« Messaggio #29Cassazione spagnola asso... »

Chi e' più terrorista tra TRICHET e BIN LADEN?!

Post n°30 pubblicato il 11 Luglio 2008 da il_primo_solista
Foto di il_primo_solista

Recentemente la Banca centrale europea tramite il suo presidente Jean-Claude Trichet ha deciso per una nuova stretta monetaria portando i tassi di riferimento da 4% al 4,25%, questo sui i nostri conti porterà un aggravio di circa 10 miliardi di Euro ma per gli inutili euroburacrati questo non conta. Cosa volete che gliene importi del costo sociale ed economico che si sta prospettando, se questo inutile,  anzi demenziale inasprimento penalizzerà ulteriormente le nostre imprese e  peserà  sulle tasche dei cittadini, l'importante è che i rigidi parametri di Maastricht vengano rispettati.

 Il dato di inflazione della zona euro è uscito al 4%, un mezzo shock e il doppio di quello che la BCE ha come obiettivo per cui si sino sentiti in dovere di alzare i tassi ma sbagliano, non abbiamo un inflazione anni '70 perchè allora la domanda dei consumatori cresceva e questo è l'ingrediente indispensabile perchè esploda l'inflazione.


Trenta anni fa :
a) i consumatori non erano indebitati,
b) chiedevano aumenti salariali tramite i sindacati
c) esistevano meccanismi di indicizzazione degli stipendi tipo scala mobile,
d) i governi avevano poco o niente debito per cui spendevano, assumevano, davano aumenti senza problemi
e) si svalutava la lira di continuo
f) c'era meno concorrenza internazionale per le imprese

per cui alla fine in seguito ad un balzo del petrolio e ad una politica monetaria facile si creò la "spirale prezzi-salari" che si rincorrevano e l'inflazione esplose fino al 15% quasi ovunque nel mondo

Oggi non vedi proprio salire gli stipendi,  e poi c'è l'immigrazione e delocalizzazione, gli stipendi non sono indicizzati, le famiglie hanno debiti, lo stato è indebitato al limite massimo, ha vincoli europei e spende ancora ma con difficoltà e infine hai più concorrenza per i beni importati con la globalizzazone e l'euro che impedisce di svalutare

perchè i prezzi salgano ovunque non basta che aumentino i costi dell'energia, le bollette, le tasse e le materie prime, se i consumatori riducono i consumi in corrispondenza a questi aumenti di costi l'inflazione più di tanto non sale

La sensazione di inflazione però è reale secondo me da tempo anche per un motivo strutturale, perchè tantissime piccole cose che una volta non costavano niente oggi lo stato fa in modo che costino o costino 5 volte tanto a causa di una serie infinita di piccole "regole" che dissanguano piano piano senza che te ne accorgi

Questo è un aspetto "micro-economico" che nessun economista si degna di notare perchè non è quantificabile e gli economisti parlano solo di quello che appare nelle statistiche e nei dati finanziari, le cose reali che stanno sotto le statistiche sfuggono in molti casi

Una volta tagliando e revisione dell'auto erano ogni sette oggi ogni due anni, mandavi il bimbo all'asilo con il pranzo da casa per risparmiare, oggi è vietato dargli anche una merenda, una volta le multe erano di 20mila lire, oggi di 140 o 180 euro, se devi ristrutturare qualunque cosa o anche far ispezionare una caldaia rischi di pagare 100 o 200 euro dove una volta lo facevi quando ti ricordavi, se hai figli piccoli ad un anno devi comprare un seggiolino obbligatorio e a due anni un altro, qualunque cosa tu faccia in casa tua richiede certificati che costano perchè se cambi destinazione o cambi qualunque cosa occorre rivolgersi al geometria che ti faccia la domanda in comune e devi pagarlo... se non sentissi affanno nel scrivere queste cose potrei andare avanti quasi all'infinito ad elencare le cose che ora lo stato impone di pagare che prima costavano niente o poco o che erano facoltative e specialmente poi alle imprese e lavoratori autonomi... Questo però è un processo lento e graduale inarrestabile che si manifesta solo in parte nelle statistiche ed è però percepito indirettamente alla fine da tutti, ma alzare i tassi di interesse anche qui non serve.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

Liberati dal giudice Giorgio Piziali i Rom che costringevano i figli a rubare sotto minaccia di stupro le bambine e con continue percosse i bambini. 
 

Simili comportamenti da parte dei magistrati sono possibili perchè l'ordinamento giuridico italiano e le sue tonnellate di codici consentono la più assoluta discrezionalità e l'assoluta libertà di interpretazione. In pratica secondo i nostri codici ed ordinamenti ad assoluta discrezione chiunque potrebbe essere arrestato e tenuto in galera persino per un semplice saluto, e sempre a discrezione, chi viene ritenuto un assassino potrebbe, per volere del giudice, immediatamente essere prosciolto e tutto senza contraddire i suddetti codici e ordinamenti. Oltretutto tale "settore" non è sottoposto ad alcun controllo democratico. Quindi tutto perfettamente, dal punto di vista italiano, legale e formalmente ineccepibile. Che poi lo sia anche dal punto di vista dei diritti umani, civili e politici è un'altro conto. Perchè di potere assoluto si tratta. L'ordinamento giuridico è, come dimostrano i fatti da quindici anni a questa parte è nella sostanza intoccabile, anche se formalmente il parlamento può emanare leggi in tal senso. Chi tocca muore questo è quello che è sempre capitato. Per bilanciare un simile potere , unico nell'intero mondo occidentale, la costituzione prevedeva l'immunità parlamentare (cioè la tutela per tutta la legislatura dei rappresentanti del popolo) abolita proprio per volere di quella sinistra antidemocratica che continua a starnazzare ipocritamente al proprio popolino che la costituzione è sacra ed intoccabile.

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 22
 

Ultime visite al Blog

brunella.barbettafreehittergeishaxcasomassimilano1Raffy_dglpsicologiaforenseezio.stiliconemmdd0s.melorioto_revivelo_snorkiantonioallegri55card.napellusnicolina1947violamammola56
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom