Blog
Un blog creato da g1b9 il 10/01/2009

Sentimentalmente

Tutto ció che mi dá emozioni....

 
 

***

   Nel mio blog utilizzo  immagini trovate sul Web. Alcune siuramente hanno il copyright;  qui sono usate con scopo culturale , divulgativo  e critico, tuttavia toglierò immediatamente l'immagine, qualora questo uso dispiacesse agli autori.

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

 

Il calvo e la mosca...

Post n°4124 pubblicato il 14 Dicembre 2018 da g1b9
 

 

Il calvo e la mosca

Una mosca punse il cranio lucido di un calvo. Questi si diede una grande manata per liberarsene.
E la mosca, ridendo: - Vuoi castigare con la morte il morso di un così piccolo volatile? Che vendetta vorrai prendere contro te stesso che alla puntura hai aggiunto l'ingiuria di una manata?
Il calvo rispose: - Con me stesso è facile pacificarmi, perché so che non avevo intenzione di nuocermi. Ma tu, animale perfido di un genere detestabile, tu, che provi piacere a sùggere il sangue degli uomini, meriti di essere uccisa, anche a costo di un maggiore sacrifico.
Questa favola insegna a perdonare colui che casualmente ha compiuto un errore ai nostri danni. Chi di proposito ci ha procurato il male merita, io penso, qualsiasi pena

da: Fedro

 



 
 
 

Tutti tengono famiglia... una mossa no?

Post n°4123 pubblicato il 13 Dicembre 2018 da g1b9
 

 

La casta politica, una volta che sei dentro, ti permette quasi sempre di campare tutta la vita. Un po’ in Parlamento, un po’ nei consigli di amministrazione, un po’ ai vertici delle municipalizzate, un po’ nelle segreterie. Basta un po’ di elasticità.


    Sergio Rizzo



Come non condividere questo pensiero del giornalista Sergio Rizzo, che penso sia comune a quasi tutti gli Italiani, che lo esprimono in altro modo, irridendo la classe politica, tranne i diretti coinvolti? E quanti sono questi ultimi? Beh, la maggioranza assoluta di coloro che stanno occupando tutti i posti  importanti della Pubblica amministrazione , delle partecipate ed anche di grandi aziende private,  dei cui CDA fanno parte, per convenienza della proprietà. E la storia parte da lontano, dall'inizio della repubblica, l'inizio delle dinastie di questi potentati. Eppure c'è una maggioranza in Italia , che ha  portato al potere questa specie di Governo, convinti che avrebbero cambiato  il  nostro Paese, senza rendersi conto di averli sistemati a vita per generazioni, alla faccia di Noi Italiani, da anni e anni presi in giro da chiacchieroni, capaci di  belle parole, di sorrisi ammiccanti, di fatti eclatanti, ma incapaci di dire la verità a questo paese.E che dovrebbero dirci? Secondo me, che non sono un politico, ma che ho vissuto tutta la storia della nostra repubblica, dovrebbero soltanto dirci, che, al punto in cui, costoro, di cui sopra  dice Rizzo e che condivido, hanno portato l'Italia, questa non ha più alcuna sovranità e che non ci sarà governo , bianco, rosso, nero, giallo, verde, viola,e nuances varie, in grado di  opporsi a Bruxelles.... tutti tengono famiglia!!




 
 
 

"Il mio desiderio". Dedicato ai miei figli , ai miei nipoti e a tutte le persone, che amo.

Post n°4122 pubblicato il 12 Dicembre 2018 da g1b9
 

"Il mio desiderio"

 Spero che i giorni arrivino con calma ed i momenti passino lentamente,e che ogni strada ti porti dove desideri andare.
 Se  dovrai affrontare una scelta, e dovrai scegliere,spero che tu scelga ciò che che per te significa di più;e se una porta si apre solo per metterti di fronte ad un altra porta chiusa, spero che non ti fermerai finchè non troverai una finestra.
 Se fuori è freddo mostra al mondo il calore del tuo sorriso,
ma più di tutto,più di tutto….
spero per te che questa vita divenga tutto ciò che vuoi.
Finchè i tuoi sogni rimarranno grandi, le tue preoccupazioni saranno piccole;non portare mai più di quanto puoi sopportare ,
e ,mentre sarai li fuori, andando dove vai,spero che tu sappia che qualcuno ti ama e vuole ciò che tu vuoi.
Sì, questo è il mio desiderio:
spero che non ti guardi mai indietro,ma che non dimentichi mai tutti coloro che ti amano, nei luoghi che hai lasciato.
Spero che perdonerai sempre e non rimpiangerai mai;che aiuterai qualcuno ogni volta che potrai
e che vedrai il perdono di Dio in ogni errore,darai sempre più di ciò che prenderai,questo è il mio desiderio…
 Spero tu sappia che qualcuno ti ama ,possano tutti i tuoi sogni rimanere grandi….

 

 
 
 

Antica saggezza araba...

Post n°4121 pubblicato il 11 Dicembre 2018 da g1b9
 

 

Non dire tutto ciò che sai;
Non fare tutto ciò che puoi;
Non credere a tutto ciò che ascolti,
Non spendere tutto ciò che hai.

 Perchè...

Chi dice tutto quello che sa;
Chi fa tutto quello che può:
Che crede tutto quello che ascolta
E spende tutto quello che ha.

Molte volte...

Dice cose che non dovrebbe;
Fa quello che non dovrebbe;
Giudica ciò che non vede.
E spende ciò che non potrebbe.



 
 
 

I sogni d'oro..ora sono di piombo

Post n°4120 pubblicato il 10 Dicembre 2018 da g1b9
 

 

 L'esclusione sociale  che elabora Bauman non si basa più sul fatto di essere fuori dal  mondo produttivo o sulla vera povertà,che priva  di quanto necessario, ma sul non poter comprare per sentirsi parte della modernità. Secondo Bauman anche il povero, nella vita liquida, cerca di adeguarsi sentendosi  frustrato se non riesce a sentirsi come gli altri, cioè non accettato nel ruolo di consumatore.   Così ,in  questa società che vive per il consumo, tutto  diventa merce, e paradossalmente l'essere umano  vive relazioni usa e getta. Si perde la certezza del diritto (la magistratura è sentita come nemico) e le uniche soluzioni per l'individuo senza punti di riferimento sono  l'apparire a tutti i costi,poichè l'apparire diventa un valore  come il consumismo, l'equivalenza di quanto denaro si possiede. Tuttavia questo consumismo non si propone di possedere qualcosa , ma  di averlo come gli altri, usarlo finchè il trend lo permette e poi sostituirlo con un altro oggetto del desiderio, passando quindi da un consumo all'altro in una sorta di bulimia.
 Pertanto questa frase di Zygmund Bauman esprime al meglio il concetto di come siamo e come ci sentiamo:

Invece di grandi aspettative di sogni d'oro, il "progresso"evoca un'insonnia piena di incubi di "essere lasciati indietro", di perdere il treno, o di cadere dal finestrino di un veicolo che accelera in fretta.



 
 
 
Successivi »
 
 
 

RELATHIONSHIP

Don't let someone become a priority in your life , when you are an  optional in their life... Relationships work best when they are balanced.

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUŇ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

ULTIME VISITE AL BLOG

g1b9das.silviaamore_nelcuore1divinacreatura59licsi35pemassimocoppadolcesettembre.1gabbiano642014paperino61tokarma580vmulinoemiliobusnatineopensionataElemento.Scostanteerikapasini1980
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

motori ricerca

 


contatori internet

popoli e comunità