Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

MUSICA ITALIANA

https://youtu.be/u5SBbMU5otE

 

Benvenuti :)

.

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 60
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

<iframe src="http://www.radiorai.rai.it/dl/portaleRadio/popup/player_radio.html?v=1" width="580px" height="380px" scrolling="no" frameborder=0 style="padding:25px;"></iframe>

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://5.63.145.172/mobile?port=7108

http://ondaradio.info/

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvalfa_gpipposportranimarlow17yunepmendustrycroftarella46Volo_di_porporasisyphus13Joker_Jolly2012mariopre81Cartman72call.me.Ishmaellacey_munro
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Messaggi di Luglio 2019

L'alba sul trabucco di San Lorenzo: Festambiente Sud accende Vieste

Post n°24078 pubblicato il 31 Luglio 2019 da forddisseche

L'alba sul trabucco di San Lorenzo: Festambiente Sud accende Vieste 

 
L'alba sul trabucco di San Lorenzo: Festambiente Sud accende Vieste
 
 

E' iniziata all'alba di oggi dal trabucco di San Lorenzo, la lunga maratona musicale di Festambiente Sud che da due giorni sta animando la capitale del Gargano con eventi e concerti. Sul trabucco (foto Matteo Silvestri) si sono esibiti i "Pasta Nera Jazz Project", in uno scenario a dir poco straordinario con il sole che nasceva dal mare. Panorami mozzafiato che solo questo angolo di Puglia può offrire agli occhi dei numerosi turisti. E dopo la bellissima performance dell'arpista Giuliana De Donno in Foresta Umbra, Festambiente Sud nel pomeriggio torna a Vieste, in Piazzetta Petrone con le suggestioni al tramonto del bandoneon di Daniele Di Bonaventura.A seguire il concerto di Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura in trio con il violoncellista brasiliano Jaques Morelenbaum.

 
 
 

Venerdì 2 agosto Calici di Stelle a Mattinata. In concomitanza con Monte Sant'Angelo, ovviamente!

Post n°24077 pubblicato il 31 Luglio 2019 da forddisseche

Venerdì 2 agosto Calici di Stelle a Mattinata. In concomitanza con Monte Sant'Angelo, ovviamente! 

 
Venerdì 2 agosto Calici di Stelle a Mattinata. In concomitanza con Monte Sant'Angelo, ovviamente!
 
 

Tutto pronto a Mattinata per accogliere, venerdì 2 agosto ( nella stessa serata manifestazione sui vini anche a Monte. Certo che sul gargano sono bravi a non evitare le concomitanze!), la prima tappa dell’atteso evento “Calici di Stelle”. La ventunesima edizione parte da Masseria Giorgio, vera oasi di tranquillità immersa nel verde degli ulivi a poca distanza dal mare.

A partire dalle 20.30 fino a poco dopo la mezzanotte, un ricco programma accompagnerà i partecipanti in una indimenticabile notte di vino, musica e stelle. 
Protagoniste assolute della serata le 60 aziende socie del Movimento Turismo del Vino Puglia, che proporranno il meglio della loro produzione dai principali territori vitivinicoli della regione. In degustazione nelle isole d’assaggio i Top Wines del Consorzio: etichette pluripremiate, rinomate in tutto il mondo, e rarità di pregio accompagnate dal racconto dei sommelier della Fondazione Italiana Sommelier Puglia

Per i più appassionati, il racconto continua nelle Degustazioni guidate, sempre a cura della FIS Puglia, quest’anno dedicate non solo ai vini ma anche agli extravergine d’oliva, con masterclass dedicate.
Per quanto riguarda i vini, tre le sessioni da 60 minuti (ore 20.30 | 21.45 | 23.00), previste nel corso della serata, per mettere a confronto le diverse interpretazioni dei grandi autoctoni di Puglia, con degustazioni di rossi e rosati da Nero di Troia, Negroamaro e Primitivo. Due, invece, gli appuntamenti (ore 21.00 | 22.00) per conoscere le principali cultivar e le caratteristiche organolettiche degli Extra Top dei consorziati di Buonaterra Movimento Turismo dell’Olio Puglia.

Sempre istruttivo, ma in chiave più curiosa e divertente, è “A prova di naso”, il gioco che metterà alla prova il talento da sommelier dei partecipanti, invitandoli ad abbinare i descrittori olfattivi ai relativi vitigni autoctoni pugliesi. I nasi più bravi si aggiudicheranno una selezione di vini pugliesi di qualità.
Ad accompagnare le degustazioni di vino non possono mancare le preparazioni a cura del Consorzio La Puglia è Servita, con una postazione nell’area Evo & Food a cura di un cuoco del territorio: ospite a Mattinata sarà Nicola Russo, patron del Ristorante Al Primo Piano – Foggia. Inoltre, nell’isola degli Evo, a cura di Buonaterra – Movimento Turismo dell’Olio Puglia, sarà possibile degustare e acquistare gli extravergine e i prodotti tipici di alcune eccellenze riconosciute della regione, come Lamantea (Bisceglie - BT), Santoro (San Michele Salentino- Le) e Bisceglia (Mattinata- Fg).

A Calici di Stelle 2019 anche l’acqua sarà un’eccellenza made in Puglia: partecipa infatti alla tappa di Mattinata, acqua Orsini, offrendo i suoi prodotti con la presentazione dei sommelier dell’acqua FIS.

 

Un’esperienza unica, pensata per i palati più raffinati, sarà la Cena di Calici di Stelle. Grandi tavoli conviviali, musica e la suggestiva atmosfera della Masseria Giorgio faranno da cornice all’incontro tra i Top Wines del Consorzio e la migliore gastronomia di Puglia, in un esclusivo menù solo su prenotazione, ideato e preparato per l’occasione. Protagonista assoluto della proposta di questa prima tappa è l’Adriatico, con i suoi caratteristici profumi rivisitati attraverso la creatività di un duetto gastronomico del tutto inedito: il cuoco di Masseria Giorgio Pasquale Prencipe ospita infatti nella sua cucina Domenico Cilenti del Ristorante Porta di Basso di Peschici.
Accompagna la cena di quattro portate una esclusiva carta degli Evo e dei Vini, riservata ai soli ospiti della cena, con una selezione di bianchi e rosati a cura della Fondazione Italiana Sommelier Puglia. Ad aprire la serata un aperitivo-degustazione sotto le stelle, con i Top Wines nell’isola d’assaggio. 
 
Ad allietare la tappa di Mattinata, la  coinvolgente musica live del gruppo folk “U’ munacidde”, con un brillante repertorio tradizionale pugliese, tutto incentrato sul tema del vino.

Elenco dei Top Wines, carte dei vini e degli Evo, menù e programma completo di ogni serata sono sempre aggiornati sul sito mtvpuglia.it. Tramite il sito è inoltre possibile acquistare in prevendita l’ingresso alle cene delle singole tappe (http://tiny.cc/cds19_cene) e il Kit degustazione ( 20 € - http://tiny.cc/CdS19_Acquisto_Kit), che comprende il calice in vetro con la tasca portabicchiere, un carnet con 8 ticket-degustazione vino, 1 ticket-degustazione food, una confezione di taralli dell’azienda Agricola del Sole e il salvagoccia offerto da Supermercati Dok e Famila, nell’ambito del progetto “Goccia a Goccia”, che accompagna le iniziative di MTVPuglia, Buonaterra e La Puglia è Servita in questo 2019. E il guidatore sobrio paga la metà: 10 € comprensive di una degustazione food, per chi vuole comunque godersi la serata senza poter bere vino.

 

Coronano il programma le visite tra vino e cultura, a cura di Eventi d’Autore. In occasione della tappa del 2 agosto, i visitatori potranno scoprire l’Agri Museo dell’Olio Extravergine d’Oliva di Masseria Giorgio, un vero viaggio nel tempo negli usi e le tradizioni centenarie della vita contadina pugliese, tra gli antichi attrezzi e strumenti della coltivazione dell’olivo, dalla raccolta alla molitura, dai tradizionali contenitori dell’olio agli utensili della vita domestica del passato.

 

Calici di Stelle è inserita nella programmazione progettuale triennale del Consorzio Movimento Turismo del Vino Puglia dal titolo “Puglia: cultura del vino scoperta di un territorio”, a valere sul Fondo di Sviluppo e Coesione - FSC 2014-2020 “Patto per la Puglia”, Avviso pubblico per iniziative progettuali riguardanti le attività culturali, promosso dall’Assessorato all’Industria turistica e culturale.

 

Calici di Stelle è un marchio di proprietà del Movimento Turismo del Vino, registrato e protetto giuridicamente per contrastarne qualunque abuso/imitazione e garantire ai consumatori qualità e professionalità nell’accoglienza, tratti distintivi delle cantine MTV.

 
 
 

Vieste - Ordinanza del Sindaco contro rumori molesti e intrattenimenti musicali notturni

Post n°24076 pubblicato il 31 Luglio 2019 da forddisseche

Vieste - Ordinanza del Sindaco contro rumori molesti e intrattenimenti musicali notturni 

 
Vieste - Ordinanza del Sindaco contro rumori molesti e intrattenimenti musicali notturni

Con l'ordinanza n. 91 emanata dal Sindaco di Vieste Giuseppe Nobiletti nella giornata di ieri, vengono regolamentati gli orari in cui è possibile effettuare lavori edili rumorosi ed intrattenimenti musicali da parte di esercizi commerciali e strutture turistiche, in modo da non disturbare la quiete pubblica. In sintesi, i lavori potranno essere svolti dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 21, mentre nel fine settimana sono ammessi solo il sabato mattina fino alle 12:30 (lavori che sono totalmente vietati nel centro storico e nel borgo ottocentesco fino al prossimo 15 settembre, salvo quelli urgenti da far autorizzare dall'Ufficio Tecnico Comunale). Per quanto riguarda le attività di somministrazione di cibi e bevande e le attività ricettive, vi è il divieto di diffusione di musica dalle 13:00 alle 16:00 e da mezzanotte alle 8:00 del giorno successivo.

In allegato il testo integrale dell'ordinanza.

 
Download allegati:

 
 
 

Vieste/ FestambienteSud, 31 luglio: Paolo Fresu chiude la maratona musicale dall’alba fino a mezzanotte. Official after party p

Post n°24075 pubblicato il 31 Luglio 2019 da forddisseche

Vieste/ FestambienteSud, 31 luglio: Paolo Fresu chiude la maratona musicale dall’alba fino a mezzanotte. Official after party presso IL CAPRICCIO 

 
Vieste/ FestambienteSud, 31 luglio: Paolo Fresu chiude la maratona musicale dall’alba fino a mezzanotte. Official after party presso IL CAPRICCIO
 
 

Alba al trabucco con Pasta Nera jazz Project, alle 12 in Foresta Umbra con l’arpa di Giuliana De Donno, alle 19 tramonto in piazzetta Petrone con il bandoneon di Daniele di Bonaventura, alle 21 la videoperformance di Felice Limosani, in chiusura il grande concerto di Paolo Fresu, Daniele di Bonaventura e Jaques Morelenbaum

 

Una maratona artistica, quella di FestambienteSud a Vieste il 31 luglio, con sei eventi che iniziano con l’alba al trabucco di San Lorenzo con i Pasta Nera Jazz Project, passano alle ore 12 in Foresta Umbra, località baracconi presso il punto di ristoro, con il concerto acustico dell’arpista Giuliana De Donno, tornano a Vieste in piazzetta Petrone con le suggestioni al tramonto del bandoneon di Daniele Di Bonaventura.

 

Alle ore 21 raduno in marina piccola per un doppio atto finale della giornata. Si apre con una creazione video dell’artista Felice Limosani, creativo multidisciplinare e new media artist. Limosani lavora con l'idea di rimuovere i confini tra arte, design, tecnologia, cultura, esperienza e puro intrattenimento. Sono linguaggi intrinsecamente connessi che si influenzano e interagiscono tra loro. Il suo approccio li libera dai loro limiti per creare qualcosa di diverso, un linguaggio che trascende per andare oltre. Il suo lavoro spazia dalle installazioni artistiche alla costruzione di ambienti immersivi fino alla curatela di mostre esperienziali.

 

A seguire il concerto di Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura in trio con il violoncellista brasiliano Jaques Morelenbaum.

 

Paolo Fresu, onnivoro protagonista di avventure musicali è attivo sulla scena di questi ultimi anni con diversi “duo”, vale a dire quella figurazione davvero particolare e difficile che contrappone e unisce sensibilità molte volte contrapposte o storicamente difficili da far convivere. Uno di questi è lo “strano incontro” con Daniele Di Bonaventura, fra tromba e bandoneon: un dialogo in musica nel segno di strumenti ad aria e di un lirismo dagli aromi mediterranei che sta lasciando un segno distintivo. Da un’altra parte del cielo vive invece l’incontro del trombettista di Berchidda con un autentico maestro del suono, della musica evocativa e del mondo armonico tout- court qual è il violoncellista carioca Jaques Morelenbaum, vero “must” della musica brasiliana contemporanea, ben noto in Italia specialmente per le tante importanti frequentazioni con l’importante nome di Caetano Veloso.
L’incontro tra Paolo Fresu e Jaques Morelenbaum è nato sulla scia della collaborazione per l'album “Alma” di Paolo e Omar Sosa, Le sonorità fondamentali sono ovviamente quelle che si appoggiano sull'immenso patrimonio sonoro brasiliano, "filtrato" dalle lenti mediterranee e dalla ricerca del peculiare suono di Paolo.

 

In chiusura di serata l’after party presso il Capriccio, con altro jazz.

 

PROGRAMMA 31/07 VIESTE

 

ore 6 / alba al trabucco San Lorenzo

 

PASTA NERA JAZZ PROJECT in PASTA NERA

 

partecipazione gratuita ma a numero limitato, necessaria la prenotazione tel. 379 117 5345

 

ore 12 / Foresta Umbra – appuntamento località baracconi

 

GIULIANA DE DONNO arpa

 

partecipazione gratuita ma a numero limitato, necessaria la prenotazione tel. 379 117 5345

 

ore 19 / tramonto in piazzetta petrone

 

DANIELE DI BONAVENTURA bandoneon

 

ingresso libero

 

ore 21 / marina piccola

 

FELICE LIMOSANI video performace

 

segue

 

PAOLO FRESU & DANIELE DI BONAVENTURA

 

trio with JAQUES MORELENBAUM

 

ingresso libero

 

segue official after party presso IL CAPRICCIO

 

Dall’1 al 4 agosto le quattro serata già annunciate del progetto speciale per Vieste, FestambienteSud Vieste Live, con Murubutu, 1 agosto, Goran Bregovic (2 agosto), Alborosie (3 Agosto), e Alessandro Quarta in duo con il pianista Giuseppe Magagnino.

 

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito con l’eccezione Bregovic, Alborosie. I ticket su www.vivaticket.it, ai punti vendita ufficiali e al botteghino del festival - info 379 117 5345

 

Dettagli sul programma su www.festambientesud.it.

 
 
 

Puglia/ “Stop alla plastica in spiaggia”. La figuraccia della Regione. Il Tar boccia l’ordinanza balneare che impone piatti...

Post n°24074 pubblicato il 31 Luglio 2019 da forddisseche

Puglia/ “Stop alla plastica in spiaggia”. La figuraccia della Regione. Il Tar boccia l’ordinanza balneare che impone piatti e bicchieri di cellulosa: “la direttiva UE prima recepita dallo Stato”. 

 
Puglia/ “Stop alla plastica in spiaggia”. La figuraccia della Regione. Il Tar boccia l’ordinanza balneare che impone piatti e bicchieri di cellulosa: “la direttiva UE prima recepita dallo Stato”.
 
 

La fuga in avanti della Regione, che aveva tentato di imporre lo stop alla plastica sulle spiagge pugliesi, è illegit­tima in quanto non basata su alcuna fonte primaria di legge. Con una ordinanza estremamente articolata, il Tar Puglia (a sezioni unite) ha sospeso l’ordinanza bal­neare proprio nella parte in cui ha im­posto ai bar degli stabilimenti l’utilizzo di piatti, bic­chieri e posate in materiali compostabili. La Puglia aveva previsto fin da marzo di vietare la plastica monouso a favore della cellulosa biodegrada­bile, lanciando la campagna «plastic free» che ha avuto tra i testimonial anche il cantante Albano Carrisi. «Sarà certamente complica­to ma possiamo farlo», ave­va detto il governatore Mi­chele Emiliano, mentre l’as­sessore al Demanio, Raffaele Piemontese, aveva detto che «siamo la prima Regione in Italia a rinunciare alla plastica per salvare la bellezza del nostro mare», con­tando sulla collaborazione di una asso­ciazione di categoria dei gestori dei lidi. Ma, a quanto sembra, non si può fare. I giudici amministrativi hanno infatti accolto il ricorso presentato da alcune associazioni di produttori del settore (be­vande analcoliche, acque minerali e di­stributori) e da un fornitore di prodotti per i bar, secondo cui lo stop alla plastica, imposto con l’ordinanza balneare, non è previsto da alcuna norma di legge. E la Regione - secondo il Tar (presidente e estensore Giuseppina Adamo) non ha al­cuna competenza in materia, trattandosi di tutela della concorrenza. Anzi, ha preso un enorme abbaglio: la direttiva euro­pea 2019/903, pubblicata il 12 giugno, non è ancora stata recepita e - anzi - impone lo stop alla plastica a partire dal 3 luglio 2021. «Nella situazione attuale - scrive il Tar - si è in attesa di misure di attuazione della direttiva - le quali oltretutto impongo­no ima serie complessa di scelte di politica ambientale e di carattere tecnico (in par­te affidate alla stessa Unione europea), tanto che, ad esempio, non sem­bra neppure completamente delineata la stessa definizione di “prodotto di plastica monouso». La Regione, dunque, non può appellarsi alla direttiva europea «sia per­ché non possiede le caratteristiche per ritenerla self-executing (auto-esecutiva, ndr), sia perché tale effetto consegue so­litamente all’inadempienza dello Stato membro», né tantomeno può invocare la propria potesta legislativa in materia (an­che perché la questione non è mai passata dall’esame del Consiglio regionale). Pur trattandosi di un provvedimento cautelare, l’effetto è imo stop definitivo all’ordinanza in quanto l’esame di merito è stato fissato a febbraio del prossimo anno. Questo perché i giudici ammini­strativi non hanno ritenuto sufficiente la previsione di un periodo transitorio (fino al 30 settembre) per l’esaurimento delle scorte di materiali in plastica, che «ri­guarda solo le bottiglie e non esclude il danno grave e irreparabile, stante il flus­so dei consumi e degli approvvigiona­menti estivi». I materiali compostabili hanno un costo molto più alto rispetto a quelli in plastica, costo che sarebbe quasi certamente ricaduto sui fornitori crean­do problemi pratici dal momento che l’in­dustria non è ancora attrezzata per una produzione massiccia. Non sembrano dunque esserci spiragli anche perché, giusto una settimana fa, il Tar Puglia si è già espresso nel merito su una questione simile, annullando un’ordinanza con cui in aprile il Comune di Andria aveva im­posto ai titolari di distributori automatici di utilizzare soltanto bicchieri e posate in materiali biodegradabili certificati. Il motivo è sempre lo stesso: il divieto non è previsto da alcuna legge, e non spetta alle Regioni (tantomeno ai Comuni) attuare le direttive europee. 

 

m.scagl.

 

gazzettamezzogiorno

 
 
 

31 Lug - 09:58:12 Vieste - Festambientesud 2019 / INTERVISTA A FRANCESCO BEARZATTI [Video] E’ proseguito con rinnovato successo

Post n°24073 pubblicato il 31 Luglio 2019 da forddisseche

 
31 Lug - 09:58:12
 Vieste - Festambientesud 2019 / INTERVISTA A FRANCESCO BEARZATTI [Video] 
E’ proseguito con rinnovato successo a Vieste il programma di eventi di FestambienteSud. In serata, nella piazzetta sul mare di Marina Piccola, Francesco Bearzatti, con il “Tinissima quartet”, ha eseguito “Malcolm X Suite”, un tributo all’uomo che con la sua azione e il suo pensiero ha contribuito a imprimere un cambiamento radicale nel rapporto fra cittadini bianchi e di colore negli Stati Uniti. Prima dell’inizio…

 
 
 

Sulla Gazzetta Europea la domanda di registrazione del marchio IGP OLIO DI PUGLIA. Il brand garantirà che l’extravergine sia di

Post n°24072 pubblicato il 31 Luglio 2019 da forddisseche

Sulla Gazzetta Europea la domanda di registrazione del marchio IGP OLIO DI PUGLIA. Il brand garantirà che l’extravergine sia di alta qualità. 

 
Sulla Gazzetta Europea la domanda di registrazione del marchio IGP OLIO DI PUGLIA. Il brand garantirà che l’extravergine sia di alta qualità.
 
 

Pubblicata in Gazzetta eu­ropea la domanda di registra­zione della denominazione co­munitaria IGP Olio di Puglia, riservata all’Olio extravergine di oliva ottenuto da olive pro­venienti delle seguenti cultivar nazionali a prevalente diffusi­one regionale: Cellina di Nar­dò, Cima di Bitonto (o Ogliarola Barese, o Ogliarola Garganica), Cima di Melfi, Franto­io, Ogliarola salentina (o Cima di Mola), Coratina, Favolosa (o Fs-17), Leccino, Peranzana, presenti negli oliveti da sole o congiuntamente, in misura non inferiore al 70%, mentre pos­sono concorrere altre varie­tà, fino ad un massimo del 30%, con tutte le fasi del proces­so di produzione, coltivazione, raccolta e oleificazione devono avvenire nella zona geografica delimitata. Lo ha reso noto Coldiretti Puglia, ricordando che il marchio ‘IGP Olio di Puglia’ sarà ben riconoscibile per il logo distintivo caratterizzato da un’antica moneta romana che simboleggia l’unità della re­gione Puglia ed il suo legame storico con la coltivazione dell’olivo. “Il brand IGP garan­tirà’ che l’Olio extravergine sia di alta qualità, con parametri chimico-fisici ed organolettici di assoluto valore, faccia bene alla salute, perchè il disciplin­are prevede che solo oli con un elevato livello di polifenoli - i più importanti antiossidan­ti naturali - possano diventare IGP, certificando le proprietà con un apposito claim salutisti­co in etichetta previsto dall’UE sia un Olio sempre fresco, per­chè dovrà essere imbottiglia­to entro l’anno di produzione e sia di assoluta provenienza regionale, un Olio certamente “Made in Puglia” sia per la pro­duzione delle olive , sia per la trasformazione in Olio, ma an­che per il confezionamento che dovrà essere effettuato a una distanza definita dal luogo di produzione”, è il commento del Presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia, al risultato di un percorso lungo e ambizioso. Lo stoccaggio, l’imbottiglia­mento e il confezionamento devono avvenire - riferisce Col­diretti Puglia - all’interno nel­la zona geografica delimitata (zona di produzione) entro e non oltre il 31 ottobre succes­sivo all’annata olearia di pro­duzione. Lo stoccaggio e’ una fase del processo produttivo - dice ancora Coldiretti Puglia - finalizzata a proteggere il pro­dotto dalle modificazioni del­le caratteristiche chimiche, or­ganolettiche e salutistiche, in­dicate al punto 3.2. L’imbotti­gliamento e confezionamento nella zona geografica delimi­tata sono necessari sia per sal­vaguardare i requisiti qualita­tivi e in particolare la caratter­istica tipizzante l’IGP “Olio di Puglia”, identificabile nel­la concentrazione di biofeno­li - aggiunge Coldiretti Puglia - sia e soprattutto per garan­tire il vero autentico Olio extra vergine di Puglia e la traccia­bilità’ del prodotto ed assicura­re il controllo. Il tempo di per­manenza del prodotto in autocisterna durante il trasporto lo espone a temperature superi­ori a quelle delle sale di stoc­caggio ed e’ tanto piu’ granite quanto maggiore e’ il tempo di trasporto e di sollecitazione meccanica indotta (vibrazioni); Per contenere i rischi di pre­coce decadimento delle carat­teristiche chimiche e organo­lettiche del prodotto e’ neces­sario, per le lunghe percorren­ze, confinare il prodotto in con­fezioni definitive di più piccola taglia, mediante l’imbottiglia­mento.

 

“E’ un’importante opportu­nità, da tempo sollecitata dal territorio e su cui sono riposte notevoli aspettative. Si trat­ta di un progetto di trasparen­za e valorizzazione che, come dimostra il disciplinare, pun­ta decisamente sulla qualità’ e sulla distintità in una re­gione che produce oltre il 50% dell’olio extravergine italia­no. E’ stata data una risposta - insiste il presidente Muraglia alla storica carenza di pro­grammazione con un vero siste­ma di filiera che ha ripropos­to all’attenzione dell’opinione pubblica un paradosso tutto pugliese, ovvero forti nella pro­duzione, deboli sul mercato, un assioma per nulla decifrabile e comprensibile che la dice lunga sulla complessità del sistema produttivo indebolito da avven­turieri e speculatori”. La PLV (Produzione Lorda Vendibile) del comparto olivicolo-oleario in Puglia è pari al 20% del­la totale PLV del settore agrico­lo, per un valore di 750 milioni di euro, dice Coldiretti Puglia. La IGP olio Puglia è un impor­tante strumento di trasparenza quando è crescita record dei consumi mondiali di olio ex­travergine d’oliva nel mondo - conclude Coldiretti Puglia - che in una sola generazione hanno fatto un balzo di quasi il 49% negli ultimi 25 anni cambian­do la dieta dei cittadini in molti Paesi, dal Giappone al Brasile, dalla Russia agii Stati Uniti, dalla Gran Bretagna alla Ger­mania, sulla scia del successo della Dieta Mediterranea dichi­arata patrimonio dell’umanità’ dall’Unesco.

 
 
 

Vieste/ L’ORA DEI POETI… ERA ORA!: Serata di ascolto di poesia sul tema: L’ULIVO L’OLIVA L’OLIO ILTERRITORIO.

Post n°24071 pubblicato il 31 Luglio 2019 da forddisseche

Vieste/ L’ORA DEI POETI… ERA ORA!: Serata di ascolto di poesia sul tema: L’ULIVO L’OLIVA L’OLIO ILTERRITORIO. 

 
Vieste/ L’ORA DEI POETI… ERA ORA!: Serata di ascolto di poesia sul tema: L’ULIVO L’OLIVA L’OLIO ILTERRITORIO.
 
 

Questa manifestazione entra nel contesto della sagra dell’olio che si terrà a Vieste dal 28 Agosto al 30 Agosto 2019 promossa dal Comune di Vieste.
Non è un concorso pertanto tutti i poeti partecipanti leggeranno loro stessi il proprio componimento.
Si può partecipare con una poesia in lingua italiana.

 

La poesia, dattiloscritta, non deve superare i TRENTA VERSI.

 

Il partecipante dovrà spedire due copie, dattiloscritte, entro il 23 Agosto 2019 al M° SAVERIO SCIANCALEPORE alla via Trieste,12 - 71019 Vieste - FG –
Non è prevista alcuna quota di partecipazione.

 

La manifestazione si terrà alla Lega Navale Italiana Vieste il 28 Agosto 2019 alle ore 18.00. Alla manifestazione saranno presenti Autorità Regionali, Provinciali, Ente Parco Garganico, giornalisti i quali, dopo aver ascoltato le poesie, sceglieranno tre poesie che saranno lette, dagli stessi autori, la sera del 30 Agosto 2019 il Piazza del Fosso alle ore 20,00.
 

 

Il comitato organzzatore.
 
LEGA NAVALE ITALIANA            COMUNE DI VIESTE                        PUNTO D’ARTE CLUB
          VIESTE                           Ass.to All’Agricoltura                        Ass.ne Culturale VIESTE

 
 
 

Vieste/ All’Aperitivo Letterario, Francesco Dominelli presenta: I GRANDI CLASSICI RIVEDUTI E SCORRETTI. Lunedì 5 agosto

Post n°24070 pubblicato il 31 Luglio 2019 da forddisseche

Vieste/ All’Aperitivo Letterario, Francesco Dominelli presenta: I GRANDI CLASSICI RIVEDUTI E SCORRETTI. Lunedì 5 agosto a IL CAPRICCIO ore 21,30 

 
Vieste/ All’Aperitivo Letterario, Francesco Dominelli presenta: I GRANDI CLASSICI RIVEDUTI E SCORRETTI. Lunedì 5 agosto a IL CAPRICCIO ore 21,30
 
 

Continuano gli appuntamenti con gli APERITIVI LETTERARI, organizzati e patrocinati  dal Comune di Vieste - Assessorato alla Cultura - curati dall’Associazione Culturale Seconda Stella a Destra. Lunedì 5 agosto alle ore 21,30 ospite a IL CAPRICCIO, Francesco Dominelli presenterà i suoi GRANDI CLASSICI RIVEDUTI E SCORRETTI.

 

"Un classico è qualcosa che tutti vorrebbero aver letto e nessuno vuol leggere" (Mark Twain). Se Mark ha ragione, il problema è risolto! Questo libro sarà il vostro Virgilio lungo i tornanti di un viaggio tutt'altro che infernale in compagnia dei personaggi e delle storie più belle della letteratura di tutti i tempi. E scommettiamo che, finito di leggerlo, vorreste che Dante, Pirandello, Orwell e soci fossero i vostri migliori amici e poterli chiamare ogni volta che vi gira, come dice il buon vecchio Holden.

Ingresso libero

Al termine della serata sarà offerto un aperitivo a tema.

 
 
 

Vieste/ Torna il grande beach soccer: Italia, Francia, Austria e Canada si affrontano dal 31 luglio al 3 agosto

Post n°24069 pubblicato il 30 Luglio 2019 da forddisseche

Vieste/ Torna il grande beach soccer: Italia, Francia, Austria e Canada si affrontano dal 31 luglio al 3 agosto 

 
Vieste/ Torna il grande beach soccer: Italia, Francia, Austria e Canada si affrontano dal 31 luglio al 3 agosto
 
 

Il grande beach soccer torna sul Gargano, a Vieste, che per il quinto anno consecutivo ospita il Tour Internazionale IBS di Maurizio Iorio. Da mercoledì 31 luglio a sabato 3 agosto nella suggestiva beach arena del Lido Cristalda si affronteranno Italia, Francia, Austria e Canada. L'iniziativa organizzata e patrocinata  dal Comune di Vieste - assessorato allo Sport - rappresenta un tappa fondamentale nella storia del calcio sulla sabbia e vede la partecipazione di calciatori importanti che hanno militato anche nelle rispettive nazionali di calcio. In maglia azzurra vedremo a Vieste Pelizzoli, Ganz, Di Livio, del Vecchio, il tecnico Iorio. "Ci aspettiamo quattro giornate di grande sport in una città che anche durante la stagione estiva non si ferma con le attività agonistiche e conferma sempre più attenzione per i numerosi turisti in vacanza sul Gargano. Siamo contenti - afferma l'assessore allo Sport Dario Carlino - di dare visibilità ad una disciplina che assume sempre più rilevanza, basti pensare che la nazionale italiana ha da poco strappato il visto per i prossimi mondiali che si disputeranno in Paraguay".

 

  Nato in Brasile, dove è popolarissimo, il Beach Soccer è arrivato in Italia oltre dieci anni fa grazie alla passione e all’impegno di Maurizio Iorio, prolifico goleador con la maglia di Roma, Inter, Torino, Verona e Bari, prima di diventare un apprezzato interprete e promotore di questo sport. Si deve proprio  lui, e alla sua capacità di coinvolgere grandi interpreti del calcio, la diffusione e la crescita rapida del Beach Soccer nel nostro Paese. Tutte le partite di Vieste inizieranno alle 17 e alle 18 e  saranno riprese e trasmesse da Sky Sport.

 
 
 

Vieste/ FestambienteSud …..è la sera del black power con il Malcom X di Bearzatti

Post n°24068 pubblicato il 30 Luglio 2019 da forddisseche

Vieste/ FestambienteSud …..è la sera del black power con il Malcom X di Bearzatti 

 
Vieste/ FestambienteSud …..è la sera del black power con il Malcom X di Bearzatti
 
 

Francesco Bearzatti con il Tinissima quartet esegue X (suite for Malcolm), alle 21 in marina piccola Alle 19 concerto al tramonto al trabucco di Porticello, con la fisarmonica di Vince Abbracciante e la voce di Grace Falcone.

 

Prosegue il programma di eventi di FestambienteSud a Vieste, con un doppio appuntamento per martedì 30 luglio. Alle 19 concerto al tramonto in località Porticello, con il fisarmonicista Vince Abbracciante e la voce di Grace Falcone, due giovani ed energici musicisti pugliesi accomunati dalla passione per il Sul del mondo. Il concerto è intitolato AIRE DE SUR: dal lirismo del tango affidato alla fisarmonica sola alla raffinata bossanova, la passionalità del bolero, la melodia della canzone popolare italiana fino ai ritmi frenetici del samba.

 

Brani di successo e originali tratti dal repertorio di entrambi i musicisti al calar del sole. Vince Abbracciante “E’ la stella nascente della fisarmonica in Italia, dotato di una tecnica notevole, un senso profondo del blues e dello swing. Padroneggia la fisarmonica come pochi e suona con talento qualsiasi genere musicale.” (Dizionario del jazz italiano, 2014). Grace Falcone è pianista e cantante nativa di Vieste, attiva sulla scena nazionale con numerosi progetti e prestigiose collaborazioni.

 

In serata, ore 21, nella piazzetta sul mare di Marina Piccola, a ingresso libero, Francesco Bearzatti, con il tinissima quartet, esegue “Malcolm X Suite”, un tributo all’uomo che con la sua azione e il suo pensiero ha contribuito a imprimere un cambiamento radicale nel rapporto fra cittadini bianchi e di colore negli Stati Uniti. Il suo messaggio di libertà e dignità è andato ben oltre la difesa dei diritti degli afroamericani contro il segregazionismo in America, nonostante le numerose manipolazioni e le interpretazioni riduttive che ne sono state date. Dall’infanzia a Lansing, nel Michigan, fino a Boston, dove lavora come lustrascarpe e vive il mondo delle sale da ballo e delle grandi orchestre jazz, poi a New York, dove entra nel mondo dei traffici della malavita. Quindi l’esperienza del carcere, dove matura la conversione all’Islam, seguita dagli anni della sua predicazione e il suo attivismo per i diritti degli afroamericani fino al suo assassinio, nel 1965, nel momento in cui il suo pensiero si apriva ad una visione nuova e ampia, libera dai condizionamenti del razzismo e dal nazionalismo nero. Tutto questo è tradotto in una musica intensa e incalzante, fatta di melodie struggenti e di accelerazioni improvvise, nel segno di una fortissima tensione. La suite è un caleidoscopio di idee e di accenti, che muta continuamente dalle atmosfere più liriche e raccolte alle sonorità più rock, dance, hip hop, composto e arrangiato per esaltare le possibilità espressive di quattro fra i musicisti più ispirati e versatili del panorama internazionale.

 

La formazione: Francesco Bearzatti – tenor saxophone - clarinet / tenor sax-clarinet Giovanni Falzone – trompette / trumpet
Danilo Gallo – guitare basse / bass guitar
Zeno de Rossi – batterie / drums.

 

Al termine dalla serata FestambienteSud vi da appuntamento anche per un official after party presso BLOCCO SETTE WINE BAR.

 

 

 

 

PROGRAMMA 30/07 VIESTE

 

30/07 VIESTE

 

ore 19 / tramonto località Porticello

 

VINCE ABBRACIANTE & GRACE FALCONE

 

partecipazione gratuita ma a numero limitato, necessaria la prenotazione tel. 379 117 5345

 

ore 21 / marina piccola

 

FRANCESCO BEARZATTI tinissima 4th

 

in X (SUITE FOR MALCOLM)

 

ingresso libero

 

segue official after party presso BLOCCO SETTE WINE BAR

 

La programmazione di FestambienteSud a Vieste prosegue Il 31 luglio con una maratona musicale: si comincia all’alba con Pasta Nera Jazz Project, poi alle 12 in Foresta Umbra con l’arpa di Giuliana De Donno, al tramonto a Vieste con il bandoneon di Daniele di Bonaventura e poi la serata speciale di chiusura in marina piccola con una videoperformace di Felice Limosani e il concerto di Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura in trio con il violoncellista brasiliano Jacques Morelembaum.

 

Dall’1 al 4 agosto le quattro serata già annunciate del progetto speciale per Vieste, FestambienteSud Vieste Live, con Murubutu, 1 agosto, Goran Bregovic (2 agosto), Alborosie (3 Agosto), e Alessandro Quarta in duo con il pianista Giuseppe Magagnino.

 

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito con l’eccezione Bregovic, Alborosie. I ticket su www.vivaticket.it, ai punti vendita ufficiali e al botteghino del festival - info 379 117 5345

 

Dettagli sul programma su www.festambientesud.it.

 
 
 

30 Luglio 2019 - 10:50:32 Vieste - Festambientesud 2019/INTERVISTA A DANIELE SEPE ED HAMID DRAKE [Video]

Post n°24067 pubblicato il 30 Luglio 2019 da forddisseche

 
30 Luglio 2019 - 10:50:32
 Vieste - Festambientesud 2019/INTERVISTA A DANIELE SEPE ED HAMID DRAKE [Video]E’ iniziata ieri sera a Vieste con il concerto a Marina Piccola di Daniele Sepe e della sua band (Tommy De Paola alle tastiere, Davide Costagliela al basso, Robertinho Bastos alle percussioni, Franco Giacoia alla chitarra, Lavinia Mancusi alla voce, accompagnati per l’occasione da Hamid Drake alla batteria) la seconda parte di Festambientesud 2019, dopo l’avvio a Monte Sant’Angelo. Prima del concreto abbiamo incontrato Daniele Sepe ed Hamid Drake. Qui di seguito il report video dell’intervista .

 
 
 

A Carpino, nello splendido scenario dell’Agriturismo BIORUSSI, torna I SAPORI DELL’ARTE, tra cibo e arte

Post n°24066 pubblicato il 29 Luglio 2019 da forddisseche

A Carpino, nello splendido scenario dell’Agriturismo BIORUSSI, torna I SAPORI DELL’ARTE, tra cibo e arte

 

 

 

 

Tutto pronto a Carpino per la decima edizione de I SAPORI DELL’ARTE, l’appuntamento estivo che sa di genuino.

 

 

 

Il 1° e il 2 Agosto, come ogni anno, presso l’Agriturismo Biorussi, a due passi dal lago di Varano, si svolge I Sapori dell’Arte con lo scopo di racchiudere tutto ciò che il territorio del Gargano offre nelle due serate dedicate a chi vuole riscoprire i sapori di un tempo, rivivere i gesti semplici degli artigiani e farsi trasportare dalle note popolari che allieteranno le serate. Ricco il programma delle due serate, RIZZABAND E TARANT FOLK per la prima serata e POETI DEL GARGANO e ARAKNE MEDITERRANEA per la seconda.

 

Dieci anni fa nacque il desiderio di trascorrere una serata in compagnia tra amici: c’era chi produceva vino, chi produceva formaggi, il miele, le fave e chi ancora dipingeva quadri e chi costruiva presepi con materiali riciclati… Il 26 Giugno del 2010 nacque “I Sapori dell’arte”. Da qui il nome della manifestazione, da qui la voglia di promuovere l’impegno e la passione dei produttori e degli artisti locali.

 

L’evento ha, nei dieci anni di vita, trovato il giusto equilibrio tra arte, cultura e enogastronomia.

 

- Partimmo per gioco il primo anno, - racconta Maria Giulia Russi, titolare dell’Agriturismo Biorussi che organizza e ospita l’evento - e non pensavamo di organizzare tutto ciò per ben dieci anni conseguitivi; non è stato semplice essere costante e le difficoltà sono sempre state dietro l’angolo ma il forte legame con il territorio, la voglia di vedere insieme i “veri produttori”, i piccoli artisti e i pochi artigiani che creano ancora per piacere e passione, la passione per la musica popolare, la numerosa partecipazione da parte di artisti e aziende, la consapevolezza di riuscire ogni anno a trasmettere ai tanti visitatori i valori e i tesori di questa terra, riscoprire le radici, i profumi e i sapori di un territorio genuino e di tutte le cose semplici che ci appartengono che il passare del tempo qui non ha portato del tutto via… tutto questo ci ha dato la forza e il coraggio di credere in questo progetto e di credere in tutti i partecipanti che ogni anno accettano il nostro invito occupando gratuitamente un piccolo spazio nella nostra location e non c’è cosa più bella di vedere la collaborazione e la complicità che si è creata, I Sapori dell’Arte è diventata ormai una bella famiglia che con il passare degli anni cresce sempre di più, parte della buona riuscita è anche grazie a tutti coloro che vi partecipano.
Nel prossimo futuro I Sapori dell’arte a Settembre diventerà un’Associazione e la manifestazione diventerà itinerante, - annuncia a sorpresa Maria Giulia, - e vorrei portare l’evento in giro nei posti poco valorizzati o abbandonati a se stessi o perché no anche in altre strutture simili alla mia, e cercherò di proporla non solo nel periodo estivo ma anche nei periodi invernali perchè il Gargano non è solo mare e se creiamo attrattive un po' di gente potrebbe venire a trovarci e a conoscere altri profumi, altri colori e altri angoli di territorio che vanno vissuti per forza in inverno o in autunno. Questa è la sfida che lancio verso me stessa per la X Edizione e la voglio dedicare a tutti coloro che ci hanno supportato in tutti questi anni e hanno capito l’intento e lo scopo dell’evento e a tutti i partecipanti.

 

I sapori dell’Arte è patrocinato dal Comune di Carpino, della Proloco, dalle Ferrovie del Gargano e dalla CNA.

 

A Seguire il programma e i partecipanti della X Edizione:

 

GIOVEDI’ 1° AGOSTO

 

Ore 19.00: Convegno “Magialago” sui prodotti da forno e olio extravergine di oliva a cura della CNA

 

Ore 20.30: Apertura X edizione de I SAPORI DELL’ARTE saluti istituzionali e presentazione artisti e aziende

 

Ore 21.00: In viaggio tra gli stands alla scoperta dei tesori della nostra terra

 

Ore 21.30: “RIZZABAND” l’orchestra di strada che animerà e farà divertire grandi e piccini, a seguire

 

                     Concerto musicale dei “TARANT FOLK”.

 

VENERDI’ 2 AGOSTO

 

Ore 13.00: a tavola con i sapori del Gargano, presso l’Agriturismo Biorussi. Solo su prenotazione al 348 8895360

 

Ore 17.00: Presentazione del libro “GARGANO NEGLI OCCHI” di Lucia Tancredi

 

Ore 19.00: “Mangialago” Videoproiezione e mostra sui prodotti della pesca del Lago a cura della CNA

 

Ore 20.30: In viaggio tra gli stands alla scoperta dei tesori della nostra terra

 

Ore 21.00: “I POETI DEL GARGANO” curatore Franco Ferrara che presenterà le poesie tra fede e popolarità                                      

 

                       Garganica.

 

Ore 22.00: Concerto spettacolo ARAKNE MEDITERRANEA

 
 
 

29 Luglio 2019 - 17:39:02 Katia Ricciarelli festeggiata a Vieste per i suoi (primi) 50 anni di carriera [VIDEO]

Post n°24065 pubblicato il 29 Luglio 2019 da forddisseche

 
29 Luglio 2019 - 17:39:02
 Katia Ricciarelli festeggiata a Vieste per i suoi (primi) 50 anni di carriera [VIDEO]Il primo festival internazionale di musica lirica “Cristalda e Pizzomunno” ha avuto il suo gran finale ieri sera con la presenza di Katia Ricciarelli nell’anfiteatro Carlo Nobile. L’artista si è esibita svariando dai classici del bel canto come “Habanera” tratto dalla Carmen di Bizet ad altrettanti classici della musica napoletana come “Ie te vurria vasà” e “Marechiare”, accompagnata al pianoforte dal maestro Giuseppe Gullotta. Dopo aver calcato i più importanti palcoscenici mondiali, Katia Ricciarelli si è esibita nel fantastico scenario…

 
 
 

Puglia/ Boom di turisti ad agosto: in arrivo 1,1 milioni di persone

Post n°24064 pubblicato il 29 Luglio 2019 da forddisseche

Puglia/ Boom di turisti ad agosto: in arrivo 1,1 milioni di persone 

 
Puglia/ Boom di turisti ad agosto: in arrivo 1,1 milioni di persone
 
 

Boom di turisti in Puglia: secondo il Centro Studi di Federalberghi sono previsti in arrivo ad agosto 1,1 milioni di visitatori. I dati collocano quindi la nostra regione al sesto posto della classifica nazionale, subito dopo i colossi del turismo quali Veneto, Emilia-Romagna, Toscana, Alto Adige e Lombardia. Un introito che genererà 4,152 milioni di presenze (il 56% in hotel e il 44% in strutture extralberghiere).

 

 Superando, dunque, grandi performer turistici come Lazio, Campania, Sicilia e Sardegna. In tutta Italia saranno più di 18 milioni le persone che nel corso del mese di agosto soggiorneranno presso gli alberghi e le altre strutture ricettive, per un totale di circa 79 milioni di pernottamenti (41% riferite ai turisti stranieri e 59% agli italiani).

 

Dati, quelli pugliesi, che secondo Federalberghi confermeranno i risultati del 2018, con “una sostanziale tenuta che fa ben sperare su un 2019 che si chiuderà ancora in salita”. “La componente straniera, che solo in agosto è notoriamente più bassa, viene attratta dalla nostra regione in grande numero, con un incremento a due cifre rispetto al 2018”, sottolinea anche l’associazione.

 

“La Puglia continua il suo trend in salita – commenta Francesco Caizzi, presidente della Federalberghi Puglia – i gufi e le speculazioni mediatiche dei mesi scorsi sono stati smentiti dai dati di agosto 2019. La Puglia aumenta il suo appeal, il nostro mare continua ad avere un andamento in salita e le nostre bellezze dell’entroterra crescono con sempre più slancio. La stagione 2019, dunque, sta marciando secondo i migliori auspici”. “La fase cruciale della stagione ci conforta – aggiunge Caizzi – Superate le avversità meteorologiche di maggio, già in giugno abbiamo registrato un recupero significativo, proseguito anche in luglio. Non abbiamo ceduto più di tanto neanche a un’agguerrita concorrenza internazionale, con alcuni dei paesi del Mediterraneo in forte recupero rispetto alla débacle degli anni scorsi a causa dell’allarme terrorismo. La Puglia 365 sta dando ottimi risultati. Non solo mare, ma sono richiestissimi tutto l’anno i nostri borghi, le nostre bellezze naturali, le cattedrali, i castelli federiciani, i nostri siti Unesco, i trulli, le masserie, l`enogastronomia, ma anche le nostre città d’arte come Bari, Taranto, Lecce, Brindisi che hanno cominciato ad aggiungere importanti flussi di turismo leisure al consolidato movimento business”.

 

“Non dimentichiamo – conclude il leader dell’associazione degli albergatori pugliesi – che non possiamo abbassare la guardia di fronte all’abusivismo ricettivo che continua ad avere un forte effetto frenante. Sono troppe le strutture fantasma che inquinano il mercato facendo concorrenza sleale. I nostri albergatori sono al lavoro per accogliere al meglio i nostri ospiti, mentre la Federalberghi sta preparando le proposte e i progetti al Governo nazionale e a quello regionale sui principali nodi che ostacolano lo sviluppo dell’economia del turismo. La nostra ricetta è ricca e qualificata: riduzione della pressione fiscale, sostegno agli investimenti per nuovi servizi alle strutture turistiche ricettive, contrasto netto all’abusivismo, rimozione dei vincoli che ingessano il lavoro, sviluppo delle reti e delle infrastrutture”.

 
 
 

Fermo pesca da oggi e per un mese in Adriatico, parte della Puglia compresa.

Post n°24063 pubblicato il 29 Luglio 2019 da forddisseche

Fermo pesca da oggi e per un mese in Adriatico, parte della Puglia compresa. Da Brindisi al Tirreno, invece, lo stop dal 9 settembre. 

 
Fermo pesca da oggi e per un mese in Adriatico, parte della Puglia compresa. Da Brindisi al Tirreno, invece, lo stop dal 9 settembre.
 
 

Stop al pesce fresco a tavola per l’avvio del fermo pesca che porta al blocco delle attività della flotta italiana lungo l’Adriatico. A darne notizia è Coldiretti Impresapesca in occasione dell’avvio del provvedimento per risparmiare le risorse del mare che scatta proprio in occasione dell’Overshoot day, il giorno in cui  l’uomo ha già utilizzato tutte le risorse naturali che la Terra può rigenerare nell’intero 2019. Il fermo pesca – sottolinea la Coldiretti – bloccherà infatti le attività dei pescherecci per 30 giorni consecutivi da Bari a Manfredonia dal 29 luglio fino al 27. Per quanto riguarda il Tirreno lo stop scatterà da Brindisi a Roma dal 9 settembre all’8 ottobre.

 

La novità di quest’anno è che – spiega Coldiretti Impresapesca – in aggiunta ai periodi di fermo fissati i pescherecci dovranno effettuare ulteriori giorni di blocco che vanno da 7 a 17 giorni, a seconda dalla zona di pesca alla quale sono iscritti. Le giornate di stop saranno decise direttamente dai pescatori che dovranno darne comunicazione scritta entro le ore 9 del giorno stesso. L’intero ammontare delle giornate aggiuntive dovrà essere obbligatoriamente effettuato entro il 31 dicembre 2019.

 

“Con il fermo pesca, in un Paese come l’Italia che importa dall’estero 8 pesci su 10,  aumenta il rischio di ritrovarsi nel piatto per grigliate e fritture prodotto straniero o congelato. Il settore soffre la concorrenza sleale del prodotto importato dall’estero e spacciato come italiano, soprattutto nella ristorazione, grazie all’assenza dell’obbligo di etichettatura dell’origine. Ciò ha determinato negli anni in Puglia un crollo della produzione, la perdita di oltre 1/3 delle imprese e di 18.000 posti di lavoro, con un contestuale aumento delle importazioni dal 27% al 33%”, denuncia Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.

 

Nonostante la riduzione del periodo fisso di blocco delle attività, l’apertura alla tutela differenziata di alcune specie e la possibilità per le imprese di scegliere i restanti giorni di stop, come richiesto da Coldiretti Impresapesca, il giudizio sull’assetto del fermo pesca 2019 non può essere positivo poiché la misura continua a non rispondere alle esigenze della sostenibilità delle principali specie target della pesca nazionale, tanto che lo stato delle risorse nei 33 anni di fermo pesca è progressivamente peggiorato, come anche parallelamente lo stato economico delle imprese e dei redditi.

 

“Una crisi quella del settore ittico, che si trascina da 30 anni – rileva Angelo Corsetti, Direttore di Coldiretti Puglia – in un mercato, quello del consumo del pesce, che aumenta, ma sempre più in mano alle importazioni. La produzione ittica derivante dall’attività della pesca è da anni in calo e quella dell’acquacoltura resta stabile, non riuscendo a compensare i vuoti di mercato creati dell’attività tradizionale di cattura. Una rinascita che passa per il mercato e sulla quale Coldiretti sta cercando di impegnarsi a fondo, facendo partire iniziative nei Mercati di Campagna Amica che hanno come obiettivo la vendita diretta, la qualità e la tracciabilità”.

 

Di assoluto rilievo i numeri del settore in Puglia, il cui valore economico è pari all’1% del PIL pugliese e arriva fino al 3,5% se si considera l’intero indotto, conta 1500 imbarcazioni, 5000 addetti, 10 impianti di acquacoltura e mitilicoltura. Le aree vocate sono prioritariamente Manfredonia, Molfetta, sud Barese, Salento, dove il pescato più importante è costituito da gamberi, scampi, merluzzi. Per effettuare acquisti di qualità al giusto prezzo il consiglio di Coldiretti Impresapesca è, dunque, di verificare sul bancone l’etichetta, che per legge deve prevedere l’area di pesca.

 
 
 

L'estate di Cagnano Varano entra nel vivo

Post n°24062 pubblicato il 29 Luglio 2019 da forddisseche

L'estate di Cagnano Varano entra nel vivo 

 
L'estate di Cagnano Varano entra nel vivo
Dai 25 anni della Sagra del Pesce ai Calici nel Borgo, passando da Mille di queste notti, il Cavù, la Varanea sul Lago e la comicità di Nando Timoteo da Colorado
 
L'Estate di Cagnano Varano entra nel vivo. Dopo il weekend appena conclusosi con la Festa del Pane e della Salicornia e l'evento Di Lago in Mare, continua il programma degli eventi estivi che animeranno la cittadina lagunare fino a ottobre.
Da domani 30 luglio fino al 2 agosto l'ex idroscalo Ivo Monti di San Nicola Imbuti si accenderà con gli spettacoli della Bottega degli Apocrifi e le degustazioni di Vazapp per 'Mille di queste notti', promosso dal Parco Nazionale del Gargano. Il 3 agosto a Capoiale approda la Goletta dei Laghi di Legambiente mentre in paese ci sarà la premiazione del Concorso letterario Il Rovo. Tra gli eventi da segnalare anche Il Cavù nel Centro storico, che quest'anno si allunga a 3 giorni, dal 5 al 7, Calici nel borgo l'11, il comico di Colorado Nando Timoteo il 12, la 25esima edizione della Sagra del Pesce e dei prodotti tipici il 13, la Varanea sul Lago di Varano il 18 e il 19. Questi solo alcuni degli eventi del palinsesto che continuerà anche a settembre e a ottobre.

"Anche quest'anno grandi eventi per promuovere il nostro meraviglioso territorio e le sue peculiarità enogastronomiche. - commenta l'assessora alla cultura del Comune di Cagnano Mariella Scanzano- Iniziative realizzate in collaborazione con le numerose associazioni appartenenti alla Consulta, fortemente voluta dalla nostra amministrazione comunale. Grazie alla sinergia tra queste realtà e  l'Ente Parco Nazionale del Gargano, i nostri concittadini e i turisti in vacanza sul Gargano, potranno trascorrere giornate all'insegna della cultura, delle tradizioni locali, del buon cibo, della musica popolare e meravigose serate sotto un cielo stellato."



IL PROGRAMMA

30 LUGLIO / 2 AGOSTO

Parco Nazionale del Gargano

Mille di queste notti sul Lago

Degustazioni, musica e teatro

Idroscalo San Nicola Imbuti - dalle ore 19,30

1 / 11 AGOSTO

Parco Nazionale del Gargano

GarganArt

Mercatini di prodotti tipici, laboratori artigianali,

intrattenimento musicale per le vie del Centro Storico

dalle ore 19,00

VENERDI 2 AGOSTO

Ass. Mediterranea

“Incontro con l’autore”

Matteo Papantuono e Claudette Portelli

presentano il libro “Le nuove dipendenze”

Largo Purgatorio • ore 21,00

SABATO 3 AGOSTO

Legambiente - “Goletta dei laghi”

Tour di sensibilizzazione ambientale

Capojale • ore 19,00

Ass. Il Rovo - Pro Loco

Il Rovo - 8a ed. Concorso letterario

Ex Convento San Francesco • ore 20,30

DOMENICA 4 AGOSTO

Fratres di Cagnano Varano

Celebrazione eucaristica in

Piazza Bellavista - ore 20,00

“Sangue è vita”

Suoni in concerto con diversi gruppi musicali

Piazza Bellavista • ore 21,15

5 - 6 - 7 AGOSTO

Pro Loco di Cagnano Varano

Parco Nazionale del Gargano

Cavù - Musica e degustazioni

eno-gastronomiche nel Centro Storico dalle ore 19,00

MARTEDI 6 AGOSTO

Sud Servizi Generali

Ludobus - Giochi in legno

Piazza Giannone • ore 19,00

GIOVEDI 8 AGOSTO

ASD Time Music

La Corrida

Piazza Giannone • ore 21,00

VENERDI 9 AGOSTO

Parrocchia S. Francesco d’Assisi - Oasi S. Francesco

Sagra della carne e dei torcinelli

Piazza A. Moro • ore 20,00

SABATO 10 AGOSTO

Ass. Mediterranea

Escursione notturna

Partenza dal piazzale del Comune • ore 17,30

Parco Nazionale del Gargano e Cuochi di Capitanata

Eccellenze sotto le Stelle

aspettando Calici nel Borgo con intrattenimento musicale

Centro storico • ore 21,00

DOMENICA 11 AGOSTO

Ass. Cuochi di Capitanata

Calici nel Borgo

DEGUSTAZIONI DI VINI E PRODOTTI TIPICI

Intrettenimento del trio musicale “Velvia”

Largo Purgatorio • ore 21,00

DOMENICA 11 AGOSTO

Fratres di Cagnano Varano

Buon vino fa buon sangue

Donazione di sangue

Sede Protezione Civile - Corso Giannone • ore 8,00

LUNEDI 12 AGOSTO

Comitato Feste

Spettacolo di cabaret

con “Nando Timoteo”

Piazza A. Moro - ore 21,00

MARTEDI 13 AGOSTO

Parrocchia Santa Maria della Pietà

25a ed. Sagra del pesce

Centro Storico e Corso Giannone • ore 20,00

VENERDI 16 AGOSTO

Comitato Feste

Festa dell’emigrante

con Band Orchestra “La Mmuina”

Piazza Bellavista - ore 21,00

SABATO 17 AGOSTO

Pro Loco di Cagnano Varano

Sagra delle cozze

con la partecipazione della

Banda Municipale di Cagnano Varano

Capojale - ore 19,00

Veloclub Carpino Runners

Maratonina dei 2 colli

Piazza Giannone

ore 17,30 Partenza camminata non competitiva

ore 18,30 Partenza gara competitiva

18 / 19 AGOSTO

Ass. Cuochi di Capitanata

Consulta delle Associazioni

“La Varanea”

Valorizzazione della cultura lagunare

con il patrocinio del Parco Nazionale del Gargano

e l’intrattenimento musicale dei “Parisi Quintet Social Club”

Località Bagno - dalle ore 11,00

VENERDI 23 AGOSTO

Ass. Mediterranea

Proiezione del film

“Sacco e Vanzetti”

Palazzo Baronale - ore 19,45

SABATO 24 AGOSTO

Pro Loco di Cagnano Varano

“I.S.F. 2019” Infestazioni soniche

FESTIVAL DELLA MUSICA ELETTRONICA

ore 18,00 - San Nicola Imbuti

MARTEDI 3 SETTEMBRE

Ass. Muzia

“Magia in Ludoteca”

Ludoteca Varanoplay - ore 17,00

SABATO 7 SETTEMBRE

Ass. Mediterranea

Proiezione del film “Inside out”

Palazzo Baronale • ore 20,00

DOMENICA 8 SETTEMBRE

Parrocchia Santa Maria della Pietà

Festa della Madonna delle Grazie

Ass. La Montagna del Sole

“I sacri luoghi dell’Arcangelo Michele Gargano e Daunia”

Accoglienza e visita della Grotta

Anfiteatro Grotta di San Michele - ore 10,30

Fratres di Cagnano Varano

Vieni a donare... aiuta la vita!

Donazione di sangue presso la sede Fratres

di Via Montegrappa alle ore 8,00

DOMENICA 15 SETTEMBRE

Amministrazione comunale

Inaugurazione sentiero didattico “Bosco Gioffo” con il Consorzio di Bonifica Montana del Gargano

ore 10,00 con escursione curata dall’Ass. Mediterranea

SABATO 28 SETTEMBRE

ASD Stracagnano - Parrocchia S. Maria della Pietà

100 km del Gargano

Piazza Trieste - Corso Giannone

SABATO 5 OTTOBRE

Federcasalinghe

Festa dei nonni

ore 17,00 - Centro Diurno “C. Palladino”



Per maggiori info:
Consulta dell Associazioni - presidente Giuseppe Sanzone- geom.giuseppesanzone@gmail.com - tel. 3405060256

 
 
 

Vieste/ Torna la SERENATA ALLA TARANTELLA. Appuntamento al 19 agosto. Giovedì 1 agosto, a Foggia la conferenza stampa

Post n°24061 pubblicato il 29 Luglio 2019 da forddisseche

Vieste/ Torna la SERENATA ALLA TARANTELLA. Appuntamento al 19 agosto. Giovedì 1 agosto, a Foggia la conferenza stampa di presentazione. 

 
Vieste/ Torna la SERENATA ALLA TARANTELLA. Appuntamento al 19 agosto. Giovedì 1 agosto, a Foggia la conferenza stampa di presentazione.
 
 

“Serenata alla Tarantella” sarà sicuramente uno degli eventi di spicco del cartellone estivo della città di Vieste. Fissata la data: lunedì 19 agosto con la grande novità dell’Orchestra popolare di Serenata alla Tarantella e con il maestro Antonio Castrignanò della Notte della Taranta, uno dei più noti interpreti di musica popolare della notte di Melpignano. Ma per il presidente dell’associazione, Saverio Cota, ci potrebbero esserci altre grandi sorprese, grazie anche ad uno sponsor importante come Ferrovie del Gargano. “Le novità di quest’anno sono l’esordio dell’orchestra popolare di Serenata alla Tarantella, un’orchestra che propone tutti i brani della tradizione della musica popolare garganica, arrangiati dal maestro Giovanni Delle Fave e con la direzione artistica di Carmen Deronzo. Ospite d’onore Antonio Castrignanò della Notte della Taranta”.  La conferenza stampa di presentazione si terrà giovedì 1 agosto alle ore 10,30 presso la Sala Giunta dell'amministrazione provinciale di Foggia. Palazzo Dogana - Piazza XX Settembre. Interverranno il presidente dell'associazione Serenata alla Tarantella, Saverio Cota, il maestro dell'orchestra popolare, Giovanni Delle Fave, l'assessore al turismo del Comune di Vieste, Rossella Falcone, e l'assessore regionale Raffaele Piemontese.

 

Il presidente

 

Saverio Cota

 
 
 

Puglia/ Salvo per il momento l'accesso alle spiagge libere per i cani di tutte le taglie

Post n°24060 pubblicato il 29 Luglio 2019 da forddisseche

Puglia/ Salvo per il momento l'accesso alle spiagge libere per i cani di tutte le taglie 

 
Puglia/ Salvo per il momento l'accesso alle spiagge libere per i cani di tutte le taglie
 

Nella scorsa seduta del Consiglio regionale della Puglia non è stata più discussa la proposta di modifica della Legge Regionale n. 56/2018. Se i Consiglieri abbiano saltato intenzionalmente il relativo punto all'ordine del giorno o se semplicemente non hanno avuto il tempo di trattarlo, non ci è dato ancora saperlo; resta la nostra speranza che i Consiglieri abbiano preso coscienza dell'errore che stavano per fare e rinuncino a perseverare in seguito sulla questione.

 

Ciò che ci rassicura è che per la stagione estiva 2019 gli amici a 4 zampe, grandi e piccoli, potranno accedere alle spiagge  libere per le quali non sia stato predisposto affisso divieto; tanto ai sensi della summenzionata Legge Regionale n. 56/2018. Quanto ai lidi, resta la discrezionalità dei gestori degli stabilimenti balneari di consentire o meno l'accesso alla spiaggia in concessione. 

 

Infine, precisiamo che alcun valore riteniamo possa essere attribuito alle disposizioni dell'ordinanza balneare 2019 che sono in contrasto con la Legge Regionale n. 56/2018 e, pertanto, invitiamo a contattare il Coordinamento delle Associazioni Animaliste Pugliesi qualora si dovesse essere destinatari di sanzioni, ai sensi della predetta ordinanza e per violazioni attinenti all'accesso con il proprio animale alle spiagge libere prive di segnaletica di espresso divieto di accesso.

Mail: coordanimalistipuglia@gmail.com

 
 
 

IL LIBRO DELLE SETTIMANA/ Rondini ad ottobre di Raimondo Ardolino. Romanzo ambientato tra Barcellona (Spagna) e Gargano.

Post n°24059 pubblicato il 29 Luglio 2019 da forddisseche

IL LIBRO DELLE SETTIMANA/ Rondini ad ottobre di Raimondo Ardolino. Romanzo ambientato tra Barcellona (Spagna) e Gargano. 

 
IL LIBRO DELLE SETTIMANA/ Rondini ad ottobre di Raimondo Ardolino. Romanzo ambientato tra Barcellona (Spagna) e Gargano.
 
 

E’ in vetrina per i tipi de Il Saggio editore, il romanzo Rondini ad ottobre di Raimondo Ardolino. Tanto, per essere presentato, durante il Rignanestate, la settimana prima del Ferragosto. A determinare da subito l’entità e la qualità dell’opera, per chi ha avuto modo, come chi scrive, di sfogliarlo in oline, è la copertina. Infatti, quest’ultima, ha come distintivo un disegno naif di plastica bellezza e singolarità, rappresentante due corpi umani strettamente avviluppati in un passionale amplesso, di cui si nota solo l’abbozzo delle due teste, ma rimane indistinta , forse volutamente, l’identità del sesso e la reale funzione. “ Un che stanno a fare?”, insomma, che ricalca pedissequamente la storia che si sta per raccontare, che ha come filo conduttore l’intrigo dell’azione e la limpidezza dell’amore. L’opera d’arte in menzione è della pittrice, Giovanna Mele, leccese, come una delle principali protagoniste, di cui si dirà. Non appena si girano le prime pagine del volume, che ne conta circa duecento, ci si accorge da subito di essere di fronte ad un’opera letteraria a mezza strada tra il giallo – poliziesco, il classico – amoroso e la fiction televisiva dei vari Montalbano di Camilleri. Non a caso si parte dalla esperienza di uno dei tanti gruppi giovanili italiani, che si ritrovano d’estate a Barcellona (Spagna) per motivi di vacanza e di lavoro. Sono i vari Mario, Luigi detto Gino, Gianni, Tommaso, ecc.. Solitamente gli stessi, come nel romanzo, fanno parte di una band musicale italo – spagnola bene assortita. Essa ha nella finzione come vedetta – protagonista Naomi, che oltre ad essere una bellezza esotica del tipo ammazza – cuori è una cantante di alto livello. Ci sono poi, Chiara e Giulia, gestrici di un locale alla moda, assai frequentato dai figli di papà e dalla cosiddetta gioventù bruciata, che resta sempre tale, nonostante i corsi e ricorsi della storia di Vico. Sono nomi che balzano subito agli occhi, man mano che si va avanti nella lettura sommaria del libro. Tra questi c’è anche l’uomo misterioso, quello che svelerà solo alla fine il suo vero nome e il ruolo che gioca nella vicenda. Ma per saperlo e cogliere tutte le sfumature di questa meticolosa indagine occorre leggere il libro, la cui lettura, come abbiamo premesso, sin dalle prime pagine attrae ed invoglia a continuare, grazie al suo linguaggio scorrevole e alla voglia di sapere sempre di più su questa intrigata storia d’amore e delitto perfetto. É un romanzo che si legge tutto di un fiato, grazie anche allo stile piano e al linguaggio essenziale. Ma soprattutto ti attrae non tanto l’intrigo delle indagini, non troppo complicato per la verità, quanto le vicende umane e le caratteristiche di tutti i protagonisti che, anche se costruiti dalla fantasia dell’autore che non ha limiti, sono veri e genuini, appartenendo essi alla quotidianità dei nostri tempi, come le tematiche delle coppie gay e delle libertà civili. L’autore, alla sua seconda fatica narrativa, mi ha confidato: “Ho preso lo spunto da una vacanza da me trascorsa qualche anno fa in una città calda, come Barcellona, che mi ha da subito affascinato per la sua bellezza naturale e la sua internazionalità, il resto appartiene ai sentimenti che si provano in un’età quasi matura, intrisa di ricordi e vicissitudini”. Letterato poliedrico spazia dal vernacolo all’ermetismo Egli, originario di Rignano Garganico, appartiene, infatti, alla classe 1969. Dal 1988 lavora come infermiere presso Casa Sollievo in San Giovanni Rotondo. Ha già pubblicato raccolte di poesie, come: “ La fenèstre de la putéche” (2014), “ Lu pajése jènne e jè de lu pajesane” (2015); “ Mani piene di more”(2017) e il suo primo romanzo “ Passi bianchi” (2018). Il libro sarà presentato in paese verso la metà di agosto.

 

N.B. Romanzo ambientato tra Barcellona (Spagna) e Gargano.