Blog
Un blog creato da g1b9 il 10/01/2009

Sentimentalmente

Tutto ció che mi dá emozioni....

 
 

***

   Nel mio blog utilizzo  immagini trovate sul Web. Alcune siuramente hanno il copyright;  qui sono usate con scopo culturale , divulgativo  e critico, tuttavia toglierò immediatamente l'immagine, qualora questo uso dispiacesse agli autori.

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

 

 

 

« Buon Agosto 2020 COVID19...Nel garbuglio del vento... »

Gli acquerelli di John Singer Sargent...l'incanto di macchie di colore.

Post n°4678 pubblicato il 02 Agosto 2020 da g1b9
 

 

John Singer Sargent's Watercolours

Chiunque si cimenti anche solo per gioco con la pittura sa quanta bravura  e tecnica di mano occorra per cimentarsi con i diversi colori ed il loro uso e come il risultato dipenda da questo per una modesta opera casalinga, poichè artisti si nasce, il talento non si compra e si diventa grandi se il genio che emerge in certe persone viene affinato da studi severi e molto seri. Ho sempre amato la pittura, e per questo, fin da ragazzina, ho provato a dipingere. Mi ero incaponita cogli acquerelli, ma ahimè non sono riuscita a cavare nulla di decente, nonostante le lezioni di pittura,ero negata per questo genere, ero pessima e ho messo in solaio il desiderio di dipingere, ma non la passione immensa per la pittura.  C'è un pittore che amo soprattutto per i suoi acquerelli ed è John Singer Sargent. Vissuto a cavallo tra l'ottocento e il novecento, può essere definito un pittore cosmopolita di origine americana. Egli si definiva  «un americano nato in Italia, istruito in Francia, che guarda come un tedesco, parla come un inglese e dipinge come uno spagnolo».La sua cultura era frutto  oltre che di scuola, di viaggi, di visite a moltissimi musei, anche di studio dei grandi pittori classici, specialmente di Tintoretto, che era il suo pittore  preferito insieme a Van Dick e Velasquez. Fu amico di  Manet, che frequentò a Parigi, al quale si ispirò insieme  a Velasquez per i suoi ritratti. In questi emerge l'atmosfera spensierata e mondana  del tempo, che dipinge con rapidità , evidenziando l'ostentazione di particolari, che lo resero celebre in tutta Europa, dove era conteso dalla migliore società per i suoi ritratti.  Divenne molto ricco , cosi dedicò il suo ultimo periodo a quella che era stata sempre la sua passione, la pittura ad acqua.E' considerato uno dei più grandi tra gli specialisti di questa tecnica, che usa con una maestria unica in ritratti e paesaggi, dove i suoi giochi di luce sono di una bellezza incredibile e di una modernità senza tempo.  Di lui  ho postato due video, che valgono il tempo della visione.In uno troverete  acquerelli, nell'altro ritratti a carboncino-

 

 

>

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

 

 
 

RELATHIONSHIP

Don't let someone become a priority in your life , when you are an  optional in their life... Relationships work best when they are balanced.

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

ULTIME VISITE AL BLOG

neopensionataelcondorpasaaafabiobarbieratoa.cosmas92g1b9teresinaurgesenykole3pietrodenoiar.brescianigecasudsnctopografiarivadossieuroplastiksrlpaginaweb1amore_nelcuore1Meibimi
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

motori ricerca

 


contatori internet

popoli e comunità