Creato da: MainMoonMan il 29/12/2004

2°me ke sono 1 pirla
   
IL PARERE INUTILE DI UNO CHE NON CONTA UNA FAVA

Solo l'amministratore può inviare MMS ed SMS su questo blog!
 
 

   Messaggio N° 37 08-02-2005 
 

Post N° 37

LA LOTTA

Questo è un consiglio rapido rapido che voglio lasciarvi miei compagni di sventure (leggi "maschi fidanzati con femmine").

Avete presente quei momenti in cui siete accoccolati intimamente con la vostra metà e lei inizia, non so, ad esempio mordicchiandovi un dito e voi ve lo ritirate anche un po' indolenziti ed allora lei vi pizzica una guancia con la forza di una morsa meccanica?

Beh capita che si cominci così, ma ci sono mille altre varianti, c'è la ragazza che ti sculaccia, c'è quella che ti tira un orecchio, c'è quella sadica ma davvero sadica che ti tira i peli del petto, tutto questo è volto solamente a scatenare una vostra reazione!

Se fosse il tuo migliore amico a farti qualcosa del genere, beh, potrebbe essere il via di una bella e sana scazzottata o di un match di lotta greco romana, cadreste a terra entrambi esausti esangui e forse pure esanimi, ma sareste altrettanto piegati dalle risate e vi ritirereste su dandovi una mano l'un l'altro.

Ma quando è l'angioletto del vostro cuore a voler fare la lotta? Quando è il vostro amorino dolce dolce a darvi una randellata dietro la nuca con una mazza ferrata guardandovi ridendo con uno sguardo furbetto che vuol dire "è stato divertente vero?", beh in quei momenti ragazzi, se siete credenti e religiosi iniziate pure a farvi un bel segno della croce, perchè atroci sventure si abbatteranno su si voi di lì a poco.

Arriva dicevo e vi piazza una manganellata sul cranio o una "scuzzetta" dietro la nuca che sarebbe pure divertente se non ve la desse con tutta l'energia che ha nel suo piccolo corpicino indifeso (e se non portasse un anello di piombo), voi vi girate e lei è lì che vi guarda da guerriera amazzone con il corpo in posizione Bruce Lee.

Cosa fare?!?!

Consiglio:

LASCATEVI CADERE AL SUOLO E NON DATE SEGNI DI VITA PER ALMENO 20 MINUTI.

Dopo una serie di pugni, sulla schiena, gomitate sulle scapole e calci nel costato, dovrebbe in teoria stufarsi e scordarsi di voi.
Se siete sfortunati e non si annoia nel giro di un querto d'ora o poco più, iniziate a rantolare, (se riuscite a far uscire un po' di schiuma dalla vostra bocca è meglio), date segni di cedimento fisico/strutturale imminente, forse si muoverà a compassione.
Dopo di ciò dovrebbe essere tutto finito, voi potrete rialzarvi di terra doloranti mentre lei sarà già davanti allo specchio a rimirarsi la pancia e il culo con faccia a metà tra l'insoddisfatto ed il compiaciuto in attesa di un vostro complimento.

Perchè vi dico questo? Beh semplice...

Avete mai provato a difendervi mentre per giocare vi utilizza a mo' di sacco da pugilato?
Beh se lo avete fatto di sicuro avrete visto il suo odio e la potenza dei suoi attacchi aumentare in maniera direttamente proporzionale al numero di colpi evitati o parati fino a quando...

Sciagura!

Lei scaglia il suo affondo, voi memori di quanto appreso in Karate Kid eseguite una manovra "metti la cera togli la cera" e parate il suo colpo, ma...non avevate considerato l'orologio (possibilmente della breil che pesa 8 kg).
Il suo cazzotto omicida finisce esattamente sul vostro orologio in acciacio inox 18/10.
Sul suo viso un'espressione di dolore manco la stessero trucidando senza anestesia.
Parte la prima lacrimuccia ed a quel punto si avventa su di voi a mo' di kamikaze afghano riempiendovi di calci e pugni in maniera scomposta che manco un polipo cintura nera di Pulp Fu riuscirebbe ad evitare. Senza contare che vi sentite in colpa per aver fatto piangere il vostro angioletto e quindi non proverete nemmeno a difendervi.

Risultato?

Voi rimanete a terra rantolanti e gonfi come delle zampogne, ma quando vi rialzerete, non la troverete davanti allo specchio a rimirarsi le grazie, ma sarà con le braccia conserte davanti a voi con uno sguardo da serial killer e vi dirà:

"Pensi di dormire ancora molto lì per terra? No perchè gradirei che te ne andassi"!

Ed allora? Non sarebbe stato meglio gettarsi a terra al primo accenno di lotta?

Meditate compagni di sventure...

MMM

____________________________________________________________________

 
Inviato da MainMoonMan @ 16:26
COMMENTI: 30
 
   Messaggio N° 36 01-02-2005 
 

Post N° 36

NON HAI RISPOSTO?

Massì, quasi quasi chiamo un po' il mio amore, la mia principessina, il fiorellino delicato che occupa pienamente il mio cuoricino.

Uhm, dove avrò messo il telefonino? Cazz, non lo trovo, eppure ero sicuro di averlo qui con me, dove l'avrò lasciato? Vediamo un po', potrebbe essere qui...no, qui non c'è. Ah, allora forse è lì...no, non c'è nemmeno lì.
Vediamo, quasi quasi lo faccio squillare, prendo l'altro telefono, compongo il numero e...silenzio.

Maledetta vibrazione, dove lo avrò messo, uff eppure mezz'ora fa ce l'avevo, l'ho usato, dove cavolo l'avrò messo?

Lo cerco un po' dappertutto, e finalmente eccolo lì, in bagno, lasciato li quando sono andato a fare la...la...la barba hem...

Lo guardo e mi rendo conto che ci sono 4 chiamate non risposte ops chi mi avrà cercato? Ma guarda un po', è stato l'amorino mio, adesso la chiamo...

Ma guardo meglio e ci sono 5 messaggini...li leggo, uno dopo l'altro e via via la mia espressione passa da:

lieta a... (messaggio 1)

serena a... (messaggio 2)

pensierosa a... (messaggio 3)

preoccupata a... (messaggio 4)

terrorizzata... (messaggio 5)

Rimango un po' a pensarci, ma poi, prendo il coraggio a due mani e mi convinco del fatto che più aspetto e peggio è.

Compongo il numero, con la mano che quasi mi trema...

Tuuuuuuuuuu...

Tuuuuuuuuuuuuuu...

Tuuuuuuuuuuuuuuuuuu...

Tuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu...
 

PRONTO!

Ciao amore, ho visto che hai provato a cercarmi, pensa ti stavo chiamando anch'io...

TI STAVO CHIAMANDO UN PAIO DI PALLE!
Si amore
DOVE CE L'AVEVI IL TELEFONINO?
No, è che...
TI HO CHIAMATO 4 VOLTE!
Sì amore...
TI HO MANDATO 5 MESSAGGI!
Sì hai ragione amore...
DOV'ERI?
No è che...
PERCHE' NON RISPONDEVI?
Avevo la vib...
COSA STAVI FACENDO?
No, è che...
OGNI VOLTA CHE HO BISOGNO DI TE NON CI SEI MAI!
Ma no amore...
E POI SE NON TI RISPONDO IO UNA VOLTA TI INCAZZI! (quando mai)
Sì amore...
TI FAI I CAZZI TUOI!
No amore...
TE NE FREGHI DI ME!
No amore...

CLICK!

Le cose son due, o non metto più la vibrazione, o se metto la vibrazione custodisco gelosamente il telefonino tra le chiappe, così almeno di sicuro lo sento e rispondo col sorriso :D

MMM

____________________________________________________________________

 
Inviato da MainMoonMan @ 22:58
COMMENTI: 22
 
   Messaggio N° 35 28-01-2005 
 

Post N° 35

PENSIERINI 2...
(reloaded)

Ho scovato un quadernino di quando avevo 6 anni...ci sono un sacco di miei pensierini di allora, ne riporto alcuni, a rileggerli adesso rivelano molto di me...di quello che sono diventato. Analizziamoli assieme:

"A me non piacciono le nove e mezza, vorrei che non esistessero. Mia mamma dice sempre: "A letto, sono le nove e mezza". Se le nove e mezza non esistessero, io potrei restare alzato"

Chissà se ci credevo davvero...

"Il guardiano del giardino ha le chiavi appese alla cintura. Se riuscissi a prenderle potrei andarci anche di notte. Ma forse di notte ci vanno i papà e le mamme e si sporcano, ma come fa ad andare sullo scivolo la signora grassa del piano di sopra?"

Me lo chiedo ancora oggi...

"Al campeggio c'è un sacco di gente che non sa parlare, io li sentivo, ma non dicevano nemmeno una parola giusta, proprio non li capivo"

Alla faccia dell'Europa Unita e della multietnicità...

"Cara Nicoletta, ti ho vista al giardino, ma non ti ho riconosciuta, hai i capelli lunghi lunghi, ma perchè a te crescono tanto? Perchè mangi tanti spaghetti?"

Già e quando ha iniziato a mangiare le pere...

"La mamma mi ha comprato i sandali per l'estate, mi compra sempre quelli con i due buchi sulla punta e a me sembra che mi guardino due occhi bianchi o neri o blu, dipende dai calzini che metto"

Credo che mia mamma mi mettesse qualcosa nella minestrina, altro che formaggino!

"Quando faccio la guerra con i soldatini vincono sempre i soldati blu e gli indiani perdono, domani faccio vincere gli indiani altrimenti poi finiscono tutti"

Già attento alle problematiche dei nativi d'America

"Ho cercato di prendere l'oliva con la forchetta e invece l'oliva è saltata sulla camicia di papà, lui si è arrabbiato, ma io che ci posso fare se l'oliva non vuole essere mangiata?"

Cazzo di olive...

"Caro gelato, tu mi piaci ed oggi ti ho mangiato proprio con piacere, solo che quando sono arrivato a casa mi faceva male la pancia che mi sembrava che mi ero mangiato la panchina"

Avrò esagerato?

"Quando un moscerino va nell'occhio mi struscio tutto e mi diventa l'occhio rosso, poi dopo un po' non brucia più, ma il moscerino dove va a finire? Io penso che ci sia una scatolina dentro dove si mettono tutte le cose che vanno negli occhi, ma come la svuoto poi quando è piena?"

Eh...qualcuno mi sa dare una risposta?

"Caro muro, vorrei che tu ti levassi tra la stanza mia e la stanza della mamma e del babbo così di notte li potrei salutare con la mano"

Se m'avesse ascoltato, non avrebbero più trombato poveretti

"Non vorrei essere una bottiglia, stai sempre ferma e poi ti prendono per il collo"

Che scena pietosa...

"Quando mi metto le scarpe chiedo sempre scusa ai piedi perchè li metto in prigione"

Manco Madre Teresa lo faceva ne son certo...

Seconda tranche conclusa, e mi accorgo che ce ne sono ancora tanti...inizio quasi a vergognarmi...

MMM

____________________________________________________________________

 
Inviato da MainMoonMan @ 19:37
COMMENTI: 11
 
   Messaggio N° 34 28-01-2005 
 

Post N° 34

PENSIERINI...

Ho scovato un quadernino di quando avevo 6 anni...ci sono un sacco di miei pensierini di allora, ne riporto alcuni, rieleggerli adesso rivelano molto di me...di quello che sono diventato. Analizziamoli assieme:

"Cara mariella, eri al giardino con me e mi hai mostrato la lingua. Ti ho rincorso per prenderti, ma sei scappata via. Sfido, avevi la bicicletta"

Puttana!

"Caro bicchiere, se invece di darmi sempre acqua di cannella tu mi dessi cocacola, non saresti più un bicchiere di cucina, ma un bicchiere di sogno"

Non conoscevo il McDonald

"Cara mucca, se tu smettessi di fare sempre il latte, io sarei contento, potresti cambiare qualche volta?
Farmi le ciambelle, o la crema, o il panettone?
Grande e grossa come sei..."

Forse mia madre abusava di acidi in gravidanza

"Ieri ho visto una nuvola grande grande, sembrava un coniglio bianco, io mi sono messo a rincorrerla ma poi dopo un po' è scomparsa ed io sono caduto nel prato.
A me piacciono così tanto i conigli bianchi"

Forse ne deriva la mia passione per le conigliette di playboy (Mi recuperarono a 23 km da casa)

"Caro pappagallo, io ti sentivo cantare e ti vedevo saltellare nella gabbietta, poi ieri la gabbietta è rimasta aperta e tu sei volato via.
Chissà dove sei adesso"

L'insalata però te la mangiavi, bastardo!

"Da qualche parte nel mondo mi hanno detto che c'è un uomo in prigione, si deve sentire così solo, nella cella al buio con nessuno che lo prende per mano.
Mamma andiamo io e te"

Giuro che non era mio padre

"Caro albero, nel mio cortile ci sei solamente tu ora stai diventando verde. Io ti guardo e ti imito, immagino di avere i rami e le foglie.
Poi passa mamma e mi dice: "Cosa fai lì impalato, sei una statua?", e non capisce che invece io sono un albero".

Le mamme non capiscono mai una sega

"Caro frigorifero, dentro di te non c'è mai niente di buono, ti apro e vedo sempre i cavoli, la verza, le carote. Non ci trovo mai i budini e la panna montata ed i ghiaccioli. Sei dalla parte dei grandi tu"

Che infanzia infelice

"Caro piccione blu, ti vedo volare vicino al mio balcone e vorrei fermarti. Ma tu hai sempre fretta, come la mamma ed il babbo, ma possibile che abbiate sempre tutti fretta? Io vorrei parlare con te, fermati e stammi a sentire!"

Altro che Del Piero

"Ho visto un'auto che va nell'acqua, parte dalla spiaggia e va nel mare e fa tanto rumore. Sarebbe bello se le barche a vela venissero sulle strade, sarebbero molto più silenziose"

Pubblicità Q8 vent'anni prima?

"La signora del piano di sotto mi chiama sempre a casa sua, mi regala i cioccolatini e mi dice sempre di tornare da lei che me ne regala ancora"

Uhm...sta stora mi puzza...

"Pentola, tu dovresti fare le bolle colorate quando cucini qualcosa di buono e le bolle brutte quando cucini qualcosa di cattivo, così io saprei subito se devo avere fame o no"

Astuto...

Beh, con questa mi fermo per il momento, ce ne sarebbero tante altre, ma non vi voglio ammorbare, se invece siete masochisti, non avete che da chiedere...

Da tutto ciò come dicevo, si può capire molto del perchè oggio io sia la persona che sono. Preoccupante...

MMM

____________________________________________________________________

 
Inviato da MainMoonMan @ 13:09
COMMENTI: 7
 
   Messaggio N° 33 26-01-2005 
 

Post N° 33

E' DA UN PAIO DI GIORNI CHE NON MI FUNZIONA IL PC E DEVO RUBARNE UNO IN CASA QUANDO RIESCO, MA...TORNERO' PRIMA POSSIBILE!

(SO CHE SUONA PIU' COME UNA MINACCIA CHE COME UNA PROMESSA, )

MMM

_____________________________________________________________________

 
Inviato da MainMoonMan @ 00:10
COMMENTI: 7
 
   Messaggio N° 32 23-01-2005 
 

Post N° 32

LA TELEFONATA

L'ho amata è vero, l'ho amata più della mia vita stessa. In alcuni momenti mi pareva che le nostre anime stregate da un incantesimo, si fossero fuse in una sola, ma quel tempo era ormai lontano.
Non avevo potuto accettare quell'ultimo litigio, quell'ultimo, ennesimo litigio. Erano sempre più frequenti ormai, le tensioni avevano preso il sopravvento su tutti gli altri sapori della nostra storia. L'amore forse c'era ancora, ma si celava completamente dietro ostilità ed incomprensioni troppo ingombranti.

Era stata dura, ma alla fine avevo dovuto prendere una decisione e quella decisione era stata sofferta. Non potevamo continuare a stare assieme, l'amore a volte non basta a tenere unite due persone. Si può vivere una vita all'inferno per godere di pochi attimi di paradiso?
Non era più sostenibile e così, forse vigliaccamente decisi di sparire.

Non le lasciai alcun messaggio, semplicemente sparii, nessuna parola, nessuna spiegazione, nessuna lettera o messaggio o telefonata o, tanto decantata chiacchierata a quattr'occhi.
Sapevo che se l'avessi guardata negli occhi non sarei mai riuscito a lasciarla, quegli occhi erano in grado di squarciare il mio cuore, erano in grado di abbattere tutte le mie barricate, di sciogliere completamente la mia durezza.

Non sembrava poi tanto difficile, i giorni passavano, un po' lenti per la verità, ma passa vano. Facevo nuove amicizie, incontravo nuove ragazze, ma non mi sentivo pronto per affrontare una nuova storia e così, rifuggivo tutte le possibilità che mi si presentavano. Mi voltavo dalla parte opposta se mi rendevo conto di aver attirato l'attenzione di qualcuna, non volevo aggiungere confusione alla confusione

Ormai ne ero fuori, era passato un po' di tempo ormai, non la sentivo, non la vedevo, e non pensavo nemmeno un poco a lei. Oramai potevo considerarmi "guarito"!

Capitò così che un giorno, suonò il telefonino...

Drinnnnnnnnnnnnnnnnnn!!!

Driiiiiiiiiiiiiiinnnnnnnnnnnnnnnnnn!!!

Drrrrrrrrrrrrrrriiiiiiiiiiiiiiinnnnnnnnnnnnnnnnnn!!!

Drrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiinnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnn!!!

Ero ancora un po' assonnato, risposi senza nemmeno guardare chi fosse e...

"Pronto?"

"HAI FINITO DI FARE IL COGLIONE!!! ALZA IL TUO CULO PELOSO DA QUEL LETTO E VEDI DI ESSERE QUI DA ME IN MEZZ'ORA SENNO' M'INCAZZO SUL SERIO!"

...

...

...

...

...

...

...

...

"Scusami amore, arrivo amore...."

...

...

Stavolta sono arrivato al terzo giorno...Vita di merda...Ma ce la farò...

MMM

_____________________________________________________________________

 
Inviato da MainMoonMan @ 23:41
COMMENTI: 7
 
   Messaggio N° 31 22-01-2005 
 

Post N° 31

E' PERMESSO?

Me lo concedete un post non pirla? Giuro, cercherò di non farlo troppo spesso, trovo scorretto l'uso di un mezzo pubblico per uno scopo privato! Come? Il blog è un mezzo privato? Ah beh allora, non rompete le palle!!! :))

Cara Amica mia...

Tu con gli occhi tristi, non essere scoraggiata. Mi rendo conto, è difficile prendere coraggio in un mondo pieno di persone, puoi perdere di vista tutto e l'oscurità dentro di te può farti sentire piccola, ma io vedo i tuoi veri colori trasparire io vedo i tuoi veri colori ed è per questo che ti amo. Quindi non aver paura di lasciare che si mostrino i tuoi veri colori, i tuoi veri colori sono bellissimi come un arcobaleno. Mostrami un sorriso poi, non essere infelice, non ricordo quando ti ho vista ridere l'ultima volta se questo mondo ti fa impazzire e tu hai caricato tutto quanto puoi sopportare, chiamami, perchè tu sai che io sarò lì e vedrò i tuoi veri colori trasparire. Io vedo i tuoi veri colori ed è per questo che ti amo. Quindi non aver paura di lasciare che si mostrino i tuoi veri colori, i tuoi veri colori sono bellissimi come un arcobaleno.

Vorrei aver scritto una lettera del genere ad una mia amica almeno una volta in vita mia, ma non l'ho fatto, l'ha fatto Cindy Lauper...

»TrueColors«

You with the sad eyes
Don't be discouraged
Oh I realize
It's hard to take courage
In a world full of people
You can lose sight of it all
And the darkness inside you
Can make you feel so small

But I see your true colors
Shining through
I see your true colors
And that's why I love you
So don't be afraid to let them show
Your true colors
True colors are beautiful,
Like a rainbow

Show me a smile then,
Don't be unhappy, can't remember
When I last saw you laughing
If this world makes you crazy
And you've taken all you can bear
You call me up
Because you know I'll be there

And I'll see your true colors
Shining through
I see your true colors
And that's why I love you
So don't be afraid to let them show
Your true colors
True colors are beautiful,
Like a rainbow

...mi son venuti i brividi amica mia...

MMM

_____________________________________________________________________

 
Inviato da MainMoonMan @ 23:25
COMMENTI: 2
 
   Messaggio N° 30 21-01-2005 
 

Post N° 30

SETTIMANA BIANCA AL MARE

Siamo andati allegri al mare,
che gran gita, da scordare.

Prima notte tutti rossi,
non ci siamo neanche mossi,

notte dopo un poco meglio,
ma il suo sonno zitto veglio,

Terza notte quasi sbavo,
dice "resta ancora un poco bravo",

notte dopo è quella giusta?
ha mangiato l'aragusta?

Ciò vuol dire niente sesso?
Mi rispose "NO!" dal cesso.

Quinta notte adesso basta!
Lascia stare, ancora casta.

Sesta notte, premo dal basso,
che non mi pianti ancora in asso.

L'ultima notte mi si propose,
porca vacca le sue cose.

Tempestivo il ciclo arriva,
non la rende assai giuliva,

puntuale mai s'inghippa!
Ho capito... un'altra ...

MMM

_____________________________________________________________________

 
Inviato da MainMoonMan @ 22:44
COMMENTI: 10
 
   Messaggio N° 29 20-01-2005 
 

Post N° 29

ODE ALLA MANO

Alle otto meno venti sono arrivato,
alle nove sul sedile il tuo sedere hai poggiato.

Son partito dopo un bacio profondo,
mi sentivo il più fortunato del mondo.

Siamo giunti al ristorante che avevamo deciso,
ho eseguito un parcheggio proprio preciso

Siamo entrati, menù in mano abbiamo scelto,
il servizio non è stato proprio svelto.

A metà tra il masticare ed il parlare,
più che altro sono stato ad ascoltare.

Quante cose hai da dirmi amore mio,
quasi nulla però ti importa il parer mio.

Parli parli e mai ti fermi,
aspetti solo che io confermi.

Ti sorrido, ti trasmetto simpatia,
non capisci che vorrei solo andar via?

Siamo stati 3 ore in quel locale,
andar via non sarebbe poi male.

Stare assieme, accucciati e abbracciati,
invece no, ancora sulle sedie incastrati.

Finalmente mi dici: "dai andiamo",
quello sguardo...oddio quanto t'amo.

Mentre pago e non penso al conto salato,
sotto sotto son già tutto ingrifato.

Penso a noi due su un sedile posteriore,
e sto attento a non fare alcun errore.

Usciamo dolcemente abbracciati,
i miei ormoni son già scatenati.

Con la macchina mi indirizzo al boschetto,
mi giro e mi fai anche l'occhietto...

Voce dolce mi dici dipiaciuta:
"ti cihedo scusa, mi son ricreduta"

Non vuoi più venire allo scuro?
Farò il bravo davvero lo giuro.

"Scusa amore, davvero son stanca",
questa scusa lo sai non mi manca.

Me la dici ogni volta che ci tento,
dentro me si crea solo malcontento.

Arrivando a casa mi dici "dai, che ti frega"?
Ah "nulla" rispondo, "stasera un'altra .... "

MMM


_____________________________________________________________________


 
Inviato da MainMoonMan @ 21:36
COMMENTI: 12
 
   Messaggio N° 28 18-01-2005 
 

Post N° 28

Fiabetta veloce...

I DUE PORCELLINI E
LA PORCELLINA LILLA

Il lupo arrivò alla casa del primo porcellino...

Fffffffffffffuuuuuuuuuuuuuu...

Un poderoso soffio e la casa volò via...

Il lupo passò alla casa del secondo porcellino...

Fffffffffffffuuuuuuuuuuuuuu...

La casa volò via...

Il lupo passò alla casa della Porcellina Lilla

Fffffffffffffuuuuuuuuuuuuuu...

...

...

...

...la Porcellina soffiò, il lupo divenne verde e cadde al suolo...

MMM

 _____________________________________________________________________

 
Inviato da MainMoonMan @ 13:25
COMMENTI: 10
 
   Messaggio N° 26 17-01-2005 
 

Post N° 26

CAPPUCCETTO LILLA

La mamma le aveva chiesto di andare a portare la parmigiana di melanzane alla nonna, lei si era incazzata perchè non aveva mai voglia di fare niente se non schiacciarsi i brufoli della fronte davanti allo specchietto mentre guardava Sentieri ed era andata.

Era uscita di casa, aveva preso tutte le scorciatoie, perchè seppure a qualche brigante fosse venuto in mente di rapinarla, sarebbe scappato una volta vistala in faccia, ed era arrivata a casa della nonna.

Era entrata senza bussare e già lì alla nonna erano girate le palle, poi l'aveva guardata in faccia ed aveva esclamato

"La morte!!!! E' venuta a prendermi!!!",

"Ma no nonna sono io, Cappuccetto Lilla"...

"Uh gesù, pensavo fosse il mio momento"

"Che occhi grandi che hai"
"Per guardarti meglio"

"Che orecchie grandi che hai"
"Per sentirti meglio"

"Che naso grande che hai"
"Sarà bello il tuo"

"Che mani grandi che hai"
"Le vuoi assaggiare in faccia?"

"Che collo grande che hai"
"E' sta cazzo di tiroide"

"Che spalle grandi che hai"
"Facevo nuoto"

"Che tette grandi che hai"
"Invidiosa?"

"Che pancia grande che hai"
"Sto facendo la dieta a zona"

"Che culo grande che hai"
"Non sono ancora arrivata in quella zona"

"Che gambe grandi che hai"
"Senti ma sei venuta a rompere i coglioni?"

"Che bocca grande che hai"
"E' per mangiarti meglio!!!"

Si strappò di dosso il vestito rivelando la sua identità, era il lupo!

Cappuccetto Lilla iniziò a urlare e piangere e urlare e piangere e urlare e piangere, le sue grida si sentivano in tutta la vallata, urlava, strillava, gridava come un maiale con le emorroidi irritate, piangeva singhiozzava, faceva un casino incredibile

"AIUTOOOOOO, AIUTOOOOOOO!"...continuava ad urlare,
"SALVATEMI, AIUTOOOOOOOO", non smetteva,

il lupo la guardava basito,

" SALVATEMIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII
AIUTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO,
MI VUOLE MANGIAREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE,
VI PREGOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO,
HO PAURAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA,
SALVATEMIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII,
AIUTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO,
SONO IN PERICOLOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO,
VI SCONGIUROOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO,
SALVATEMIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII,
MI VUOLE MANGIAREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE,
STO PER MORIREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE,
AIUTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO,
VI PREGO AIUTATEMIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII,
E' IL LUPO CATTIVOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO,
VI PREGO AIUTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO,
SALVATEMIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII
"


Tutto d'un tratto si spalancò la porta, il principe cianotico entrò e si trovò il lupo cattivo e Cappuccetto Lilla che urlava come un'aquila, l'uno di fronte all'altra...non c'era tempo da perdere, doveva agire, imbracciò il suo fucile e fece fuoco...

"E che cazzo non la smetteva di urlare..."

Il lupo lo guardò e annuì...

MMM

_____________________________________________________________________


 
Inviato da MainMoonMan @ 01:29
COMMENTI: 7
 
   Messaggio N° 25 16-01-2005 
 

Post N° 25

Stasera produco, adesso sono ancora troppo spaccato dalla giornata di ieri, mi butto sul letto, un po' di letargo e poi mi rifaccio vivo, so che resisterete. 'notte...ops, a dopo ciauzz

MMM

_____________________________________________________________________

 
Inviato da MainMoonMan @ 16:05
COMMENTI: 6
 
   Messaggio N° 24 14-01-2005 
 

Post N° 24

AMORE A DISTANZA

E' da poco che ho inaugurato questo blog e nel momento in cui ho deciso di farlo, non avrei mai pensato di arrivare a raccontarvi cose tanto private, che toccassero così nel profondo la mia essenza.

Ma è strana la vita, a volte si fanno o si dicono cose che non avremmo mai pensato di dire o di fare.

Per questo adesso sono qui a raccontarvi di un amore che dentro di me sta nascendo, crescendo e che mi sta portando alla pazzia, questa è la storia di un amore impossibile, un amore a distanza che non potrà essere consumato.

Non vi dirò il suo nome, anche se molti se sono attenti, avranno già capito di chi sto parlando, utilizzerò comunque un alias, un nomignolo di fantasia, la chiamerò Lilla, tanto son certo che lei capirà...

Beh, è da un po' di giorni che in me si è sviluppato questo interesse, non so esattamente che cosa mi abbia colpito di lei, forse la sua dolcezza, non me lo so spiegare, fatto sta che risveglia in me un desiderio difficilmente controllabile. Mi preoccupa la cosa, perchè in fondo, sono un ragazzo impegnato, "serio", so quello che voglio dalla vita, e difficilmente prendo sbandate. Controllo i miei istinti solitamente...

Ma è lì ed io me ne convinco sempre di più, la desidero, fortemente, voglio sfiorarla con le mie labbra, voglio farla sciogliere sotto il calore della mia lingua, voglio che sia mia e mia soltanto, ma non si può...

Lei è lontana ed io ora proprio non me la sento di andare da lei, sarebbe un passo troppo importante e benchè sia da da qualche giorno che questo pensiero mi affligge, devo cercare di controllarmi, non posso cedere, non posso fiondarmi da lei, penso sia il caso di far passare ancora un po' di tempo...

Ma...ma se nel momento in cui mi decidessi, lei non fosse più disponibile? E' meravigliosa, attraente, sono sicuro che qualcun altro ci avrà già messo gli occhi addosso, "Lilla...aspettami"! Ti desidero, mi piaci davvero, ma...non è il momento, ti chiedo solo di non andare via...

Lilla ormai lo sai, credo che tu te ne sia accorta, e per quanto io in tutti i modi stia cercando di sembrarti un bastardo, stia cercando di non farti capire che ti agogno così tanto, stia cercando di sembrarti così indifferente, lo so che tu lo sai...sento che hai capito, che ormai il mio unico pensiero fisso sei tu...

Forse sto scrivendo tutto questo per cercare di esorcizzare la mia paura, paura di non resistere alla tentazione e correre da lei, lei ormai è il mio sogno nel cassetto...

Temo che lo farò, ne sono quasi certo e la cosa mi fa perdere la stima che nutro per me stesso, lilla...

Lilla...

Apro questo cazzo di cassetto...

...

...

...

...e mi divoro sta barretta di MILKA "Il lilla che invoglia"...E VAFFANCULO AL FEGATO!

MMM

Scusate il delirio, ma mi stava troppo tentando...

_____________________________________________________________________

 
Inviato da MainMoonMan @ 13:33
COMMENTI: 12
 
   Messaggio N° 23 13-01-2005 
 

Post N° 23

NON TROVATE MAI NIENTE

accendino,

agendina,

ago,

assorbenti,

aulin,

auricolare,

bottoni,

blocchetto degli assegni,

cellulare,

chiavi di casa,

cotone,

cerotti,

diddle,

elastici per capelli,

fazzoletti,

forbicine,

gioielli e bigiotteria varia,

glitter,

halls,

indirizzario,

limetta,

libro,

monete,

notes,

occhiali da sole,

orologio,

pillole anticoncezionali,

pinza per capelli,

pinzette,

portafogli,

portamonete,

profumo,

quadernino,

rossetto,

rubrica,

segnalibro,

sigarette,

smalto,

spazzola,

specchietto,

tessera della palestra,

unghie finte,

ventaglio,

zippo.

"TI HO SOLO CHIESTO DI PRENDERMI LE CHIAVI DELLA MACCHINA, MA QUANTO CI METTI"?!?!?

...

...

...

Cazzo di borsetta...

MMM

_____________________________________________________________________

 
Inviato da MainMoonMan @ 21:47
COMMENTI: 10
 
   Messaggio N° 21 13-01-2005 
 

Post N° 21

LA PRINCIPESSA LILLA
ED
IL FALCO PELLEGRINO

V'era un dì in cui la giovane principessa lilla vagava sconsolata per la sua meravigliosa landa, piena di campi fioriti, alberi colorati, animali di ogni sorta, vi era davvero di tutto in quel meraviglioso posticino, gente allegra che saltava e cantava ad ogni angolo delle strade, i cavalli trainavano le carrozze con su padroni che invece di frustarli li accarezzavano per  farli camminare.
Tutto v'era in questo meraviglioso regno, tranne una cosa che sarebbe servita a render tutto ancor più gaio. Non v'eran uccellini, nè grandi nè piccini, nulla solcava la frizzantina aria che in quel luogo si respirava...

V'era un dì dicevo, in cui la principessa sconsolata vagava per questo fantastico regno, quando d'un tratto d'in s'una roccia le provenne una sorta di richiamo: "craaaaaaack principessa craaaaaaack"!
La principessa si voltò e l'unica cosa che vide fu un fantastico scoiattolo, allora vi si avvicino e gli chiese "sei tu o' dolce creatura che hai 'sì soavemente cercato di attirar la mia attenzione"?

"NON HAI CAPITO UN CRAAAAAAACK PRINCIPESSA"! Sentì, ma non era lo scoiattolo a pronunciar queste parole, allora la lilla principessina si guardò attorno, vedendo su una roccia coperta di muschio un bruttissimo rospo bubbonoso. Rifiutandosi di credere che da lui potesse provenir la voce la pricipessa proseguì con la perlustrazione ed ancora il rospo disse "E CHE CRAAAAACK SOLO PERCHE' SON BRUTTO NON MI GUARDI? CRAAAAAACK HAI CAPITO ORA PERCHE' NESSUNO GUARDA TE?"

La principessa allora si arrese all'evidenza, era effettivamente quel rivoltante esserino dalla pelle squamosa a proferir quelle parole e chiese lui:

"Perhè o' rivoltante animaletto cerchi di attirar la mia attenzione"?

"Craaaaack, Perchè in te vedo la stessa tristezza che alberga nel mio cuor o' vomitevole principessa dalle fattezze di troll Craaaack"

Un po' ferita da codeste irriverenti quanto veritiere parole, la principessa scoppiò in un pianto singhiozzoso..."E' vero..." disse "...sono dolce, educata, intelligente ho due tette da paura porto una quarta coppa C, sono bionda, parlo benissimo, sono acuta, spiritosa, acculturata...ma sono terribilmente bruttaaaaaa uuaaaaaaaaaaaahhhhh...e per questo NESSUNO MI CACA MANCO DI STRISCIOOOOO uuuaaaaaaaaaahhhhhhhhh"

"Craaaaaack Sono qui per questo orribile creatura... craaaack, slinguazzami ed io diventerò un uccello e sarò tutto per te"!

"Un uccello tutto per me!?!?! Con la gioia nel cuore la principessa lilla pronunziava queste parole, un uccello tutto per meee??? Che bello che bello che bello"!

"Ma che Craaaaaaack hai capito? Un uccello, un volatile, sai di quelli protetti dalla LIPU craaaaak"

"Ah un pennuto" pronunciò un po' delusa la principessa "Oddio, sarei felice di vedere un pennuto, nel mio regno non ve ne sono"

"Craaaack, slinguazzami e diventerò un grandissimo uccello, salirai sul mio dorso e ti porterò in una terrà meravigliosa dove la tua vità cambierà radicalmente, sono sicuro che mi ringrazierai craaaaaack"

Si convinse dunque la principessa dal volto di troll si avvicinò al rospo, il quale chiuse gli occhi per non guardarla in viso, aprì la sua bocca, e sparò la lingua il più lontano possibile per non farla avvicinare troppo...e slinguazzata fu...
Una luce accecante si sviluppoò da quel bacio, un'aura avvolse il rospo il quale mentre ancora sputazzava disgustato, pian piano assunse le sembianze di un meraviglioso falco pellegrino, fiero, col petto gonfio le ali all'indietro, la testa alta ed il becco stagliato versò l'orizzonte...

"Porca mignotta" esordì la principessina "ma sei proprio un gran bell'uccello"

"Sali"! Le rispose il falco "e nasconditi bene tra le mie piume, non voglio che li dove ti porterò, qualcuno veda che sei arrivata portata da me"

Un po' offesa per la verità, la lilla principessa salì, nascose bene lei e le sue tette tra le piume del falco e partirono...

Era piena di curiosità, il rospo le aveva promesso che nella terra in cui l'avrebbe portata, la sua vita sarebbe radicalmente cambiata, con la commozione nel cuore si appisolò cullata dal volteggiar del falco in quell'aria pungente...

Quando riaprì gli occhi, vide attorno a lei ed al falco migliaia di altri uccelli, grandi, piccoli, medi, più pennuti, meno pennuti, alcuni ancora implumi, volteggiavano, svolazzavano, cabravano, scendevano in picchiata, risalivano, eseguivano dei fantastici giri della morte...

Il falco si appoggiò a terra ed invitò la principessa a scendere e così ella fece, rendendosi subito conto di trovarsi sì in un luogo pieno di meravigliosi uccelli, ma anche che quel luogo era caratterizzato da uno strato di sterco al suolo alto svariati centimetri...

"MA DOVE MI HAI PORTATAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA"? Urlò la principessa, e non aveva ancora finito di pronunciare questa domanda al suo amico falco che già una serie di cacate l'avevano centrata in pieno immerdandola bene bene...

"Ti lamentavi del fatto che nessuno ti CACASSE MANCO DI STRISCIO, adesso non fare la principessa rompicoglioni e goditi questa tua nuova vita"!!!!!!

"La Principessa Lilla - MainMoonMan 2005"

MMM

...Occhio principesse ad esprimer desideri....

_____________________________________________________________________

 
Inviato da MainMoonMan @ 13:29
COMMENTI: 9
 
   Messaggio N° 20 12-01-2005 
 

Post N° 20

NON SAPETE DOVE PORTARLA!

Avete appena citofonato alla vostra ragazza, vi ha risposto e vi ha detto: "Arrivo subito".
Ve la siete portata la settimana enigmistica? No, perchè da quel "arrivo subito" al momento in cui poserà il suo delizioso fondoschiena sul sedile della vostra auto, potrebbe passare davvero un'eternità!
Allora ascoltate un po' di musica e magari come me benedite il giorno in cui avete fatto mettere l'autoradio con il lettore mp3, così almeno avete ore ed ore di ascolto, per allietare l'attesa.

Arriva finalmente lei, bellissima, la guardate entrare e inizia a fare la faccia offesa.
Che ho fatto? NON MI HAI NEMMENO FATTO UN COMPLIMENTO!
...parte l'operazione arrampicata sugli specchi...
Provate in tutti i modi a spiegarle che pensavate fosse sufficiente lo sguardo che le avete dedicato, così carico di desiderio per lei, pieno di approvazione, colmo di stima ed orgoglio per una fidanzata che è la fine del mondo...
Ovviamente non funziona, ma forse sarete riusciti ad addolcirla un minimo.
Si gira verso di voi e sorridentissima vi chiede: "Che facciamo"?
Il vostro cuore vacilla, il battito si fa irregolare ed affannoso, tremate un po' dalla paura, e sparate la vostra proposta.
"Andiamo al cinema!"
...MA CAVOLO AL CINEMA CI SIAMO GIA' ANDATI
(un mese fa),
NON POSSIAMO FARE ALTRO?
...Ok, passate alla seconda proposta: "Andiamo in birreria"
...MA QUALE BIRRERIA?
...potremmo andare in quella dove siamo andati la scorsa settimana
...NO, E' PIENA DI FUMO
(adesso inventeranno un'altra scusa)...
Ok, possiamo andare in quella vicino Piazza Statuto
...MA DAI, MA TI RICORDI QUANTO ABBIAMO PAGATO?
...Ok, possiamo andare in quella in Largo Tirreno
...MA QUELLA E' QUELLA DOVE CI SIAMO CONOSCIUTI, VORREI TENERLA PER I MOMENTI PIU' SPECIALI
...Ok, possiamo andare in quella che ti era piaciuta tanto, dov'eravamo andati con i miei amici del militare!
...MA E' DALL'ALTRA PARTE DELLA CITTA'!
...Ok, potremmo andare in quella che ha 300 tipi di birre diverse!
...NON MI HA MAI ISPIRATO QUEL POSTO!
(l'ultima volta vi aveva detto che le piaceva un casino)
Ok, allora lo so io, andiamo in quella in centro, vicino Piazza Vittorio che ti piace tanto...
...
...
...
MA DOBBIAMO PER FORZA ANDARE IN BIRRERIA???
...
...
...
Ma dovevi per forza farmene dire 200 prima di dirmi che non volevi andare in birreria?
...
Comunque inutile tergiversare, urge altra proposta!
Hai voglia di mangiare qualcosa?
MA LO SAI CHE SONO A DIETA
(ah sì? e da quando? boh...)
Ma hai voglia di andare in un locale o anche di fare due passi?
MA CHE NE SO, E' UGUALE PER ME.
No, perchè potremmo andare a fare due passi al Parco Europa!
AL PARCO EUROPA, MA FA FREDDO...
(penso che ci sia nel la stessa temperatura del resto della città)
Ok, allora non so, possiamo fare un paio di vasche in centro e magari ci fermiamo a prendere una cioccolata in qualche caffè carino che ce ne son tanti!
MA NON E' CHE ABBIA TANTA VOGLIA DI CAMMINARE
(allora non mi dire che per te è uguale)
Possiamo andare a giocare a bowling, o a carambola!
MA DOVE?
Non lo so, c'è quello dove siamo andati l'ultima volta.
NO, NON MI PIACE, CI SONO UN SACCO DI TAMARRI CHE MI STANNO SUL CULO
Ok, allora possiamo andare a quello vicino casa di Fabio.
MA NO, QUELLO E' SEMPRE VUOTO, METTE LA TRISTEZZA ANDARE LI.
Perfetto, possiamo andare in quello di Mirafiori
NO, NON TI RICORDI CHE ABBIAMO LITIGATO L'ULTIMA VOLTA CHE SIAMO STATI LI?
(Embè allora non ci possiamo più andare?)
Ah ho capito, possiamo andare a quello vicino al mio lavoro!
MA NON E' CHE ABBIA TANTA VOGLIA DI ANDARE AL BOWLING
(non me lo potevi dire subito...grrrrr)
Senti, possiamo andare in un disco-pub / disco-bar, così ci prendiamo qualcosa e balliamo un po'!
MA COME TI VIENE IN MENTE?!?!?
(che ho detto di strano?)

Allora iniziate a tentarle davvero tutte, anche le cose più impensate, pattinaggio su ghiaccio, piste di go-kart, luna park, circhi equestri, orto botanici, mostre, concerti, spettacoli teatrali, esposizioni, inaugurazioni di negozi, centri commerciali...provate anche a proporre di andare in un'altra città, un'altra regione, arrivate a proporre di andare in un altro stato, ma nulla, nulla, nulla...
La sua faccia sempre insoddisfatta vi guarda e sembra dirvi, non hai mai idee...
Allora per venirle incontro, provate a chiederle "Ma a te, cosa piacerebbe fare?"
MA NON LO SO, PER ME VA BENE QUALUNQUE COSA!

E noooooooooo!!!!!! Non è un cazzo vero, non va bene qualunque cosa, ti ho proposto 200 cose e non te ne sta bene mezza, non è vero che ti sta bene tutto!!!

Con aria angelica vi guarda e vi dice: SENTI, SE SEI NERVOSO E NON AVEV VOGLIA DI USCIRE, NON C'ERA BISOGNO CHE VENISSI FINO A CASA MIA E MI FACESSI PREPARARE DI CORSA PER POI NON FARE NULLA!

Ma non è vero, voi volevate uscire, e vi sarebbe andata bene quelunque cosa pur di stare assieme al vostro piccolo tesorino dolce...

Ma ormai è troppo tardi, la portiera si apre, lei scende, sbatte la porta tanto da far ribaltare la macchina (cazzo di quattrotuote), voi alzate la mano, lei entra nel portone senza salutarvi, abbassate la mano, partite sgommando e...fate attenzione alle stronze che frenano 100 metri prima dello STOP!

MMM

_____________________________________________________________________

 
Inviato da MainMoonMan @ 15:40
COMMENTI: 5
 
   Messaggio N° 19 11-01-2005 
 

Post N° 19

LITIGATE IN MACCHINA!!!

Come al solito CacciatricediSangue, con il suo modo così sanguigno di dirmi le cose, è stata illuminante.
Dei commenti non me ne frega poi un mazza, era più una sorta di provocazione la mia, ma riflettendoci, ieri avrei avuto da scrivere e non l'ho fatto per attendere i 10 commenti, avrei strozzato la mia "vena creativa" per una cazzata immane!
Già il mio neurone si fa un mazzo a capanna per elaborare qualcosa, se poi io mi permetto pure di sprecarlo per una stupida sfida, lui giustamente se ne va in prepensionamento e magari mi chiede pure i danni.
Ok, ok, ritirata quest'idea balzana, niente limite di commenti, se vi va di scrivere qualcosa ok, mi farà piacere, altrimenti, non scrivete nulla, lasciatemi magari solo i vostri indirizzi di casa così impiegherò meno tempo nella mia ricerca omicida!

Ed iniziamo a parlare di cose serie: LE DONNE!
Lo so, avevo detto cose serie...

Stanotte prima di addormentarmi mi sono venute in mente delle considerazioni, io amo la mia ragazza credo (ok, senza il "credo", era solo per fare un po' il maschio duro senza troppi sentimenti), la amo allora, ma non diteglielo.
Quello che non sopporto è, avete presente la pubblicità della RAI? "Lei vuole litigare ed accusa lui di voler litigare! Lui vuole litigare ed accusa lei di voler litigare..." NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO non credete a quella frase, lui non vuole proprio per niente litigare, lui tutto vorrebbe meno che litigare, volete che vi dica che cosa in realtà vorrebbe lui? E' un po' squallido, ma la realtà è che lui vorrebbe semplicemente che lei gli abbassasse la cerniera lampo e gli facesse
un'intervista coi fiocchi
! Ecco cosa vorrebbe lui!
All'uomo quasi mai interessa litigare all'uomo preme molto di più un soddisfacente rapporto di complicità! Complicità nel senso che lui potrebbe magari rallentare per non sbattere ed eventualmente darle una mano tirandola su e giù per un orecchio, ecco il prototipo di rapporto di complicità per noi uomini!

Ma i film non sono realtà (tanto meno quelli porno).
Ed allora ci si ritrova dinnanzi ad una verità completamente differente.
Voi avrete sbagliato a stare zitti magari quei 10 secondi in più? Lei si sentirà trascurata, vi chiederà perché non la consideriate più come facevate un tempo...
Voi le parlerete in continuazione per non dare l'idea di non considerarla? Lei vi accuserà di non riuscire a cogliere che in alcuni momenti è bello stare uno accanto all'altro senza dire una parola per "sentirsi" meglio.
Voi potrete fare qualunque cosa a quel punto, ma
sarà tutto vano...

Prima mossa che l'uomo fa per cercare di recuperare la situazione: Spiega alla propria amata che lui la ama e che le dispiace di non riuscire sempre a cogliere le sue esigenze, che vorrebbe essere il compagno perfetto per lei, darle felicità, farla sempre stare bene...

Risposta? NON URLARE CON ME NON USARE QUEL TONO E FINISCILA NON TI SOPPORTO QUANDO FAI COSI!

Ok, l'approccio numero uno non ha funzionato, proviamo con il secondo: Far scivolare piano piano la mano verso la sua, con il mignolino sfiorarla, far scorrere ancora la vostra mano fin quasi a prendere la sua...
Reazione? LASCIAMI IN PACE, LO SAI CHE QUANDO "MI FAI ARRABBIARE" MI DEVI DARE IL TEMPO DI SBOLLIRE!

Ok, secondo approccio andato a puttane...Ha bisogno di sbollire deve smaltire l'incredibile rabbia che cova in sè per ciò che le avete fatto, mostri! Allora pensate, “la lascio un po' in pace, continuo a guidare, poi magari tra un pochino le chiedo scusa, mi perdonerà” (ma chiedere scusa di che poi? boh...).
Così fate...passano esattamente 2 km e 600 metri, non di più e...
Reazione? TU TE NE SBATTI, LASCI PERDERE LE COSE, PENSI CHE VADA SEMPRE TUTTO A POSTO DA SE', SENZA METTERTI IN GIOCO, ODIO IL TUO LASSISMO, TE NE SBATTI I COGLIONI DI ME DILLO, DILLO! (ma no, non è così te lo assicuro) NO, ABBI IL CORAGGIO DI AMMETTERLO, E NON DARMI SEMPRE TORTO, VUOI SEMPRE AVERE RAGIONE TU!

Ok, allora cosa fate? Allungate la mano per prendere la sua, lei se la ritrae, e con uno sguardo assassino: "NON MI SERVE A UN CAZZO CHE TU LO FACCIA ADESSO SOLO PERCHE' HAI VISTO CHE MI HAI FATTA SOFFRIRE FREGANDOTENE, DOVEVA VENIRE DA TE IL GESTO!".

Voi siete al limite dell'esaurimento nervoso...ma tenete duro, sennò, per almeno altre due settimane di sesso non se ne parla, non dico farlo, ma proprio parlarne.

Lei intanto è sempre più accartocciata sul suo sedile spiaccicata contro la portiera, ha lo sguardo rivolto all'esterno, a metà tra il montante del parabrezza e l'infinito leopardiano...sempre caro le fu quel finestrino....
Ha un’espressione pietosissima, a guardarla vi sentite dei grossissimi pezzi di merda vero? Avete quasi il magone, il nervoso perché non riuscite a capirla, perché per voi sta solamente esagerando per una cazzata, (ma per cosa stavate litigando poi? Boh...)
Il pensiero che sia solo stupida come un'oca e che stia rovinando una serata che fino a quel momento era andata bene, lascia spazio ad un dubbio amletico: Ma non sarete davvero voi gli
insensibili? Non dovreste forse sforzarvi per cercare di capirla di più?

Siete ormai vicino casa sua, cosa dovete fare ora? Accostare semplicemente il tempo per farla scendere perchè non avrà voglia di parlarvi, oppure parcheggiare bene, per farle capire che siete intenzionati al dialogo, e che la amate tanto?

Non vi preoccupate, qualunque cosa voi facciate, avrete comunque sbagliato!

Caso A: Accostate, magari con le 4 frecce, lei si gira verso di voi con uno sguardo che nemmeno medusa sarebbe riuscito a lanciare tanto pietrificante e vi dice con i suoi toni pacati: AH MA ALLORA NON CAPISCI PROPRIO UN CAZZO? MI SCARICHI COSI', COME SE NULLA FOSSE SUCCESSO! VAFFANCULO! E scende sbattendo la porta che a momenti la macchina si ribalta (pure se ha superato tutti i test di quattroruote).

Caso B: Parcheggiate con cura, spegnete il motore, vi girate con calma, le riservate lo sguardo più dolce e comprensivo che riuscite a sfoderare, state per aprire bocca e...
Lei vi guarda con l'espressione che io definisco "povero idiota" che ti fa sentire effettivamente molto idiota e
vi dice dolcemente: AH MA ALLORA NON CAPISCI...SECONDO TE IO HO VOGLIA DI STARE A PARLARE CON TE DOPO QUELLO CHE MI HAI COMBINATO STASERA? (ma cosa cazzo le avete combinato? Boh…)... Scende e sbatte la porta (fanculo ai test di quattroruote).

Al che fate ancora l'ultimo sforzo, quello che vi consegnerà le chiavi del paradiso, guardatela mentre si avvia verso il portoncino di casa, seguitela con lo sguardo per vegliare sulla sua integrità, mentre lo sta aprendo, alzate la manina per salutarla...e riabbassatela subito, di sicuro lei non si sarà girata e voi vi sentirete ancora più imbecille e vi sfogherete partendo sgommando per dimostrare quanto siete uomini...50 metri ed uno davanti a voi inspiegabilmente frenerà allo STOP, pum...tamponato (sfiorato)...scende una donna, le chiedete scusa, eravate un po' sovrapensiero...
Reazione? SCUSA UN CAZZO, MA CHE CAZZO FAI, MA SEI RINCOGLIONITO...

Reazione (Vostra): Salite in macchina, testate ripetute al volante urlando in aramaico antico, scendete, pronunciate un VAFFANCULOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO che risuona fino alla base della NASA più vicina a casa vostra e andate via lasciando quella cretina con un minigraffietto sul paraurti parlare con il suo fidanzato a cui sta raccontando che uno coglione le ha sfondato la macchina e che lui è più coglione ancora perchè invece di essere a casa con la mamma malata dovrebbe essere lì con lei a proteggerla!

Non voglio esaminare i comportamenti delle donne, riportarli penso che sia per loro/voi la migliore analisi che si potrebbe formulare.

Ah, miei cari compagni di sventura, ovviamente dovrete farvi perdonare e sarà moooooooooolto dura dopo quello che le avete combinato! (Ma cosa cazzo le avete combinato? Boh..)

MMM

_____________________________________________________________________

 
Inviato da MainMoonMan @ 11:51
COMMENTI: 10
 
   Messaggio N° 15 08-01-2005 
 

Post N° 15

SESSISMO IN CHAT / BLOG (...e vita reale)

Non scopro l'acqua calda purtroppo, voglio solamente far presente una cosa che da troppo fastidio a me, "uomo" "maschio" "privo di tette" "ragazzo"...M o F? M M M MainMoonMan
Il discorso da fare sarebbe molto geenrale, bisognerebbe partire proprio dalle origini, dai tempi che furono, anche qui bisognerebbe partire praticamente da un Me bambinissimo, prima napoletano, poi trasferito vicino ad Avellino, insomma, per i miei genitori, più che un figlio sono sempre stato una sorta di mascotte, facevo ridere tutti gli amici dei miei, le figlie grandi degli amici dei miei facevano a gara per tenermi in braccio, ero davvero un fenomeno, tutte a coccolarmi, a trastullarmi, una sorta di paradiso...

Poi si cresce un po', come dicevo, mamma FIAT ci chiama qui a Torino, io allegro e simpaticissimo gagno del sud qui nella triste provincia di Torino sembro una sorta di Totò, rido scherzo, faccio le sceenggiate napoletane, facevo sempre ridere tutti, anche se ormai, intorno ai 10 anni, le ragazze, anche le figlie più grandi degli amici dei tuoi genitori, non ti tengono più in braccio...troppo scomodo e comincia ad essere sconveniente.
Sono una sagoma davvero, anche se comincio ad essere un po'...bruttino!
Già, perchè da piccoli piccoli, si è sempre carini, son davvero rari i casi in cui un bambino piccolo si possa definire brutto, ma quando si inizia a crescere, quando si prendono determinate fattezze...

Così arrivo alle medie, i professori mi adorano e mi odiano, vado benissimo a scuola, ma senza aprire mai un libro, mi bastava ascoltare in classe la lezione e gliela ripetevo pari pari comprese citazioni dalla spiegazione dei prof.
I compagni di classe mi adoravano, si spaccavano dalle risate con me, facevo una marea di cazzate, li facevo sempre divertire...
Le ragazzine...beh, tolta una certa claudia che ogni tanto faceva finta di non accorgersi che le stessi toccando le tette (forse le facevo pena, forse le piaceva), a parte lei, o forse lei compresa, tutte mi trattavano in maniera molto "materna" o al massimo da confidente, al punt che quando come al solito in quell'età decidevano di fare la classifica di bellezza dei ragazzi della classe, io venivo relegato sempre in penultima posizione, prima di un povero Lorenzo V. il quale oltre ad avere la sfiga di essere dotato di stupendi baffi foltissimi già in prima media, soffriva anche di aerofagia: una chiavica, uan sorta di consolazione per me.

Periodo delle medie saltato a piè pari, arrivo alle superiori, primi anni non cambia la solfa brutto ero e brutto stavo divenendo...le compagne di classe non mi cacavano proprio, le compagne di scuola penso non si siano mai accorte di me...
Insomma, devo aspettare la quarta superiore per avere un incontro vero e proprio con una ragazza, più grande di me per giunta, la quale penso che avesse fatto come fioretto quello di far perdere la verginità ad un povero sfigato quell'anno, ringraziando iddìo. Evito dettagli più o meno imbarazzanti.

Cresco cresco cresco, comincio a diventare proprio un ometto, brutto, ma un ometto, per fortuna in tutti questi anni la simpatia non mi è scomparsa proprio del tutto, anche se il mio spirito partenopeo fatica sempre più ad emergere liberamente, acquisisco un po' di fiducia in me stesso e nelle mie potenzialità e qualcosa in giro riesco persino a raccattare. Pure troppe a dir la verità pre uno bruttino come me.

Scopro poi la chat, a causa di un infortunio giocando a basket che mi costringe ad un'estate in casa.
Scopro la chat di digiland e inizio a chattare, conosco un sacco di persone, più o meno simpatiche, un sacco di ragazze pure perchè fortunatamente un po' di italiano lo so e chattando sfoggio un po' tutte la mia "arte".
Arrivano fidanzatine anche dalla chat (che bello il termine fidanzatine).

Ma forse sto correndo troppo...

Il punto era proprio questo, al mondo in teoria ci dovrebbero essere più donne che uomini giusto? Giusto! Mi sapete spiegare per quale cavolo di ragione: Vai a ballare e quattro quinti dei presenti in discoteca è composto da maschi. Entri in chat e tre quarti dei presenti è composto da maschi, senza contare che la percentuale aumenta pure se si va nella stanza " lei x lei ", vai a lavoro e sei settimi del personale è composto da maschi, fai sport e la maggior parte sono maschi, a scuola poi, io ero geometra, vi lascio immaginare.
Qualunque cavolo di cosa si faccia si è sempre circondati da maschimaschimaschimaschimaschi!

Allora giustamente, come insegnerebbe ogni professore di economia, quando l'offerta è poca rispetto alla domanda, il prezzo del bene aumenta inevitabilmente.
Diventa dunque sempre più difficile riuscire ad irretire una fanciulla, o meglio, per riuscirci, bisogna rasentare sempre più la perfezione.
In chat però anche la fanciulla di turno non può sapere dall'altra parte se ci sia Raz Degan o Mr.Bean, ed allora li "prova" un po' tutti, nel senso che il primo che se la accaparra ci parla, cerca di sparare le sue cartucce, magari manda una foto sperando di essere venuto talmente bene in quella cacchio di foto da sembrare pure carino, fino ad aspettare il verdetto: ci sta? non ci sta? usciremo? non usciremo? mi risponderà ancora? non mi risponderà più?
E si creano gli intasamenti, le code.
Noi maschietti cerchiamo di entrare nei pvt delle femminucce, le quali gran parte delle volte non ci calcolano minimamente nemmeno per scrivere "sono impegnata, mi spiace", qualcuno prima di noi se l'è già accaparrata!
Ne provi un'altra, altre dieci, fino a quando una ti risponde manco fossi l'essere più interessante della Terra.

Ciao!!!!!!

Fantastico - tu pensi - e ti butti a cpaofitto in qualche fantastico incipit per cercare di catturare la sua attenzione, le fai una domanda e...

e...

e...

e...

e...

e...

e...

e...ti arriva una risposta...dopo mezz'ora buona.
Sarà andata in bagno ti dici...Le fai un'altra domanda e... 

e...

e...

e...

e...

e...

e...

Allora le cose sono due, o è manomata, o è analfabeta o...o...o...sono io che vado troppo di fretta...
Poi, ti arriva una fantastica frase tipo questa: "...pere le mie misure, maialino!!!!"
Ed allora, visto che non le hai chiesto le sue misure e visto che non ci sarebbe apparentemente nessuna ragione per iniziare una frase da metà, con una parola pure mozzata, ti assale un dubbio..."MA NON E' CHE STA PARLADO CON QUALCUN ALTRO"?
Domanda retorica ovviamente...
La brava padrona dell'harem di eunuchi, fa il giro a rispondere a tutti, tutti tutti fino ad arrivare a te.

Tutti fanno le code per parlare con le ragazze, le ragazze, quelle poche che ci sono parlano benissimo in pubblica e tutti i maschi cercano di trascinarle in pvt, perchè poi? Cosa devono dire che non possono dire in pubblica?

La cosa peggiore è quando pensi di avere instaurato un buon feeling in pvt chiacchieri proprio bene, ti senti molto "intimo" e poi ti accorgi che contemporaneamente lei continua ad intrattenere una fantastica conversazione in pubblica, magari sulle emorroidi o qualcosa del genere.

In poche parole, le donne hanno sempre il coltello dalla parte del manico, benchè siano più dei maschi riescono a sembrare sempre di meno in maniera tale che l'offerta resti sempre bassa e il prezzo dunque alto, nei blog è lo stesso, le donne hanno sempre un miliardo di visitatori, che lasciano commenti per ogni minima inezia. Per i post divertenti e interessanti come in quelli irrilevanti e futili.

Uomini perchè siamo così? Perchè non apriamo gli occhi? Io sono certo che se un bel giorni ci decidessimo a fare una bella azione di forza, e ci rifiutassimo di concederci alle donne per un mese, due mesi, alla fine sarebbero loro a fare a botte per cercarne uno che "glielo dia"!

Meditate gente meditate seppure questo post è così sconclusionato, meditate ugualmente e poi fatemi sapere così, non mi devo sforzare io a meditare.

A presto!

MMM

_____________________________________________________________________


 
Inviato da MainMoonMan @ 11:46
COMMENTI: 5
 
   Messaggio N° 14 07-01-2005 
 

Post N° 14

Qualche post fa ho scritto di voler chiudere il blog, 2 sono state le cose che mi hanno convinto a tenerlo aperto: CacciatricediSangue che mi ha spiegato come potrebbe funzionare ma soprattutto amarea80 che con il suo commento odiosissimo mi ha fatto venire voglia di "non darle soddisfazione".

Sto studiando intanto che tipo di blog potrebbe diventare il mio, così com'è non mi convince, stavo pensando ad una sorta di "The best e le best of dei blog", mi piace forse, se capisco che voglia dire.

Meditabondo,

MMM

_____________________________________________________________________

 
Inviato da MainMoonMan @ 13:14
COMMENTI: 1
 
   Messaggio N° 10 06-01-2005 
 

Post N° 10

DEVO PROPRIO TAGLIARLI I CAPELLI???

Papermoon68, se ti capita di passare di qui, sappi che questo me l'hai ispirato tu.

Andare a tagliare i capelli: CHE PALLE!

E con questo potrei aver scritto tutto, ma c'è molto di più, sebbene tutto quanto serva solamente a spiegare perchè sià così "brutto" andare dal barbiere.

Partendo da quando ero bambino (primo ricordo di me da un barbiere), abitavo in provincia di Avellino all'epoca, con mio papà e mio fratello facevamo circa 40 km per andare a tagliare i capelli, andavamo a San Giorgio del Sannio, il posto era molto suggestivo, ma a tutt'oggi non mi spiego perchè mio padre si ostinasse ad andare tanto lontano.
Iniziava male la giornata perchè 40 km in un'alfetta 1.8 benzina con impianto a gas è già di per sè una mezza tortura, poi si arrivava, ovviamente c'era da aspettare, tanto, anche con me non ci parlava nessuno perchè ero bambino, l'unica cosa che i "vecchi" chiedono ad un bambino in provincia di Avellino è "a chi sei figlio"? Ma vedendomi con mio padre, anche questa domanda veniva meno. Lunga attesa dicevo, allora si guardava la tv anche perchè leggere il topolino era un'incazzatura, inquanto chissà perchè, mancava sempre qualche pagina, la copertina quanto meno, ma almeno qualche pagina della storia...
Allora si guardava la tv e non so perchè, c'era sempre Moreno Argentin, fantastico ciclista che ha segnato i miei tagli di capelli da bambino (strana la mente umana).

Sono cresciuto poi, sono arrivato in provincia di Torino (mamma FIAT ha chiamato anche noi).

E' in provincia di Torino che ho incontrato il barbiere più assurdo della storia dell'umanità, andavo con mio papà all'inizio, e senza remore, benchè io fossi tutt'altro che maggiorenne, non ci risparmiava la descrizione della sua notte selvaggia di sesso con la moglie maiala (anche nelle fattezze), ovviamente presente in negozio in veste di assistente scopatrice (di capelli...maliziosi!).
Una sorta di bufalo con la R moscia e le calze a rete, perennemente affacciata dietro la tenda della vetrina per poter sparlare di ogni povera creatura di Dio passasse malauguratamente davanti al negozio.
2 le cose da ricordare di FabVizio (Fabrizio pronunciato dalla moglie): benchè sempre ti chiedesse come volevi i capelli, e benchè gli si dessero indicazioni prima durante e dopo il taglio, alla fine i capelli te li tagliava sempre come cazzo voleva lui!
Seconda cosa da ricordare: Il fantastico calendarietto pornografico consegnato a Natale a mio padre ed a me (forse tredicenne)...e porca vacca se l'è intascati tutti e due mio padre, mi ha detto che li ha buttati, ma da ragazzo 25enne quale sono oggi, poco ci credo.

Con la memoria salto ad Alfonso, barbiere di Torino, sapeva tutti i cazzi possibili e immaginabili su: film masterizzati, giochi play station taroccati, cd musicali falsi, autoradio rubati, cellualari a metà prezzo...e via dicendo, e chissà perchè, dava per scontato che anche tu sapessi tutto di ciò, risultato: CHE PALLE!

Ancora un salto avanti, un mio collega mi porta da Ni co la, vorrei dare l'idea dell'accento sardo, in quanto sardo era Nicola. Carissimo ragazzo che non aveva un vero e proprio prezzario, ti faceva pagare in base a quanto gli girava quel giorno, poteva variare da pochissimo a tantissimo, niente vie di mezzo...Nicola era fissato di biciclette, ed è così che mi sono fatto una cultura sulle biciclette, da corsa, mountain bike, e tutti i generi, dal triciclo al velocipede, che angoscia, non mi dava un attimo di tregua, poverello era pure senza fidanzata a 36 anni frequentava i suoi bravi corsi di latino americano per trovarsela, ma non si voleva trovare una così "tanto per", voleva proprio quella giusta per lui...sono convinto che la donna giusta per lui dovesse avere i pedali al posto delle tette...ed il campanello al posto di...vabbè...

Mi trasferisco ancora, addio a Nicola, troppo lontano, arrivo da Gianni barbiere di moda...
La prima volta mi fa i capelli Enzo, il nipote, l'uomo con la testa più grossa che abbia mai visto, corpo esile e testa enorme...UN RAGNO!
Tutto sommato, mi trovo bene qui, riesco perfino a sopportare il fatto che Enzo mi racconti ogni santa volta di quanti proiettili ha sparato al poligono la domenica prima, ma mi trovo bene...se non fosse che da qualche settimana a lavorare da Gianni barbiere di moda è arrivata Lorena, una ragazza della mia età con la quale qualche anno fa consumai qualche amplesso qua e la per il puro gusto di...e poi, per non essere l'unico a non averlo fatto :-(
Situazione imbarazzante, Lorena che ti infila le dita nei capelli, magari con un po' di gel e te lo fa pesare manco avessi fatto la peggio schifezza che potessi immaginare. Imbarazzante le mani di Lorena in testa, se quelle mani si danno da fare tanto quanto davano da fare anni fa...non è solo imbarazzante.

Adesso ho la zazzera, dovrei andare a tagliare i capelli, ma non ne ho nessuna voglia e per fortuna, ho ancora un po' di febbre che mi giustifica a non uscire di casa...

Il mio desiderio? UN BARBIERE MUTO!

Non ho voglia di dover per forza rispondere o anche solo annuire mentre tocca i miei capelli, mentre mi mette le mani in testa, la testa è mia, è una parte intima del mio corpo, non mi va che la gente ci pasticci sopra eppure sono costretto, ma almeno che stiano zitti!

Mi sono lasciato trasportare, vi saluto, se mi verranno altre considerazioni sui barbieri, ve le comunicherò di sicuro...

Bye, bye,

MMM

_____________________________________________________________________

 
Inviato da MainMoonMan @ 00:53
COMMENTI: 4
 
 
Fai click per fare login

Dicembre 2022
 
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
Annateve a fa 1 giro
 
 
  CacciatricediSangue
erinn78
amarea80
ormedivento
visioneonirica
laiambra: tale cugina
ATTENTI A QUEI 2 !
psik3
mesidera
 
 
MENU
 

Home di questo blog
Invia a preferiti
Segnalazione abusi
 
 
ULTIME VISITE AL BLOG
 
 
   Denny_V
 marco.dicesare
 amarea80
 lunatikkia
 MainMoonMan
 
 leocesaro79
 nicapaccia
 leasoler
 volandfarm
 Stellacadente981
 psik3