Creato da LunaRossa550 il 21/04/2012
leggero senza superficialità

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

da ascoltare sino alla fine.....

 

Ultime visite al Blog

monellaccio19ixtlanndondolino61e_d_e_l_w_e_i_s_smenisdutaarno1liviaRonagmassimiliano.mocciacorradodastolirosmar1962jubaldanansa007woodenshipITALIANOinATTESA
 

Ultimi commenti

I miei link preferiti

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Area personale

 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 

Statistiche

 

 

« Un week end alternativo ...A scuola di Empatia per ... »

Miserie umane

Post n°426 pubblicato il 14 Settembre 2016 da LunaRossa550
 

Una trentunenne di Napoli si è uccisa dopo la pubblicazione online di video privati senza il suo consenso, che sono diventati meme, insulti e prese in giro

Tiziana Cantone, una donna di 31 anni originaria di Napoli, si è suicidata martedì 13 settembre, apparentemente per le conseguenze che aveva avuto sulla sua vita la pubblicazione e diffusione online - iniziata nella primavera del 2015 - di alcuni video privati che aveva girato durante rapporti sessuali con un uomo. Cantone, dopo essersi trasferita fuori dalla Campania per diverso tempo, da alcuni mesi viveva a Mugnano, poco fuori Napoli.

Della storia di Tiziana Cantone si era cominciato a parlare prima dell'estate del 2015, quando uno dei video che aveva girato (sei in tutto, secondo i giornali) e in cui la si vedeva fare del sesso orale con un uomo era circolato moltissimo online, su WhatsApp e su diversi siti di video porno. Il video era stato girato con il suo consenso dall'uomo che si vede nel video con lei ..............

Rimini, stuprata in discoteca: il video girato dalle amiche finisce su Whatsapp

La vittima della violenza ha 17 anni, nelle riprese anche le risate delle giovani   

RIMINI - Lei, stuprata da un ragazzo in un bagno della discoteca, mentre era ubriaca, tanto da non ricordare nulla. Le amiche - mai definizione fu più distorta di questa - che la filmano. Non solo nessuna è intervenuta per fermare la violenza, ma quel video è stato condiviso su Whatsapp, diventando virale e distruggendo l'esistenza di una giovane di 17 anni. Un doppio, terribile tradimento. E' accaduto tempo fa in un locale del Riminese e ora indaga la magistratura. Lo riporta la stampa locale.................


"Se l'è andata a cercare". Il paese volta le spalle alla ragazzina violentata

Calabria, in poche centinaia alla fiaccolata per la 16enne stuprata da tre anni. Il padre: "Me lo aspettavo, se potessi prenderei mia figlia e la porterei lontano".

A Melito, in Calabria, è stata organizzata una fiaccolata in piazza davanti alla stazione Soltanto
quattrocento le persone presenti su 14 mila residenti, molte arrivate da altri paesi.

La bambina. «Un metro e 55 per 40 chili», c'è scritto nelle carte dell'inchiesta. È della bambina che stanno parlando. «Se l'è cercata!». «Ci dispiace per la famiglia, ma non doveva mettersi in quella situazione». «Sapevamo che era una ragazza un po' movimentata». Movimentata? «Una che non sa stare al posto suo». Arriva in piazza il parroco Benvenuto Malara, va davanti alle telecamere: «Purtroppo corre voce che questo non sia un caso isolato. C'è molta prostituzione in paese». ..............

::::::::::::::::::::::::

Sono davvero profondamente  amareggiata nel leggere ancora oggi notizie come quelle sopra riportate.  
Lo sono  per la morte di Tiziana, vittima di perversioni del nostro tempo, perché  lungamente schernita,  perché non è stata rispettata la sua volontà di tornare nel dimenticatoio, perché nei commenti che ho letto ancora oggi che è morta, ci sono donne e uomini (indegni di questi nomi) che hanno il coraggio di scrivere che,  quello che le è capitato, se l'è cercato e che avrebbe dovuto pensare alle conseguenze

Sono amareggiata per  la ragazzina di Rimini, la diciassettenne filmata dalle ?amiche? mentre uno quasi sconosciuto approfittava di lei incapace di intendere e di volere per quanto era ubriaca... Un amica avrebbe fermato quell'uomo, avrebbe cercato aiuto per lei...  compòimenti alla bestia che l'ha violentata e alle amiche che l'hanno filmata ridacchiando e divulgando poi il video,,, ma che bestie sono tutti?

E sono addolorata per quella ragazzina ripetutamente violentata da più "bravi ragazzi" per lunghi 3 anni... lo sono ancor di più per come si è comportata la madre, per come ha reagito la quasi totalità della comunità in cui vive che, invece di portarle solidarietà, ha emesso sentenza di colpevolezza, perché  "sapevamo che era una ragazza movimentata" e "se l'è andata a cercare"..... sola

Sono  amareggiata perché quelle stesse persone che condannano e lapidano (con le loro sentenze bigotte) delle giovani ragazze, sono le stesse che poi hanno da dire sulle usanze dei paesi arabi.
Sono amareggiata perché questa Italia è ancora un paese retrogrado, dove la donna deve fare sesso di nascosto, praticarlo timidamente ... e se lo fai con "disinvoltura" diventa motivo di scherno, di ingiurie ... mentre lo stesso trattamento non viene riservato all'uomo con cui si accoppia .... Perché ancora oggi la donna viene bollata col termine di "prostituta", mentre l'uomo può farsi vanto del medesimo atteggiamento.

C'è una sola strada per combattere queste violenze,  ed è l' educazione all'affettività e ad una  sessualità sana...  ad  una politica di prevenzione contro il cyber bullismo.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Commenti al Post:
monellaccio19
monellaccio19 il 15/09/16 alle 13:24 via WEB
Siamo sullo stesso tema oggi e non abbiamo parole per commentare la morte della Cantone, la bravata di Rimini e lo stupro reiterato per due anni da otto ragazzi su una giovane ragazza. Casi che ormai riempiono le cronache e che con il passare del tempo, diventano notizie di ordinaria amministrazione: si rimane freddi, distaccati e indifferenti. Quasi a convincersi che oggi funziona così, che le parole e le prese di posizione non servano a nulla perché loro decidono di comportarsi così e se va bene a loro, chi siamo noi per preoccuparci al posto loro???? Se non prendono decisioni serie su queste tematiche sempre più frequenti e ricche di dettagli pazzeschi, non so più dove potremo arrivare. Ciao Laura, una serena giornata.
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 15/09/16 alle 20:43 via WEB
Io non riesco e nemmeno voglio abituarmi a queste miserie Carlo, mi monta una rabbia dentro quando le leggo, perchè mi sento impotente, mi sembra che anni e anni di discorsi non sono serviti a niente, alla faccia di chi ritiene di vivere in un paese moderno. A te una serena notte :)
(Rispondi)
arw3n63
arw3n63 il 15/09/16 alle 13:52 via WEB
Molto dipende anche da come i media veicolano le notizie. Per esempio la trentunenne che s'è suicidata pare da come ho sentito le notizie che si sua sottoposta volontariamente a darsi riprendere in un video che poi, stando a ciò che ho sentito ma non è detto che sia questa la verità, lei stessa l'ha dato a degli amici, e questi a loro volta si sono permessi di pubblicare sui social. Allora ammesso che lei abbia regalato sti video non autorizza qualcuno a pubblicarli. Ma molti sottovalutano che qualunque materiale, foto video pubblicato su di social difficilmente si riesce a rimuovere e riprenderne il controllo. Quindi non è colpa sua non se l'è meritato ma è stata incauta questo bisogna ammetterlo sarà paranoia ma bisogna stare sempre attenti cosa si pubblica e verso chi si ripone fiducia. Sembra scontato? Non lo è a quanto pare. Poi la ragazzina filmata durante lo stupro...mi interrogo sul senso dell'amicizia oggi...il branco in Calabria...bastardi! E da condannare sono tutti quelli che coprono e giustificano i colpevoli.
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 15/09/16 alle 20:52 via WEB
Appunto Lory, quale che sia la verità, trovo sia di una crudeltà e aridità estrema dire "se l'è cercata" anche se è stata incauta, anche se i filmati li ha dati lei ai suoi amici (che però non erano autorizzati a farli girare). Non sono d'accordo con lo stile vita che molti giovani adottano, ma sono fatti loro e nessuno può permettersi di stravolgere la loro vita. Ciao Lory :)
(Rispondi)
 
 
arw3n63
arw3n63 il 16/09/16 alle 13:33 via WEB
Vero ma purtroppo viviamo in una società in cui si tende a condividere tutto in rete e con presunti amici sul web con una grande superficialità, non pensando alle conseguenze che invece quando si tratta di materiale che potrebbe ledere l'immagine andrebbe soppesato un po' di più, ok alle trasgressioni ma non si può essere ingenue a 31 anni e pensare che qualcuno potrebbe usare in malo modo ciò che di condivide e allo stesso modo amici che non sono tali e l'amicizia andrebbe rivalutata, oggi troppa superficialità se si permettono di pubblicare materiale che compromette l'immagine di qualcuno, non si dà valore più a niente. Quello che poi fa inorridire è l'accanimento nei confronti di questa ragazza negli sfottò, e nello sputtanamento, presa di mira addirittura con la creazione di magliette. Una volta se avevi un comportamento trasgressivo la notizia e il giudizio testava confinato al paese in cui vivevi oggi con gli strumenti offerti dalla rete per condividere di tutto anche se hai il diritto all'oblio a far rimuovere ciò che è lesivo è poi difficile riuscire a riprendere il controllo di ciò che è stato pubblicato. La gogna pubblica è amplificata per questo dico che bisognerebbe pensarci un po' di più a scopo preventivo prima di diffondere a presunti amici e chi con faciloneria diffonde senza permessi.Poi anche la pena dovrebbe essere adeguata ma questo non restituisce ugualmente la dignità e la vergogna di chi ha stato sputtanato e messo alla gogna, purtroppo il giudizio e il pregiudizio non si cancella. Chi l'ha derisa anche se paga non può far dimenticare quanto accaduto. Ciao Laura.
(Rispondi)
ranocchia56
ranocchia56 il 15/09/16 alle 14:46 via WEB
Oggi mi trovi di "penna facile" perché non solo ho seguito queste notizie che tu hai riportato, ma ho altro "materiale" raccolto per strada. Punto 1: tutti quelli che giudicano e condannano che sbaglia e non se ne rende conto o che poi è pentito, potrebbero aver fatto o fanno o farebbero le stesse cose, chi più è marcio condanna gli altri. E non pensiamo che queste condanne perenni e giudizi spietati vengano dati solo in paesi di regioni considerate retrograde, NO, succede dappertutto, anche qui al Nord dove si vantano di essere "aperti". In definitiva chi sbaglia non può far niente, si tiene la sua condanna anche se vuole cambiare pagina, il boia ha la sua scure pronta e colpisce senza esitare neppure un secondo. Questi che hai riportato sono fatti che definire mostruosi è poco, ma se ci si ferma un momento a pensare alla vita quotidiana, quando una donna passa per la strada e a seconda di come è vestita (niente di osceno o provocante) le viene detto : "ma sembri una bag.... allora la sera vai in xxxxxx" oppure se due amiche passeggiano sottobraccio, cosa del tutto normale : "ma guarda quelle due finocchie". Sono battute da non considerare? Scherzi? NO, non lo sono, è una società piena di gente marcia che vuole far affondare nel marcio anche chi non è affatto. Queste sono le basi per incidere nella mente e psiche di persone che non sempre reagiscono fregandosene. Punto 2: gli uomini, la penso esattamente come te, ai "signori" tutto è permesso più ne fanno e più sono veri uomini, sono le donne che li portano a comportarsi così ed è giusto darle una lezione. Ho una rabbia che esplodo! Tutto perché non siamo capaci di vivere in altri pianeti, altrimenti ci sarei già andata.. Ciao Laura:)
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 15/09/16 alle 21:24 via WEB
L’alternativa Rosa è mettere “loro” su un astronave e spedirli su altri pianeti. Inutile dire che sono d’accordo in toto col tuo messaggio… Ciao bella :-)
(Rispondi)
ipazia.0
ipazia.0 il 15/09/16 alle 16:37 via WEB
Educazione all'affettività,finalmente entrerà nella scuola media del nostro Circolo didattico grazie a R&D che ha deciso di puntare sul mondo giovanile. Sono nativi digitali ma non hanno capito i pericoli che nasconde la rete se mal utilizzata. Barbara insegnante di yoga e insegnante lavorerà con i ragazzi per renderli più consapevoli. Per gli adulti........ho perso ogni speranza :-( Un abbraccio :-) Laura
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 15/09/16 alle 21:33 via WEB
E' un bel lavoro quello che avete deciso di fare Laura, se riuscite a seminare bene nel vostro circolo didattico, chissà che contagino anche gli altri giovani con cui verranno in contatto! Auguri quindi per il vostro lavoro :)

Ps: In Danimarca hanno istituito l'ora di empatia... insegnano ai loro ragazzi ad esprimere i sentimenti e calarsi anche nei panni altrui. Sono avanti anni luce rispetto a noi. Ciao Laura :)))
(Rispondi)
woodenship
woodenship il 15/09/16 alle 17:41 via WEB
"Sono amareggiata perché quelle stesse persone che condannano e lapidano (con le loro sentenze bigotte) delle giovani ragazze, sono le stesse che poi hanno da dire sulle usanze dei paesi arabi."Permettimi di incorniciare queste tue considerazioni, mia cara amica:si parla tanto delle nostre tradizioni minacciate dall'orda dei migranti.Ma,alla prova dei fatti, si scopre che queste tradizioni sono mostruose,soprattutto messe alla prova della modernità del web...E'vero che la trentunenne avrebbe potuto essere più accorta,ma è anche vero che,chi ha ricevuto la sua fiducia con i video, non merita nemmeno d'essere definito umano; come quelle"amiche che, invece di soccorrere fimano. Per non dire dei mafiosetti di cortile che approfittano di una bimba.Ma ancor più degli abitanti d'onore che s'allontanano dalla ragazzina...Che dirti?Non mi stancherò mai di ripetere che non abbiamo proprio nulla per reputarci"superiori",nonostante si sentano costoro,probabili carnefici,farsi belli di chissà quale modernità........Un bacio scintillante di stelle........W......
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 15/09/16 alle 22:02 via WEB
Certo che Tiziana Cantone avrebbe potuto essere più accorta… ma come tu stesso sottolinei, è anche vero che a tutti dev’essere data la possibilità di cambiare idea… e per assurdo, anche non cambiandola, dev’essere data la possibilità di vivere secondo la propria coscienza… o meglio dev’essere data la possibilità “di vivere”… invece ci sono persone che si ergono a giudici e carnefici. <
Grazie per le tue parole wood :)
(Rispondi)
isry
isry il 15/09/16 alle 19:33 via WEB
sono situazioni diverse e comunque non chiare... la prima è effettivamente una scelta di donna adulta che non sa convivere con le sue scelte rischiose o almeno azzardate fatte per suo puro piacere in un momento diverso.
sulla seconda non ho mezzi per asserire fosse o non fosse uno stupro ma mi stupisce alquanto che delle "amiche" siano tanto perverse
tuttavia lo dico e lo ripeto... "17 anni ubriaca in discoteca" sembra una notizia normale invece è già da sola drammatica.
ed è miracoloso che non vengano stuprate a decine date le premesse
per questo attendo la decisione favorevole alla figlia che in Austria ha denunciati i genitori per aver postato per anni le sue foto solo per mostrare la sua infanzia e adolescenza ad amici e parenti.
mi pare ovvio che poco si voglia capire sulla fragilità di taluni ambiti... tanto che la ragazza stessa ha dovuto pagare lei i danni ai provider che avevano rimosso il video... ciò in forza di quel diritto di opinione che esercita anche quel fogliaccio francese e che ci intestardiamo a credere sia segno di libertà...
ma libertà e liberismo non sono sinonimi
fare scelte azzardate significa anche subirne le conseguenze... Non così quando ci sono persone che non fanno belenate o non si ubriacano in discoteca eppure si ritrovano derisi sul web magari solo per degli handicap e sono in maggior numero maschi sebbene questo lo si taccia per esigenze di moda!
ma tornando ai due casi (per i quali posso solo provare pena) pur non dimenticando le premesse delle successive azioni... dire "se l'è cercata" non mi pare corretto da asserire... in quanto a me non viene da stuprare una ragazza solo perché disinibita dall'alcool o di far girare video di una amica che faccia sesso.
e sono cose che nella vita mi è capitato di vivere...
Ma se viaggio con un carico principesco stile "il principe cerca moglie" nel Queen non posso stupirmi se vedo i bagagli sparire!
e questo accade in ogni parte del mondo... i college americani sono forse l'esempio più classico di cosa sia l'esibizionismo sessuale.
poi però ci convivi... nessuno ti obbliga a farli
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 15/09/16 alle 22:27 via WEB
Ciao Max, io sono arrivata alla conclusione che non me ne frega niente se i video li ha fatti girare Tiziana o gli pseudo amici. Il problema non è stabilire quanto lei ha sbagliato, se è stata una scelta consapevole o meno…. Come non è quello di stabilire se per una diciassettenne è lecito che si ubriachi in discoteca esponendosi al rischio di essere stuprata… Non è il gossip che mi interessa… Son comunque contenta che almeno sul fatto che “se l’è cercata” è una frase moolto infelice,siamo d’accordo.
(Rispondi)
isry
isry il 15/09/16 alle 19:40 via WEB
Non concordo con ranocchia
evidentemente non vede taluni filmati dove sono i maschietti a subire dei giudizi pesanti e per quanto riguarda il sessismo dei termini quei violentatori sono definiti figli di papà mentre se fossero bravi giovani sarebbero i cocchi di mamma.
la verità è che ci sono persone e luoghi pericolosi e che stare fino alle tre di notte in una discoteca non farà di una persona una persona meno buona ma di certo più esposta!
e differentemente da un medico o da uno che si occupasse di lebbrosi e prenda la lebbra (che anche in quei casi si sente se la è cercata) lo fanno per puro edonismo quindi un rischio anche privo di un corrispettivo umanamente forgiante
troppi soldi troppe occasioni per sballarsi e poca educazione civica o attenzione alle diversità
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 15/09/16 alle 22:41 via WEB
No Max, posso garantirti che i brutti incontri non si fanno solo di notte in discoteca...in gioventù mi sono capitati in pieno giorno, vestendo in modo del tutto anonimo e decoroso... e come tu dici che non ti verrebbe mai in mente di approfittare di una ragazza ubriaca tutte le persone "sane" ragionano in questo modo.
(Rispondi)
 
 
isry
isry il 16/09/16 alle 00:06 via WEB
peccato stiamo parlando di casi dove questa premessa esiste
anche a me hanno tentato di derubarmi in pieno giorno ma ho avuta la preparazione e la educazione per evitare il problema... mi hanno aggredito e ho agito di conseguenza prendendomi le mie responsabilità anche giuridiche ma se avessi detto che era colpa di altri neppure avrei terminato gli studi.
se avessi subito le angherie che mi tartassavano in gioventù senza lavorare sui miei limiti non avrei una vita... da quel dì che avrei commesso lo stesso passo!
ma per questo ho avuto una serie di forti aiuti che alle volte neppure avrei sospettato poter avere
lasciandomi alle spalle i giudizi sferzanti
il tempo sa dare una misura agli errori più normale
ma per vedere questo occorre vivere senza arrendersi come quel ragazzo cieco che va in bicicletta! Altro che filmino!
(Rispondi)
 
 
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 16/09/16 alle 22:12 via WEB
Non siamo tutti uguali Max, cìè chi reagisce ai sopprusi, chi per paura si sottomette. Certo che ognuno è responsabile delle proprio azioni o non azioni, ma non mi sento di colpevolizzare chi non ce la fa.
(Rispondi)
 
 
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 16/09/16 alle 22:14 via WEB
Comunque non ho capito tutti i passaggi del tuo commento...
(Rispondi) (Vedi gli altri 4 commenti )
 
 
 
isry
isry il 16/09/16 alle 22:16 via WEB
me ne sono accorto La... e mi perdonerai per la poca chiarezza che sembro avere ma sono un tantinello stanco per altre cose e questo affievola la mia naturale capacità di spiegarmi in modo chilometrico ^___*
(Rispondi)
 
 
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 16/09/16 alle 22:36 via WEB
ma certo Max, ti spiegherai un altra volta... e non è obbligatorio fare commenti chilometrici, si riesce ad esser chiari anche sintetizzando. Sembra che hai un fiume di cose da dire ma fai fatica a metterle in ordine :)
(Rispondi)
 
 
 
isry
isry il 17/09/16 alle 07:04 via WEB
BRAVA... hai colto perfettamente
(Rispondi)
 
 
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 17/09/16 alle 21:25 via WEB
:-)
(Rispondi)
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 15/09/16 alle 22:08 via WEB
sicuramente l'educazione all'affettività e sicuramente una sana vita sessuale appagante aiuta ma sicuramente la mania di condividere tutto in rete a qualsiasi prezzo non aiutano certo la salvaguardia della dignità di chi è vittima. questo mi amareggia, invece i fatti di cronaca acaduti, Laura, sono sconcertanti. buona serata
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 15/09/16 alle 22:47 via WEB
La rete non è di per sè il male, ma di male ne ha fatto e ne fa molto... ha ragione Ipazia, il lavoro da fare è tra i giovani, che capiscano fin dove possono arrivare senza che si facciano trascinare in giochi pericolosi... peccato però, perchè le potenzialità positive della rete sarebbero davvero infinite.
(Rispondi)
Utente non iscritto alla Community di Libero
john smith il 16/09/16 alle 08:36 via WEB
Il web non si può fermare, neppure con la censura più severa. Anche se lo si abolisse globalmente, bisognerebbe rinunciare alle comunicazioni e ai satelliti.
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 16/09/16 alle 22:18 via WEB
ciao John, il web sa essere molto crudele in certe circostanze, ma secondo me non è il male assoluto... anzi, ha delle grosse, positive potenzialità e non mi sembrerebbe nemmeno giusta una censura severa. Piuttosto andrebbero educati i giovani a non farsi travolgere.
(Rispondi)
Utente non iscritto alla Community di Libero
john smith il 16/09/16 alle 08:42 via WEB
Per la povera Tiziana, che riposi in pace accanto agli Angeli, estremamente fragile e plagiabile: chi aveva interesse? i dialoghi dei filmati non sembrano spontanei, ma ideati per soddisfare una particolare perversione. chi è l'uomo in video? p.s. sto usando un software che mi rende quasi irrintracciabile.
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 16/09/16 alle 22:26 via WEB
Non li ho visti i filmati, non sono andata a cercarli. L'uomo del video? tutto fuorchè un galantuomo, che avrà sicuramente fatto da regista in tutta la vicenda.
Che riposi in pace la povera (perchè debole) Tiziana, che i rimorsi facciano perdere il sonno ai responsabili di quello che è accaduto.
Che software? noto spesso che c'è chi passa dal blog ma risulta invisibile alle statistiche... non importa, tanto non farei cmq la mata hari.
Buona notte John :)
(Rispondi)
PRONTALFREDO
PRONTALFREDO il 16/09/16 alle 09:59 via WEB
Questa storia ha origini molto lontane.
Da quando quei poveretti di Adamo ed Eva hanno mangiato il frutto proibito che li ha resi consapevoli di essere nudi e se ne sono vergognati.
La colpa del fattaccio, quindi, è imputabile esclusivamente al Padreterno che ha fatto le cose sbagliate: se ci teneva così tanto al monopolio del bene e del male, non avrebbe dovuto esporre il suo albero alle tentazioni di Adamo ed Eva.
(Rispondi)
 
isry
isry il 16/09/16 alle 12:39 via WEB
avrebbe quindi sbagliato a fidarsi? ^___*
(Rispondi)
 
 
PRONTALFREDO
PRONTALFREDO il 16/09/16 alle 15:02 via WEB
Mettiamo subito in chiaro una cosa: se io creo un robot con capacità di autoapprendimento e gli installo nella scheda madre pure parte del mio DNA, se poi quello non fa quello che gli ordino e mi tradisce, secondo te di chi è la colpa?
(Rispondi)
 
 
 
isry
isry il 16/09/16 alle 22:19 via WEB
per la seconda legge della robotica a meno che non sia un ordine che implica il tradimento della prima... ossia l'imponderabile... la colpa è del robot ^___^
son crescto a pane e asimov ^___*
(Rispondi)
 
 
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 16/09/16 alle 22:39 via WEB
Contrariamente a quanto dice Max che attribuirebbe la colpa ai robot, se ci metti il tuo DNA la colpa è tutta tua Alfrè ah ah ah

(bravo Azimov, anche riletto dopo tanti anni, e quanto lungimirante...)
(Rispondi)
 
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 16/09/16 alle 22:33 via WEB
ammesso e non concesso che la storiella è come la raccontano, no, non avrebbe sbagliato a fidarsi
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 16/09/16 alle 22:32 via WEB
Giusto, poi però mi spieghi perchè ci sono persone che vivono nel rispetto altrui, ed altre che invece vivono sono in funzione di se stessi... Adamo ed Eva facevano meglio a non vergongarsi... pensa se vivessero oggi, si autoassolverebbero se vedessero quanto schifo c'è nel mondo... che vuoi che sia una mela?
(Rispondi)
 
 
isry
isry il 17/09/16 alle 07:03 via WEB
peggio... direbbero che è tutta colpa del serpente e di Dio che ha messo l'albero lì in mezzo! ^___*
(Rispondi)
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 17/09/16 alle 01:05 via WEB
R.I.P. Tiziana.
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.