Creato da L1700s il 16/10/2007

Cosa dire e cosa no

PARE CHE CI SIANO SEMPRE COSE CHE SI POSSONO DIRE E COSE CHE NO NON SI POSSONO' PROPRIO DIRE...QUI POTETE DIRE TUTTO, EVITANDO GLI INSULTI OVVIAMENTE

 

 

« Prese in giroCHI LI HA ELETTI »

TAV: UN PO' DI CHIAREZZA

Post n°292 pubblicato il 07 Marzo 2012 da L1700s

Si parla della TAv come un'opra di valore "strategico per l'Italia" poi però quando andiamo a prlare dei costi, si scopre che ancora non sono stati quantificati, inoltre manca la VIA (valutazione di impatto ambientale) per un opera che estrarrà dalla montagna migliaia di metri cubi di roccia e amianto da smaltire, nel comitato di analisi dell'opera sono rimasti solo sindaci e amministratori PRO:TAV (si chiama "democrazia") scopriamo poi che le banche tra cui Intesa (di cui Passera era e tornerà ad essere socio o presidente...) presteranno allo stato a tassi d'interesse vantaggiosi per loro i soldi per fare la TAV, i posti di lavoro saranno poche centinaia e per u ntempo definito dalla durata dell'opera, inoltre essendo il TAV passeggeri sovradimensionato è stato riconvertito in merci e passeggeri...peccato che i 7 tunne lche collegano l'Italia all'Europa siano utilizzati per il traffico merci solo per 1/3 e che il nostro trasporto merci sia per il 90% su gomma. Perchè si mettano i container sui treni bisognerebbe tassare i Tir, il corridoio fantasmagorico che dovrebbe collegare ovest con est esiste già, semplicemente non passa per l'Italia (e a che scopo allungare il percorso per fantomatiche merci che da Lisbona dovrebbero giungere a Kiev?) inoltre in tempi di recessione, crisi economica e riduzione dei consumi si spinge per un opera sovrastimata che dovrebbe portare maggiori volumi di merci (mentre la line esistente è usata al 10-20% e abbiamo gia l'alta velocità con il TGV che arriva a Torino semplicemente impiegando un ora in più che con il TAV). In poche parole la TAV è un progetto sorpassato dagli eventi che ci costerà dai 3 agli 8 miliardi (ma in Italia i preventivi si sa lievitano per far arricchire i soliti furbetti) e darà ricchezza a pochi e casse più vuote allo stato, il biglietto di un TAv se lo potranno permettere quelle 280.000 persone che vanno di fretta e hanno uno stipendio alto, molto alto, per contro gli altri 3.000.000 di pendolari che ogni giorno prendono i treni locali continueranno ad usufruire di servizi scadenti, linee obsolete, treni e vagoni fatiscenti su cui le FS investiranno pochissimo: 4 miliardi contro i 98 miliardi impiegati per l'alta velocità in Italia, con scempi nel Mugello e sprechi miliardari per la stazione sotterranea di Firenze, senza contare i soldi da quantificare per la TAV in val di Susa, praticamente si buttano soldi per l'1% ricco o ricchissimo che può permettersi il TAv ,fregandosene del 99% degli utenti che prende i treni regionali per andare a lavor oogni giorno...classica logica liberista e primitivcapitalista con cui i privati fanno i soldi e la collettività perde servizi, lo Stato s'indebita ma composto com'è da uomini amici dei "privati" va avanti come uno schiacciasassi spazzando via anche il dissenso con giornalisti compiacenti e dove serve, manganellate, ordinanze prefettizie e militarizzazione del terriorio, senza dialogare con i cittadini di cui dovrebbe invece essere il rappresentante. Ecco il nostro modello di Democrazia....

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Colantuan/trackback.php?msg=11129358

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
etnego
etnego il 01/04/12 alle 11:40 via WEB
Naturalmente io sono pro TAV e approvo l'intervento energico dello Stato contro i violenti e il delinquentume che non ha di meglio da fare che rompere i maroni a chi lavora. Ma quando imparerete che in democrazia vince chi ha più consensi???
 
 
L1700s
L1700s il 01/04/12 alle 15:20 via WEB
La democrazia è una buffonata...allora fai "votare" gli abitanti della valle interessata dall'opera. senza minacce o ricatti, vediamo chi vince, tu sei per la TAV ma non vivi in quel territorio, ergo puoi solo stare zitto: se ti vengono a dire che devi avere un inceneritore vicino casa tua mi auguro che protesteresti anche tu (oppure sei stupido o suicida, fai un pò tu), documentati un pò ET...va
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

VIETATO L'INGRESSO AI LEGHISTI

CONSIDERANDOLI MENO CHE ESSERI SENZIENTI, ABORRO I LEGHISTI, SPECIE QUELLI "PADANI" CHE URLANO CONTRO ROM E CLANDESTINI E POI SFRUTTANO IL LAVORO NERO, I DELIRANTI DI "ROMA LADRONA" CHE EVADONO LE TASSE E VANNO IN RONDE MA ANCHE A PROSTITUTE, QUESTI IPOCRITI OMETTI E DONNETTE PICCOLI/E DI IDEE E PROFONDAMENTE LIMITATI, ORGOGLIOSI SOLO DEL LORO DIALETTO CHE VIVONO UNA VITA SQUALLIDA FATTA DI INTOLLERANZA, INTOLLERANZA, INTOLLERANZA QUI NON SONO TOLLERATI, GRAZIE.

 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: L1700s
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 41
Prov: CH
 

ULTIMI COMMENTI

AREA PERSONALE

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

fabioperfetti2002claudio.mariottogankakulskamikazetaalenar78angeligianORSOBRUNO6dglmichele.riccobenemonicao75L1700smax_6_66carra.mariowinmattmariaiacondino
 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

LA DIFFERENZA TRA IL DIRE E IL FARE...

 

NO SUV NO PARTY

 


Sono contro qualsiasi
forma di censura, o la
cancellazione delle
idee che non siano
menzognere o lesive
della libertà di una
persona o individuo
in quanto tale.
Le persone sono fatte
per confrontarsi ed
esporre le proprie idee.
Se si seleziona l'informazione
a proprio piacimento, senza
motivazioni valide 
si commette un crimine
e si dimostra la propria
stupidità:
capito CORSARO NERO?

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

GREENPEACE

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

LISTA NERA

Le dieci cose più inutili.

1.I SUV

2.Le raccomandazioni
clientelari

3.Berlusconi e
Veltroni

4.La "crescita"
decantata
dalle Banche

5.La guerra

6.Le banche

7.I fascisti

8.La carne di
balena

9.Bruciare i rifiuti
(diossina!)

10.La demagogia

 
 

L'ISOLA CHE NON C'È