Zacinto mia

Ciò nonostante ognuno, se non proprio felice, almeno non è infelice. E tira avanti.

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 38
 

 

CIAO NONNA

Post n°421 pubblicato il 07 Maggio 2019 da Oxumare81

Una pagina che non avrei mai voluto scrivere. Mia nonna se n'è andata. Era anziana, so di essere fortunato ad averla avuta con me anche da adulto, ma forse è proprio per questo che non riesco ad immaginare la mia vita senza di lei.

Una di quelle giornate fredde di inizio maggio, in cui si vorrebbe che il caldo ci scaldasse il cuore, ma l'inverno irrompe con le sue codate. Una sera di pioggia, l'ultima crisi respiratoria, osservavo con ansia la tua bocca, il tuo respiro affannoso, i movimenti frenetici di mani e gambe. Avevi già perso conoscenza. Ormai le crisi respiratorie si erano fatte frequenti, i polmoni erano pieni di liquidi. Speravamo che anche questa volta ce l'avresti fatta. A febbraio avevi superato la bronchite, l'anno scorso il terzo infarto, avevi rotto il femore due volte. Da sempre cardiopatica e diabetica, questa volta non ce l'hai fatta. Sei tornata dal nonno, da due figli, dai tuoi fratelli.

Ricordo quando ci portavi al mare, poi, più grandicelli, in montagna, ti fermavi a parlare con tutti. Raccontavi della tua infanzia. Avevi un cappello fiorato su cui si posavano le farfalle. Ricordo una volta che ti accompagnai a comprare una camicetta. La scegliemmo insieme. Ne fosti orgogliosa. Ricordo quando mi facevi dire il rosario con le litanie in latino mentre preparavamo la tisana alla malva. Ricordo i giorni drammatici in cui morì il nonno e con mio fratello restammo davte. Ricordo quando ci offrivi dolci a casa tua. Ricordo la tua ansia di partecipare al mio matrimonio e poi la lenta decadenza. Hai voluto bene a mio figlio. Ti ha dato tanti baci la domenica prima della tua scomparsa, l'ultima volta che ti ho vista cosciente. Voglio ricordarti così. Non ti dimenticherò mai.

 
 
 

IL CAPPELLO DELLA DISCORDIA

Post n°420 pubblicato il 23 Aprile 2019 da Oxumare81

Ci risiamo. Mia sorella e mia moglie hanno litigato di nuovo. Al termine del pranzo per l'anniversario di matrimonio dei miei zii, mia sorella si è messa a ridere per il cappello da Ape Maia di mio figlio e mia moglie le ha detto di smetterla. Io non ero presente perché ero andato con mio papà a prendere la macchina. Mia sorella sostiene che voleva solo dire che il cappello era divertente e che mia moglie ha avuto una reazione spropositata. Effettivamente il motivo era veramente futile, ma mia moglie afferma che la sua reazione è dovuta a mesi di atteggiamenti negativi da parte di mia sorella. Mia mamma avrebbe detto a mia sorella di smetterla, salvo poi dire a mia moglie di chiedere scusa a mia sorella. Le avrebbe fatto le sue scuse, ma lei afferma che non erano sincere. Mia moglie le avrebbe anche dato dell' infantile. Il giorno dopo mia sorella, in una lunga telefonata mi ha detto di non voler più aver niente a che fare con mia moglie perché è sempre stata ignorata o trattata male. Mia moglie, che il giorno prima, sembrava più serena dopo il chiarimento, se l'è presa con me perché non l'avrei difesa abbastanza. Io ho comunque detto a mia sorella che la scusava e che io ho sempre cercato di appianare le loro divergenze, che mia moglie non ce l'ha con lei a priori. Cos'avrei dovuto fare di più? Lei sostiene che dovrei tagliare i ponti con mia sorella. Vorrei vederla al mio posto. Io sono legato ad entrambe, non riesco a tagliare con una delle due. Se si trovasse nella mia situazione non credo che lei riuscirebbe a chiudere i rapporti. Lei dice che dovrei farlo per il suo bene. È stata fredda con me per due giorni, al termine dei quali mi ha detto che non vuole più vedere mia sorella e nemmeno farmi portare nostro figlio dai miei genitori. Mi sembra veramente esagerata anche perché non capisce che a soffrirci più di tutti sono io. Alla fine ha detto che me lo farà portare ma lei non verrà.

 
 
 

STRANI INCONTRI NELLA VITA

Post n°419 pubblicato il 12 Aprile 2019 da Oxumare81

Strani incontri quelli dell'ultimo periodo. Sabato ad un compleanno ho rivisto inaspettatamente la mia ex fidanzata che non vedevo da due anni e mezzo. Ha conosciuto mio figlio e ha saputo che un altro è in arrivo. Chissà se la notizia le avrà fatto qualche effetto dato che nel frattempo è stata con un altro e so che si sono lasciati perché lei voleva qualcosa di più serio, anche un figlio, e lui no. Gli stessi motivi - a parti invertite però - che avevano causato la fine del nostro rapporto.

Tre giorni prima ad un convegno ho incontrato quel dirigente di Roma che, nell'ottobre del 2015, mi aveva fatto un colloquio perché lavorassi con lui, ma avevo rifiutato. È stato un po' imbarazzante. Chissà che ricordo aveva di me. D'altra parte la mia famiglia è a Milano, perché trasferirsi a Roma con prospettive fumose? Un anno dopo, un'altra occasione per Torino, ma era appena nato mio figlio, come potevo accettare? Purtroppo la vita ci pone di fronte a delle scelte e spetta a noi valutare in base a ciò che riteniamo importante.

In questi giorni è venuto a mancare improvvisamente il marito di una collega per un infarto. Sono rimasto sconvolto, ho fatto fatica ad addormentarmi la sera che l'ho saputo: si inizia un mese e non lo si finisce, si inizia una settimana e non la si porta a termine, ci si sveglia la mattina e non si va più a letto la sera. Piuttosto io vorrei essere preparato alla morte, salutando almeno i miei cari. Alcuni mi hanno detto che così si soffrirebbe comunque al pensiero di chi si lascia. Forse non si è mai veramente preparati alla morte. Anche mia nonna ha appena avuto una crisi respiratoria e, superati i 90 anni, ogni volta che la vedo mi domando se sarà l' ultima perché a quell' età ci si può aspettare di tutto, purtroppo. È per questo che, allora, gli affetti, le scelte che facciamo, la ricerca della felicità forse possono renderci più soddisfatti della nostra vita ed attenuare almeno in parte il dolore della dipartira.

 
 
 

ANGOSCE E FALLIMENTI

Post n°418 pubblicato il 19 Marzo 2019 da Oxumare81

Alla fine l'esame non ha rilevato problemi: nostro figlio è sano. È un altro maschio. Anche il viaggio a Vienna è andato bene. Come di consueto, non era il caso di angosciarsi tanto.

Forse io, invece, mi angoscio troppo al lavoro. Tra colleghe lamentose e colleghi arrivisti è un bel match. Quello che mi da' più fastidio è il solito untuoso che ora sta collaborando ad un progetto con Roma e quindi non perde occasione per darsi delle arie. Anch'io mi sto occupando di un altro progetto a cui non avevo chiesto di partecipare perché so già che porterà ben pochi risultati. Quale dei due sarà più fallimentare?

L'altro giorno un suo ex collega ha riferito ai miei colleghi che costui non è laureato, che è già tanto che ha il suo livello inquadramentale e ha sempre parlato senza conoscere a fondo le questioni. Io sapevo già che non era laureato. I miei colleghi si sono meravigliati e non hanno fatto che confermare il suo comportamento. Considerato che sta nell' altra sede e che sarà venuto da noi sì e no 3 volte in 2 anni, non pensavo avessero così tanta acredine nei suoi confronti. Mi ha quasi fatto pena.

 
 
 

IL PESSIMISMO DELLA SCIENZA

Post n°417 pubblicato il 01 Marzo 2019 da Oxumare81

Quest'anno è iniziato all' insegna delle sorprese. Lo annuncio un po' sottovoce perché in queste circostanze è sempre meglio mantenere il riserbo: a settembre diventerò papà per la seconda volta! Eh sì, proprio noi che nel 2015, dopo 4 anni di matrimonio, non sapevamo se saremmo riusciti ad avere un figlio, che ci stavamo informando per l'adozione, proprio noi che abbiamo avuto il nostro primo figlio con la fecondazione assistita, ora avremo inaspettatamente un altro figlio. Questa volta posso finalmente sapere cosa si prova a diventare genitori senza provarci per anni e senza ricorrere a medici e terapie. Mia moglie voleva riprovare con la fecondazione assistita, ma io non ero d'accordo. Ci siamo passati e so cosa si prova. Esami a non finire, punture per lei, ogni cosa fatta quando e come decidono i medici. Proprio loro che avevano detto a mia moglie che non avrebbe potuto avere figli in modo naturale. E, invece, contro ogni previsione, la vita ci ha fatto questo regalo. Devo dire che questa esperienza non ha insegnato niente a mia moglie. Tanto era ansiosa di avere un altro figlio, che ascoltava e si fidava solo dei medici, ancora adesso che abbiamo dovuto scegliere quale esame fare per valutare se il bimbo o bimba avrà disabilita' lei per avere un risultato che non considera "solo" il 95% dei casi, ma il 99% preferisce fare un esame che costa 500 euro in più. Io sono contrario, oltretutto, anche se avesse dei problemi, io non me la sentirei di abortire. Per cui, perché buttare 500 euro per avere il 4% in più dei casi, quando comunque la decisione l'avrei già presa? Perché è troppo insicura, ha poca fiducia nella vita e troppa nella scienza. Basti vedere quante medicine prende. Io sono per i metodi naturali. Stessa cosa per un viaggio che dovremmo fare a Vienna la prossima settimana. Non ci vuole più venire perché ha paura che le succeda qualcosa. Ma perché sempre pensare male? Io ho anche paura che questa sfiducia nella vita la porti ad essere iperprotettiva verso i nostri figli, rendendoli poco autonomi. Già il nostro primo figlio, che ha 2 anni, avrà uno choc, è stato allattato fino a 20 mesi, dorme ancora con noi e non usa il vasino, chissà come faremo!

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: Oxumare81
Data di creazione: 13/08/2007
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mission_impossible.0Coralie.frUnfogettableOxumare81lubopoRosecestlaviePrendimilanima2019gpaola61amoon_rha_gaioArcanaFiliaLunamSignorina_Golightlytastoexploratekilalletizia_arcuriacer.250
 

ULTIMI COMMENTI

È quello che cerco di fare, anche se non sempre ci riesco....
Inviato da: Oxumare81
il 23/04/2019 alle 18:36
 
Purtroppo più passano gli anni e più ci si rende conto...
Inviato da: Mr.Loto
il 12/04/2019 alle 18:07
 
Grazie!
Inviato da: Oxumare81
il 12/04/2019 alle 17:44
 
Grazie! Me lo auguro!
Inviato da: Oxumare81
il 12/04/2019 alle 17:43
 
congratulazioni... :)
Inviato da: amoon_rha_gaio
il 02/04/2019 alle 11:10
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom