Creato da Drashta il 19/11/2006

Le Vie dell'Acqua

Consapevolezza e Realtà: La mia via personale attraverso la Scienza

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: Drashta
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 110
Prov: EE
 

FEED RSS

Le Vie dell'Acqua
 

AREA PERSONALE

 

ANALOGIE E ATTRIBUZIONI DI SIGNIFICATO

Nel 1865, Jules Verne scrisse il celebre romanzo "Dalla Terra alla Luna", nel quale immaginò la realizzazione di un esperimento scientifico senza precedenti: "Il primo dicembre, all'ora stabilita, dinanzi a una folla straordinaria di spettatori, ebbe luogo la partenza e, per la prima volta, tre esseri umani, abbandonando il globo terracqueo, si lanciarono negli spazi interplanetari con la quasi certezza di arrivare alla loro meta"

Poco più di 100 anni dopo, il 20 luglio 1969 il programma Apollo della Nasa raggiunse l'obiettivo di far atterrare un uomo sulla superficie della Luna e, in seguito, di riportarlo salvo sulla Terra (Apollo 11).

Nonostante le apparenti similitudini, che in realtà cadono ad un più attento esame ma che hanno comunque valso a Verne la fama di scrittore visionario, nessuno nel progettare le astronavi delle missioni Apollo si è mai sognato di riprodurre fedelmente l'idea del romanzo.

Così è per le tradizioni: esse non vanno ciecamente prese per oro colato né seguite o tanto meno applicate alla lettera. Sono il frutto di epoche passate e di mentalità comprensibili soltanto inquadrandole nel contesto storico che le ha prodotte. Non sono verità, per quanto alcuni possano disperatamente volerlo credere, sono appunto e soltanto tradizioni di pensiero.
Possono però essere prese come spunto di riflessione o come idee guida da verificare indipendentemente e con spirito critico, da comprendere ed utilizzare alla luce dei dati di realtà.
Così è per la meditazione.

save

 
Citazioni nei Blog Amici: 51
 

 

« Zaini e Noccioli Irrisol...Questioni di Identità »

Ignoto

Post n°38 pubblicato il 08 Marzo 2009 da Drashta
 

 

Non è l'ignoto che spaventa di più l'uomo .. ma l'ignoto dentro noi stessi.

 

Drashta


-------------------------------------------------------------------------------------------
"Guarda a tutt'occhi, guarda!" (Jules Verne, "Michele Strogoff")

Commenti al Post:
mynicelady
mynicelady il 19/03/09 alle 14:32 via WEB
L'apertura è la medicina la conoscenza è la pacificazione........ ma non è così facile da rinchiudere in una battuta da blog! Sereno giorno a te! :)
 
 
Drashta
Drashta il 20/03/09 alle 00:22 via WEB
No .. non lo è .. almeno finchè non ne raggiungi il cuore. Buon Week :-)
 
rossanadgl14
rossanadgl14 il 27/03/09 alle 14:36 via WEB
La mente va' dal cognito al cognito, non puo' spiegarsi l'incognito...questo provoca paura. Fin tanto che ci affideremo al ragionamento razionale non potremo andare oltre le mura della piccola (egoica) mente...ed è propio "oltre" che vi e' stato creativo...non so se si capisce...ma tanto la mia non vuole essere una verita'...assoluta-mente ! Ciao buona giornata.
 
 
Drashta
Drashta il 14/05/09 alle 04:27 via WEB
Beh .. credo che cmq il ragionamento razionale vada accompagnato all'approfondimento, altrimenti come possiamo correggere storture cognitive? :-)
 
   
rossanadgl14
rossanadgl14 il 14/05/09 alle 08:45 via WEB
Personalmente, ma non vi assicuro il successo del metodo, :)) spesso guardo alle mie caratteristiche cosìdette nevrotiche, alle reazione automatiche, come fossero personaggi che entrano in scena. Rendermi consapevole di questi ruoli e reazioni, difese... mi aiuta a sdrammatizzare gli eventi scatenanti la " messa in scena" e guardare a questi personaggi con la tolleranza, l'amore e l'ironia di chi sente che a monte ci sono dolori e desideri non appagati... che hanno maturato un atteggiamento di difesa... insomma mi fanna tenerezza, non riesco a condannarli... e più li conosco e meno loro hanna bisogno di entrare in scena per essere finalmente protagonisti... ma qiesta è una versione artistica, probabilmente fin troppo fantasiosa... ma molto creativa, e ti assicuro divertente... Ciao, buona giornata. Rossana.
 
     
Drashta
Drashta il 07/06/09 alle 20:12 via WEB
Ma invece concordo. E' importante che il pensiero reattivo sia visto per quello che è: interferenza appresa e rigida, personaggio dentro di noi, accadimento meccanico :-)
 
brida0
brida0 il 12/05/09 alle 12:18 via WEB
ci sono dei vuoti che non si possono colmare facilmente... è difficile guardar dentro se stessi con serenità e in maniera obiettiva...
 
 
Drashta
Drashta il 14/05/09 alle 04:28 via WEB
Difficile si .. ma non impossibile se è ciò che si sceglie di fare con coraggio .. :-)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

VIE DA SEGUIRE ..

La prima via da seguire non è la via dell'illuminazione .. ma la via della realtà.

 

ULTIMI COMMENTI

potrei sapere di chi è l'opera che hai usato come...
Inviato da: Alita
il 13/01/2013 alle 01:12
 
:-D
Inviato da: Drashta
il 16/03/2011 alle 04:09
 
Capita anche a me .. anche se lo paragonerei più allo...
Inviato da: Drashta
il 16/03/2011 alle 04:08
 
Forse sì .. e al contempo no .. :D Ciao Ross!
Inviato da: Drashta
il 16/03/2011 alle 04:06
 
Il pensiero crea .. vero .. in determinati modi lo fa .....
Inviato da: Drashta
il 16/03/2011 alle 04:05
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

letizia_arcuritirripitirrimariomancino.mse_forse_maimanuhhhskarma64DamianozdlAnnaZornettazcostruzioni2001Rosaria.VinciNoRiKo564daunfioreSky_Eaglec.desianteBollicinaEla86
 

INNER ENERGY

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.