sprezzante del pericolo e non hai paura di nulla..appunto..ora DIMMELO DI NUOVO..per favore.." - "Antò non fare lo tcemo, che te'vatt.." (ti picchio..) - " No Pascà..non è possibile che tu non te ne renda conto..questi sono numeri..mi hai appena apostrofato con uno STRONZO! CON LA ESSE!" - "Eh..??" - "Non te ne sei accorto..?? me lo hai detto ben due volte!" - "Lo vedi..? quando fai cotì che mi tfotti pure, io te'vattett overamend!". Da allora compresi una cosa, anzi due: la prima è che ci sono cose che avvengono nella vita, che per quanto mi sforzerò di capire non riuscirò mai a comprendere. La teconda è che..

Everybody Is A Star, Sly and The Family Stone

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La notte dei Miracoli

Post n°73 pubblicato il 13 Maggio 2007 da ComeDueCoccodrilli

Lui, ieri: "Che poi, uno mica le cose le dice o prova così, a cazzo di cane..ore ed ore di riflessioni intense, notti insonni.."

Amica: "Sì, ma in così poco tempo non puoi accorgerti della grandezza di un sentimento.."

Lui: " Giustissimo, ma più passava il tempo e più ci si prendeva..è tutto così inspiegabile.."

Amica: "Lascia perdere tesorino, vieni qua vicino a me, che ti prendo io.."

Lui: "Ennò ja.."

Amica: "Non ci posso credere..è la prima volta che mi capita..mai provata questa sensazione..un uomo che rifiuta di fare l'amore con me.."

Lui: "E a me è la prima volta che capita di sentirmi così pirla da non saltare addosso ad una come te.."

Premio Categoria"Imbecille fino alla morte", the winner is... Tesorino (sigh..)

                                             Discorso succedaneo alla premiazione:

"Ehhm..sono emozionato..sono certo mi capirete..ad ogni modo vorrei ringraziare un po' tutti..la mia mamma ed il mio papà in primis, che mi hanno fatto così senzibbilo..i miei amici Flavio, Alberto  e Giacomo, che saranno felicissimi del fatto che io sia qui stasera..li vedo infatti in platea contentissimi..mi fanno strani segni..credo di giubilo..bah! ehhm..e soprattutto un ringraziamento speciale và a Giògiò, che alla fin fine, è soprattutto grazie a lei se oggi sono qui a ricevere questo ambito premio..grazie, grazie di tutto..vi adoro tutti, scusate ma ho un groppo in gola..sigh.." (ovazione..)

                                                       

                                                   No Surprises, Radiohead 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 72

Post n°72 pubblicato il 07 Maggio 2007 da ComeDueCoccodrilli

                                   Image Hosted by ImageShack.us

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 68

Post n°68 pubblicato il 26 Aprile 2007 da ComeDueCoccodrilli

                       

immagine


         My blog is worth $4,031,380.14.

      How much is your blog worth?

                                                   immagine

              Il mio blog ora vale ancora di più, ACCATTATAVILL!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 67

Post n°67 pubblicato il 19 Aprile 2007 da ComeDueCoccodrilli

ME SO'CACAT O'CAZZ...DI TUTTO E TUTTI.. (Confucio)

     COUNTDOWN

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 65

Post n°65 pubblicato il 31 Marzo 2007 da ComeDueCoccodrilli

Quasi quasi lo chiudo questo blog..e mi dò al giardinaggio..mi metto a coltivare lattuga e pomodorini di collina..ma sì..che me ne fotte..già ci scrivo poco, e quel poco  ultimamente non mi pare neppure granchè, quindi smetto..sì dai..e mi metto a coltivare erba pucchiacchella e rucola..ok..ho deciso..non smetto..non smetto..? no dai..smetto..e mi metto a pianificare finalmente i prossimi 20 minuti della mia vita..basta..smetto..sì, ma piove..e se smetto quando piove porta male..allora aspetto il sole..se domani esce il sole smetto, se piove non smetto..e se il tempo è solo nuvoloso che faccio..? smetto poco..? non smetto tanto..? bah..allora non smetto..ma se non smetto che sto scrivendo a fare allora..? okok..allora smetto..non voglio che un giorno qualcuno mi dica: "Scrivesti che volevi smettere, poi non hai mantenuto la parola..puzzone!!" ed io..parliamoci chiaro..non sono un puzzone...bene..allora smetto..però ora c'è Mortadella al governo..è capace che smetto e Bersani si inventa un nuovo studio di settore per coloro che chiudono blog..sti cazzi..e magari ci aumenta l'Iva sulle virgole..no no..allora non smetto..già così son perseguitato abbastanza..non smetto non smetto, intanto non smettendo mi ritrovo ad aver scritto che volevo coltivare verze e tulipani..e soprattuto mi ritrovo con questa ventina di righe sul monitor..e i tasti della tastiera si sono pure consumati..che faccio..? butto tutto al cesso e tiro lo sciacquone..? Non se ne parla neppure..oramai le ho scritte..e le posto, e ve le tenete..che me frega..

Breezin', George Benson

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

I Soliti Ignoti, 2007

Post n°64 pubblicato il 21 Marzo 2007 da ComeDueCoccodrilli

Un pomeriggio dell'anno scorso, Giggino che è veramente un genio, arrivato al bar ci chiama al tavolo, prende da bere e dice: "Stanotte ho avuto una idea.." -  "Idea per cosa..?" chiedo io - "Una rapina in banca.." - "Azz..." - "Si ma questa volta non dobbiamo esporci, facciamo tutto da casa.."- "Come da casa..?" dice Squalo..- "Eh..una rapina col computer! avete capito cosa voglio dire..??" - "Sì, sfondiamo la vetrata con un computer ed entriamo" dice Squalo cercando di anticipare. "Ma che cazzo dite! ora vi spiego tutto. L'ho visto ieri in un film alla televisione." - "Come si fa..?" gli chiede incuriosito Giovanni Coglia di Cane. "Dunque, si prende un computer di quelli moderni, si accende..okay..? Poi ci si collega con il computer della banca dove ci sono tutti i soldi, appena ti appaiono i soldi li prendi, spegni e butti via il computer." "I soldi ci escono dal computer..?" chiede Squalo.. "Ma no.." ribadisce Giggino, ce li facciamo spedire qui al bar.." - "Okay, ma chi ne capisce di computer..? qui ci vuole un cracker.." dice Squalo.." Un cracker..? cazzo è un cracker, il biscotto..??" - "No, i cracker sono quelli che sanno usare un computer..". A questo punto cominciamo a distribuire gli incarichi, io e Giggino alla ricerca di un cracker, Giovanni e Squalo alla ricerca di un computer. Di un cracker neppure l'ombra, quindi abbiamo immaginemandato Giggino a fare un corso di computer: tre mesi milleduecento euro. Dopo tre mesi che Giggino tornava al bar con quaderni e bloc notes, una mattina arriva e dice: "Al corso di computer mi hanno bocciato, però ho imparato ad usare il fax..". Dopo una breve riunione si stabilisce che, visto che si dovevano recuperare le spese del corso, anche il fax andava bene per fare il lavoro. Due giorni dopo ci troviamo a casa di Squalo per fare il colpo. "Vai con il primo fax.." dice Giggino allo Squalo. Io, appena sento l'ordine indosso il passamontagna. "Che cazzo fai..?" mi dice Coglia di Cane. "Guarda che per le rapine informatiche mica ci vuole il passamontagna!" - "Fatti i cazzi tuoi!" gli dico. Allora mandiamo il primo fax con su scritto: "QUESTA è UNA RAPINA". Dopo due minuti ci arriva un fax dalla banca con la fotocopia di cento euro e con scritto sotto: "ECCO A VOI I SOLDI". Giggino soddisfatto, ci guarda e dice: "Perfetto, stiamo andando bene..i soldi ci sono. Manda un altro fax con su scritto: "SPEDITELI AL BAR SPORT DA MIMMO". Dopo un pò arriva il fax dalla banca: "SE POTETE PASSATE VOI". Giggino riflette e poi dice: "Ci stanno prendendo per il culo, pensano che non facciamo sul serio, forse credono che non abbiamo una macchina. Manda un fax con la fotocopia del libretto della Panda di Giovanni."  Dopo alcuni minuti, dalla banca arriva un altro fax con la fotocopia del grattino per la sosta, e sotto c'è scritto: "IL PARCHEGGIO VE LO OFFRIAMO NOI". A quel punto Squalo sta per perdere la pazienza, decide di passare alle maniere forti e mandiamo un fax alla banca con la fotocopia della pistola. Dalla banca immediatamente arriva il fax con la fotocopia delle manette, con sotto scritto: "USCITE CON LE MANI IN ALTO, LA CASA è CIRCONDATA". "Che facciamo..?" chiede Squalo a Giggino. "Si mette male..." risponde Giggino.. "Qualche bastardo ha dato l'allarme..". A quel punto mandiamo l'ultimo fax: "NON SPARATE, CI ARRENDIAMO!"

(Ho fatto una puntura di Voltaren e poco dopo ho bevuto una birra e due China Martini..uhhm..forse era meglio andare a letto prima di scrivere questo post..liberamente ispirato da un racconto di Giovanni C.)

You've Got A Friend, James Taylor

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Musical Chicca

Post n°63 pubblicato il 16 Marzo 2007 da ComeDueCoccodrilli

Qualche critico musicale, Chris Martin dei Coldplay, Bono degli U2, David Bowie e David Byrne, dicono che  << Gli Arcade Fire sono il più grande gruppo della storia..>>. Personalmente non condivido, vero è però che gli Arcade Fire sono bravissimi ed hanno scritto qualche pezzo eccezionale, come ad esempio Wake Up, scelta dagli U2 come intro al loro Vertigo-Tour 2006, o come questo che posto qui, che a me piace moltissimo. Win Butler e la moglie Régine Chassagne sono i membri principali di questa band, che dal vivo dicono sia spettacolare. Nei loro concerti suonano con ogni genere di strumento musicale, dal piano al sax, dallo xilofono al violino, dall'arpa alla fisarmonica. Ascoltate e fatemi sapere.

Winter For A Year, The Arcade Fire.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 60

Post n°60 pubblicato il 26 Febbraio 2007 da ComeDueCoccodrilli
Foto di ComeDueCoccodrilli

In questo post c'erano scritte cose che a rileggerle mi venivano "i peconi", come diceva una mia conoscente, per cui, kaput.

Destiny, Zero 7

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 59

Post n°59 pubblicato il 22 Febbraio 2007 da ComeDueCoccodrilli

Si racconta che Matilde Serao, direttore del "Mattino" di Napoli insieme a suo marito Eduardo Scarfoglio, prima di assumere un redattore o un collaboratore, esigesse un pedaggio in natura. Dopo che si ebbe separata dal marito, fondò nella immaginestessa città il "Giornale", che ebbe rapidamente successo e su cui molti aspiranti giornalisti volevano scrivere. In un afoso pomeriggio d'agosto, l'usciere annunciò a donna Matilde la visita di Peppino Somma. Ella si fece trovare con le gambe aperte sul divano del suo ufficio, sudata, grassa, gelatinosa. Peppino non ci pensò due volte, si tolse la giacca e le fu subito sopra. In tutta quella pinguedine non era facile trovare la via maestra, Somma allora chiese:

"Donna Matì, ci sono..?"

"Don Peppì, ci siete."

"Donna Matì, mi sentite..?"

"Don Peppì, vi sento."

"Donna Matì, chiavo sulla parola."

                                                                          

Aumm Aumm, Teresa De Sio

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 58

Post n°58 pubblicato il 16 Febbraio 2007 da ComeDueCoccodrilli

In grassetto le cose che ho fatto (ecchisenefotte ce lo metto io!)

1. Ho offerto da bere a tutti in un bar 
2. Ho nuotato insieme ai delfini        
3.
Ho scalato una montagna
4.
Ho guidato una Ferrari
5.
Sono stato all'interno della Grande Piramide 
6.
Ho tenuto in mano una tarantola
7.Ho fatto il bagno nudo nel mare
8. Ho detto "ti amo" credendoci
9. Ho abbracciato un albero

10. Ho fatto uno strip tease
11.
Ho fatto bungee jumping
12. 
Sono stato a Parigi
13. Ho visto una tempesta marinaimmagine
14. Ho passato la notte sveglio fino a vedere l'alba
15.
Ho visto l'aurora boreale 
16. Ho cambiato pannolini a un bambino                           
 

 17. Sono salito a piedi sulla cima della Torre di Pisa
18. Ho coltivato e mangiato verdure del mio orto 
19.
Ho toccato un iceberg
20. Ho dormito sotto le stelle
21. Sono stato su una mongolfiera
22. Ho visto una pioggia di meteoriti
23. Mi sono ubriacato con lo champagne
24. Ho fumato erba
25. Ho guardato le stelle con un telescopio
26. Mi è venuta la ridarella in un momento inopportuno
27. Mi sono ubriacato di sangria
28. Ho scommesso e vinto ai cavalli
29. 
Mi sono finto malato pur non essendolo 
30. Ho invitato uno sconosciuto a casa mia
31. Ho fatto battaglie con le palle di neve
32. Mi sono fotocopiato il culo in ufficio
33. Ho gridato con tutta la mia forza solo per il gusto di farlo
34. Ho tenuto in braccio un agnellino
38. Mi sono messo a parlare con un mendicante
39. Ho visto un'eclisse totale
40. 43. Ho ballato come un matto fregandomene degli altri
44. Ho parlato con accento straniero per un giorno intero
45. Ho visitato il luogo d'origine dei miei antenati
46. Almeno una volta mi sono sentito felice della mia vita
47. Ho visitato tutti gli Stati dell'America
48. Amo il mio lavoro in ogni suo aspetto 
49. Ho confortato qualcuno che è stato smerdato di brutto
50. Ho vinto a qualche lotteria
51. Ho ballato con estranei in paesi stranieri
52. Ho visto le balene
54. Ho rubato o danneggiato cartelli stradali
55. Sono stato rispedito in Europa all'arrivo in USA
56. Ho fatto un viaggio on the road
57. Ho fatto alpinismo
58. Ho mentito alla dogana
59. Ho fatto una passeggiata notturna sulla spiaggia
60. Ho fatto parapendio
61. Sono stato in Islanda
Ho preso il sole in topless  
41. Sono stato su un roller coaster
42. Ho compiuto una home run
66. Ho munto una mucca
67. Sistemo i CD in ordine alfabetico
68. Ho sognato di essere un supereroe da fumetto
69. 
Ho cantato in un karaoke bar
70. Sono stato a letto un giorno intero
71. Ho fatto immersioni subacquee
72. Ho sognato di essere invisibile immagine
74. Ho baciato sotto la pioggia
75. Ho giocato nel fango
76. Ho giocato sotto la pioggia
77. Sono stato in un drive-in
78. Ho fatto qualcosa di cui pentirmi senza però pentirmi d'averlo fatto
79. Ho visto la Muraglia Cinese
80. Ho scoperto che qualcuno ha scoperto il mio blog
81. Ho rotto una finestra o un vetro
82. Ho iniziato un business
83. Mi sono sempre ricordato dei compleanni delle persone a cui tengo
84. Ho visitato siti antichi
85. Ho fatto un corso di arti marziali
86. Ho suonato la stessa canzone per più di 6 ore
62. Ho avuto il cuore spezzato più a lungo di quanto sia stato innamorato 
63. Al ristorante mi sono seduto a mangiare con estranei
64. Sono stato in Giappone
65. Scrivo il mio peso  

87. Sono stato sposato
88. Sono stato in un film o pubblicità
89. 
Ho rovinato una festa
90. Ho pianto vedendo un film
91.
Ho amato qualcuno che non meritava
92. Sono stato baciato appassionatamente da provare le vertigini
93. Ho divorziato
97. Ho cucinato biscotti
98. Ho vinto un concorso di bellezza
99. Sono stato in gondola a Venezia
101. Ho almeno un tattoo
102. Ho almeno un piercing
103. Sono sceso in canoa sullo Snake River
104. Sono stato in uno studio tv come pubblico
105. Ho ricevuto fiori
107. Mi sono ubriacato da non ricordare più niente
108. Ho avuto dipendenze da droghe
109. Ho suonato o cantato in pubblico 
110. Sono andato a giocare a Las Vegas
111. Ho mangiato pescecane
112. Ho inciso musica
113. Sono stato in Thailandia
114. Ho comprato una casa
115. Sono stato in zona di guerra
116. Sono stato in crociera
118. Parlo più di una lingua
120. Sono stato coinvolto in una rissa immagine
121. Ho emesso assegni a vuoto 
122. Ho assistito a "Rocky Horror Picture Show"
123. Ho cresciuto bambini
124. Di recente ho comprato e ho giocato con qualcosa d'infantile 
125. Ho seguito l'intero tour di un gruppo
126. Sono stato un croupier
127. Ho partecipato a uno Spring Break
128. Ho girato in bici in un paese straniero
129. Ho scoperto qualcosa d'importante sui miei antenati
130. Ho scritto al Governatore del mio Stato
131. Ho traslocato e iniziato vita in un'altra città 
132. Sono stato sul Golden Gate Bridge
133. Avrei voluto essere in un telefilm
134. Ho cantato in macchina per almeno 20 km
135. Ho abortito
136. Ho subito un intervento di chirurgia plastica
137. Sono sopravvissuto a un incidente stradale
138. Ho scritto articoli per giornali 
139. Ho fatto diete
140. Ho pilotato aerei
141. Ho accarezzato animali di cui ho paura 
143. Ho fatto innamorare ma senza poter ricambiare
144. Ho fatto nascere un animale

145. Sono stato licenziato
146. Ho vinto soldi a un tv show
147. Mi sono rotto qualche osso
148. Ho ucciso animali
149. Ho ascoltato il suono di un arpa dal vivo

150. Ho partecipato a un safari in Africa
151.
Ho guidato una moto
152. Ho guidato un trattore 
155. Ho mangiato funghi trovati nel bosco
157. Ho subito operazioni chirurgiche immagine

159. Ho fatto l'autostop
160. Ho avuto un serpente come animale domestico
161. Ho dormito per tutta la durata di un volo aereo

162. Ho visto più paesi stranieri che non stati americani
163. Sono stato in tutti i continenti
164. Ho viaggiato in canoa per più di due giorni
165. Ho fatto sci nautico
166. Ho mangiato carne di canguro
167. Ho mangiato sushi
169. Ho preso a pugni qualcuno
170. Ho avuto relazioni della durata di oltre un anno
171. Ho fatto cambiare idea a qualcuno su qualcosa
172. Ho cambiato idea su qualcosa o su qualcuno 
173. Ho fatto licenziare qualcuno
175. Mi sono lanciato col paracadute
176. Ho mangiato scarafaggi o insetti
177. Ho mangiato pomodori verdi fritti
178. Ho letto Omero
179. Ho rubato al ristorante
180. Ho rubato al supermarket  
181. Ho chiesto scusa molto tempo dopo
182. Sono stato eletto capoclasse almeno una volta
183. Ho riparato da solo il mio computer
184. Sono stato DJ 
185. Ho pregato
186. Ho barato al gioco
187. Sono stato arrestato
188. Ho bigiato la scuola
190. Ho comprato scarpe e vestiti ad un mercatino rionale
191. Ho vomitato in luogo pubblico
192. Ho venduto qualcosa ad un estraneo
193. Ho comunicato con qualcuno non conoscendo la sua lingua
194. Ho rubato la saponetta dall'albergo

195. Ho bucato le ruote di una macchina o strisciato la carrozzeria
196. Ho pisciato all'aperto
197. Ho ruttato davanti ad altre persone
198. Ho copiato un compito in classe
199. Ho rotto qualcosa di qualcun altro
200. Sono svenuto

         

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 57

Post n°57 pubblicato il 02 Febbraio 2007 da ComeDueCoccodrilli
Foto di ComeDueCoccodrilli

Non ho mai pubblicato poesie sul mio blog, non perche non le ami, ma ritengo che le parole dei poeti vadano lette dalla carta di un libro, un quaderno, un foglio qualsiasi. Per Alda Merini e questo suo scritto farò una eccezione.


Tu Amleto di carta sei una perla che ha visto la morte.
Un giorno tanti anni fa quando hai visto una donna hai pensato
che fosse la tua fede in Dio.
Era bella ma era amara come tutte le sorti dell'uomo.
Come amante eri un saggio
bevendo lei hai bevuto la sua cicuta.
Come era amara e come era dolce.
Possedendo lei hai sentito nel suo grembo la polvere di tante strade
hai visto rose e cancelli, cancelli e rose.
Possedendo lei hai capito che la vita era uno sbaglio
e che solo l'amore è la vera tragedia dell'uomo.
Non eri mai stato un uomo e lei non era mai stata una donna.
Il fatto è che uniti dalle vostre mani
avevate scoperto che eravate grandi come l'universo.
Il vostro errore è stato quello di scoprire la verità.
Tu oggi sei morto
ma non è che sei morto perchè hai una sepoltura
ma perchè hai mangiato, digerito e amato il suo cuore
come si mangia la luna e il sole.
Tu sei diventato il re dell'universo, tu sei impazzito d'amore.
Ti piace sentirla lontana dal tuo martirio
dalla tua veloce bocca che è sempre un figlio
un condottiero segreto che naviga il dolore come un gaudio.
Ma poi un giorno avete scoperto una terra
dove non abitava nessuno e lì avete messo la tenda dell'amore.
Avete mangiato i vostri pensieri come una cacciagione.

Come sono belli i pensieri d'amore
sono colombe alte di cui si mangiano anche le piume.
Eppure il cuore del vostro cuore non è una statua solitaria
ma un occhio in cui tanti guardano
per concepire il paradiso della pace.
Tu e lei siete morti in questo silenzio
ma la vostra sepoltura non è mai esistita.


Artie Shaw, All The Things You Are
 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 56

Post n°56 pubblicato il 30 Gennaio 2007 da ComeDueCoccodrilli

Ieri Giovanni Allevi accarezzava il suo piano..e non lo scrivo con l'intento di rendere l'idea di un tocco musicale delicato. No, lui il suo Bosendorfer Imperial, lo accarezzava per davvero. Dopo ogni esecuzione, questo furfante del pentagramma sfiorava con i polpastrelli la cassa del suo strumento. E noi del pubblico incantati dinanzi alla sua grazia di uomo, musicista, dispensatore di emozioni. Un'ora e venti di note, composte con l'anima, ed eseguite con Joy.  E poi mi ha fatto una cortesia strettamente personale (sorrido..). Lì dove non avevano potuto ne' il Principe, ne' i miei occhi brillanti e incantati, ha potuto la sua musica. W Giuanìn. 

    Per "Come sei (semplicemente) veramente"

immagine

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »