Creato da theriddle il 02/05/2006
'Scintille di Filosofia Civile - Uno stato è una gente e una terra'
 

Manifesti

 

 

LA PADANIA


immagine

 

Ultime visite al Blog

pisti59bisiodgl0gatto_felix_1studiopaolooliveropaiscomariopioneer_procinetrashmariabreemanuelemarullogloriagrieco10jeli_Mfluffonegiannii0ottelli.marinasilvia.sorlini
 

Area personale

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 19
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« Il Bilancio del Comune d...Sellero: facciamo chiare... »

Comune di Sellero: Abbiamo toccato il fondo, non ci resta più nemmeno il becco di un quattrino.

Post n°711 pubblicato il 29 Maggio 2012 da theriddle
 

 

Come oramai tutti sanno il cosiddetto decreto Sviluppo varato dal Governo Monti reintroduce l’obbligo, per gli enti locali, al ritorno “temporaneo“ alla Tesoreria Unica Statale  che impone agli enti l’obbligo di versare le disponibilità liquide esigibili depositate presso le tesorerie comunali alla data di entrata in vigore del decreto (ad eccezione dei fondi derivanti da mutui e da prestiti) presso la tesoreria statale .

Preoccupati degli impatti che un provvedimento di tale portata avrebbe potuto avere per le già disastrate casse del Comune di Sellero, nel febbraio scorso abbiamo prontamente interrogato il Sindaco per conoscere l’ammontare delle due quote che il Comune di Sellero avrebbe dovuto versare entro il 29 febbraio 2012 ed entro il 16 aprile 2012.

Ebbene, dopo quasi quattro mesi ed altrettanti solleciti da parte nostra, oggi è finalmente giunta la lapidaria risposta dell’amministrazione comunale “il Comune di Sellero non ha versato alcuna somma alla Tesoreria Unica dello Stato.”.

Un gesto di ribellione del Sindaco Bressanelli nei confronti del Governo Monti? Una presa di posizione atta a chiedere la cancellazione di questo assurdo provvedimento come chiesto a gran voce anche dal nostro gruppo consiliare con due mozioni depositate sia al Comune di Sellero che all’Unione della Valsaviore?

No. Purtroppo la verità è un'altra e molto, molto amara per i cittadini di Sellero. Il Comune non ha versato alcuna Somma alla Tesoreria Unica dello Stato semplicemente perché non ci sono somme da Versare!

Le casse comunali sono infatti vuote come più non si potrebbe (come testimoniato anche dal continuo ricorso alle anticipazioni di cassa, pratica stigmatizzata anche dalla Corte dei Conti) e l’esposizione debitoria dell’Ente ammonta a parecchi milioni di euro. Nonostante ciò il Sindaco Bressanelli ed i suoi accoliti continuano a negare l’evidenza, credendo forse che i nostri concittadini abbiano gli occhi foderati di prosciutto e non si accorgano della conduzione sconsiderata e devastante (fatta di investimenti milionari andati in fumo, prebende e benefici per i “soliti noti” e di una gestione familistica del denaro e della cosa pubblica) che in quasi 30 anni di amministrazione questa maggioranza ha portato avanti, disinteressandosi totalmente del bene comune e delle priorità della popolazione ma dimostrandosi capace solo di creare un enorme buco nelle casse comunali.

Una  voragine talmente grande che i cittadini non possono non vedere e che stavolta nemmeno le fantasiose scuse e le promesse da marinaio a cui ci ha abituato in questi anni il Sindaco Bressanelli potranno nascondere.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog

Contatta l'autore

Nickname: theriddle
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 47
Prov: BS
 



immagine




 

Ipse dixit

Il coraggio nessuno lo può regalare, bisogna che ogni uomo lo trovi nella propria anima. (Umberto Bossi)

"Chi controlla il passato, controlla il futuro; chi controlla il presente, controlla il passato" George Orwell

“E tutti si scandalizzano quando sentono dire: quel tale tipo di mammifero o di uccello ormai è sparito dalla faccia della terra, non lo vedremo più; è una grave perdita. Certo, si tratta di gravissime perdite. Ma non sarebbe forse più grave se sparisse una comunità umana?” (Bruno Salvadori)


"I molteplici consigli legislativi, e i loro consensi e dissensi, e i poteri amministrativi di molte e varie origini, sono condizioni necessarie di libertà. La libertà è una pianta di molte radici. (...) Quando ingenti forze e ingenti ricchezze e onoranze stanno raccolte in pugno d'un'autorità centrale, è troppo facile costruire o acquistare la maggioranza d'un unico parlamento. La libertà non è più che un nome: tutto si fa come tra padroni e servi." (Carlo Cattaneo)


IL VOSTRO CANCRO E' PIU' GRAVE DEL MIO. Un cancro ben più tragico, ben più irrimediabile del mio. Un cancro per il quale non esistono chirurgie, chemioterapie, radioterapie. Il cancro del nuovo nazifascismo, del nuovo bolscevismo, del collaborazionismo nutrito dal falso pacifismo, dal falso buonismo, dall'ignoranza, dall'indifferenza, dall'inerzia di chi non ragiona o ha paura. Il cancro dell'Occidente, dell'Europa e in particolare dell'Italia. (Oriana Fallaci)

Penso ad un popolo multirazziale
ad uno stato molto solidale
che stanzi fondi in abbondanza
perché il mio motto è l'accoglienza,
penso al problema degli albanesi,
dei marocchini, dei senegalesi
bisogna dare appartamenti
ai clandestini e anche ai parenti
e per gli zingari degli albergoni
coi frigobar e le televisioni.
....
penso che è bello sentirsi buoni
usando i soldi degli italiani. (G.Gaber)


Un giorno milioni di uomini abbandoneranno l'emisfero sud per irrompere nell'emisfero nord. E non certo da amici. Perché vi irromperanno per conquistarlo. E lo conquisteranno popolandolo  coi loro figli. Sarà il ventre delle nostre donne a darci la vittoria.”  Houari Boumedienne - Presidente algerino -  1974 - dinanzi all'Assemblea delle Nazioni Unite





 

Video

 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.