**TEST**
Blog
Un blog creato da g1b9 il 10/01/2009

Sentimentalmente

Tutto ció che mi dá emozioni....

 
 

***

   Nel mio blog utilizzo  immagini trovate sul Web. Alcune siuramente hanno il copyright;  qui sono usate con scopo culturale , divulgativo  e critico, tuttavia toglierò immediatamente l'immagine, qualora questo uso dispiacesse agli autori.

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

 

 

 

Da una donna così, non si torna indietro. Mai

Post n°4554 pubblicato il 30 Marzo 2020 da g1b9
 

 

Non innamorarti di una donna che legge, di una donna che sente troppo, di una donna che scrive…
Non innamorarti di una donna colta, maga, delirante, pazza.
Non innamorarti di una donna che pensa, che sa di sapere e che, inoltre, è capace di volare, di una donna che ha fede in se stessa.
Non innamorarti di una donna che ride o piange mentre fa l’amore, che sa trasformare il suo spirito in carne e, ancor di più, di una donna che ama la poesia (sono loro le più pericolose), o di una donna capace di restare mezz’ora davanti a un quadro o che non sa vivere senza la musica.
Non innamorarti di una donna intensa, ludica, lucida, ribelle, irriverente.
Che non ti capiti mai di innamorarti di una donna così.
Perché quando ti innamori di una donna del genere, che rimanga con te oppure no, che ti ami o no, da una donna così, non si torna indietro.
Mai.

Martha Rivera Garrido


 
 
 

Il Cardellino di Carel Fabritius... e gli italiani in casa.

Post n°4553 pubblicato il 29 Marzo 2020 da g1b9

 

                                          "Il cardellino" di Carel Fabritius

 

Una tavoletta di appena 33x18 cm, datata 1654, firmata Carel Fabritius e ora conservata al Mauritshius de L'Aia.

Sullo sfondo di una parete intonacata di un bianco luminoso, un cardellino è legato, con una catenella, a un trespolo formato da due semicerchi di legno e da una cassetta di un un colore grigio-azzurro. Tutto qui.

Da Rembrandt  Fabritius ha appreso l'uso di un colore fluido e di una pennellate veloce, ma anche l'insegnamento di "seguire sempre la natura" e il desiderio di mettersi in gioco. Egli analizza sempre la realtà, in ogni aspetto, in ogni suo soggetto, che sia un ritratto,la storia sacra, un paesaggio o una natura morta in interni ,cercando tuttavia un continuo rinnovamento-Come in questo piccolo dipinto, dove la novità sta tutta nel soggetto.  Infatti il pittore ci prova e primo nella  pittura olandese si cimenta nel ritratto di un uccellino, un cardellino a cui una catenella non permette  di volare, una specie di giocattolo per bambini, in uso a quei tempi nelle famiglie abbienti . Questo è un vero ritratto, non l'illustrazione  per un testo di ornitologia. Fabritius, qui, non lascia spazio ai dettagli e infatti non c'è la ricerca di minuzie come si trova spesso in certi acquerelli di  Dürer . 

Un quadro bellissimo che è la mia emozione di oggi,un piccolo uccellino, desideroso di spiccare il volo nei cieli azzurri di una primavera malvagia per lui, simile all'inverno  che l'ha preceduta e uguale alla prossima estate; un piccolo uccellino che apparentemente  è libero,se lo si paragona ai suoi simili in gabbia, e invece è più prigioniero di loro.Quelli almeno nella voliera possono muovere le loro ali, lui, se ci provasse, rischierebbe una rovinosa caduta.  Noi in questi giorni siamo tanti piccoli uccellini legati alle  mura di casa, e mai come adesso  dovremmo comprendere il valore immenso della libertà , intesa  ,non solo,nel fatto di poter andare e fare quello  che vogliamo, ma nel senso che la libertà ci permette tutto, tranne di danneggiare gli altri ,e spunto di riflessione per quanti ancora non accettano queste limitazioni, beffando e rendendo vani gli sforzi di quei tantissimi Italiani, che invece rispettano le regole - Rispettiamoci e rispettiamo  il prossimo nella speranza che tutto finisca il prima possibile, poichè per salvare l'Italia dovremo contare solo sulle nostre forze, l'Europa come al solito, antepone  la finanza alla nostra salute, mi auguro che almeno il governo  smetta la farsa ed inizi a recitare con serietà questa  tragedia.

 
 
 

La casa di Claude Monet a Giverny...

Post n°4552 pubblicato il 28 Marzo 2020 da g1b9
 

 

 Per chi ama Monet,uno tra i più celebrati poeti dell'impressionismo francese,e fosse curioso di vedere i luoghi dove visse, si ispirò e produsse molte delle sue celeberrime opere, ho piacere  di mostrare la sua casa di Giverny.  Non è da molto tempo che è diventata un museo, dopo un lunghissimo  restauro ed un altrettanto laborioso recupero del famoso giardino, ricchissimo di fiori,  ma anche ispirato ai giardini giapponesi. Infatti questo luogo è aperto solo in estate quando la  natura lussureggia attorno al laghetto sormontato dal famoso ponticello, che , insieme alle ninfee è spesso soggetto dei suoi quadri. Se vorrete potrete visitare virtualmente questa casa ,ricca di arte, dove passarono i più illustri pittori, contemporanei di Monet  e quanti, ancora oggi vanno ad ispirarsi in questo piccolo paese  nelle vicinanze di Parigi.

 

 CLICCATE L'IMMAGINE PER ENTRARE

 

 

Se non riuscisse il collegamento vi lascio il Link:

https://fondation-monet.com/visite-virtuelle/#/chambre_monet/

 

 
 
 

La terra degli uomini...

Post n°4551 pubblicato il 27 Marzo 2020 da g1b9
 

 

 

La terra ci fornisce, sul nostro conto, più insegnamenti di tutti i libri. Perché ci oppone resistenza. Misurandosi con l'ostacolo l'uomo scopre se stesso. Ma per riuscirci gli occorre uno strumento. Gli occorre una pialla, o un aratro. Il contadino, nell'arare, strappa a poco a poco alcuni segreti alla natura, e la verità ch'egli trae è universale. Non diversamente l'aeroplano, strumento delle vie aeree, coinvolge l'uomo in tutti gli antichi problemi.

Antoine  De Saint_ Exupéry

 

 
 
 

I have seen your heart and it is mine..

Post n°4550 pubblicato il 26 Marzo 2020 da g1b9
 

 

La frase più romantica dell'intera saga di Harry Potter forse  è questa:"Ho visto il tuo cuore e  che esso mi appartiene", il che è incredibilmente sorprendente - Suona come un qualcosa fuori di ogni grande immaginazione,come un 'angosciante confessione sfuggita durante una discussione conflittuale fra amanti  che  sono a conoscenza di come  le loro inevitabili imperfezioni siano lo specchio e complemento dell'altro, un desiderio di riflettere e cogliere e alla fine dimenticare . Peccato che questa frase sia solo un discorso a proposito di magie oscure tra Tom Riddle e Ron Weasley. Non avevo mai pensato che  un momento di noia mi portasse a rileggere pagine, che mai avrei pensato d rivedere; ebbene questa frase mi ha colpito particolarmente , ha riempito ore vuote di pensieri e riflessioni. Leggete, leggete molto in questo periodo di isolamento, anche chi non è un amante dei libri, scoprirà presto quali amici essi siano,e quanto bene ci facciano.

 

 
 
 
Successivi »
 
 

 

 
 

RELATHIONSHIP

Don't let someone become a priority in your life , when you are an  optional in their life... Relationships work best when they are balanced.

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

ULTIME VISITE AL BLOG

felino1000g1b9marinamaria1940Panormus85gaspero958licsi35pesilver91rovinapaperino61totanmikneopensionatacufuruna1972verde901mangio.46lucignolo.dgl1oltre.lo.specchio
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

motori ricerca

 


contatori internet

popoli e comunità