Creato da nina.monamour il 11/06/2010
 

Il Diavolo in Corpo

Di tutto e di piu'.....

 

 

Auguri a tutte le mamme del mondo..

Post n°8707 pubblicato il 12 Maggio 2019 da nina.monamour

 

 

 

 "Grazie mamma per avermi insegnato ad amare ed

aiutare il prossimo senza mai pretendere nulla.
Grazie mamma, per avermi messo al mondo, per avermi insegnato tutto ciò che è importante per viverci e soprattutto perché fai parte del mio mondo.


Ogni giorno un pensiero, un ricordo, un bacio sulla fronte in cambio una rosa gialla, le dita accarezzano i petali per coglierne il profumo ed ubriacarsi di te mamma.


Ringrazio sempre Dio di avermi dato una Mamma come te, sei stata una donna speciale, un'amica, una sorella. La Mamma ci dà la vita, ci sostiene nei momenti difficili con parole, consigli, dà un sorriso al momento giusto, mamma grazie di tutto..

Buona Festa della Mamma..

 

 
 
 

Il maestro elementare..

Post n°8706 pubblicato il 11 Maggio 2019 da nina.monamour

 

A.jpg

 

Stasera voglio parlarvi di un maestro che gira la Basilicata per diffondere la lettura.

Quando la lettura va ben oltre il piacere e diventa necessità, strumento di vita, strumento di ribalta, strumento di incontro, si incontrano persone vere e splendide come questo maestro elementare e maestro di vita.

È grazie a Lui che ha preso il via l’iniziativa ed il progetto del Bibliomotocarro, una biblioteca itinerante realizzata con una moto Ape celeste (trasformata in piccola casetta con tanto di comignolo) e una raccolta di libri, in costante aggiornamento, di circa 1200-1300 volumi.

Libri per bambini, ma anche per adulti, perché la lettura non ha età e necessita solo di essere riscoperta, anche da chi non l’ha incontrata sin da piccolo.




 
 
 

L'autobiografia di Woody Allen..

Post n°8705 pubblicato il 11 Maggio 2019 da nina.monamour

 

 

 

Il New York Times racconta che l’anno scorso Woody Allen ha proposto un memoir, che è un racconto della propria vita in prima persona ma diverso dall’autobiografia, che è il racconto di tutta la vita, a diverse case editrici statunitensi, ma che tutte si sono rifiutate di pubblicarlo per non associare la loro immagine a quella di Allen.

Nel pieno del movimento femminista del #MeToo, Allen era stato criticato per aver parzialmente difeso l’ex Produttore cinematografico Harvey Weinstein mentre era tornata a galla la vecchia accusa di aver molestato sessualmente la figlia adottiva Dylan Farrow. Alcuni attori, come Colin Firth, dissero che non avrebbero più lavorato con Allen, altri che l’avevano fatto di recente, decisero di devolvere il ricavato del loro compenso a organizzazioni che combattono le molestie sessuali; per lo stesso motivo Amazon non ha distribuito il suo film, A Rainy Day in New York, e ha rescisso un contratto che prevedeva un totale di quattro film.

Il New York Times ha parlato con i responsabili di quattro grossi editori americani che gli hanno raccontato che molte case editrici hanno rifiutato, alcune senza nemmeno leggerlo, il manoscritto di Allen che avevano ricevuto dal suo agente. Nessun editore sembra aver firmato un contratto con Allen e se l’ha fatto, l’ha tenuto abilmente nascosto. Alcuni hanno usato la parola "tossico" per descrivere il rischio di lavorare con Allen al momento, non solo per scrupoli etici ma anche per il rischio di un grosso fallimento commerciale.

Del contenuto del libro non si sa niente e la scrittrice Merkin, da tempo amica di Allen, ha detto che lui ne parla come di un progetto a cui lavora da un po’, di non aver letto il manoscritto e di non sapere di che anni della sua vita parli e se affronti o meno le accuse di molestie, anche se ha aggiunto che è probabile che il memoir racconti il suo punto di vista. Il New York Times ha provato a contattare la società di produzione di Allen ma non ha ottenuto risposta mentre sua sorella Letty Aronson ha detto di non sapere che Allen avesse scritto un memoir.

Woody Allen non ha mai scritto un’autobiografia, nel 2003 stava per concludere un accordo con la casa editrice Penguin per 3 milioni di dollari, ma finì per chiedere più soldi e non se ne fece niente.


 
 
 

La consapevolezza della seduzione..

Post n°8704 pubblicato il 10 Maggio 2019 da nina.monamour





Che cosa distingue una donna da un uomo nel gioco di coppia? La conoscenza e la consapevolezza della seduzione; a credere fortemente nell’importanza di questo potere è un certo Joseph Messinger, Specialista della comunicazione non verbale e autore del libro "Il linguaggio proibito del corpo", edito da Piemme, in cui rivela la postura della seduzione, gesti e segnali da decifrare ma che risvegliano in modo automatico i sensi.

Tutto sta nella discrezione del gesto, nella finezza dei micromessaggi che si vogliono mandare, da bilanciare alla perfezione con la naturalezza e in armonia con la propria personalità.

Se si vuole piacere bisogna imparare a sedurre, perché se non esiste il bisogno di sedurre, esiste però quello di piacere. E la seduzione è un’arte, un’attitudine che richiede talento e che non può essere lasciata al caso.

Sfatiamo il mito per cui una donna dovrebbe passare la serata ad aspettare in piedi finché finalmente non riceve un invito per bere qualcosa. Se vi piace qualcuno, ci sono molti modi non propriamente espliciti e altamente più stuzzicanti per farglielo sapere.

Senza bisogno di svelarvi troppo o di cadergli ai piedi, del resto è la donna che sceglie l'uomo che la sceglierà, mandandogli un segnale velato, appunto, da decifrare. Gesti che vanno oltre all'apparenza estetica, ma che hanno a che fare con l'imparare a muoversi con codici non verbali ben precisi.

Un gioco di seduzione da mettere in atto sul filo del rasoio, senza cliché, in modalità attiva, da chi sa bene cosa vuole.


Risultati immagini per seduzione


Buon fine settimana..


 
 
 

Libero e forte..

Post n°8703 pubblicato il 09 Maggio 2019 da nina.monamour

 

 

"Che nome è Archie?". I social perplessi sulla scelta dei reali, ma il significato è nobile, qualcuno ironizza sul fatto che possa essere un omaggio al fidanzato di Candy Candy, ma in effetti la scelta non poteva esser più azzeccata per una coppia come Harry e Meghan.

Nove mesi di attesa per il parto, due giorni per le foto e una manciata di ore per conoscere il nome. L’aspettativa era tanta sul primo nato di Meghan e Harry e qualcuno è rimasto deluso dalla scelta di chiamarlo Archie Harrison considerandola troppo tradizionale per una coppia che ha dimostrato di rompere gli schemi dettati dai Windsor.

Sui social, dopo l'ufficialità, molti utenti si sono riversati per affidare a gif e commenti la loro perplessità. “Ci fate aspettare 9 mesi che sembrano 4 anni, ci negate la gioia di vedervi uscire dall’ospedale col principino in braccio e poi lo chiamate Archie?”, scrive qualcuno. ”È un omaggio al fidanzato di Candy Candy”, ironizza più di uno. “Kate vi ha battuto anche sulla scelta del nome”, sentenzia un altro.


In realtà, fanno notare alcuni commentatori, la scelta è stata tutt’altro che scontata e non potrebbe esser più adatta per il figlio dei duchi si Sussex, Archie è il diminutivo di Arcibaldo, nome di origine germanica che significa “libero e forte”.







Quando ti dicono che anche questa volta non hanno scelto il tuo nome e l'hanno chiamato Archie Harrison Mountbatten Windsor è semplicemente perfetto. Non capisco tutte queste polemiche, si sapeva già che Harry e Meghan non avrebbero scelto il solito nome tradizionale.



 
 
 

AREA PERSONALE

 

BUONGIORNO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

gabbiano642014fabioromeofrtanmikaligi4alfredo5700Estelle_kexiettoMario939brizolatcarlodri0902giancarlo.gervasioguamarcriddickdgl10giorgio.garbellinidolcesettembre.1
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 184
 

ULTIMI COMMENTI

lL coraggio più grande risiede nell'essere se stessi....
Inviato da: tanmik
il 24/05/2019 alle 05:22
 
Una dolce notte e altrettanto dolce Venerdì. C.
Inviato da: brizolatcarlodri0902
il 23/05/2019 alle 23:18
 
Buongiono Nina ciao
Inviato da: NonnoRenzo0
il 23/05/2019 alle 11:26
 
Spero che tu stia bene.. Un bacione.
Inviato da: eric.trigance
il 23/05/2019 alle 09:05
 
Le persone speciali profumano di sempliicità luccicano nel...
Inviato da: tanmik
il 23/05/2019 alle 04:31
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

**********

             

 

 

 

 

 

         

 

 

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20