Zacinto mia

Ciò nonostante ognuno, se non proprio felice, almeno non è infelice. E tira avanti.

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 37
 

 

STRESS

Post n°406 pubblicato il 16 Luglio 2018 da Oxumare81

Nelle ultime settimane sto veramente lavorando tantissimo. Sono talmente stressato che la mattina mi alzo prima che suoni la sveglia, non riesco a riaddormentarmi e, abitando vicino al lavoro, arrivo in ufficio anche per le 7,30, cosa stranissima perché sono sempre stato uno di quelli che arriva tardi anche perché sono generalmente quello che va via dopo di tutti. Hanno cambiato alcuni sistemi, come responsabile del settore sono stato a Roma per apprendere le novità. Ho poi spiegato il tutto ai colleghi coinvolti, ma che fatica! Forse perché sono il più giovane, ma ci mettono veramente tanto ad imparare e poi mancano di manualità col computer. Io sono molto più veloce e a volte perdo ls pazienza a spiegare. Il mio capo mi ha detto che gli hanno fatto i complimenti per le osservazioni che ho fatto al nuovo sistema e perché a Milano siamo subito riusciti a metterlo in campo senza squadrature in contabilità. Ne sono felice, peccato però chevho talmente tante cose da fare che non posso neppure godermi i complimenti. A volte mi sembra di essere nervoso e scontroso, anche con mia moglie, che dice di essere sempre stanca soprattutto adesso che il bimbo è a casa dal nido, inoltre deve aiutare la madre che è malata. Anche mia nonna ha avuto un infarto la scorsa settimana. I medici dicono che si è ripresa, ma a 90 anni io non sarei così certo, purtroppo non si può pensare che i nostri familiari saranno sempre con noi.

 
 
 

SENZA STIMOLI

Post n°405 pubblicato il 01 Giugno 2018 da Oxumare81

Credo che il problema fondamentale della mia vita, almeno in questo periodo, sia la mancanza di stimoli. A livello lavorativo, da quando sono rientrato a Milano, mi sembra di tirare la carretta di un branco di svogliati con un capo che non fa che decantare i suoi traguardi mentre sembra che noi non facciamo nulla. Se mi lamento,  è colpa mia che non so organizzare il lavoro degli altri, quindi preferisco starmene zitto. In compenso non mi invita alle videoconferenze, ma se la dirigente di Roma mi scrive, risponde lui quando è solo per conoscenza nelle mail. Tutto per far apparire solo il suo lavoro e non dare visibilità agli altri. Per non parlare delle colleghe befane che ti rispondono male se chiedi loro una virgola in più del loro lavoro.

Mi sembra di tornare presto dal lavoro, ma a casa non ho nulla da fare. Mia moglie esce una o due giorni volte la settimana e io a casa col bimbo. L'altro giorno mi sono anche sentito dire che mia mamma si è lamentata del battesimo della mia nipotina, che mia sorella era scocciata, mio papà non ha aspettato i miei zii... Sempre lamentele sulla mia famiglia, mai niente di bello. E poi non sono affettuoso. Certo che se oltre al lavoro non ho nulla e lo stesso lavoro non mi dà soddisfazioni, non ho stimoli, mi annoio a morte, difficilmente posso avere il sorriso sulle labbra. 

Inizierò dal fare qualche giro per negozi o in bicicletta al parco dopo il lavoro almeno per svagarmi un po'. Spero mi aiuti. 

 
 
 

NOVITA' DI MAGGIO?

Post n°404 pubblicato il 11 Maggio 2018 da Oxumare81

Manco da qui da un mesetto. Non è che ci sia molto da dire.

Al lavoro, solite cose. Il capo parla sotto voce al telefono, sempre testardo e superficiale, ho paura che preferisca a me un collega che potrebbe stroncarmi la carriera. D'altra parte c'è poco da sperare in quest'azienda dove tutto viene riorganizzato all'insegna del risparmio e della riduzione dei posti di staff.

Credo che dovrei pensare meno al lavoro, fregarmene di ciò che succede in ufficio, non farmi prendere dall'ansia e vivere tutto con più legegrezza. Ma mi risulta difficile, per quanto mi sforzi, faccio molta fatica.

Speravo che la festa per i 60 anni di mia mamma appianasse la divergenze tra mia sorella e mia moglie, cognata e fratello, ma mia sorella non avrebbe ringraziato, mia moglie l'ha sentita per telefono, sembrava che avesse apprezzato, ma poi ha parlato con mia cognata, che è inflessibile; per lei è necessaria una reazione dura. Io ho parlato a mia sorella, che vorrebbe vedermi anche da solo, ma poi mia moglie e mia cognata, a posteriori, si sono dette contrarie. Sinceramente non ce la faccio più. Ognuno sostiene che gli altri sono falsi, che parlano per tenermi buono. Io voglio solo che tutti si vogliano bene.

 
 
 

UN BLOG PER AMICO

Post n°403 pubblicato il 12 Aprile 2018 da Oxumare81

Sembra che non cambi mai niente: mia sorella che mi risponde male nonostante io mi interessi a lei, colleghi che mi rifilano il loro lavoro, quelli dell'altra sede che non rispondono al telefono perché hanno paura che dia loro delle cose da fare e, quando chiedo un aiuto, sembra che abbiano chissà cosa da fare quando so benissimo che sono cose di pochi minuti, il capo è meglio lasciarlo stare perché è fisso nelle sue idee, mi risponderebbe che non ho abbastanza leadership mentre lui, che non vuole avere a che fare con le persone più problematiche c'è l'avrebbe? 

Scrivo qui perché ormai non so più a chi dirle queste cose. Per un motivo o per l'altro coi miei pochi amici uscivo con mia moglie perché non voleva stare sola. Poi non li ha più voluti vedere, anche col bimbo le cose non sono sempre semplici da organizzare. Sta di fatto che lei esce comunque con le sue amiche. Una mia amica ormai calcola solo lei. 

In questi giorni non vedo proprio via d'uscita, sembra tutto così difficile. 

 
 
 

CONSOLAZIONE

Post n°402 pubblicato il 01 Aprile 2018 da Oxumare81

Se scrivo qui proprio il giorno di Pasqua è perché ho bisogno di sfogarmi un po', perché non ho nessuno con cui parlare di certi problemi. Sì, so già che probabilmente ciò che sto per scrivere cadrà nel nulla, ma, forse, scrivere mi aiuterà a tranquillizzarmi, forse in futuro rileggero' queste parole sorridendo. 

Ieri mia moglie si è lamentata perché a volte dico a nostro figlio di non piangere o strillare e perché gli dedico poco tempo. Se dobbiamo essere sinceri, lui la cerca sempre e per un motivo banale: vuole il suo latte. Io ho tentato di dirle che, a quasi 16 mesi, non dovrebbe più essere allattato, ma lei insiste che può farlo tranquillamente fino a 2 anni. Sì, sta di fatto che vuole sempre lei e, quando sta facendo qualcosa in un'altra stanza, la segue e, se io gioco con lui, dopo poco se ne va, la cerca, piange. Ha anche scritto ad una mia amica che io gli dedico poco tempo, che ho sempre il tablet in mano. Ma quando? Ieri stavo facendo una cosa è volevo finirla. Potrò farlo? Lei decide quando fare le pulizie o preparare la cena senza dirmelo prima così non mi posso organizzare. Io, invece, le chiedo sempre se posso fare la doccia ecc così da sapere se può tenere il bimbo. Con lei invece devo sempre interrompermi e, se glielo dico, urla. E poi, anche questa amica, era una mia amica, lei ha iniziato a scriverle e ha smesso di confidarsi con me. E io che la conosco dal 2002! Bella amica! D'altra parte, lo so già, le donne sono pettegole e amano parlare male di tutti e lamentarsi per sentirsi dire che sono brave e che sono martirizzate dagli uomini. Ma non si rendono conto che non sono risposte costruttive a sentirsi dire che si ha sempre ragione? Ma a loro piace così. E poi è lei che ha sempre in mano il cellulare. Ma lasciamo perdere. 

Io sto zitto per quieto vivere. Non tocchero' più il tablet. Se poi il bambino piange comunque, vedrà lei. 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: Oxumare81
Data di creazione: 13/08/2007
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Oxumare81amoon_rha_gaiosinaicociaobettinaLSDtripsurfinia60mgf70asettico35zanzibardgl13sasosichiarasanydibdabduSono44gattinfilax6.2farfallammcostanzatorrelli46
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom