Blog
Un blog creato da femmena77 il 14/11/2006

Starbucks coffee

racconti nati all'ombra di un caffè

 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: femmena77
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 43
Prov: VE
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 42
 

 

FINALMENTE

Post n°166 pubblicato il 07 Maggio 2008 da femmena77
 

Stasera parto, un po' per lavoro e un po' (molto) per relax.
A lunedì.

 
 
 

QUEL 30 APRILE DI 31 ANNI FA...

Post n°165 pubblicato il 30 Aprile 2008 da femmena77
 

Tanti auguri a me

P.S. Blog aperto per un giorno, casomai siate in vena di scrivermi due righe (astenersi volgari e perditempo).

 
 
 

UN NUOVO ARRIVO

Post n°164 pubblicato il 27 Aprile 2008 da femmena77
 

Lui si chiama Paride, ed anche se sembra un meticcio, in realtà è un Jack Russel Terrier di 4 mesi.
In realtà è di mia cugina, ma lei abita nell'appartamento accanto al mio, per cui nulla mi impedisce di spupazzarmi il cucciolo quando voglio.
Unica cosa negativa: quando mi vede si emoziona così tanto che fa pipì un po' qua un po' là.
Ma è adorabile...

 
 
 

La mia produzione odierna

Post n°163 pubblicato il 20 Aprile 2008 da femmena77
 
Tag: Cucina

Oggi ero triste e nervosa, avevo in mente di fare queste brioches e le ho preparate.
Naturalmente con la macchina del pane.
La particolare morbidezza è dovuta ai fiocchi di latte, ingrediente fondamentale per la buona riuscita.

Brioches ai fiocchi di latte

INGREDIENTI
200 gr fiocchi di latte (tipo Jocca)
100 gr. di acqua tiepida
1/2 cubetto di lievito di birra
1 uovo intero
la punta di un cucchiaio di bicarbonato
3 cucchiai rasi di zucchero (io ne ho messo di più perchè li ho fatto dolci)
2 cucchiaini di sale (io ne ho messo uno solo)
300 gr di farina (ho fatto metà manitoba e metà 00)
gocce di cioccolato
un tuorlo ed un po' di latte per spennellare
granella di zucchero

Inserire tutti gli ingredienti nella mdp (prima i liquidi e poi i solidi). A metà impasto inserire le gocce di cioccolato tirate fuori dal freezer. Dopo la lievitazione della macchina, formare le palline, porle su di una placca ricoperta di carta da forno e farle lievitare ancora per circa un'ora.
Al raddoppio spennellare con il tuorlo sbattuto con un po' di latte e cospargerle di granella di zucchero. Infornare a circa 170° per 15 minuti.

Ecco il risultato:

Più nel dettaglio:

 
 
 

RIDIAMOCI SU (tanto è l'ultima cosa che ci è rimasta da fare!)

Post n°162 pubblicato il 17 Aprile 2008 da femmena77
 

Modulo per la richiesta di residenza a Milano

Uffisi immigrasiun

Piasa del Domm, 50

20100 MILAN (PADANIA)

EL' SUTUSCRITT...................................................

NAT' A............................................. (TERONIA)

EL DI' DE...................................................

FORTUNATAMENT DUMICILIA`....................................

Vist i risulta` de le ultime elesiun voeri dumandà se fus pusibil avegh la

CITADINANSA MILANES

Se dichiara:

- De vess pentiì de vess un TERUN

- De rinnegaà tucc i sò urigin meridiunal

- De mangiaà almen du volt al dì la cassoeula e la cutuleta alla milanesa

Dumandi de pudeè frequentà el curs de Lingua e Cumpurtament Lumbard.

Prumett de nun ess puseeè racumandaà, de lavurà com un asin, pagaà i tass, ciamà men tucc i malnatt balabiott e ciaparatt dei me parent in teronia, de fà men casin la nott e de tifaà per il Milan, per l'Inter o per la squadra de Bergum!

De dir no pussè la parola "minchia" ma quand me fan giraà i ball disarò "VA DA VIA I CIAPP"

Ve garantisi che prima de andaà in lett dumandaria perdun a Sua santità Bossi Umberto e de vutaà per la Lega per i prosim cinc ann.

Cun la speransa che la dumanda la vegna acetada curdialment ve ringrasi.

IN FEDE

Il terun sig. ........................

 
 
 

NO COMMENT

Post n°161 pubblicato il 15 Aprile 2008 da femmena77
 

 

 
 
 

CATTIVI PENSIERI

Post n°160 pubblicato il 14 Aprile 2008 da femmena77
 

Stanotte ho dormito male, anzi di più.
Mi agitavo continuamente nel letto in preda a brutti sogni e pessime considerazioni sul fatto che c'è certa gente, munita di una gran faccia da culo, che crede di potermela fare sotto il naso.
Stamattina mi sono svegliata incazzata come una belva.
Adda passà a' nuttat!

 
 
 

PROVATE A FERMARMI

Post n°159 pubblicato il 05 Aprile 2008 da femmena77
 
Tag: Cucina

Non faccio altro che fare pane, dolci, pizze e quant'altro da quando ho la mia nuova fiammante macchina del pane.
Sto regalando pane a morire, perchè mica posso mangiarlo tutto io?
Mio fratello mi odia, perchè dice che lo faccio ingrassare, mentre mia madre mi ha già ordinato i panini napoletani da portare lunedì ai suoi colleghi di lavoro.
Ma io mi diverto troppo!
Ecco cosa abbiamo cenato stasera:

Dico solo una cosa: non l'avevo mai preparato in vita mia un danubio!

 
 
 

LA CENTAURA E' TORNATA

Post n°158 pubblicato il 31 Marzo 2008 da femmena77
 

Una decina di giorni fa circa, ho deciso che dovevo finire di dipendere dagli altri e svegliarmi all'alba per essere puntuale facendo affidamento prevalentemente sulle mie gambe e molto poco sui mezzi pubblici, così ho deciso di farmi un regalo.
Oggi, alle 17.00 sono andata in concessionaria per ritirare il mio premio. Eccolo:

Peugeot Geopolis 125, colore nero perlato, allestimento "city" con catena ABUS integrata alla scocca, bauletto e casco jet nero opaco in omaggio.
Inutile dire che è pesantissimo, ma tutto sommato maneggevole.
Dovrò prenderci l'abitudine comunque.
Mi è costato una cifra e finirò di pagarlo tra un anno.
Spero solo che non me lo portino via prima del pagamento dell'ultima rata.
Nel frattempo farò di tutto per togliergli via quell'aria così appetibile da scooter nuovo di zecca.
Finalmente sono di nuovo su strada!

 
 
 

PANIFICAZIONE

Post n°157 pubblicato il 30 Marzo 2008 da femmena77
 

Per Pasqua il mio uomo mi ha regalato questa meravigliosa macchina del pane

Evidentemente è convinto che io possa ingrassare più di così.
No, scherzi a parte, era una vita che desideravo la macchina del pane e lui mi ha fatto questa clamorosa sorpresa pasquale (vabbè che me l'ha spedita dopo Pasqua, ma è lo stesso).
La scatola è rimasta in camera mia per un paio di giorni perchè, causa lavoro matto e disperatissimo, non avevo neppure il tempo di tirare fuori il mio nuovo gioiellino culinario per dargli un'occhiata, fino allo scorso venerdì, quando ho deciso che era giunta l'ora di provarla e sono rincasata prima.
Che preparo?
La scelta cade su un panbrioche, anche visto che era avanzata una quantità incredibile di cioccolato delle uova.
Reperisco una veloce ricetta online, infilo gli ingredienti come da istruzioni (per chi non lo sapesse: prima i liquidi e poi i solidi) ed avvio il programma.
Tralasciando il fatto che ho del tutto ignorato il beep della macchina che mi avvertiva di integrare gli ingredienti dopo il secondo impasto (nella fattispecie il cioccolato), dopo circa due ore mi sono avvicinata all'oblo per vedere come stava andando la lievitazione e quello che ho potuto constatare è che una massa informe semiliquida giaceva sul fondo del cestello immota.
Chiamo l'artefice del mio regalo (che per inciso è un gran bravo massaio ed ha molta più dimestichezza di me con la macchina del pane), gli spiego il problema e lui mi dice che ovviamente ho sbagliato tutto. Mi consiglia di spegnere il programma e per non perdere gli ingredienti, di aggiungere tanta farina fino a che la massa non assume la forma di una bella palla.
Faccio come mi dice, il tutto mentre lui resta al telefono con me, riavvio il programma ed aggiungo gradatamente farina. La palla aveva iniziato a prender forma fino a quando la linguetta adesiva che teoricamente dovrebbe chiudere il pacco di farina, ma che in pratica è lì solo per amicizia non vola e finisce nell'impasto!
Nel giro di qualche istante viene inglobato completamente nell'amalgama e sparisce. Comincio a piangere, anzi no, bestemmio nel vano tentativo di riacciuffarla mentre la macchina sta allegramente impastando.
Ad un certo punto si ferma ed io deciso che prima che ricominci devo assolutamente ritrovare la linguetta adesiva. Infilo le mani nella impastatrice e comuncio a ravanarci dentro ma niente, la linguetta pare essersi dissolta nel nulla cosmico.
Mentre proseguono le mie giaculatorie e mentre inveisco contro tutti i santi del calendario (superfluo dire che lui, iss' o malamente, quello che mi ha donato la macchina, se la rideva allegramente manifestando tutto il suo disappunto sulla mia sbadataggine) mi sovviene di spegnere di nuovo il programma per dedicarmi alla pesca miracolosa in tutta calma e così faccio.
Ravano un altro po' con le mani nell'impasto, finchè la scorgo là, in fondo, placidamente incastonata nel panetto, quella stronzissima linguetta (già stavo immaginando di inventarmi una sorta di gioco a premi l'indomani per la mia famiglia sul fortunato che avesse trovato nel panbrioche la linguetta, un po' come quando tanti anni fa nella scatole di confetti si doveva trovare il cuore d'oro).
Mi lavo le mani, l'impasto è ovunque, pulisco alla bene e meglio la cassetta e la reinfilo dentro alla macchina.
Riavvio il programma.
Crollo addormentata visto che nel frattempo erano le 23.30.
Mi sveglio, intorno alle 3 e mi ricordo del mio primo esperimento con la macchina del pane.
Corro in cucina per vedere -a quest'ora dovrebbe aver terminato anche la cottura penso- sollevo il coperchio ed il mio primissimo capolavoro giace bello pimpante, ancora tiepidino nella cassetta.
Bello, penso. Torno in camera mia e mi riaddormento felice.
Ecco qui e qui cosa è venuto fuori da una sequenza di ingredienti impastati tre volte e rimaneggiati alla bene e meglio.
Tutto sommato è stato facile preparare il panbrioche!

P.S. Naturalmente sono caduta nella terribile dipendenza da macchina del pane, ed il giorno dopo -ieri- ho preparato un delizioso pane alle olive che è sparito in poche ore e sicuramente oggi preparerò qualcosa d'altro.

 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mi.fermosurraffatamarinda4marzialuglio_2016arrowina90stellina195P12cavallologistica.detralnapoli19601nellina.corteseenza_battianteodgl19PongaAterenziangelagiu.contrafatto
 

ULTIMI COMMENTI

Io però sono qui che spetto...psserai prima o poi...
Inviato da: Lady.Bugs
il 03/09/2010 alle 09:31
 
ma com' è che ci stufati tutti???
Inviato da: libertangoo
il 31/08/2010 alle 10:25
 
Che bello, ti aspettiamo!
Inviato da: Kastania
il 17/06/2010 alle 16:57
 
mi fa molto piacere.. mi sei mancata! a presto allora :-) *
Inviato da: Stellina_IO
il 15/06/2010 alle 18:19
 
Ahpperò! Detto proprio TUTTATTACCATO! Ripasso per caso e...
Inviato da: LupoSolitairo
il 09/06/2010 alle 19:51
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

ANCORA UNO SPLENDIDO DISEGNO DI YENTLG

immagine
 

LA MIA CRISI CREATIVA SECONDO YENTLG

immagine