Creato da theriddle il 02/05/2006
'Scintille di Filosofia Civile - Uno stato è una gente e una terra'
 

Manifesti

 

 

LA PADANIA


immagine

 

Ultime visite al Blog

pioneer_procinetrashmariabreemanuelemarullogloriagrieco10jeli_Mfluffonegiannii0ottelli.marinasilvia.sorlinialdogeomattimismoreno.facchinisexydamilleeunanottebarrylindon0luke812
 

Area personale

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 19
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« Sellero: esame dell'int...TSN Sellero come l'Arab... »

Emergenza Profughi - Sellero: Il volantino

Post n°637 pubblicato il 18 Ottobre 2011 da theriddle
 

Ormai è ufficiale.

Il sindaco di Sellero Bressanelli con il pieno appoggio di tutta la sua maggioranza ha sottoscritto l'accordo per l'accoglienza diffusa in Valcamonica dei "profughi richiedenti asilo" provenienti dal Nord Africa, progetto al quale hanno aderito anche Edolo, Capo di Ponte, Cerveno, Breno, Malegno, Berzo Inferiore, Esine, Artogne, Pian Camuno e Pisogne. Quindi anche da noi arriveranno 4 "profughi-richiedenti Asilo" che verranno alloggiati nell'appartamento di proprietà comunale di Via Panzerini (Ex Casa Boniotti).

Una scelta sbagliata dei comuni di sinistra e in particolare di Sellero:

Nei modi perché fatta autonomamente dal Sindaco Bressanelli senza coinvolgere né il Consiglio comunale (questo nonostante l'interrogazione Lega del 9 agosto a cui il Sindaco ha risposto solo a giochi fatti) né consultare la popolazione. Così, ancora una volta, ci siamo visti imporre dall'alto (dal Sindaco e non da alcun altro come qualcuno vorrebbe far credere) una scelta alla quale non abbiamo potuto obiettare.

Nei contenuti, vista la già drammatica situazione delle finanze comunali non ci pare il caso di sobbarcarsi ulteriori sacrifici (oltre ai circa 9 milioni di euro di mutui iscritti a bilancio, ricordo che il 29 settembre il Consiglio ha preso atto di altri 49 mila euro di disavanzo presunto per il 2011). Credo che in questo particolare momento di crisi l'emergenza profughi non debba essere una priorità di Sellero, soprattutto considerati i tanti anziani in difficoltà, i giovani in cerca di una borsa di studio e i senza lavoro. Il Sindaco e la sua maggioranza cercano di far passare la disponibilità ad accogliere i "profughi" già presenti in Valle come un obbligo per tutti i comuni.

Al contrario è una scelta ideologica.

E' opportuno ricordare che i profughi sono stati richiesti da strutture private che hanno garantito l'ospitalità lucrando sulla pelle di queste persone. Una volta presa coscienza delle difficoltà di convivenza e gestione di tante etnie il problema è passato ai comuni di sinistra che ne hanno dato la disponibilità ad accoglierli (Edolo, Capo di Ponte, Cerveno, Breno, Malegno, Berzo Inferiore, Esine, Artogne, Pian Camuno e Pisogne). La valle ha già i suoi problemi che non le consentono di poter gestire anche questa emergenza!

Le leggi e gli accordi internazionali impongono all'Italia di accogliere i profughi, non ci sono alternative, ma siamo convinti che la soluzione non possa essere quella di distribuirli nei comuni della Valle col rischio che si trasformino in un costo sociale per le nostre comunità.

La Lega Nord ha chiesto di velocizzare i tempi di verifica dei requisiti per il riconoscimento dello status di rifugiato e, in caso di insussistenza, disporre - come prevede la legge - l'accompagnamento immediato alla frontiera dei clandestini così come è stato fatto per gli oltre 3.800 tunisini rimpatriati da aprile ad oggi.

Severino Damiolini
Consigliere comunale Lega Nord - Sellero

 

SCARICA IL VOLANTINO

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog

Contatta l'autore

Nickname: theriddle
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 46
Prov: BS
 



immagine




 

Ipse dixit

Il coraggio nessuno lo può regalare, bisogna che ogni uomo lo trovi nella propria anima. (Umberto Bossi)

"Chi controlla il passato, controlla il futuro; chi controlla il presente, controlla il passato" George Orwell

“E tutti si scandalizzano quando sentono dire: quel tale tipo di mammifero o di uccello ormai è sparito dalla faccia della terra, non lo vedremo più; è una grave perdita. Certo, si tratta di gravissime perdite. Ma non sarebbe forse più grave se sparisse una comunità umana?” (Bruno Salvadori)


"I molteplici consigli legislativi, e i loro consensi e dissensi, e i poteri amministrativi di molte e varie origini, sono condizioni necessarie di libertà. La libertà è una pianta di molte radici. (...) Quando ingenti forze e ingenti ricchezze e onoranze stanno raccolte in pugno d'un'autorità centrale, è troppo facile costruire o acquistare la maggioranza d'un unico parlamento. La libertà non è più che un nome: tutto si fa come tra padroni e servi." (Carlo Cattaneo)


IL VOSTRO CANCRO E' PIU' GRAVE DEL MIO. Un cancro ben più tragico, ben più irrimediabile del mio. Un cancro per il quale non esistono chirurgie, chemioterapie, radioterapie. Il cancro del nuovo nazifascismo, del nuovo bolscevismo, del collaborazionismo nutrito dal falso pacifismo, dal falso buonismo, dall'ignoranza, dall'indifferenza, dall'inerzia di chi non ragiona o ha paura. Il cancro dell'Occidente, dell'Europa e in particolare dell'Italia. (Oriana Fallaci)

Penso ad un popolo multirazziale
ad uno stato molto solidale
che stanzi fondi in abbondanza
perché il mio motto è l'accoglienza,
penso al problema degli albanesi,
dei marocchini, dei senegalesi
bisogna dare appartamenti
ai clandestini e anche ai parenti
e per gli zingari degli albergoni
coi frigobar e le televisioni.
....
penso che è bello sentirsi buoni
usando i soldi degli italiani. (G.Gaber)


Un giorno milioni di uomini abbandoneranno l'emisfero sud per irrompere nell'emisfero nord. E non certo da amici. Perché vi irromperanno per conquistarlo. E lo conquisteranno popolandolo  coi loro figli. Sarà il ventre delle nostre donne a darci la vittoria.”  Houari Boumedienne - Presidente algerino -  1974 - dinanzi all'Assemblea delle Nazioni Unite





 

Video

 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.