gemini

il cielo brucia dentro la terra

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 56
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Word_UserITALIANOinATTESAspageticassetta2angi2010tirripitirriLutero_Paganolusimia2005magnumgmVasilissaskunkvita.perezcostanzatorrelli46Narcysseleoncinobianco1
 

ULTIMI COMMENTI

Avevo in bozza Dodeacaedro e l'ho pubblicato, testo...
Inviato da: Word_User
il 07/05/2021 alle 00:00
 
Impegnatevi di più con i post non posso essere l'unico...
Inviato da: cassetta2
il 02/09/2020 alle 09:18
 
salutino ^__^ ciao
Inviato da: angi2010
il 18/04/2017 alle 23:29
 
La speranza muore per ultima! :) Bentornata Angi
Inviato da: deteriora_sequor
il 14/02/2017 alle 09:28
 
L'hanno scampata entrambi...fiuu.. pensavo peggio
Inviato da: angi2010
il 13/02/2017 alle 23:30
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Attaccato al muro insiem...Attaccato al muro insiem... »

Attaccato al muro insieme all'ombra XXXII

Post n°262 pubblicato il 19 Ottobre 2016 da deteriora_sequor







"Papà sta male" dissi ipnotizzato dopo avere posato il cellulare
sul tavolo "Un blocco renale. Dal tono di voce mi sembra che le
cose si stiano mettendo peggio." E allora, solo allora ci fu la reazione
di Danilo, che mi fece percepire quanto fossimo lontani persino
nel dolore. Prese a sbattere la testa contro il muro insieme ai
pugni, rischiando di fare un buco nella parete. Lo so, avrei dovuto
stare zitto ma lasciai la mia voce sovrastare il cervello: "Adesso
il tuo cuore sanguina ma per mia madre non avevi abbastanza
riserva di lacrime." Lui si interruppe e si voltò a guardarmi con il
volto deformato dalla preoccupazione. "Tuo padre è tuo padre,
mia madre era mia madre." Lo precedetti. Lui parve reagire, ma
subito tornò a voltarsi e a tempestare di colpi la parete. Era, in
tutta evidenza, la maniera primitiva che possedeva per evocare
qualche spirito in cielo. Dentro di me, nel frattempo, avveniva una
strana metamorfosi: come se le condizioni critiche di mio papà
avessero un forte potere calmante sui miei nervi, come se la sua
situazione tragica mi allontanasse il pensiero di Erminia e della
sua assurda fine. Chiodo scaccia chiodo. E, finalmente, vedevo
il mio fratellastro crogiolarsi nel dolore e nella disperazione 
lasciando da parte le sue saggezze, le sue buone e confortevoli
parole e il suo ottimo esempio meditativo. "Fa male, vero?" Lo
incalzai per vederne le labbra tremare, gli occhi rossi e il naso
che colava, e intanto non cessava di piovere e il pendolo batteva
implacabile i secondi, assediando la pena di entrambi. "Dobbiamo
andare a visitarlo." Trovò la forza di bofonchiare tra le lacrime" Non
possiamo abbandonarlo. Lo è già stato abbastanza." "Prima in lista
arriva mia madre. è morta per prima. E se Luigi schiatterà avranno
un posto vicino al cimitero." Non capivo dove stessi trovando quel
cinico coraggio. Percepivo solo la presenza di mia mamma che mi
implorava :"Picchia dura e non lasciare tregua a quei due. è il modo
migliore per ricordarmi." Fu da quel momento che cominciai a
percepire la tangibile presenza di Erminia al mio fianco non più
nelle vesti di una tranquilla massaia dedita per una vita alla famiglia,
ma in quelle di una Erinni implacabile e feroce, determinata a
strappare anche nostro padre a questa valle di lacrime. Presi le
chiavi della macchina e mi rivolsi a quel relitto che era stato Danilo:
"Allora, vuoi venire anche tu? Guarda che per me è indifferente. Dopo
passiamo all'ospedale." Feci, ambiguamente. Lui si ripulì il viso alla
bell'e meglio, poi uscimmo dalla nostra cella monacale e, sotto un
acquazzone che non mostrava di cedere, ci dirigemmo all'auto,
e poi via, verso la morgue.






(Continua)








 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: deteriora_sequor
Data di creazione: 13/05/2013