Creato da sulla_mia_pelle il 03/06/2009

MENO MALE CHE CI SEI

.. ci sono persone così importanti nella vita di ognuno di noi che non si sognerebbero mai di tradirci, di farci male... a queste persone dedico ogni parola che uscirà dalle mie dita...

 

Io mi merito di meglio!

Post n°63 pubblicato il 31 Luglio 2009 da sulla_mia_pelle
 

Tante, troppe cose sono successe negli ultimi giorni. e il dolore sta diminuendo, ma allo stesso tempo non accenna a scomparire. è lì, fermo aggrappato alle pareti del mio cuore e non vuole andarsene. la porta è aperta, lo prenderei a calci in culo se servisse, ma non serve, lui rimane aggrappato lì. e ogni tanto sto bene. ogni tanto mi sento forte. ogni tanto lo disprezzo. ogni tanto vorrei morire. ogni tanto vorrei piangere. ogni tanto lo rivorrei tutto per me. invece è finita. invece lui è tornato con lei. invece lui è un bastardo bugiardo che aveva una storia con 3 persone. ed è inutile che lui dica che la terza era solamente un'amica, perchè non gli credo più. bugie su bugie. lui vive nel suo mondo immaginario, fatto di quello che vuole lui.

e ci siamo sentiti. e mi ha chiesto di uscire. "vengo volentieri da te" mi ha scritto. "dobbiamo farlo veramente se ti va", "fare cosa?", "vederci e parlare, se te ne frega ancora qualcosa...". e poi alla fine non ci siamo visti. perchè lui è così. perchè lui è un bastardo. perchè lui non voleva che io scrivessi a lei. perchè voleva fare nuovamente il doppio gioco. averci entrambe. ci sarebbe riuscito, se io non avessi scritto a lei. e lei invece che non risponde. perchè se lui lo viene a sapere poi sono caxxi... e io non capisco proprio questo star lì ad aspettare che il mondo ti cada addosso del tutto prima di reagire. certo, star da soli è difficile se non ci sei abituato. è difficile se non hai delle amiche fantastiche come le mie. ma sarà più difficile fra qualche mese, quando il loro rapporto tornerà quello di prima. quando lui si stuferà di nuovo. quando lui conoscerà un'altra. qualche mese. magari anche prima. magari anche subito...

ma poi a me, cosa importa? a me non importa niente. se loro sono felici, ben venga. quando lei si renderà conto di chi ha davvero davanti, quando si renderà conto che ci ho messo meno io a conoscerlo che lei in 4 lunghi anni, quando si renderà conto che Big è solo un bastardo, avrà già perso troppo tempo e allora si, che si ricorderà delle mie parole.

io comincio le ferie. da domani. nessun programma in realtà, visto che le ferie dovevo farle al mare con lui. se ci penso... lui parlava di vacanze assieme ancora a gennaio e io continuavo a ripetergli "vedremo..." e lui "vedremo cosa?", "vedremo se staremo ancora assieme!", "ma perchè devi sempre pensare che ci lasceremo?". e invece avevo ragione. invece il sesto senso bisognerebbe ascoltarlo un po' di più. invece le ferie le farò con le amiche, qualche giorno al mare con BV e tanto lago...

odio questa situazione. odio aver perso. odio sentirmi sconfitta. ma meglio sconfitta che cornuta... in fondo, gente così è meglio perderla che trovarla e io, credo di meritarmi di meglio. anzi, non solo lo credo. io mi merito di meglio.

 
 
 

Sempre più delusa!

Post n°62 pubblicato il 27 Luglio 2009 da sulla_mia_pelle
 

Parlo un po' con la Cicciona. esce che non mi vuole dire il nome della terza, esce che non vuole dirmi chi le ha detto chi è. esce che non mi vuole dire chi le ha raccontato di Big che aveva un'altra oltre a me. dice che è una persona che ho vicina. al tempo lo sapeva solo la Sister, la Protagonist, la Broccola, l'avv. T. insomma, la storia non regge. non credo davvero che sia stata una di loro. l'unica che potrebbe averlo fatto è la Broccola. e fosse anche non capisco perchè non me lo direbbe. non me la prenderei di certo. quello che è fatto, è fatto.

Certo è che ormai comincio a dubitare di tutto e di tutti. e sono stufa di star a cercar gente per chiarire sta storia, per chiarire sta situazione. con lui è finita e indietro non si torna. vorrei solo sapere la verità. su tutto. è pretendere troppo? è pretendere troppo che la gente sia sincera? perchè ste mezze verità, perchè tutte queste cose nascoste... è assurdo!

e assurdo è il fatto che me lo sento che esiste questa terza. esistesse o no, è comunque finita fra me e Big. finita per sempre. ma non lo vedo così verme come lo descrivono. in fondo è di sicuro migliore della Cicciona. almeno lui nega e basta, non lancia sassi e poi nasconde la mano.

delusa. da tutto e da tutti.
sfiduciata. da tutto e da tutti.
ci sarà qualcuno che predica la verità e che poi la applica anche?

 
 
 

Lui è trigamo

Post n°61 pubblicato il 27 Luglio 2009 da sulla_mia_pelle
 

Che delusione. che delusione la vita, lui. vengo a sapere, come avevo già buttato lì alcune volte, che esiste davvero una n. 3. esiste. esiste un'altra lei, un'altra ragazza di Big, un'altra ragazza che come e R. è convinta che lui sia diverso, che lui sia speciale, che lui sia suo. invece no. invece lui era diviso in 3. lui aveva 3 vite separate. insomma, passi la storia con l'altra-lei, quella era anche perdonabile, ma una terza. una terza non la posso sopportare. significa che sei uno stronzo bastardo senza cuore che non ha fatto altro che prenderci in giro tutte e tre. perchè non ci credo che teneva a noi... non credo alle lacrime di quella sera. non credo a nessuna parola di quello che ha detto negli ultimi mesi. non credo più a niente.

solo delusa, amareggiata. e in fondo vorrei solo che questa mia vita fosse un film fino in fondo. vorrei che lui facesse di tutto per riconquistarmi, per avermi, per dimostrarmi che ama me, che è me che vuole. invece non succederà così. invece lui mi ha detto che dobbiamo parlare, che dobbiamo vedere assieme cose, ma non mi chiederà mai di incontrarci, è troppo codardo, sa di aver perso e non una battaglia, ha perso la guerra.

e io... e io sto meglio. perchè ora so che lui non merita davvero niente. so che, non solo non starò ad aspettarlo, ma che non voglio un futuro con lui, non voglio nemmeno più avere nessun tipo di contatto con lui... zero. niente. e nemmeno lo odio. no, mi fa ancora pena. pena perchè una persona così è malata. pena perchè ha bisogno di aiuto che nessuno gli da. e che nessuno gli darà. lui vive una vita al limite dell'impossibile. fa vedere agli altri un'altra persona per potersi fare amare, perchè, per com'è, non lo amerebbe nessuno...

il mio Big, è morto.
il mio Big, non è mai esistito.

 
 
 

Sono morta. morta dentro

Post n°60 pubblicato il 24 Luglio 2009 da sulla_mia_pelle
 

Pausa pranzo. mi sdraio sul divano. chiudo gli occhi. ho bisogno di dormire, ma non ci riesco. sto così, con gli occhi chiusi in un dormiveglia che non fa altro che farmi pensare. e sogno. sogno lui. sogno momenti passati con lui. ricordi che non ricordavo.

e d'improvviso suona la sveglia. e sembra tutto assurdo. e ho voglia di chiamarlo. voglia di sentirlo e capire che è stato tutto un errore. che questo mese e mezzo è stato solo un brutto incubo. uno sbaglio del destino. in una vita parallela a questa io non sono andata al compleanno della broccola. io non ho saputo niente. in una vita parallela a questa l'altra-lei, non esiste. siamo solo io e lui.

e mi viene da piangere, ma mi trattengo.

e vado in bagno e lì, davanti a me, c'è la vasca. bianca. immacolata. e penso a quel coltello che sta nel secondo cassetto sotto al microonde. mi ripenso lì, in quella vasca. con i polsi tagliati. con il sangue che scorre. con il telefono accanto a me e io che scrivo a lui "chiama l'ambulanza, mi sono tagliata le vene e non voglio morire". perchè non voglio morire. ma non ha nemmeno senso vivere. perchè sono morta dentro. sono morta.

esco sul terrazzo. mi fumo una sigaretta. niente, i pensieri non spariscono. lui. lui. lui. questa è l'unica cosa che ho in testa. e cerco di immaginare il momento in cui tornerà, cerco di focalizzarlo nella mia mente. ma non ci riesco. non lo vedo. come poco prima del nostro primo bacio. non riuscivo ad immaginare come sarebbe stato...

ed ho comunque la sensazione che tutto cambierà.

e intanto, sono morta.

 
 
 

Ogni giorno è più difficile

Post n°59 pubblicato il 24 Luglio 2009 da sulla_mia_pelle
 
Tag: Big

Esco più che posso. cerco di stare in mezzo alla gente, di conoscerne di nuova. di non farmi assalire dalle lacrime. cerco di andare avanti. e ci riesco. la mattina suona la sveglia e dopo solo 4 ore di sonno mi sveglio senza nessuna protesta, anche perchè la maggior parte delle volte ho gli occhi aperti da un'ora. mi lavo, mi vesto, corro al lavoro e sto qui... a pensare. probabilmente quando sono al lavoro è il momento peggiore.

cerco di non pensare. di non pensare a niente. ma è inevitabile. un dettaglio, un posto, un profumo, un sorriso, una parola. tutto mi riporta a lui e io cerco in ogni modo di scacciarlo dalla mia testa. ma non sempre è facile. i ricordi corrono veloci nella mia mente, come un film...

chissà lui a cosa starà pensando, ora, in questo momento. chissà se anche a lui passano davanti i momenti che abbiamo vissuto insieme.

ogni giorno sembra tutto più facile. ogni giorno si è più lontani da quel 17 giugno, da lui, ogni giorno si è più vicini alla serenità, ma dentro di me, il mio cuore, non è nè d'accordo, nè convinto di questa cosa. non ne vuole sapere di smetterla di star aggrappato alla speranza che tornerà, alla speranza che lui vuole me e me soltanto... e io non so come fare a spiegargli che lui non ci appartiene più...

 
 
 

Io devo!

Post n°58 pubblicato il 23 Luglio 2009 da sulla_mia_pelle
 

Sta mattina mi salta il pallino di entrare sul profilo di FB di lei. l'ho eliminata dagli amici, quindi vedo solamente la sua foto e i suoi amici. niente di più. ha cambiato foto. e non lo so perchè mi prende il panico. perchè vedere che ha cambiato foto mi mette questo senso d'ansia. forse perchè mi rendo conto che lei esiste. che lei c'è. che era tutto vero. eppure anch'io cambio foto di tanto in tanto. ma se lo fa lei, panico.

è diversa da com'era nell'ultima foto. più... grande. meno bionda. meno sorridente. sembra... "vecchia". e mi chiedo costa sta succedendo. cosa mi aspetto. cosa voglio. se penso che lei di punto in bianco sparirà, sono una stupida illusa. lei non si dissolverà nel niente. lei esiste. lei c'è.

e devo concentrarmi su qualcos'altro. e devo non pensare. devo dimenticare. devo voltare pagina. devo. lo devo fare.

 
 
 

NON E' MAI UN ERRORE di Raf

Post n°57 pubblicato il 22 Luglio 2009 da sulla_mia_pelle
 

Ti guardo per l' ultima volta mentre vado via
Ti ascolto respirare non scatto la fotografia
Non porterò nessuna traccia dentro me
niente che dovrò rimuovere.
Se hai giocato è uguale anche se adesso fa male
Se hai amato era amore, non è mai un errore
Era bello sentirti e tenerti vicino
Anche solo per lo spazio di un mattino.
Ti guardo per l' ultima volta mentre vai via
Ti vedo camminare, è come per magia
non sarai pensieri, non sarai realtà
Sai che bello, sai che felicità..
Se hai sbagliato è uguale anche se adesso fa male
Se hai amato era amore e non è mai un errore
Era bello guardarti e tenerti per mano
O anche solo immaginarti da lontano
E se hai mentito è uguale ora lasciami andare
Ma se hai amato era amore e non è mai un errore
Era bello sentirti, rimanerti vicino
Anche solo per lo spazio di un mattino
Entrerò nei tuoi pensieri di una notte che non dormi
e sentirai freddo dentro
Entrerò dentro ad un sogno, quando è già mattino
e per quel giorno tu mi porterai con te
Se hai giocato è uguale anche se ancora fa male
Ma se hai amato era amore e non è mai un errore
Era bello sentirti e tenerti vicino
Anche solo nella luce del mattino
E se hai mentito è uguale ma ora lasciami andare
Se hai amato l' amore non sarà mai l' errore
E' stato bello seguirti, rimanerti vicino
anche solo per lo spazio di un mattino.

 
 
 

Tutti in carrozza

Post n°56 pubblicato il 22 Luglio 2009 da sulla_mia_pelle
 
Tag: Big

"Come mai prima era tutto perfetto e di botto, non lo è più?"
"non me lo so spiegare nemmeno io!"

la sua risposta. non me lo so spiegare nemmeno io.

fa tranquilla la tua vita. magari un giorno ritornerò, non lo so, la vita è strana. ora quel treno può abbandonare la stazione. appena passa la crisi mi faccio sentire io. avrai le tue spiegazioni. ho in mente solo il lavoro, non voglio pensare ad altro. sono in crisi per il lavoro, non per te, non per lei. non volevo che succedesse tutto questo. sono cotto, dormo un po'.

si conclude così questo capitolo della mia vita.
si conclude.

e io... e io verso due lacrime e vado avanti. non posso fare altro. io sento un vuoto dentro di me che nessuno riesce a riempire e lui non sa perchè prima era tutto perfetto e ora non lo è. lui non voleva. lui. e io? perchè io volevo che succedesse? lui, ora, preferisce che quel treno abbandoni la stazione. ora. non per sempre. ora.

lui, ora, chiude, ma non sa se un giorno o l'altra ritornerà. si lascia una porta aperta. non vuole chiudere definitamente.
avrò le mie spiegazioni. le avrò. un giorno. un giorno che è sicuramente troppo lontano. un giorno in cui non mi interesserà più conoscerle. un giorno in cui non apparterrò più a lui e che questo capitolo sarà archiviato per sempre. un giorno...

e io sento che è finita. sento che non sarà più mio. sento che devo lasciarlo andare. com'è che si dice "se ami qualcuno lascialo libero, se è tuo tornerà da te". se tornerà, sarà sempre troppo tardi.
e poi sento un'altra sensazione. sento che è lui il pezzo mancante, quello che fa andare tutto a posto. il mio pezzo di lego. il pezzo che combacia con tutto il resto. e no, non me lo sto lasciando scappare. lo sto solo lasciando andare perchè è quello che vuole in questo momento. solo che quando e se tornerà, che combaci o no, non vorrò più che faccia parte della mia costruzione di lego.

e poi quel gioco che si faceva alle superiori. se si vedeva una macchina in movimento con due numeri uguali nella targa si faceva la rima e quanti ne vedo 2-2, le sue labbra saranno tue, 3-3 ama solo te, 4-4 amore matto, 0-0 amore sincero, 8-8 amore cotto e poi raramente qualche 7-7 corna perfette e qualche 6-6 pensa a lei... ma quei 2-2 stanno diventando un incubo. sempre, ovunque... e maledetta me che credo nel destino. maledetta me che mollo tutto per andare avanti come se niente fosse successo solo per costruirmi un nuovo muro davanti. solo perchè l'apparenza conta più di tutto.

e andare avanti. e la cintura dei pantaloni che ora si stringe fino all'ultimo buco, ma lasciarla nel penultimo per non preoccuparsi. per non rendersi conto che sta andando davvero tutto a rotoli. lasciar correre i pensieri tristi e buttarsi nelle sigarette. buttarsi in un libro. uscire anche se non hai voglia perchè stare a casa ti fa impazzire.

e lui... lui che dice che ora, quel treno, può abbandonare la stazione... io parlo di "x sempre", lui dice, ora...

 
 
 

La verita, tutta la verità, nient'altro che la verità, questo voglio

Post n°55 pubblicato il 20 Luglio 2009 da sulla_mia_pelle
 
Tag: Big

Invece che migliorare, la situazione precipita di giorno in giorno.
sono stanca.
ma non tanto stanca da smettere di lottare per quello in cui credo. e in noi io ci credevo.
solo che ci sono giorni buoni, in cui sorrido, in cui sono tranquilla. in cui so aspettare. giorni invece che non ci sto più dentro, giorni in cui vorrei solo vederlo, abbracciarlo e chiedergli perchè. perchè io continuo a non capire. non riesco a capire. un giorno è tutto perfetto, nessun sentore di rottura, nessun sitomo di una storia che sta per fallire e il giorno dopo... vuole rimanere da solo. non puoi prima aver bisogno di una persona che ti faccia ridere, che ti rassereni le giornate, che ti supporti in tutto e per tutto, che giochi nella tua stessa squadra e il giorno dopo sbatterla fuori dalla tua vita come se niente fosse. senza un motivo che sia valido. senza un "non me ne frega niente di te". senza un "non conti niente". non può essere. non lo concepisco. non lo capisco.

io voglio sapere.

 
 
 

Un mese dopo

Post n°54 pubblicato il 17 Luglio 2009 da sulla_mia_pelle
 

Un mese fa venivo al lavoro serena perchè il kapo non c'era. me ne andavo a pranzo con l'avv. T. due chiacchiere, due risate. il dentista nel primo pomeriggio. nessuna preoccupazione, nessun pensiero. ero... felice.

e poi la sera è cambiato tutto. è cambiato tutto nel secondo in cui ho visto il viso della broccola che si faceva serio, cupo. in cui nominava la Roberta... in cui diceva che Samuele era di un'altra.

uccidetemi. non voglio vivere.

e oggi rivivo un po' quella giornata. oggi soffro come un cane. oggi, venerdì 17, che di solito mi portava fortuna, sarà una giornata nera e buia, non meno di com'è stato l'ultimo mese. e oggi vorrei solo sparire. oggi come i giorni scorsi. oggi come ieri. oggi come domani, come sempre.

quante cose vorrei in questo momento. vorrei non aver saputo niente. vorrei aver finto di non sapere niente. vorrei non averlo perso. vorrei star bene. vorrei essere felice. ma felice con lui. vorrei morire. vorrei solo non vivere.

un mese dopo e il dolore non diminuisce...

 
 
 

Il mondo che cade

Post n°53 pubblicato il 16 Luglio 2009 da sulla_mia_pelle
 
Tag: Big

Cade il mondo. sta crollando tutto e io sono qua che lo guardo cadere. son qua ferma, sul mio pezzettino stabile che guardo tutto il resto distruggersi. mi cade il mondo e io non faccio niente. non faccio niente perchè non posso far niente. e intanto tutto cade. e lui con tutto il resto. e lui che non mi scrive. chissà che se cerca di non scrivermi come faccio io o se a lui viene naturale. chissà se mi pensa. chissà se gli manco. chissà se pensa ai momenti passati insieme. chissà perchè non mi vuole più. non ce la faccio più. a momenti sto bene. a momenti è come se lui non ci fosse. in altri... in altri mi chiedo perchè non può succedermi qualcosa di talmente brutto da cancellarmi da questo mondo, così che non devo più star male.

vivo, ma vivo sperando che torni. vivo sperando che mi scriva. vivo sperando che mi voglia.

"ne troverai un altro", l'ho sentito miliardi di volte in questi giorni. ma nessuno capisce che io non voglio un altro. io non voglio trovare un altro. io voglio lui. lui e solo lui. perchè stavo bene, perchè era tutto perfetto, perchè fra le sue braccia mi sentivo la felicità in persona. sentivo che con lui avrei potuto far tutto. ero davvero pronta a mettere la testa a posto per metter su casa, per metter su famiglia e chi mi conosce sa cosa significa questo per me...

e vorrei che qualcuno potesse far qualcosa. ma cosa? ma chi?

e mi manca...

 
 
 

Lo voglio

Post n°52 pubblicato il 16 Luglio 2009 da sulla_mia_pelle
 
Tag: Big

Domani è un mese che è successo tutto. domani è un mese che lui non è più mio. domani è un mese che non sto bene. domani è un mese che ho perso il mio pezzo di lego. mi manca? se ci penso si... mi manca da morire. mi sento morire. se non ci penso è tutto come se niente fosse successo. come se lui non fosse mai stato mio. come se lui non fosse mai esistito.

e da ieri sera ho una strana sensazione. non so cosa, ma di cambiamento. come prima di cominciare a frequentarlo che sentivo che nulla sarebbe stato più stato come prima.

avrei solo voglia che tutto questo non fossei mai accaduto. avrei solo voglia di leggere il suo "buongiorno piccina"... avrei solo voglia che lui fosse ancora mio.

e invece no... lui non è mio. lui non mi scrive. lui non mi vuole.

e intanto dopo un mese che non mangio, ieri ho ripreso. ma non ha funzionato. e ritorno nel vortice di qualche anno fa. mangiare e poi vomitare. per sentirsi libera. per sentire lo stomaco vuoto. per non ingrassare. per farmi del male. solo che questa volta non mi sento in colpa. questa volta mi sento padrona di fare quello che voglio di me.

vorrei solo... che lui tornasse da me.

 
 
 

Il sesto senso

Post n°51 pubblicato il 15 Luglio 2009 da sulla_mia_pelle
 
Tag: Big

Rileggevo ora il mio vecchio blog.
rileggevo i post che ho fatto su di lui.
il post del giorno dopo il primo bacio. il post della prima uscita. la prima litigata. e poi una serie di post in cui dicevo di avere una sensazione strana. una sensazione che a quanto pare ho cominciato ad avere a gennaio. l'ho sempre saputo. ma non ho mai cercato. mi dava talmene tante attenzioni che non guardavo oltre. eppure lo sapevo. il mio sesto senso mi aveva messa in guardia. mi continuava a ripetere di guardare oltre. ma io non lo ascoltavo. e un suo sms carino spazzava via tutti i sospetti.

scrivevo che vale la pena essere felici per qualche tempo, anche se poi ci saranno le lacrime. scrivevo che nulla è per sempre. scrivevo che era tutto meraviglioso. ma lo era davvero? era davvero tutto meraviglioso? e le sensazioni strane? e le volte che arrivava tardi e mi arrabbiavo ma fingevo di non esserlo? e le volte che spariva? e le volte che non ci vedevamo? non era tutto meraviglioso. non lo era per niente. si, a momenti ho toccato il cielo con un dito. avevo bisogno di attenzioni. avevo bisogno di essere coccolata e corteggiata. avevo bisogno di lui.

nei buoni propositi per il 2009, però, dicevo anche che non avrei lasciato a nessuno intaccare la mia serenità che avevo guadagnato con tanta fatica nel corso del 2008. e lui l'ha intaccata. lui ha intaccato la mia serenità. lui. lui, quello che mi faceva toccare il cielo con un dito.

e poi i post dolci. quelli in cui scrivevo che sorridevo come un'ebete, quelli in cui scrivevo di essere la persona più felice del mondo. quelli in cui parlavo dei suoi sms, delle sue coccole. di lui dolce. di lui premuroso. che fine hanno fatto tutte queste cose? cose che sono esistite fino al giorno prima che la verità fosse svelata. come può lui aver dimenticato com'eravamo, cosa eravamo. come può lui aver dimenticato come stavamo assieme? come può aver spazzato via in un secondo la nostra storia?

non dovrei leggere quei post. non dovrei rivangare il passato. non dovrei leggere quanto stavo bene. non dovrei. punto. ma rileggendo ci son tante cose che tornano. leggo e faccio cenno di "si" con la testa, ricordando quei momenti. ricordando come stavo. ricordando che avevo il sospetto. e mi rendo conto che questi mesi non sono mai esistiti. e mi rendo conto che lui mi ha rubato la mia serenità. e chissà quanto ci metterò ora a riconquistarla. a tornare a sorridere. a sorridere davvero, anche dentro di me...

 
 
 

Ti amo?

Post n°50 pubblicato il 15 Luglio 2009 da sulla_mia_pelle
 
Tag: Big

Il trucco è semplice. non pensarci. non pensare a lui. ogni tanto è veramente difficile. devo concentrarmi su qualcos'altro per scacciare il suo viso, il suo ricordo. sembra così lontano il periodo in cui stavamo assieme. il periodo in cui ero felice. sembra quasi non sia mai esistito.

e poi penso, come si fa a misurare un sentimento? come si fa a sapere se lo amavo davvero? se quello che sento è davvero forte. forse volevo solo un ragazzo. forse avevo bisogno di un periodo di pace, di serenità e per me lui è stato questo. forse lui per me non rappresentava l'amore, rappresentava solo "il moroso". in fondo ho 27 anni e tutti si aspettano che stai con qualcuno, che fai progetti, che pensi a sistemarti...

cos'era lui, per me?

chissà che direbbe lui se sapesse quello che ho in testa, quello che sto scrivendo. se sapesse che forse l'ho solo usato anch'io come lui ha fatto con me. perchè io mica lo so cosa sta succedendo. so solo che è quasi un mese che è successo, so che un mese fa ero felice, ma questo mese fa, mi sembra lontanissimo...

lui, è mai esistito, davvero?

 
 
 

Un taglio netto

Post n°49 pubblicato il 14 Luglio 2009 da sulla_mia_pelle
 

Ieri sera ho sentito un mio amico. mi ha detto le solite cose. cose che ho letto nel libro che ormai sta diventando la mia bibbia "101 modi per dimenticare il tuo ex", cose che so già, perchè non ho 12 anni...

"Ci sono due cose che possiamo fare per sbloccare la situazione, una sarebbe quella di tornare con lui, cosa che purtroppo non dipende da noi e l'altra cosa invece è quella di non pensarci. cercare di eliminarlo dalla nostra testa. all'inizio è difficile, ma poi viene sempre più automatico. e poi dai, ele, hai quasi 30 anni, non ci credo che stai lì a morir dietro a uno che si è comportato così. sii razionale e tira fuori le palle come hai sempre fatto. lui ti ha fatto star male? fuori dalle palle, taglia. ma chi è lui per farti stare così? prima di conoscerlo stavi benissimo e ora che lo conosci stai male! non dargli tutta questa importanza. e lei? elimina anche lei. sentirla è come rimanere attaccata a lui, è un cordone ombelicale. voi due non siete amiche. state lottando per la stessa cosa. continuare a sentirla non ti permetterà di non pensarlo. quindi fuori dalle palle anche lei. taglia! va che ti chiamo durante la settimana per sapere se hai fatto ste cose..."

e così oggi si ricomincia. si, devo. ormai è passato quasi mese da quel giorno e le cose non sembrano sistemarsi. anzi... sta andando sempre peggio. diciamo, stava. perchè da oggi non mi riguarda più. lui non è mai esistito. almeno per il momento. quando poi sarò pronta a ricordare senza sentire quel vuoto che mi uccide e le lacrime che vogliono a tutti i costi scendere, allora potrò anche pensare ai mesi passati insieme. ma non ora. ora devo dare un taglio netto a tutto quello che riguarda. tutto.

 
 
 

Il grande giorno

Post n°48 pubblicato il 13 Luglio 2009 da sulla_mia_pelle
 

Ho cominciato a informarmi. a leggere qualcosa sul suicidio. dicono che chi pensa al suicidio non vuole morire, vuole solo porre fine al dolore che lo tormenta. confermo.

ho trovato due strade per arrivare al mio obbiettivo. il modo più semplice non credo che esista.
penso ai miei. a cosa succederebbe. penso a mia sorella, che fa tanto la forte, ma che se succedesse lei, forte non lo sarebbe.
penso se dovrei scrivere qualcosa. penso a cosa lasciar scritto.
penso ai miei amici, a chi mi è stato vicino in queste settimane e che poi si chiederà perchè non ha capito. a come staranno dopo, quando verranno a sapere.
penso a l'altra-lei, che dice di amarlo di più. alla faccia che farà quando saprà che ora è tutto suo.
penso alla Cicciona, agli altri, ora ridono, ora dicono in giro che sono pazza. poi, lo penseranno davvero, ma abbasseranno la testa chiedendomi, dentro di loro, scusa.
penso alla mommy che non ha ancora capito quanto sto male. pensa solo che mi sono messa a dieta.
penso a lui. e non immagino la sua faccia quando verrà a saperlo. penso che in quel momento avrebbe voglia e bisogno di scrivermi un sms. di sentirmi. cosa che non potrà più fare... mai più.

penso che tanto lui non tornerà mai più da me e quindi non ho più nessun motivo di star qui ad aspettare. penso che è inutile star qui a piangere ogni 5 minuti, a soffrire, a disperarmi, non voglio buttare via tempo. non voglio svegliarmi tutte le mattine esclusivamente per andare al lavoro. volevo essere felice e ora che ho ricordato cosa significa esserlo, non sopporto che sia tutto finito. non sopporto di vivere. non ha senso vivere. e chi è stato come sto io ora, mi capisce. magari mi dice che non è la soluzione, che poi tutto si affievolirà, che starò meglio, che tornerò ad essere felice, ma queste son solo parole.

non so quando. non so come. so solo che ci arriverò. non ho paura di morire. ho paura di come mi troveranno. di chi mi troverà.

l'unica certezza che ho, è che sono impazzita.

 
 
 

Additata

Post n°47 pubblicato il 13 Luglio 2009 da sulla_mia_pelle
 

Sta diventando tutto impossibile.

lei che scrive che lo ama di più. io che non faccio altro che piangere. io che vengo additata come pazza. io che vengo presa di mira e derisa per quello che è successo. io che prendo in mano il coltello e penso che morire è davvero l'unica soluzione per scappare da questa situazione. io che guardo dal poggiolo e penso che saltare non dev'essere poi così difficile. si, sono pazza. pazza e basta.

mi hanno detto che sto così perchè non ho superato lo shock di N. e questo mi ha dato il colpo di grazia.

e cosa vuol dire che lei lo ama di più? non si pesa l'amore. si ama e basta. e cosa centrano i suoi sentimenti? negli ultimi 6 mesi ha preferito me a lei. io l'ho fatto ridere. io l'ho fatto distrarre da una storia che non andava più. che poi ora lui si sia voluto liberare di tutte e due è un'altra storia.

non ci sto più dentro. additata. sempre e comunque. per la scema che gli ha creduto. per quella che l'ha portato via. per quella che ama di meno.

se vogliamo dare un peso all'amore allora io lo amo di più, perchè lei ha passato un bellissimo week end e io l'ho passato a piangere. ma cosa vuol dire? ognuno reagisce e agisce in modo diverso.

non ce la faccio più. sta diventando tutto troppo, troppo insopportabile...

 
 
 

Giocare dalla parte di lei

Post n°46 pubblicato il 08 Luglio 2009 da sulla_mia_pelle
 

Perchè in realtà sono una scema. sto facendo il gioco di lei. le ho detto che lui non lo sa che lei ci vuole riprovare, quindi non ha senso che stia in pena aspettando una sua decisione, perchè lui è convinto che lei non ne voglia sapere...

è vero, mi ha detto che di lei non è innamorato. ma è anche vero che le ha detto che senza di lei non può vivere. è vero, a me ha detto che era stufo della loro relazione, ma è anche vero che l'ha comunque portata avanti per tutti questi mesi, anche se la maggior parte delle giornate sceglieva me.

io, l'hobby. io, il diversivo.
eppure sto consigliando a lei di parlargli. di dirgli che gli vuole dare un'altra possibilità. sceglierà lei. se lei gliela da, questa possibilità, sceglierà lei, lo so...

e io, io ci morirei davvero. perchè significherebbe che questi sei mesi sono stati tutti una falsa. sono stati tutti bugie. tutti quegli sms. le proposte di andare a vivere assieme. il parlare di bambini. il voler conoscere a tutti i costi miei. il voler far parte della mia vita in tutto e per tutto... sarebbe tutta una buffonata...

non voglio che scelga lei. ma è giusto metterlo anche di fronte a questa scelta. forse con tutte e due le porte aperte capirà cosa vuole davvero....

 
 
 

50 e 50

Post n°45 pubblicato il 08 Luglio 2009 da sulla_mia_pelle
 

Eccoci... momenti di sconforto. lei mi dice che non vuole mettere fretta nè a lui, nè a lei. lei ha deciso di aspettare e sperare che tornerà. stessa decisione che ho preso io. andare avanti con la mia vita, sperando che torni. e ora? comincia davvero a diventare una lotta all'ultimo sangue. comincio davvero a pensare che l'ho perso per sempre. si, lui ha detto che a me ci tiene, che di lei non è più innamorato. ma sarà vero? insomma, 4 anni di storia, non son certo monetine. e da parte mia cos'ho? 6 mesi in cui ha preferito me a lei. in cui la bidonava per uscire con me. 6 mesi in cui ho cercato di farlo stare al meglio, di farlo ridere, di coccolarlo, di farlo sentire speciale.

le possibilità diminuiscono. insomma, non pensavo che anche lei avesse questa voglia di tornare con lui. non l'avevo messo in conto. anche se in fondo lui non lo sa. anche se in fondo l'altro giorno mi ha detto che con lei si stufava.

vorrei una sfera di cristallo.

e mi vien da pensare alla cartomante che non azzeccava le date. ricordo che mi aveva parlato di una storia in cui lui aveva un'altra. in cui lui sarebbe tornato sempre da me. ricordo che avevo affibiato questa storia al mio ex. ma lui non è sempre tornato da me. so che dicevano che sbagliava date. chissà... forse una speranza c'è...

mi sembra di fare come con N., vivere una vita aspettando lui. se solo lui ci tenesse davvero, se davvero quegli sms che ieri sera ho fatto leggere alla Broccola fossero veri. in realtà sono solo parole...

mi manca...

 
 
 

Sto a galla

Post n°44 pubblicato il 08 Luglio 2009 da sulla_mia_pelle
 
Tag: Big

Oggi va meglio. oggi sorrido. oggi non penso. non penso a niente. lui non era reale. come mi ha detto ieri l'avv. L., "partendo dal presupposto che è un uomo, quindi una testa di caxxo", lui è stato come assumere cocaina. era un'alterazione della realtà. una realtà falsa. lui non esiste. non il lui che avevo conosciuto io. e allora andiamo avanti. grazie che mi ha fatta star bene. grazie che ho sognato. grazie che ho capito che posso ancora amare. ma adesso basta. è ora di cominciare a nuotare contro corrente e soprattutto è ora di tornare a galla. non posso lasciarmi sprofondare. non posso e fncl a lui, non voglio. stavo bene prima di lui, starò bene ancora. devo solo trovare il mio equilibrio. e sono sicura che ce la farò. perchè ho delle amiche fantastiche, perchè la mia vita l'ho sempre mantenuta anche se lui c'era e perchè so già come si fa. ormai è routine anche tornare a galla.

e poi se davvero lui ci tiene a me prima o poi tornerà. magari tornerà quando sarà tardi, ma non importerà perchè io starò già bene e non avrò bisogno di lui. magari tornerà prima che io trovi qualcun'altro e allora ci si penserà. ma al momento è meglio che mi metta a un attimo in riga e che cominci a pensare a me. solo a me.

oggi la vedo così. domani magari sono di nuovo dentro un buco nero senza via d'uscita. ma è arrivato il momento di fargli vedere che il mondo non ruota attorno a lui, che stavo bene prima e che starò bene anche dopo. perchè lui può anche essere importante, lui può anche essere l'aria che respiro, ma non è vitale.

si, dico così, però devo concentrarmi a non pensare che non sarà mai più mio perchè altrimenti comincio a piangere e non mi fermo più!

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Lory_Caposalasilvi.fedechiara_passarellaantonio.nellifrancesca_brugnano1teresaguidocreativededicato2014psicologiaforensegerardellacorteMoniaCatalanoarkousampo.iacinzia_62alaimosalvatore1988
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom