Creato da: libellulafragile il 06/11/2008
Sfogatoio Sperimentale

In vendita su....

ARTESANUM

Venite a trovarmi!

 

 

In vendita su...

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 43
 

Ultime visite al Blog

cassetta2maestroluigiBarbaraCieloVinpicil.mio.viaggioLord_Byron.72pacfamilymmaio.mariateresagabriella.strobbialuciana.slflay0dglstrong_passionfioredimielezuccheroricomiolenuccia60
 

Ultimi commenti

Le parole se ne andarono. Poi, arrivò il momento dei...
Inviato da: cassetta2
il 19/05/2021 alle 17:11
 
Anche io li utilizzo per fare orecchini. Un'ottima...
Inviato da: federicarossinii
il 11/09/2013 alle 10:11
 
che bello brava!!!!
Inviato da: cocaeavana2002
il 03/04/2012 alle 18:46
 
Sono mancata a lungo, e ho pensato di passare a ...
Inviato da: Kastania
il 12/03/2012 alle 16:01
 
io so dove trovati ;-)
Inviato da: DolcePrinciFessa
il 31/01/2012 alle 17:45
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 

Infarinature...

Post n°398 pubblicato il 10 Dicembre 2010 da libellulafragile

A grandi linee vi ho illustrato tutto quello che è necessario avere per iniziare a lavorare, è ovvio che le attrezzature in commercio (estero...aimè) sono molteplici e tutte davvero ghiotte, pronte a scatenare la fantasia.

Personalmente ho uno stile abbastanza classico, senza cose sensazionali, ma ci sono ragazze che si distinguono in quanto a creatività. Per questo motivo vi voglio indicare alcune delle amiche bloggher che seguo e che mi sorprendono costantemente per la loro capacità.

Anto: vi suggerisco caldamente di visitare il suo blog. Questa è una ragazza dalle mani d'oro. Con la tecnica Peyote fa qualsiasi cosa e le riesce divinamente. In questa tecnica sono un'abisso di ignoranza, ma lei è disponibile, sono certa, a darvi delle dritte.

Beads & tricks: la carissima Alessia, che non solo fa stupendi bijoux, ma lavora a maglia e, cosa più importante, condivide moltissimo di quello che scopre sul web. Molte delle cose che so, le so grazie a lei. Nel suo blog trovate anche un angolo dedicato ai tutorial. Visitate il suo blog.

Le follie di Marzia: mi piacciono particolarmente le cose che fa la cara Marzia, spiccata fantasia e tanto colore. Visitate il suo blog, rimarrete incantati.

Fashination street: mi piace alla follia la sua tecnica. Lavora il filo metallico divinamente e ha una fantasia colorata ed elegante. Se volete vedere qualcosa di bello e imparare, passate da lei e guardate cosa riesce a fare. Lo stile è semplice ed elegante al tempo stesso. Ve la consiglio caldamente.

Perle e Vaniglia: Paoletta ha un amore incondizionato per i bijoux, e si vede. Il consiglio che vi do, è di non fermarvi ai primi post, ma di scorrere a ritroso per vedere cosa fa con le paste sintetiche. Un tripudio di fantasia e colore.

Antonella: davvero buon gusto e semplicità, nella creazione di bijoux, utilizzando anche la lana in modo che diventi un gioiello unico. Visitare - visitare!!!!

Queste sono alcune delle mie "ispiratrici", solo alcune ovvio, ma ritengo importante che voi riusciate a vedere cosa si può fare con la fantasia e un po' di pratica... eeee si anche con tanta pazienza!

Buona visione Vs Libby.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Minuteria: parte 4°...le chiusure.

Post n°397 pubblicato il 01 Dicembre 2010 da libellulafragile

Eccole qui, ho voluto presentarvele subito con una foto, le chiusure più usate per fare bijoux.

I moschettoni sono i classici già fatti e standard di varie misure e colori, che facilitano ogni cosa, nel senso che il moschettone è un pass par tout.

Però... se volete dare un tocco alla vostra creazione, qui sotto vi propongo delle chiusure (alcune delle quali vi insegnerò a farle a mano).

A GANCIO: io la chiamo così, però il suo vero nome non lo so, onestamente. Comunque un uncino e un otto, molto carina se fatta a mano.

Chiusure A CASSETTA: questo è il nome che veniva dato a queste chiusure in oreficeria. Una V orizzontale (o verticale) entra in una cassettina nascosta sotto il disegno della chiusura, in questo caso un fiore, ma si possono trovare in variegate forme.

T-BAR: le trovate in varie versioni, queste chiusure semplici, in cui la T entra nel occhio, a chiudere una collana o un bracciale.

A CALAMITA o AVVITATA: sono chiusure piccoline di solito, con alle estremità delle calamite. Belle da vedere, ma consiglio una catenella di sicurezza, in quanto è sufficiente tirare la collana o il bracciale perchè questi si sgancino.

Esiste con una forma molto simile, una serie di chiusure che si avvitano, io non le ho mai usate, le trovo scomode, ma non le conosco quindi lascio a voi provare.

Poi c'è un altro tipo di chiusura che purtroppo non sono riuscita a trovare la foto corrispondente (eee...la fretta...). Altro non è che un tubicino, solitamente di 2 mm, che viene schiacciato agli estremi incastrando la catena o il filo d'acciaio e la chiusura consiste in un pezzetto di filo di poco più piccino del diametro del tubicino, che entra ricurvo e s'icastra formando appunto la chiusura.

Questo tipo di chiusura è bellissima da usare con il cavetto in acciaio, purchè la creazione non sia eccessivamente pesante, altrimenti il peso può far si che si apra.

Ovviamente l'argomento chiusure lo riprenderemo mano a mano che verranno presentate altre creazioni, per ora l'infarinatura vi sia sufficiente per curiosare nei vari siti di bijoux.

Divertitevi e buona creatività.

Vs Libby

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Minuteria parte 3: gli orecchini.

Post n°396 pubblicato il 26 Novembre 2010 da libellulafragile

E' stata la mia prima creazione, quella che non ha bisogno di moltissimo materiale e che ha una riuscita quasi assicurata. Anche l'ego deve essere nutrito, quindi il mio consiglio è: partite dalle cose semplici e di sicuro successo, così ne sarete felici e vorrete fare sempre meglio!

La minuteria per gli orecchini è abbastanza ridotta, nel senso che al di là dell'eventuale catena o intercalare (ne parleremo più avanti) o perla, quello che fa di un orecchino, un orecchio, sono le monachelle.
Ne esistono di diverse forme e misure (anche qui io spesso le faccio a mano) ma le più in uso sono quelle ad amo.

Monachelle ad AMO

E gli attacchi per lobo forato con farfallina o gilda (che personalmente preferisco).

Oppure la monachella a baionetta (in campo orafo si chiama così, onestamente qui non lo so), nella foto c'è indicato anche un sito, andare a visitarlo non fa di certo male...

Ovviamente al di là degli attacchi per gli orecchini, che possono essere pendenti, lunghi, corti, ci sono tutta una serie di "intercalari" metallici e in filigrana che possono fare al caso vostro.

La cosa migliore è vagare nel web e guardare con attenzione un po' tutto. Nei vari siti è tutto diviso ordinatamente per categoria e non vi sarà difficile trovare qualcosa che stuzzichi la vostra fantasia.

Anche oggi vi lascio con un paio di mie creazioni, tanto perchè vediate cosa si può fare con le cose che vi ho presentato sopra.

 

Ciao ciao, buon week end e buona creatività!

Vs Libby

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Minuteria metallica parte 2°: i chiodini!

Post n°395 pubblicato il 24 Novembre 2010 da libellulafragile

Un post a parte per questa minuteria che sarà il pane per tutti coloro che sono alle prime armi (io attualmente li sto facendo a mano col filo, ma questo è un altro argomento) sono i chiodini.

CHIODINI A T

CHIODINI A 9

Sono i più comuni ma ci sono anche in versione differente, con la capocchia a pallina o con un brillantino o a forma di stella, ma direi che l'uso è sempre lo stesso.
Servono come base per qualsiasi tipo di perla o cristallo. Ce ne sono di diverse misure e anche spessore di filo, io preferisco usare quelli lunghi/medi che sono da circa 5 cm, così possono andare bene sia per le perle dalla circonferenza piccola che per quelle più grandi.

Una foto per farvi capire come funziona... e sotto un'altra che vi chiarisca a cosa servono in effetti i chiodini. So che sono nozioni elementari, ma io al principio mica lo sapevo....

Ad ogni modo questo è un bracciale di mia creazione... adolo l'azzurro.

 

Se volete fare le cose più raffinate potete usare questi...

...ma io non li ho mai usati e ovviamente hanno un costo differente.....

Per oggi vi saluto, buona creatività!

Vs Libby

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Minuterie

Post n°394 pubblicato il 19 Novembre 2010 da libellulafragile

Dopo il post sugli attrezzi base, necessari a cominciare la nostra opera di "creazione", vi indico brevemente quali sono le minuterie metalliche necessarie a cominciare, ovviamente non mi sarà possibile farlo tutto in un post, ma vi consiglio di seguirmi e io m'impegnerò a farvi conoscere quello che so.

Quello che vi consiglio e di non acquistare minuteria troppo economica, in breve tempo il metallo non trattato si annerisce e si ossida e la vostra creazione, per quanto bella possa essere, avrà un aspetto scadente.

Quello che vi serve per cominciare (io ho cominciato così) sono:

CATENA COBRA: io preferisco averne dei due colori base, che sono l'oro e l'argento, c'è in diverse misure, quella che utilizzo io è quella più sottile. E' utile per fare delle collane, degli orecchini o dei bracciali, è delicata ma resistente, elegante e si utilizza molto per infilare i bicono Swarovski che hanno solitamente un foro piccolino.

SCHIACCINI: sono dei piccoli tubicini, a volte bombati come una piccola sfera, con un foro molto largo e servono a fermare le perle o i cristalli sulla catena cobra. Ci sono in dieverse misure, a seconda della misura della catena. Li troviamo da 2 - 3 - 4 e immagino anche più grandi, anche se io non li ho mai usati più grandi del 4.

TERMINALI PER CATENA COBRA: lo dice la parola stessa, sono dei terminali per completare la vostra creazione, dove poi agganciare la chiusura. Vanno utilizzati inserendo la catena negli occhielli orizzontali e poi chiudendo con le pinze per fermare la catena.

CHIUSURE: il discorso sulle chiusure è vasto e qui sotto vi ho messo una foto riassuntiva di quello che si può utilizzare. I moschettoni sono i classici e ci sono in diverse misure, le chiusure a gancio (vi consiglio di farvele a mano, e vi farò vedere come) e le chiusure a T, quest'ultima la potete trovare in un milione di versioni, ce ne sono di davvero carine. Per la catena cobra io ho sempre utilizzato i moschettoni piccoli, perchè la catena è leggera e mi da l'impressione di rimanere più elegante.

ANELLINI: servono per congiungere la catena alla chiurusa, ma hanno molteplici utilizzi, che vedremo più avanti.

Tutta questa minuteria la potete trovare nei negozi specializzati, ma io vi consiglio sempre e comunque gli acquisti on-line, sia per la varietà di scelta, che per il costo.

Vi lascio qualche link:

Perles & co.

Penny beads

Fantasia di perle

Tiger bazar

Artigianando

Direi che vi ho dato di che curiosare.... buon lavoro!

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso