Benvenuti!

Toglimi il pane, se vuoi, toglimi l'aria, la luce, la primavera, ma non togliermi il tuo sorriso mai, perché io ne morrei. (P.N.)

 

equazioni dell'amore
mani

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 91
 

NO!

No violence..

 

UN BLOG PARTICOLARE

 

« Buona PasquaNavigando... »

Neruda, sonetto XII░

Post n°1911 pubblicato il 16 Aprile 2024 da Vince198

 

Donna completa

 

 

 

Donna completa, mela carnale, luna calda,
denso aroma d'alghe, fango e luce pestati,
quale oscura chiarità s'apre tra le tue colonne?
Quale antica notte tocca l'uomo con i suoi sensi?

Ahi, amare è un viaggio con acqua e con stelle,
con aria soffocata e brusche tempeste di farina:
amare è un combattimento di lampi
e due corpi da un solo miele sconfitti.

Bacio a bacio percorro il tuo piccolo infinito,
i tuoi margini, i tuoi fiumi, i tuoi villaggi minuscoli,
e il fuoco genitale trasformato in delizia

corre per i sottili cammini del sangue
fino a precipitarsi come un garofano notturno,
fino a essere e non essere che un lampo nell'ombra.

(Neruda, De cien sonetos de amor -  sonetto XII°) 

..

«Donna completa, mela carnale, luna calda, denso aroma d’alghe, fango e luce pestati, quale oscura chiarità s’apre tra le tue colonne? Quale antica notte tocca l’uomo con i suoi sensi?»

Se li confronto con quelli del Sonetto XXVII°:

«Nuda sei azzurra come la notte a Cuba, hai rampicanti e stelle nei tuoi capelli, nuda sei enorme e gialla come l’estate in una chiesa d’oro» ...

si nota immediatamente un parallelismo tra corpo umano ed elementi naturali delle stagioni, quelle che viviamo da quando siamo in questo mondo e spesso non ne cogliamo la vera essenza, come al contrario è stato capace di fare in questo caso Neruda.

Ci si perde spesso nel richiamo delle stelle, della luna, degli astri in senso universale e l’anima vola senza neanche accorgersene, nel giardino della persona amata.
Ed io, quando leggo questi versi, nonostante abbiano oltre 60anni di vita, hanno sempre lo stesso effetto su me: è come se il sangue dentro me diventasse più denso, caldo, irrefrenabile nel suo moto d’amore.

Ah .. quanto vorrei che ora, si ... proprio ora, non importa l’ora, il giorno o la notte, qualsiasi stagione o luogo: importa che possa tenerti stretta a me, afferrare delicatamente i tuoi polsi tenendoli vicino al tuo capo e, respiro sempre più corto, ti dica quello che sai, lo ripeta all’infinito con infiniti baci, per annegare con te nel mare infinito dell’amore.


 




 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: Vince198
Data di creazione: 21/07/2006
 

JESHUA

Jeshua
A. Carracci

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIMI COMMENTI

╔ quello che sto facendo e soprattutto, con una certa...
Inviato da: Vince198
il 12/06/2024 alle 09:39
 
Svagati, magari le cose cambiano :)
Inviato da: elyrav
il 12/06/2024 alle 08:59
 
:&#8209;(
Inviato da: Vince198
il 11/06/2024 alle 10:39
 
:(
Inviato da: elyrav
il 11/06/2024 alle 09:04
 
Dicono che il tempo sia un ottimo medico. Non ne sono...
Inviato da: Vince198
il 08/06/2024 alle 18:51
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

CHI PU˛ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963