CONTA DI + IL VIAGGIO O LA META?

Post n°45 pubblicato il 08 Maggio 2008 da indianrose24

LA FELICITA' E' UN VIAGGIO, NON UNA DESTINAZIONE
"Per tanto tempo ho avuto la sensazione che la vita stesse per aver inizio, la vita reale. Ma lungo il tragitto c'era sempre qualche ostacolo, qualcosa che aveva maggiore priorità, qualcosa di incompiuto, tempo da spendere, un debito da saldare. Solo dopo la mia vita avrebbe potuto iniziare. Alla fine mi sono reso conto che proprio quegli ostacoli rappresentavano la mia vita, Questa nuova prospettiva mi ha aiutato a capire che non esiste un percorso verso la felicità. LA FELICITA' E' IL PERCORSO STESSO" (Alfred Souza)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

PAZIENZA di GIANNA NANNINI post-concerto:

Post n°44 pubblicato il 27 Marzo 2008 da indianrose24
Foto di indianrose24

Ti giri e cerchi di parlare
Da quale sogno vuoi tornare
Da quale angolo lontano
Ombre a rincorrersi sul muro
Mi viene incontro il tuo profumo
E’ un mare calmo l’incoscienza

E ho bisogno di te
Pazienza
Che strani giorni amore
Si muovono le nuvole
Onde a toccare il cielo davanti a noi
Dammi le tue mani
Sei entrato senza far rumore
Hai preso tutte le parole
Ed hai sprecato ogni mia forza
Una rincorsa per le scale
Un’altra strada da sbagliare
Non ho mai fatto penitenza

Bastavi tu

Pazienza

Che strani giorni amore
Si cercano le nuvole
Onde a bucare il cielo davanti a noi
Prendimi le mani
Che strani giorni amore
Si cercano le nuvole
E darsi tutto e farsi male
E andare a fondo, a fondo per cercare
Svegliati, sali su, fino a me
Brilla già in ogni via la tua luce
Chissà se avremo un’occasione
Ancora un cambio di stagione
Io benedico la tua assenza
Beata me
Pazienza
Che strani giorni amore
Leggeri tra le nuvole
E resta addosso il male e il bene
Nascondo tutto, tutto nelle vene
Come sorridi tu, nessuno
Come mi guardi tu, nessuno
Oltre satelliti e aquiloni, seguirti ancora
Arriverà domani
Splende già in ogni via quella tua luce

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

LETTERA D'AMORE DA MONTONE A CAPRA:

Post n°43 pubblicato il 19 Marzo 2008 da indianrose24
Foto di indianrose24

Incollo qui la lettera d’amore di Montone a Capra tratta da “La lettera d’amore” di Cathleen Schine.

Cara Capra
come ci si innamora? Si casca? Si inciampa, si perde l'equilibrio e si cade sul marciapiedi, sbucciandosi un ginocchio, sbucciandosi il cuore? Ci si schianta per terra, sui sassi? O è come rimanere sospesi oltre l'orlo di un precipizio, per sempre? So che ti amo quando ti vedo, lo so quando ho voglia di vederti. Non un muscolo si è mosso. Nessuna brezza
agita le foglie. L'aria è ferma. Ho cominciato ad amarti senza fare un solo passo. Senza neanche un battito di ciglia. Non so neppure quando è successo.
Sto bruciando. E' troppo banale per te? No, e lo sai. Vedrai. E' quello che capita, è quello che importa.
Sto bruciando.
Non mangio più, mi dimentico di mangiare, mi sembra una cosa sciocca, che non c'entra. Se ci bado. Ma non bado a niente. I miei pensieri straripano furiosi, una casa piena di fratelli, legati dal sangue che si dilaniano in una faida:
"Mi sto innamorando"
"Tipica scelta stupida"
"Eppure..... l'amore mi tormenta come fosse dolore"
"Sì, continua così, manda a puttane la tua vita. E' tutto sbagliato e lo sai. Svegliati. Guarda le cose in faccia".
"C'è una faccia sola, l'unica che vedo, quando dormo e quando non dormo".
Stanotte ho buttato il libro dalla finestra. Ho
provato a dimenticare. Tu non vai bene per me, lo so, ma quello che penso non mi interessa più, a meno che non pensi a te. Quando sono accanto a te, davanti a
te, sento i tuoi capelli che mi sfiorano la guancia anche se non è vero. Qualche volta guardo altrove. Poi ti guardo di nuovo.
Quando mi allaccio le scarpe, quando sbuccio
un'arancia, quando guido la macchina, quando vado a dormire ogni notte senza di te, io restocome sempre
Montone

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

GIOCO TRA I BLOG:

Post n°42 pubblicato il 18 Marzo 2008 da indianrose24
Foto di indianrose24

PUPA MI HA NOMINATO ED IO OBBEDISCO.PROSEGUO IL GIOCO:

Ecco cosa si deve fare per partecipare al gioco:


1) METTERE IL LINK DELLA PERSONA CHE TI HA NOMINATA
2) METTERE IL REGOLAMENTO DEL GIOCO SUL PROPRIO BLOG
3) INDICARE 6 ABITUDINI/PARTICOLARITA' PROPRIE, NON IMPORTANTI
4) NOMINARE A TUA VOLTA 6 PERSONE E METTERE IL LORO LINK SUL BLOG
5) AVVISARE QUESTE 6 PERSONE

Le mie 6 abitudini:

1) appena mi sveglio ho bisogno di un caffè espresso sennò non connetto. Ho fatto anche 3 km x trovarlo a Stoccolma.....

2) cantare a sguarciagola in auto

3) passare la mano dietro all'orecchio x sistemare i capelli

4) leggere la mail e guardare il conto on line ogni volta che vedo un pc

5) fare yoga appena vedo un ambiente dove potermi distendere

6) andare ai concerti a Firenze ogni volta che escono

ADESSO NOMINO ALTRE 6 PERSONE:

http://blog.libero.it/manidicartone/

http://blog.libero.it/cuoresilenzioso/

http://blog.libero.it/Dancing/

http://blog.libero.it/Goccetta/

http://blog.libero.it/keeLogan/

http://blog.libero.it/CRANIATE/

scusatemi ma il gioco va continuato, dai!:-)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

IO SONO DI LEGNO

Post n°41 pubblicato il 14 Marzo 2008 da indianrose24
Foto di indianrose24

Questa è la storia di come per ingannare il tempo in fila alla posta, ho sfogliato alcuni libri con noncuranza. Poi ho passato le dita sul titolo rialzato di uno di questi e l'ho aperto. Ho letto le notizie sull'autrice: giovane - cavolo. Ho letto una breve descrizione della trama e poi la prima pagina. Mi scorreva come un fiume in piena, prendeva forme e colori, le pagine passavano veloci sotto le mie mani - la fila era lunga ma io non aspettavo più con impazienza - è la storia di Giulia e Mia.

Un confronto fra donne, madre e figlia, un racconto a due mani, a due cuori, a due teste che in poche ore - sull'autobus, alla fermata del bus, in stazione ho divorato. Mi sgorgavano le lacrime, un nodo in gola, le emozioni si impossessavano di me anche se non ero nel luogo giusto, circondata da gente e passanti. Le ho vissute intensamente, capendole, sentendomele nel sangue e sulla pelle. Come nessun libro faceva già da un po' con me.

Non so come mai alcuni libri, come alcune persone ti si attaccano dentro e non si spostano, mentre altri se ne scivolano via come pioggia sul bagnato. E non so nemmeno se io mi ritrovo in quello che leggo o se è il libro che tira fuori me e anche qualcosa di più. So solo che è stato bellissimo e intenso, come non accadeva da un pezzo e ho già comprato l'altro romanzo di questa giovane scrittrice romana. Non vedo l'ora di leggerlo: MA  LE STELLE QUANTE SONO di GIULIA CARCASI. Secondo me ha stoffa e fa presa!Complimenti!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

ISIDE COME PENELOPE

Post n°40 pubblicato il 01 Marzo 2008 da indianrose24
Foto di indianrose24

Come Penleope aspetto il tuo ritorno - aspetto?- intanto questa volta parto. Ecco che Penelope diventa Iside alla volta di terre sconosciute, calde e misteriose.

E quando torno chi sarò?Questo è il mo percorso. E tu?Sarai il mio faraone o ancora il mio marinaio?

Distanza, freddo, kilometri, mare, equatore, insetti, lavoro, clienti, macchna, aereo, città. Pensieri, pensieri, pensieri.

PARTO.......

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

ARENATA,

Post n°39 pubblicato il 28 Gennaio 2008 da indianrose24
Foto di indianrose24

come una BARCA sulla sabbia

Ultimamente mi sento così. Ripenso a tutti i bei momenti passati e a quelli in cui sono stata assalita dall malinconia. Non capisco perchè la maturità, la consapevolezza si facciano sentire sempre più pesanti in me.

Mi sento diversa da molte persone che incontro e anche da alcuni amici. La consapevolezza mi ha reso malinconica. Da fuori non si vede, sono solare e sorridente come sempre, ma dentro di me sento molta tristezza di cui vorrei liberarmi. Mi sorprendo ad ascoltare cantautori che ragazze della mia età sbeffeggiano come vecchi, mentre io mi ritrovo perfettamente tra le loro note e le parole.

Mi ritrovo in un paesaggio, tra le pagine di un libro, in un film drammatico d'autore di quelli che molti considerano pallosi, in un gesto semplice, ma non banale..........Sono diventata critica e vedo la realtà con occhi diversi.

Il percorso che ho fatto e che sto facendo mi ha cambiata o sono io che sarei comunque andata in quella direzione?Perchè non ho più gusti facili, scontati, come tanti. Sto diventando snob senza volerlo?Eppure le persone che studiano con me la pensano com me, ma sono in minoranza. Alla fine gente in gamba come lro finirà x sentirsi emarginata perchè rifiuta gli streotipi della tv e altre banalità.

Mi chiedo anche se quelli che mi circondano fanno finta di non vedere e non sentire o se realmnte non lo sentono. E perchè ad alcuni è dato sentire troppo ed altri meno?Penso che viva meglio chi sente di meno e va spenierato verso l'ignoto.

Io col mio fardello di rabbia e consapevolezza mi aggiro malinconica nell'animo in cerca di qualcosa- qualcuno che sappia dare valore a ciò che sento, senza sentirne il peso.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

LA RUOTA

Post n°38 pubblicato il 23 Gennaio 2008 da indianrose24
Foto di indianrose24

Tutto cambia, panta rei, tutto si muove e si trasforma, ma l'essenza rimane la stessa. La vera natura delle persone cambia?

Ho imparato soltanto questo nell'ultimo periodo: la vita è una ruota e chi oggi è all'apice domani è probabile che non ci sarà. Le posizioni si possono invertire, i sentimenti si evolvono, cosa è che rimane immutato?C'è un punto fermo a cui aggrapparsi?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

LETTERA AL DIRETTORE DI MEDIASET

Post n°37 pubblicato il 14 Novembre 2007 da indianrose24
 

Gentile Direttore o chi per Lei leggerà queste righe,
sono una giovane donna e Le scrivo perchè non posso più farne a meno. Guardando al tv, negli ultimi anni mi sono sentita avvilita per il ruolo che voi della mediaset date alla donna. Non sono una femminista nostalgica, sono solo una ragazza di famiglia umile, ma con dei valori, che ha studiato con sacrificio per avere la laurea e la specialistica della nota riforma, che nel frattempo ha lavorato e portato avanti una relazione e una famiglia. Si chiederà cosa c'entra la mia inutile vita con Lei, eppure c'entra. Si incontrano nel momento in cui io guardo la sua rete mediaset e vedo che la figura femminile è ridotta, come vedo stasera su Italia uno, a una scemetta tutta curve, da palpeggiare e prendere in giro. Adesso nell'italia che va male con le colpe che ricadono sui giovani, ormai come dite voi adulti, senza valori, con i divorzi che aumentano, le famiglie che si sfasciano eccc...quali valori pensate di trasmettere con facendo vedere fiction in cui la moglie viene puntualmente tradita (peraltro sempre dai soliti due elementi quali Boldi e De Sica, che sempre si ripetono interpretando il ruolo di buffoni e non di attori) per una ragazza che di solito è una modella straniera?Ci prendete in giro?Pensate forse che queste scenette facciano ridere lo stupido popolo di italiani, ma non è così, o almeno non per tutti. C'è una parte della popolazione che si sente offesa, umiliata e svilita dal veder trasmettere questi disvalori, mentre noi donne forti combattiamo dall'altrta parte affinchè i nostri figli imparino il rispetto delle persone oltre l'apparenza dei corpi, come si costruisce con sacrificio, pazienza e amore una famiglia e quanta collaborazione e bene ci vogliano per farla restare unita.
Vorrei che si potesse partire da qui, da semplici immagini in tv a ridiffondere questi valori. Vorrei che gli uomini che creano questi copioni si rendessero conto di quanto vanno ad attaccarsi negli stereotipi delle menti di un bambino falsandone la realtà e influenzandolo nella formazione delle sue idee. Per favore, se non chiedo troppo, non cestinate questa lettera prima di esservi resi conto di ciò che fate. Chiedo trasmissioni senza stereotipi negativi e con valori positivi, perchè parte anche da qui la costruzione di una società migliore.
Grazie dell'attenzione e scusatemi per l'intervento doveroso,
cordiali saluti,

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

L'INCANTESIMO

Post n°35 pubblicato il 21 Ottobre 2007 da indianrose24

Una semplice riflessione: cosa è che spinge le azione delle persone?Voglio dire xè le persone escono di casa, vanno al bar, vanno allo stadio, al cinema, all'università, fanno figli, viaggiano?Cosa è che tiene unito tutto?
Mi sono stufata delle solite risposte che sento: ciò che fa girare tutto sono i soldi e il sesso!Questo secondo me non è vero, non PUO' e non DEVE essere vero!Se hai un pacco di soldi puoi comprare il sesso, ma non l'amore. Puoi avere una gran bella villa e il macchinone, ma sentirti solo, freddo e arido dentro di te. Puoi passare da un letto ad un altro, ma sentirti mai coinvolto, mai innamorato, mai con il cuore in gola e lo stomaco in sobbuglio. Allora è questa la vita?Io non credo. Penso che ciò che ci spinge a uscire di casa e fare qualsiasi altra azione sia la ricerca di magia. Come un incantesimo cerchiamo qualcosa di inspiegabilmente bello, principalmente emozioni. Si va al cinema, allo stadio per vivere delle emozioni. Alla fine vogliamo solo comprare emozioni di benessere. Scendiamo in piazza per manifestare contro il Governo, sperando magicamente che migliori le cose. Siamo dei grandi sognatori che ancora lottano, senza rassegnazione e sperano e stanno lì a vedere di cambiare il mondo in meglio. E xè ascoltiamo la musica, andiamo ai concerti, cantiamo canzoni, curiamo gli animali, leggiamo poesie, libri, creiamo invenzioni, scriviamo temi e dipingiamo quadri?  
                                        tramonto9        
 
ricerca di magia
 
Andiamo al pub sperando di incontrare qualcuno che ci faccia una magia e quando ci innamoriamo non è altro che un incantesiamo il patto d'amore che facciamo con il partner. Facciamo i figli con la speranza di creare qualcosa di buono, di magico, la vita stessa che nasce dall'unione di due esseri umani è la magia più grande.
 
Mi sembra che nonostante tutto il negativo che ci circonda siamo ancora un popolo di sognatori. Speriamo che l'incantesimo non finisca ancora.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

LE DROGHE

Post n°34 pubblicato il 11 Ottobre 2007 da indianrose24

Ciao a tutti!Vorrei aprire un confronto sul discorso delle droghe leggere. Recentemente ho avuto modo di parlare con molti ragazzi, amici, conoscenti, clienti di lavoro che mi hanno rivelato con molta leggerezza e non curanza di farne uso. Io credo che anche se definite leggere siano dannose x il cervello, mentre loro mi hanno elencato i numerosi effetti benefici. Vorrei sapere le vostre opinioni, se è frequente farne uso con leggerezza, cosa pensate, se è vero che 9 italiani su 10 le usano e soprattutto ciò che mi interessa non sono i numeri statistici ma le motivazioni che vi date (se ne fate uso) proprio con voi stessi. Ad se una persone si fa 10 canne al giorno ogni giorno è dipendente pur sostenendo che la mariuana non crea dipendenza?Io ammetto che sono ignorante in materia e sono rimasta molto preoccupata da queste reazioni, però amo il confronto e aspetto le vostre opinioni e informazioni.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

BUONE VACANZE...........SI CHIUDE X FERIE

Post n°33 pubblicato il 17 Agosto 2007 da indianrose24
Foto di indianrose24

Finalmente domani parto: spero di realizzare il mio sogno, visitare i luoghi che da tempo voglio vedere, parlare altre lingue, staccare dal lavoro, rilassarmi, buttare via la sveglia e l'orologio, dormire fino a quando voglio, ballare fino all'alba, abbronzarmi, visitare posti meravigliosi e tornare rigenerata.

Un saluto a tutti!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

 MI AIUTATE?

Post n°32 pubblicato il 29 Luglio 2007 da indianrose24
 
Foto di indianrose24

Ragazzi, questo weekend ho ritrovato un amico di Livorno che si è trasferito a Roma x studio. Mi ha fatto una certa impressione il cambiamento della parlata: è passato dal DE'LIVORNESE al MO' ANNAMO ROMANO, il che è fortissimo!

La sua vita è cambiata radicalmente, in meglio. Io che da sempre adoro Roma, sto accarezzando il sogno di trasferirmi là.

Ricordo che a 13 anni organizzai la fuga strategica a Roma, contattando una ragazza di una famosa trasmissione tv per teenager e se la mia famiglia non mi avesse scoperto sul più bello, forse sarei partita!

Hosempre avuto questo pallino: andare a Roma, ma perchè?

Ci sarò stata decine di volte eppure ogni volta che passeggio per la strada lì, mi giro e all'improvviso scopro un monumento nuovo, una piazza mai vista, un angolo caratteristico e mi stupisco, mi si riempe il cuore di bellezza e meraviglia.

Per me Roma rappresenta il sogno, l'irraggiungibile, la possibilità di cambiare vita e cogliere le molteplici opportunità che la città può offrirmi. Sicuramente se abitassi lì, impazzirei di gioia, parteciperei a comitati politici, corsi serali di lingua, corsi mattutini di psicologia e pomeridiani di cucina e poi la sera concerti, feste, passeggiate sul Tevere........non avrei un attimo libero. Per me rappresenta la vita piena, vissuta intensamente, con la consapevolezza che un giorno tutto ciò finirà. Mi piacerebbe sentirmi parte di un enorme organismo che la mattina presto si sveglia e iniza a fare rumore, a lavorare, a spostarsi. Vorrei sentirmi avvolgere dalla vita mondana che è come un'onda che ti fa sentire viva.

Ho paura di lasciare la mia attività, la mia "specie" di famiglia. Ho paura che mio fratello abbia un trauma per il distacco e che io mis enta fuori luogo, senza le mie amiche, non conoscendo nessuno. Dall'altra parte sento il desiderio di un nuovo lavoro, autonomo rispetto alla mia famiglia e che mi consentisse di poter dedicare tempo anche agli affetti, alla mia vita privata. Avrei voglia di mettermi alla prova, testare la mia capacità di rimettermi in gioco, di legare con persone sconosciute, di adattarmi ad un nuovo ambiente, rendere necessario il distacco dalla famiglia, senza farli soffrire troppo.

Sono confusa, contrastata e ho paura perchè non vorrei fare un salto nel vuoto.

Potete aiutarmi dicendomi quali sono secondo voi i pro e i contro di trasferirsi nella CAPITALE?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

VOI VESTITE FIRMATI?

Post n°31 pubblicato il 26 Luglio 2007 da indianrose24
Foto di indianrose24

Ultimamente ho avuto una lamentela da parte di una mia amica milanese x non parlare molto con lei. C'ho riflettuto ed è vero, ma penso che le persone con affinità si attraggano in amiciza e con lei non sapevo più sostenere una conversazione sensata.

Mi parlava sempre di abiti, borse e stivali firmati, mi mandava le foto, oggetti di lusso con prezzi da capogiro. Io le ho detto che vorrei andare in India a trovare il bambino che ho adottato. Non mi trucco molto, vesto semplicemente, sempre ben curata ma senza il pallino delle firme addosso. Sarò provinciale, di sinistra, cresciuta con un'educazione verso la semplicità, ma a me piace così. Al momento non sono interessata a questi oggetti e non mi sembrano grandi temi x una conversazione fra amiche.

Ho notato che mi trovo male in ambienti snob, con gente così, mi sembrano esagerati, fissati, con tutti i problemi che ci sono nel mondo, loro stanno lì nei localini "in" a bere champagne e cocktails e a vantarsi. Non è un discorso di soldi o di invidia, semplicemnte solo 10 min. non so di cosa parlarci.

Ci sono rimasta male..........qui ci possiamo giocare un'amicizia. Forse sono arrogante io a pensare che il mio stile di vita da paesana sia migliore, voi come vivete?vi vestite esclusivamente firmati?E' una cosa importante nella vita x voi?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

COME SI CAMBIA.....

Post n°30 pubblicato il 04 Luglio 2007 da indianrose24
Foto di indianrose24

Mi chiamano per uscire, guardo l'orologio: è presto, ma sono stanca, la giornata di lavoro è stata intensa. Non ho voglia di tuffarmi nella vita mondana, come si cambia....fino a poco tempo fa ero ingorda di attimi passati fuori tra la gente, le risate sonore con gli amici, il ballo in discoteca, le fughe alla spiaggia, la musica, il frastuono, la gente, i viaggi in gruppo....sempre avida di tempo da passare fuori, sempre pronta a vivere il più possibile ogni attimo in modo intenso.

Ma davvero l'intensità e la qualità del tempo libero si misura correndo correndo per cercare di fare tutto ciò che più ci piace?All'improvviso mi rendo conto che anche stare una sera in camera mia ad ascoltare il mio Guccini può darmi molto, forse di più di tutto quel rumore senza senso che c'è là fuori. E poi andare a far colazione al bar senza dover correre, potersi fermare a parlare col barista, un piccolo SCAMBIO di opinioni e poi a lavoro salutare la signora delle pulizie e fermarsi a considerare il suo mondo. Se provi, inizia una magia: ti si apre un universo pieno di colori e sapori che neanche immaginavi.

Ma allora forse vive meglio il suo tempo chi si gode le cose con calma?Chi mette cura in una cosa per volta?E allora xè mi affanno tanto a fare, creare, organizzare e disfare?Perchè non faccio mai una cosa sola ma almeno 3 contemporaneamente?Pensavo di vivere così più intensamente e fare il più possibile con la consapevolezza che siamo di passaggio su questa terra.

Ma al nostro passaggio lasceremo delle orme ben piantate o solo una scia che presto si perderà nel buio?E' giusto vivere intensamente, ma cosa significa INTENSAMENTE?Vorrei provare a non arrabbiarmi per motivi sciocchi, a fare carezze positive agli altri anche se non ci sono abituata, a sorridere senza dare consigli, a cucirmi la bocca quando non sono interpellata. Vive più intensamente chi fa rumore?chi sbotta, gorgoglia, si infiamma, fa azioni pratiche o chi si ritaglia il suo spazio di serenità, si crea un'atmosfera cordiale e tranquilla intorno intrecciando relazioni preziose?

Quante domande stasera........

buonanotte!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

BENVENUTI NEL MIO BLOG!

 

MY BEST MUSIC

Gianna Nannini

Avril Lavigne

Vasco Rossi

Lorenzo

Francesco Guccini

Francesco De Gregori

Antonello Venditti

Irene Grandi

Luca Carboni

Lenny Craviz

Francesco Renga

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

Ultime visite al Blog

surfinia60mariaassuntabrunodamiani72vorreimarcopruprissasabbia_nel_ventozoe86vbarbarasantoilaria.leveroneannalisabiondilori.dellortonikitaxyzkarin.1978mizar_am.serafini77
 

Ultimi commenti

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom