Creato da L1700s il 16/10/2007

Cosa dire e cosa no

PARE CHE CI SIANO SEMPRE COSE CHE SI POSSONO DIRE E COSE CHE NO NON SI POSSONO' PROPRIO DIRE...QUI POTETE DIRE TUTTO, EVITANDO GLI INSULTI OVVIAMENTE

 

 

« LEGA DI FURTO E DI TANGENTI...Tempo d'estate »

DIAZ: UN CASO ANCORA APERTO

Post n°295 pubblicato il 18 Aprile 2012 da L1700s

Ieri ho visto il film di Daniele Vicari: Diaz

La violenza delle "forze dell'ordine" sembra quella di bestie rabbiose, in realtà se riflettiamo bene, quegli "uomini" stanno eseguendo degli "ordini" dati dai vari Gratteri, De Gennaro, Mortola, e via in basso fino al Vicequestore Fournier (alias Claudio Santamaria), poliziotto "buono" che chiede scusa ad una ragazza massacrata, anche se indossa una maglietta nera piena di simboli fascisti quali pugnali incrociati con asce e fasci littori. Per sgombrare un "manufatto in cui si trovano pericolosi black block i celerini del 7°, 6° e 5° reparto effettuarono una irruzione in una scuola pubblica, invece di utilizzare i lacrimogeni per far uscire gli occupanti e procedere alal persecuzione. All'interno dei 93 occupanti 60 furono massacrati con calci e manganelli, tra di loro, un giornalista della Gazzetta di Bologna, anziani, donne e semplici cronisti stranieri, senza contare ragazze che pesavano si e no 50 chili.
Per giustificare la violenza, alcuni "servi dello stato" fabbricarono prove false: attrezzi da muratori presi da un ripostiglio forzato, mazze di legno, qualunque pezzo di ferro spacciato per arma da guerra e dulcis in fundo due molotov portate da fuori ed esibite come trofei...fu trovato qualche coltellino e delle maschere antigas. Per il resto i fatti sono agli atti dei processi a carico di agenti di polizia e funzionari.
Nessuno di loro andrà in galera per via della prescrizione, pur essendo stati condannati in vari gradi di giudizio, la giustizia quando si tratta dei poliziotti, è lentissima, e nel 2014 gli ultimi reati rimasti come lesioni e falso saranno prescritti. In Italia non esiste il reato di tortura, i dirigenti di quella notte sono stati tutti promossi e dormono sonni tranquilli. Le persone vittime di quella mattanza hanno ottenuto solo il risarcimento dei danni fisici da parte dello Stato, lo Stato è daltronde il maggiore responsabile di tale barbaro e vile atto. Lo si definisce Stato di Diritto quando esso deve far valere non la forza bruta ma il diritto e la giustizia per tutti, anche per i black block. Quando una persona viene arrestata, se colpevole sarà giudicata in base alle leggi dello Stato di Diritto da un Magistrato, non esiste il sequestro preventivo, l'insulto e il pestaggio organizzato, perchè fino a processo sussiste la presunzione d'innocenza, vale per Berlusconi e Penati che hanno rubato, come per qualunque cittadino comune, secondo la Costituzione Repubblicana...altrimenti saremmo in uno Stato di Polizia, ma per avere ciò bisognerebbe emanare leggi speciali e imporre l'emergenza, e ciò non è giustificabile se parliamo di democrazia.In realtà non è così e se lo Stato ti vuole reprimere, come avvenuto alla Diaz e a Bolzaneto, per darti una lezione e stroncare il dissenso, lo farà. In altri paesi almeno le violenze emerse e tutte le false prove fabbricate come il falso accoltellamento di un agente alla Diaz, avrebbero provocato le dimissioni di tutta la catena di comando e dei due ministri "responsabili" di allora Castelli alla Giustizia e Fini agli Interni. Ma l'Italia non è una democrazia compiuta, e il suo popolo, almeno una buona parte ha sempre avuto una predilizione per il diritto del più forte e del fascismo duro e puro. Purtroppo sono lontani i tempi in cui a tali "fascisti" si sparava nella schiena nel '44 in quanto traditori del popolo e del paese, con buona pace dei pamplet vittimistici di Giampaolo Pansa a favore dei "poveri repubblichini" ammazzati dai perfidi partigiani (Peccato che la resistenza sia il risultato della repressione da parte del Regime Fascista di dissidenti e partiti politici. Probabilmente ci vorrebbe un'altra guerra civile oppure una democratizzazione delle nostre "forze dell'ordine", facendo loro prendere coscienza della reponsabilità di quello che fanno, introducendo il numero di matricola per poter denunciare servi dello Stato che abusano del loro potere e soprattutto allontanando tutti coloro che non sono degni di indossare una divisa e hanno tradito la fiducia del popolo italiano. Solo così non si verificheranno altri atti mostruosi come quelli alla Scuola Diaz, e lo Stato non più connivente potrà guardare in faccia i propri cittadini. Ecco cos'è una Repubblica, invece si punta a ripetere lo stesso iter contro i valsusini, radicalizzando lo scontro e prendendo in mezzo agli scontri di qualche centinaio di black block e anarcoinsurrezionalisti 15000 abitanti della valle...Senza contare i vari "infiltrati" che Digos e Carabinieri hanno sempre utilizzato per far salire la tensione...Avvenne a Genova (ci sono le immagini di "black blocks" che parlano con la Digos o si coordinano con loro...) e avviene in Val di Susa, la disinformazione dei grandi organi di stampa e delle Tv nazionali fa il resto e si arriva a invocare la "pena di morte " per chi dissente o per lo meno di "spaccargli la testa a manganellate", qui non si parla di democrazia ne di dibattito politico, si torna semplicemente al diritto del più forte a massacrare il più debole, annientandone la capacità di ribellione. Peccato che la repressione di solito aumenta il dissenso invece di diminuirlo, senza contare la sfiducia verso polizia e carabinieri che più che "tutori dell'ordine" ci appaiono come pericolosi criminali che mettono in pericolo la nostra vita: i casi di morti "accidentali" per mano delle forze dell'ordine sono all'ordine del giorno, da Aldo Bianzino, entrato in ottima salute in carcere e morto inspiegabilmente in carcere dopo 3 giorni detenuto per possesso di marjuana, mentre mafiosi e piduisti sono a piede libero,  Stefano Cucchi, massacrato dai carabinieri, e poi Gabriele Sandri, colpito da un proiettile esploso da un agente della stradale, alle sue spalle, mentre era inoffessivamente seduto in una automobile, e Francesco Aldrovandi ecc cc. Ecco l'Italia dei più forti...

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Colantuan/trackback.php?msg=11243234

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
giampi1966
giampi1966 il 20/04/12 alle 15:26 via WEB
Dicono che da un colpo al cerchio ed uno alla botte è vero? Concordo pienamente sugli infiltrati, del resto la tecnica è sempre quella ormai da decenni e per fortuna per adesso non mettono bombe nelle piazze......
 
 
L1700s
L1700s il 03/05/12 alle 00:20 via WEB
Ciao, scusa ma vado salturiamente sul blog, diciamo che il film è buono ma poteva essere meglio:) Ciao:)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

VIETATO L'INGRESSO AI LEGHISTI

CONSIDERANDOLI MENO CHE ESSERI SENZIENTI, ABORRO I LEGHISTI, SPECIE QUELLI "PADANI" CHE URLANO CONTRO ROM E CLANDESTINI E POI SFRUTTANO IL LAVORO NERO, I DELIRANTI DI "ROMA LADRONA" CHE EVADONO LE TASSE E VANNO IN RONDE MA ANCHE A PROSTITUTE, QUESTI IPOCRITI OMETTI E DONNETTE PICCOLI/E DI IDEE E PROFONDAMENTE LIMITATI, ORGOGLIOSI SOLO DEL LORO DIALETTO CHE VIVONO UNA VITA SQUALLIDA FATTA DI INTOLLERANZA, INTOLLERANZA, INTOLLERANZA QUI NON SONO TOLLERATI, GRAZIE.

 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: L1700s
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 41
Prov: CH
 

ULTIMI COMMENTI

AREA PERSONALE

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

fabioperfetti2002claudio.mariottogankakulskamikazetaalenar78angeligianORSOBRUNO6dglmichele.riccobenemonicao75L1700smax_6_66carra.mariowinmattmariaiacondino
 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

LA DIFFERENZA TRA IL DIRE E IL FARE...

 

NO SUV NO PARTY

 


Sono contro qualsiasi
forma di censura, o la
cancellazione delle
idee che non siano
menzognere o lesive
della libertà di una
persona o individuo
in quanto tale.
Le persone sono fatte
per confrontarsi ed
esporre le proprie idee.
Se si seleziona l'informazione
a proprio piacimento, senza
motivazioni valide 
si commette un crimine
e si dimostra la propria
stupidità:
capito CORSARO NERO?

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

GREENPEACE

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

LISTA NERA

Le dieci cose più inutili.

1.I SUV

2.Le raccomandazioni
clientelari

3.Berlusconi e
Veltroni

4.La "crescita"
decantata
dalle Banche

5.La guerra

6.Le banche

7.I fascisti

8.La carne di
balena

9.Bruciare i rifiuti
(diossina!)

10.La demagogia

 
 

L'ISOLA CHE NON C'È