Creato da piccolofiore2008 il 31/07/2008

leparoledidentro

Il viaggio continua..ed è ciò che conta...

 

 

« OmbraFinestre »

Propositi...

Post n°250 pubblicato il 25 Febbraio 2013 da piccolofiore2008

 

Sì, proprio così. 

Questi giorni sono i miei giorni. Solo i miei.

Sono giorni passati "assieme a me".

Mi osservo, mi ascolto, mi abbraccio.

Nelle piccole, come nelle grandi cose.

Studio..e non è semplice.

Ma, anzichè piegarmi alla preoccupazione, 

anzichè farlo in vista dell'obiettivo, lo faccio per me: 

voglio sentire di aver aggiunto qualcosa, 

di aver gettato le basi per uno scenario futuro, certo, 

ma senza averne l'ossessione.

Voglio pensare che sto facendo qualcosa per me, come persona,

come entità che muta, che ha tempo per crescere ed essere qualcosa di più.

Perchè, la verità è che l'immobilità è la vera sconfitta.

Non l'assenza di qualcosa o di qualcuno, di un sentimento,

ma..l'immobilità, la stasi, il vuoto che dilaga.

Sto con me stessa, penso a me stessa,

e lo faccio senza avere riferimenti precisi se non me stessa.

Mi aggrappo a me.

Non comprendo bene le mie emozioni.

Non le sento. Perchè non sono loro che voglio sentire.

Sento come se si fossero addormentate, allontanate.

E, intanto, mi guardo allo specchio. 

 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/rosalina/trackback.php?msg=11943459

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
massimosognatore
massimosognatore il 25/02/13 alle 10:59 via WEB
Il guardarsi dentro, ogni tanto fondamentale per ritrovarsi.
 
 
piccolofiore2008
piccolofiore2008 il 25/02/13 alle 16:41 via WEB
Sì, massimo, infatti..Per ritrovarsi..e riappacificarsi, con se stessi...)
 
chladni0
chladni0 il 25/02/13 alle 15:56 via WEB
Le tue parole ti fanno immaginare come un'araba fenice che risorge più bella e forte di prima. Sono contenta per te!!!!
 
 
piccolofiore2008
piccolofiore2008 il 25/02/13 alle 16:44 via WEB
Non so se sono un'araba fenice..o, più semplicemente, un uccello fragile, che ripiega il capo tra le ali, per proteggersi dal freddo, stando lì, raccolto su se stesso, a riposare e recuperare le forze..per poter ricominciare il volo, da solo..o in mezzo allo stormo..:) Però, ecco, sto bene così! Grazie, cara..
 
   
chladni0
chladni0 il 26/02/13 alle 20:04 via WEB
Questa tua ritrovata serenità, mi fa riflettere anche sul mio percorso. Prima o poi dovrò pur imparare anch'io.....Ne assorbo un pò, se permetti...!!!!
 
     
piccolofiore2008
piccolofiore2008 il 26/02/13 alle 20:31 via WEB
Fà pure...:) Anche se, ricorda, la serenità, o meglio, nel mio caso, la calma è sempre una condizione molto fragile. L'importante, è saperlo. Così, quando arrivano gli scossoni, si è più preparati a riceverli..
 
lab79
lab79 il 26/02/13 alle 04:06 via WEB
Un abbraccio al proprio cuore è la cura migliore per ricominciare a volersi bene!
 
 
piccolofiore2008
piccolofiore2008 il 26/02/13 alle 10:32 via WEB
Infatti, Lab. E, inoltre, è un modo per prendere una pausa, fare un inventario di ciò che hai "in casa", e apprestarti a dare una ripulita, una risistemata...un "ordine" nuovo, alle cose, alle priorità...:)
 
Strangefruit45
Strangefruit45 il 26/02/13 alle 14:07 via WEB
Guardarsi allo specchio è una delle attività più produttive per noi stessi...sempre che non si sia perso di vista la vista! Un abbraccio. S.
 
 
piccolofiore2008
piccolofiore2008 il 26/02/13 alle 15:31 via WEB
Un abbraccio a te, S. ^_^
 
oltreL_aura
oltreL_aura il 27/02/13 alle 17:08 via WEB
Non c'è miglior Tempo..che quello a ritrovarne il proprio.Quello speso bene, senza eccessi; quello che ci veste bene addosso.Un caro saluto.
 
 
piccolofiore2008
piccolofiore2008 il 05/03/13 alle 09:23 via WEB
Sì, è un buon tempo quello che sa di..ricerca dell'equilibrio..Il "proprio" tempo...Un carissimo saluto a te..
 
nonsolo_musica
nonsolo_musica il 01/03/13 alle 18:58 via WEB
Sbaglio stai imparando ad amare te stessa??? Finalmente avverto qualcosa di positivo in queste tue parole... sbaglio??? Ti lascio il mio abbraccio e un bacio... :)
 
 
piccolofiore2008
piccolofiore2008 il 05/03/13 alle 09:24 via WEB
No, non sbagli..:) Non è la panacea a tutti i mali, ma è sicuramente una carezza che mi concedo. Un abbraccio e un bacio anche a te, amico dalle mille note..
 
nonsolo_musica
nonsolo_musica il 01/03/13 alle 18:59 via WEB
Ops... ho dimenticato una "o" dopo "Sbaglio" ;)))
 
 
piccolofiore2008
piccolofiore2008 il 05/03/13 alle 09:25 via WEB
^__^
 
carmarry
carmarry il 04/03/13 alle 23:41 via WEB
"E intanto ti guardi allo specchio". Vedi? Non è difficile:hai già capito da dove iniziare.Sei già partita col il calcolo delle priorità: E' vanità non vana guardarsi allo specchio mentre passi o per scelta, sorridersi e pensare:"Sono felice che tu esista". Da qui il resto viene e si dipana da sè come una delle cose più normali del tuo esistere. Il tuo compito a questo punto,credo,sarà solo gestirlo e pianificarlo. E senza nemmeno bisogno di tanto coraggio,perchè quello viene spontaneo e deciso nel momento in cui inizi la scalata delle priorità,una dopo l'altra, verso la vetta a guardare...IL CIELO. Te lo auguro di cuore.Notte serena.
 
 
piccolofiore2008
piccolofiore2008 il 05/03/13 alle 09:33 via WEB
E' come partire da un granello di sabbia,per me, cercando tutti gli altri che servono per costruir le fondamenta..per erigere un muro solido..non perfetto..ma solido.. Non so se sia solo un'opera di pianificazione, perchè, per posar ognuno di quei mattoni, lo sforzo io lo sento e lo percepisco come grande. Il coraggio ci vuole per affrontar proprio quello sforzo. Guardare il cielo è una ricompensa che viene dopo una lotta continua e costante. Ma..chissà..la sorte, magari, riesce a darti mani a cui aggrapparti e, soprattutto, la capacità di riconoscerle ed accettarle, mentre la forza cresce in te e ti rende stabile..come quel muro che t'affanni a costruire..
 
carmarry
carmarry il 05/03/13 alle 19:44 via WEB
La sorte! E' una variabile sulla quale non farei molto conto.Se ti dà una mano...bene,se non te la dà...pazienza. Non è facile accettarla perchè è diversa la cultura e quindi il modo di approcciare le circostanze,ma è interessante la storia del monaco biddista che inseguito da una tigre,si trova di fronte ad un burrone,non sà quanto profondo,ma d'altra parte,non ha nemmeno molte alternative,così si lascia cadere. Riesce ad afferrarsi ad una radice che fuoriusce dalla roccia e questa avrebbe potuto essere la sua salvezza perchè il salto da quel punto sarebbe stato praticabile.Peccato che giù si presenta un'altra tigre...pronta a sbranarlo. Capisce di essere in trappola e con calma,inizia le sue meditazioni. Riaprendo gli occhi,vede ciò che prima gli era sfuggito:una fragolina che è dietro la radice: si solleva un pò,la coglie e se la gusta.La situazione delle tigri non è cambiata ma lui,pur avendo la quasi certezza che si stancherà prima delle belve affamate,intanto non si lascia sfuggire il piacere di assaporare una dolce fragola.Magari sufficiente anche a dargli la forza di resistere un pò di più ma soprattutto utile e dargli forse l'ultimo -ma non perso- attimo di godimento di ciò che la vita ti dà di buono. Non è granchè in una situazione del genere ma l'importante è vivere anche quell'attimo. Non dimenticare che secondo la teoria del Big Bang,l'universo sarebbe nato dallo scontro di 2 particelle infinitesimali(più piccole di un granello di sabbia)di materia ed antimateria. Dal granello di sabbia si può iniziare. Anche perchè l'importante è quello:iniziare.Poi una volta partiti...O no?
 
 
piccolofiore2008
piccolofiore2008 il 06/03/13 alle 11:09 via WEB
Quel monaco..Beh..per arrivar a quel punto lì, a saper cosa fare e ciò di cui godere in una situazione così irrisolvibile, ha fatto tanto esercizio..E' equilibrato.. Ed è ovviamente, un atteggiamento che non potrei tener io, che sono tutto, tranne che equilibrata..;) Eppure, io lo so che esiste il "mondo delle piccole cose": quello fatto delle (apparenti) inezie quotidiane e non, che riempiono la vita o..smussano le spine più appuntite di essa. E' sempre stato il mio "mondo", si da bambina..Ora, beh, ora ho perso l'esercizio a goderne, di quel mondo.. Però, tu dici bene: l'importante è iniziare. L'inizio è lo sforzo più difficile di tutti. Piantare un seme, perchè il fiore sbocci..e, soprattutto, perchè resista alla pioggia e al vento. Dipende tutto da quel seme..da quanto riesce ad attecchire alla terra..e, sì, anche da quanto quella terra sia fertile.. Serena giornata e un abbraccio, dr..:)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

MIRE

Scelgo di vivere per scelta

e non per caso.

Scelgo di fare dei cambiamenti,

anziche' avere delle scuse.

Scelgo di essere motivata,

non manipolata.

Scelgo di essere utile,

non usata.

Scelgo l' autostima,

non l' autocommiserazione.

Scelgo di eccellere,

non di competere.

Scelgo di ascoltare la voce interiore,

e non l'opinione casuale della gente.

( Eileen Caddy )

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Perturbabilepiccolofiore2008tambo66mariomancino.mmareman68marcoaurelio78massimosognatorePerturbabiIeFuroreNero.XMadameNoirecarmarryghostcheeselab79PuledroIndomito
 

 

***

 

§

 

COLORE

 
Citazioni nei Blog Amici: 28
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.