Creato da normale_ma_nn_troppo il 26/12/2007
magari una insalata da condire insieme

 

Ultime visite al Blog

 
Terzo_Blog.Giusrossocarlettomunia0semprepazzacerchioquadrato2008max_6_66tizianodev0bal_zacgiorgio_1123vioricalungwolfjnezpoeta.72leonardobobonekammamury57donnadaipassiperduti
 
Image and video hosting by TinyPic
...Vediamo i commenti...impronte?

zero...e se nei loro blog /profilo
ci fosse l'inefabile?
come ci si ritrova senza impronta?
avrò sempre il dubbio,pg!! (parolaccia)
 

Ultimi commenti

 
Ciao ricevi questo messaggio perchè sei nella lista amici...
Inviato da: DgVoice
il 08/11/2010 alle 22:13
 
forte! mi è piaciuta! ^_^
Inviato da: QueenOfNowhere
il 21/02/2010 alle 13:50
 
Salve, ho visto che sei venuta a visitare il mio sito...
Inviato da: roberto.giorgi
il 03/08/2009 alle 23:34
 
ma lo sai quanto sei pigra??? vieni sul mio blog a fare un...
Inviato da: arthur63
il 01/07/2009 alle 22:06
 
???
Inviato da: satirodelfaggio
il 19/05/2009 alle 17:11
 
 

FACEBOOK

 
 
 

 

I miei Blog Amici

 
- pulcenelcuore
- PAESAGGI DELLANIMA
- SPECCHIO DELLA VITA
- panasciò il_darwinano
- senza senso
- Il Mago di Oz
- le avventure di BR
- satirodelfaggio Leo Negri
- Pensieri di carta di preshi
- Bastava un bacio
- SBILANCIA_MENTI
- Serendipity
- Il Blog del Gatto
- TEMPESTA del gryllino
- SINDROME DEL QTLungo di Sonia
- il mese delle rose
- TEMPORALE della Claudina
- utopiadivita
- In Gran Segreto
- elaborando
- ilblogdigiulia ed il suo nonno meravigliosamente pazzo
- MY IMMORTAL della Daphnuccia
- Il neurone single
- WLG non importa cosa farai,aderisco!!
- Ombre di Luce
- back to black
- Pantagruel
- black to black ,gnocca cuor di leone,sorriso che contaggia
- SHM
- Vathelblog
- ERRATA CORRIGE
- Memento
- Zingara
- scrivere come miles
- Poveri noi!!!!
- lupopezzato
- PassatoPerCaso
- Mucche alla riscossa
- El Greco finalmente
- Schegge cognitive
- In Memory Of Me
- RESPIRI COSTRETTI
- Oziare...
- Rovesciamenti ...SONO TORNATE LE PAROLE
- Harry Heller
- SOTTO ZERO
- patagonia
- NONNA RACHELE
- Pensieri di vento
- Call
- Writer
- Poeticamente
- La fuga di Angelica
- Anacoluto di nodopurpureo
- voci dal sottosuolo
- non cerco nessuno...
- Il diario di Nancy
- Eighties
- de animi motu
- Voci fuori dal coro
- Pensieri Segreti
- *
- Ore rubate
- in dissolvenza
- ARKADIN
- Rubra domus
- UN Pò E SIA
- 999
- JanesoloJane
- STORIE DELLARTE
- CineBrevis
- a proposito di elliy
- Non è un Blog
- my secret garden
- Parola di Black
- Papaveri_Sparsi
- PSICOALCHIMIE
- costruzionedelsogno
- Choke
- folle in folla
- 451
- Fra me e la luce
- ItaliArte
- Cuore di Vetro
- rimando damore
- internoesterno
- buonagiornata
- 10 dicembre 2008
- fluendo
- Lultimo nastro di
- Fatta
- Aldebaran
- Camera Con Vista
- larte del niente
- Dis/solvenze
- LUNA STORTA
- suggestionabili
- Gira si la vòi gira
- Spasmi
- La Musica Che Sento
 
Citazioni nei Blog Amici: 53
 

Carezze

 
Ho ricevuto un bel paio di carezze...
Ricambio con un etto di baci

Premio D eci e lode
Gentilmente assegnatomi da
Satirodelfaggio Leo Negri, poeta
 http://blog.libero.it/satirodelfaggio/
Motivazione :"
Perchè è il mio blog prediletto"
Gentilmente assegnatomi da Colpix65, Walter
http://blog.libero.it/wlg/

Motivazione :"Perche' e' una stella luminosa in un buco nero e perche' abbiamo compreso insieme che chi rinuncia ai sogni e' destinato a morire!"

...Io ho pure assegnato col cuore della testa e con la testa del cuore...se volete spiare un pocchino...
fate click qui

 

Area personale

 
 


Blogs “quasi amici”
...potrebbero diventarne...
Ora voglio tenerli stretti
(non abbracciati come ai miei blogs amici),
ma vicini,perché
Scuotono
Sollevano
Sorprendono
Sospendono
Spronano
Stimolano
Stuzzicano
Svegliano
(guardate sotto...)

 

 

Tag

 

MANIFESTO DEL BLOGGO

 

Questo Blog
accetta volentieri i gatti neri

 
QUESTO BLOG
CREDE NEL DESTINO,
NEL AZZARDO,
NEL CASO, NELLA DEA FORTUNA
E NELLA METROPOLITANA

QUESTO BLOG
ADORA IL NON SENSE


QUESTO BLOG
                      NON È CONTRARIO
ALLA MALINCONIA

Questo non è un Blog
di tacchi a spillo

Scarpa sportive vengono accettate
MA PIEDI NUDI
SPORCHI DI POLVERE DI ARCOBALENO

SONO I PREFERITI

Questo Blog Ama l'umore Nero

 QUESTO BLOG
È ASSOLUTAMENTE CONTRARIO
AI CULI PERFETTI
(Non per bigotteria ma per schietta invidia)


ESSENDO UN BLOG BIPOLARE
IL MANIFESTO potrebbe
Non avere più effetto
PROPRIO ADESSO
 

Non,je ne regrette rien

 

Chi potesse...!!
No,niente di niente...No,non rimpiango nulla
 
Nè il bene che mi hanno fatto nè il male.
Mi va tutto bene ugualmente
No,niente di niente...No,non rimpiango nulla
E' pagato, spazzato via, dimenticato
Me ne frego del passato
Con i miei ricordi
ho acceso un fuoco
I miei dispiaceri, i miei piaceri
Non ho bisogno di essi.
Ho spazzato via gli amori
con tutti i loro tremolii, spazzati via per sempre
Riparto da zero
No,niente di niente...No,non rimpiango nulla
Nè il bene che mi hanno fatto nè il male.
Mi va tutto bene ugualmente
No,niente di niente...No,non rimpiango nulla
perchè la mia vita, perchè le mie gioie
Oggi cominciano con te.
 
 

siamo in

 
Se avete bisogno di un po di solitudine
venite qui...Siam sempr in un
hit counter  
 
  
 






 

...a volte
l'impensabile
accade...







 
IRONIA
è la mia corazza
contro il dolore
davanti a cui rimango
pupazzo senza Dio

impotenza travestita
coperta pien di buchi

poca
mi sento poca
inutile
banale

poca
solo impotenza
che non so gestire

a volte i gesti
mi sembrano vani
vuoti
inutili
ma
chissà...











 




La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro.

Leggerli in ordine è vivere,
sfogliarli a caso è sognare.
(Arthur Schopenauer)




 

Adotta un MASTROS...

 
Certe cose cose certe
da non perdere
da non lasciare perdere...

clicca...
informati...
sapere è l'inizio...
 





Glitter Photos
 










































FAI BENE...
VATTENE !!
NON NE VALE LA PENA...
MA...TI HO VISTO SCAPPARE!!
CODARDO!!
 
 
 

 

 

Post Nº 277

Post n°277 pubblicato il 06 Febbraio 2009 da normale_ma_nn_troppo
 

Piccole dita
intrecciano colori,aggrovigliano fili
Piccole dita
morendo e rifiorendo ogni giornata
invecchiando la sera,rinascendo col sole
Piccole dita
rinnovandosi all'alba ,svegliandosi anziani
La mente dove va mentre le dita
intrecciano colori ,ricamano pensieri
Piccole dita
giovani, bambine,adolescenti,vecchie dita
hanno tutte le età e tutto il tempo
le dita sul tessuto
ma sempre sono piccole
e sempre sono in fretta
Taciturne,scrupolose
prolifiche e prolisse
ricamano i fili
frantumano il colore
compongono un disegno antico,secolare
E che pensieri fanno
queste piccole dita senza pausa
per ore, giorni e anni ricamando i colori
Che pensieri fanno...
Immagino che i fili son d'Ariadna
e le dita disfano labirinti
Scopro che il filo è solo filo
e le dita suturano ferite
chissà se c'è salvezza
chissà se hanno bisogno le piccole dita
di aiuto o salvazione
Vorrei che i fili fossero d'Ariadna
Vorrei che le ali non fossero di cera
Silenti e concentrate
nascondono il sorriso,celano le lacrime
E la schiena fa un muro,difesa contro il mondo
un mondo che giudica e le pensa rassegnate
La schiena contro il mondo,la fantasia altrove
creando un universo
chissà di che colore
chissà com'è il disegno
se antico e secolare
o nuovo, appena nato
La schiena ignora il mondo...
Ma il mondo che c'è dentro è sempre un bel mistero
ne ho uno tutto mio
e le piccole dita avranno pure il suo
chissà se sia diverso
di quello tutto mio
quel mondo che c'è dentro
di quelle piccole,piccole dita


 
 
 

Post Nº 276

Post n°276 pubblicato il 05 Febbraio 2009 da normale_ma_nn_troppo
 

Le cazzatelle di Normalina o di come fare un post di circa trenta cinque righe solo per giustificare l'uso della parola "frignare" imparata poche settimane fa.


Scrivere è più facile...
Posso dire che ti amo che ti voglio che ti voglio bene che non ce la faccio più che basta e che fantubo.
Che sono un serpente che si mangia la coda e la sputa dentro se.
Posso nominarmi cannibale di me e dire che non so lottare né urlare né graffiare.
Posso pronunciarmi piccolo anatroccolo senza ali né favola ove diventare cigno.
Tutto quello posso scrivere ed è facile...
Non devo pensare a come mi guardi quando parlo.
Non devo pensare a come guardarti mentre ti parlo e voglio solo guardarti senza parlarti.
Non devo domandarmi se lo sguardo (il tuo,il mio) è di noia o desiderio.
Posso frignare senza freno mentre scrivo...
Scrivere è più facile...
Scrivere è più facile tranne quando leggo altri blog che mi lasciano senza respiro o mi ricordo di Cortazar o Pessoa o di tanti altri maledetti benedicenti... e allora scrivere non è facile ma una vera lotta contro me.
Scrivere è più difficile... È abbandonare i gelsomini che adoro e prendere le spine delle rose.
Si,in quei momenti scrivere è più difficile...
Ma se dannatamente taccio...scoppio,detono, deflagro...
Esplodo se non parlo (ed io parlo poco) e se non scrivo (e a volte voglio smettere)...
Esplodo e riesco di finire in un Big Bang.Sarebbe meglio... Il Big Bang è stato origine e principio, causa e motivo, genesi e ragione...
Ma scrivo,e scrivere è più facile...
Posso fare le lacrime puntini...e i puntini diventano silenzio...
Posso fare il silenzio fazzoletto,e abbiamo lacrime silenti,pulite ed asciugate...
Posso fare puntini la tristezza e i puntini attesa di te,e di te dimenticanza...
Scrivere è più facile...
- Si si è tutto vero,ma con puntini o senza, smetti di frignare ...
- Non ci riesco...

 

 
 
 

Post Nº 275

Post n°275 pubblicato il 04 Febbraio 2009 da normale_ma_nn_troppo
 

Mi capita di guardarla.
Non spesso, anzi la guardo poco e sempre in fretta.
Non ha gli occhi belli.
Ma c'è qualcosa...
Come se avesse un sogno nelle pupille.
Come se...
Non ha occhi belli e lo sguardo sfugge sempre.
Come se...
Un po' socchiusi...
Sicuramente ha gli occhi troppo sensibili.È strano in occhi scuri ma sembra che la luce le faccia male.
A volte chiude gli occhi e si lascia carezzare dal sole. Scontatissima questa immagine,ma sempre effettiva. Rende la idea, sempre.
E poi a lei non interessa il modo in cui parlo io di lei... Le parole che scelgo, i giri che decido, le frasi che prediligo...
Anche se, ne sono certa, preferirebbe non parlassi affatto di lei.
È timida.Ma non incantevolmente timida come una damigella del 800.Solo timida, senza incanto.Timida.
Lei, lo so, preferirebbe che io intrecciasse parole che non parlassero di lei.E comunque saltuariamente ci parlo. Qualche volta è inevitabile parlare di lei.Qualche volta, è solo una alternativa.Una stradina qualsiasi tra tante da prendere.
Oggi le dico"Prestami i tuoi occhi,voglio vedere quello che vedi tu".
Per oggi.
Solo per oggi.
E lei chiude gli occhi ed io apro i miei.
Per un po' non riesco a vedere.
Né ombre né luci.
Poi si...
...nebbia...
...meravigliante e sempre suggestiva...
...nebbia oscurando i limiti...
...dileguando i limiti...
...mascherando quello che non è possibile mascherare... ...palesando l'impossibile...
Sembra di avere tutte le chiavi la nebbia...E lei ha occhi sempre annebbiati...
Prima o poi dovrò ridarle gli occhi suoi.
Non vorrei sporcaglieli di nitidezza.



 
 
 

Post Nº 274

Post n°274 pubblicato il 02 Febbraio 2009 da normale_ma_nn_troppo
 

Come un fiume delle mille dita
Il tuo amore arriva a me
Mi soffoca
Mi allaga
Mi stravolge
Provo a nuotare
E la riva si allontana
Provo a nuotare ancora per un po'
Ma non mi impegno
Smetto
Non voglio la riva
Non voglio l'orizzonte
Le tue dita di acqua si allargano
Il mio corpo di sale si scioglie
E non ho più bisogno di orizzonte
E adoro che la riva sia lontana
Abbiamo partorito il mare


 
 
 

Post Nº 273

Post n°273 pubblicato il 30 Gennaio 2009 da normale_ma_nn_troppo
 

Avrei voluto baciarti di più
con lo sguardo,con le mani baciarti
avrei voluto baciarti stupidamente
e stupidamente smettere di respirare
avrei voluto fare diventare bacio
ogni mio stupido battito
avrei voluto dimenticarmi
di dovere fare battere ancora
questo mio vecchio,stupido cuore
Avrei voluto baciarti
mentre te ne andavi via
mentre mi guardavi da lontano
mentre le tue passi
ti avvicinavano a me,
che volevo solo baciarti
Avrei voluto baciarti
mentre eri solo vuoto e assenza
mentre provavi a farmi sentire sicura,
baciandomi con le mani,con gli occhi
Avrei voluto baciarti mentre ti baciavo
baciarti di più
di più
Avrei voluto baciarti
e starmi ancora baciandoti
senza fretta,con disperazione
senza sprecare attimi,
senza sprecare fiato in altro che non fosse baciarti
Avrei voluto baciarti davanti a tutti
dimenticando tutto...
Avrei voluto baciarti di più
ho dentro
questo triste cimitero di baci
che ti nominano ancora


 
 
 

Post Nº 272

Post n°272 pubblicato il 29 Gennaio 2009 da normale_ma_nn_troppo
 

Devo fare ordine nel mio cassetto delle parole.
Devo fare ordine.
Anche se veramente un cassetto delle parole non ce l'ho.
Anche se veramente io ordine, non so mai fare.
Ma devo mettere a posto le mie parole.
Stanno dappertutto.
Vorrei poter catalogare con l'adatto cartellino.
Parole ironiche
Parole dolci
Parole tristi
Parole tra tristi e distratte
Parole sensuali
Parole decisamente erotiche
Parole tenere con un tocco di malizia
Parole malinconiche con un pizzico di follia
Parole divertenti ma non troppo
Parole troppo divertenti
Parolacce
Parole inventate
Parole male scritte
Parole maledette
Parole mal capite
Parole malcapitate
Sarebbe perfetto tutto bello ordinato.
Tutto col cartellino.
Tutto sistemato.
Ormai è tutto un vero casino.Ogni armadio che apro mi cadono parole sulla testa, nelle mani.
Ma in questi giorni, mi cadono addosso tutte parole sospirose,malinconiche.Parole tristi.Parole cupe.
E proprio in questi giorni!! Giusto adesso, che volevo fare un post allegro perché da un blog amico oggi c'è festa.
E invece no... mi accerchiano parole sconsolate.
Se avessi dei cassetti catalogati, sarebbe più semplice. Basterebbe aprire il cassetto col cartellino "Parole per festività, sagre, matrimoni, anniversari, compleanni, ricorrenze,onomastici,kermesse".Sceglierne una ventina, mescolare con un paio di puntini,virgole,virgolette, qualche "smile" ed ecco che ci siamo, post allegro fatto!!
E invece no,niente schedatura...sono dappertutto.
Mi cadono sopra, mi perseguono.
Girano la casa, girano la testa.Mi ci sono abituata.
Sono ovunque.Ormai è cosi.
Comunque, cerco di non portarle a letto perché non mi fanno dormire.Le sento chiacchierare.Ridono (e di che? Vabbè sono fatti loro...)
Ci sono pure nel bagno.Quando faccio la doccia sono umide, viscide, ruzzolanti, saponate.Hanno il segno del cuscino sulle sillabe.Suonano piano, basso,hanno lo scandire ancora addormentato.
In cucina sono piccanti.Parole tutto pepe e tutto sale.Untuose come il miele.Parole di riso , di risata.
Dappertutto sono...
Pure nel balcone mi abbordano. Li' spesso sono crudeli.Mi sputano un po'in faccia, sono scortesi.Trillano "assassina","omicida" .Invece quando mi ricordo di innaffiare le piante mi carezzano parole colorate,parole che odorano di lavanda.
Sono dappertutto...
A volte mi aspettano vicino al pc.Si arrampicano sul monitor, mi intrecciano le dita nella tastiera e mi fanno sbagliare.A volte mi correggono.
Sul divano blu diventano un po' pigre.Come me.Ciarlano con altre parole che non sono mie.In lingue strane,straniere ciarlano.A volte sono brave.La pronuncia non sta male.Mi fanno ridere quando cercano di imitare il ritmo,lo scandire di parole forestiere.
Parole dappertutto, a dritta e manca, in ogni angolo...
Parole ovunque, ovunque parole.
Dovrei fare ordine...


 
 
 

Post Nº 271

Post n°271 pubblicato il 27 Gennaio 2009 da normale_ma_nn_troppo
 

Faccio fatica a dormire.
Sono stanca ma faccio fatica a dormire.
Voglio arrivare a letto vuota di pensieri.
Vuota.Nemmeno il fiato del respiro.
Ma sono troppo colma di pensieri e sposto il momento di addormentarmi.
Giro la casa.
Sfioro le finestre.
Mi sdraio sul divano e guardo la tv senza guardarne.
Appena sbuca una briciola di pensiero,fisso lo sguardo nello schermo lucido ... film già visti, telegiornali di ieri.
Mi assilanno i pensieri... Li devo ammutolire.
Tormento la tastiera, vulnero un foglio.
Le parole si fanno formiche sullo schermo, api sulla carta.
Sono stanca.
Vorrei andare a letto.
Ma c'è sempre il pericolo del pensiero.
Se me lo porto a letto il puzzle comincerà ad assemblarsi da solo.
Le immagine verrano più chiare e più distinte.
E non voglio.
Voglio solo nebbia.
Torno sul divano a non guardare la tv.
Torno ai disegni di parole che magari diventano un post o spazzatura da buttare.
Torno alla tastiera e digito senza volere il tuo nome, torno alla carta e scarabocchio te, senza volere.
E subito cancello.È facile.Sulla tastiera è facile, sulla carta è semplice.Nella testa non ho ancora imparato a cancellare.Ma un modo ci sarà,prima o poi un modo ci sarà.
Sono stanca vorrei andare a letto.
Per un po' ti ho cacciato fuori, non ci sei più.
Ma ho ancora la testa piena di molliche di pensiero.
E lo so, capita sempre cosi, appena coricata nel letto, le molliche cominciano a diventare pane,il puzzle comincia ad assemblarsi,i granelli si fanno spiaggia.Cercano un senso i miei pensieri.
E io sono stanca.
Voglio solo dormire.


 
 
 

Post Nº 270

Post n°270 pubblicato il 26 Gennaio 2009 da normale_ma_nn_troppo
 

Tiro su il cappuccio del giubbotto e cammino rasente i muri.
Faccio poca attenzione agli stagni .Non ho mai avuto paura di sporcarmi i piedi.
Cammino piano.
Intreccio pensieri che non capisco.
Pensieri disfatti.
Li chiamo pensieri perché non so dare un'altro nome a queste zanzare che ronzano indolenti, senza disturbarmi.Zanzare stanche e poco impegnate nel fare il loro lavoro di zanzare.
Quasi in sciopero le zanzare. Come me.
Borbotto pensieri naufragati.In frantume. Come me.
Senza molta convinzione (la pioggia mi toglie sempre ogni possibilità di convinzione) provo a rammendarli.
Sembra che siano pezzi di ricordi. I ricordi mi portano sempre nubi di nostalgia, che bevo a piccoli sorsi.
Sembra che siano ricordi, ma non so.
Potrebbero pure essere rimpianti.
La pioggia mi tira fuori uno strano modo di malinconia.
Anche se io non sono una persona malinconica.
Quasi mai.


 
 
 

Post Nº 269

Post n°269 pubblicato il 23 Gennaio 2009 da normale_ma_nn_troppo
 

Non aveva mai voluto fare quel mestiere.
E comunque ci si era trovato a sviluppare questo sporco lavoro.Maledetto lavoraccio di cui non usciva mai senza ferite.
Faccenda faticosa, scarsamente pagata.Noiosa a forza di odierna, come una donna a cui si sposa senza amore.

Da piccolo voleva fare il costruttore di labirinti senza uscita, l'allenatore di pesci tropicali ,il cacciatore di stelle nel deserto.

Non avrebbe mai voluto penare questo affare lurido e macchiato.

Da piccino voleva fare il domatore di venti nell'Africa, il ricercatore di cadenze nell'oriente, lo sfornatore di misteri in occidente, l'accordatore di cuori ovunque.

Mai questo compito fangoso, quasi disonesto che svolgeva.

Da ragazzino per molto tempo si impegnò a volere fare il suonatore di sospiri a mezzo sospirare, il fotografo di attimi mai vissuti.

Ma nella vita si sceglie poco e male.
O molto e peggio.
O non si sceglie affatto.

E finì a fare questo suo lavoro che lo teneva sempre agitato, nervoso.
Avrebbe preferito la politica, sgobbo pure sporco ma un po' più rilassato.
Oppure fare il prete,un altro impegno sporco ma almeno divertente.
E invece no.
Ogni giorno si alzava senza sveglia.Ogni giorno si lavava la faccia e dopo fare la doccia, affilava le dita ,regolava il cuore, metteva a punto le orecchie.
Indossava il solito uniforme e usciva di casa senza guardare indietro. A fare il Hacker di Anime.

 
 
 

Post Nº 268

Post n°268 pubblicato il 22 Gennaio 2009 da normale_ma_nn_troppo
 

Vorrei non avere bisogno di scuse per arrivare a te.
Arrivare perché si la notte tardi e cullarti con la mia voce che sbaglia le doppie e fa casino.
Vorrei farmi baciar dal tuo silenzio, senza scuse, perché si.Vorrei anche senza baci starmi li,placida,fiacca, un po' indolente.Starmi li.
Vorrei non avere bisogno di scuse .Arrivare e basta.Senza impegni né pretese. Starmi per un po' e poi andarmene e che pure tu te ne vada.Tutto li.Senza farci male,senza quasi farci bene,solo starci.
Vorrei non avere bisogno di scuse assurde per telefonarti ad ore assurde, per scriverti un assurdo messaggio, o per caso trovarti assurdamente,per una strada assurda.
Vorrei non avere bisogno di scuse, fare le cose solo perché ho voglia e che tu sappia che è voglia, solo voglia non altro .Solo voglia di sentirti e che non si confonda questa voglia con altro che poi potrà ferirti...potrà ferirmi.
Vorrei che fosse semplice e non avere bisogno di scuse.Non un compleanno, non una festività non un favore,vorrei solo arrivare,inaspettata e senza invito.E che se hai impegni mi dica "torna dopo",con quel sorriso che sai fare quando vuoi.
Vorrei solo arrivare, solleticare un po' la tua tristezza, dimenticare la mia malinconia, senza scuse.
Giocare a nascondino tra le righe senza altro desiderio che giocare, senza volere capire ogni sospiro e senza analizzare la risata che esplode perché si.
Vorrei non avere bisogno di scuse per dirti che ti voglio bene e non dovere chiarire che non è amore perché io lo sai, non amo più.
Arrivare senza scuse per giocare un po', ma non a scacchi. Tanto lo sai che io non so giocare a scacchi, che malapena gioco nascondino e che sempre mi scoprono nascosta.
Vorrei non avere bisogno di scuse. E che tutto sia chiaro o scuro, fa lo stesso.
Vorrei non avere bisogno di scuse per arrivare a te.Non dovere domandare se stai bene o se hai dormito o se c'è qualcosa che non va.
Vorrei arrivare a te, senza scuse e starti vicino e che sapessi che sono li,niente di più...niente di meno.
Solo arrivare a te.Non come un angelo, io non conosco l'atteggiamento degli angeli.Arrivare come me,con la mia voce che a volte mi si perde dentro,con gli sbagli,con questo mio sguardo che abbasso quasi sempre,con questi miei pensieri che diventano spesso aquiloni senza filo.
Vorrei non avere bisogno di scuse.Ma lo sappiamo, solo quando si ama non c'è bisogno di scuse.E noi,non siamo di quei che s‘innamorano.