Prigione mentale… Pillole di riflessione

Non c’è peggior prigione di quella che ci costruiamo da soli fissandoci mentalmente su determinati pensieri negativi o poco costruttivi.

cavez

Come suggeriscono in tanti, questo modo di fare innesca un pericoloso circolo vizioso dal quale può diventare difficile uscire: ci creiamo ogni singolo anello di quella catena che ci imprigiona e ci impedisce di vivere il presente dando il giusto valore alle cose.

pensi troppo

La migliore via di uscita è l’azione.

via d'uscita

Dedicarsi ad altro, ad una attività fisica, ad un hobby… Insomma, a qualsiasi cosa che ci distolga da quei pensieri “negativi” ricorrenti e ci riporti a contatto con la realtà.

Perché agendo e spostando la nostra attenzione su altri aspetti, possiamo spegnere l’interruttore di quei pensieri e, finalmente, vedere la vita da altri punti di vista più obiettivi, concreti e positivi.

224d6fab4b0eb4a1e323d6292b2d37d8

Impegniamoci a viverla questa vita e non a lasciarla solo passare!

446c8ae32503cb4ff1089032fb7f1f5a

Sorrido lo stesso…

Io ora lo so
Mentre mi guardo in questo specchio
E riconosco ogni mio singolo difetto
So cosa voglio davvero 
Non lo nascondo e
Non ho nessun segreto

Mi guardo indietro e 

Vedo quello che ho lasciato 
Non sono più disposta a perdere 
E mi riprendo il mio respiro 
E punto tutto ciò che ho sul mio 
Destino, sul mio destino. 

Le mie gambe hanno camminato tanto
E a volte il cuore
Mi è pesato dentro al petto
Mentre perdevo pezzi di me
Per inseguirti nel vento
Per ogni mano che ho stretto
Ho abbandonato il mio mondo
Ma io sorrido lo stesso 
Anche se dentro è un casino.

E ti incontrerò negli
Occhi stanchi della gente
Sarò invisibile ma tu mi capirai
So cosa sono davvero
Nella mia voce c’è la sabbia
E un sole sempre acceso

Mi guardo indietro e
Vedo quello che ho imparato
Non sono più disposta a perdere e
Mi riprendo il mio respiro
E punto tutto ciò che ho sul mio
Destino, sul mio destino.

Sorrido lo stesso – Emma

Persone silenziose… Pillole di riflessione

A volte ci sentiamo invisibili e soli, mentre sguardi, pensieri e cuori si posano silenziosamente su di noi.

Se solo potessimo sorprenderli nell’istante in cui lo fanno, potremmo assaporare quella leggerezza che in quel momento tanto ci manca; perché certe volte non c’è niente di più bello che sapere che TU sei qui con me e per me…

Pillole di riflessione… Perdermi

Perdermi

è diventata l’esperienza più facile da fare oggigiorno…

Ci siamo persi, tu ed io, quella volta in cui hai voluto seguire le indicazioni del tuo navigatore, piuttosto che quelle della mia cartina. Siamo finiti, così, in un vicolo chiuso. Noi stavamo cercando, però, la strada che ci portasse a destinazione.

Ora mi sto perdendo in quel ricordo tutto nostro, che ne richiama altri mille. In realtà sto ritrovando te tra i miei pensieri.

Perdo tempo dietro una connessione internet troppo lenta, che mi permette di navigare ovunque, tranne che nella concretezza di questo mio presente. Intanto trovo una pagina bianca, che stenta a caricarsi, dove ho già impresso le mie ricerche.

Perdo peso facendo lunghe passeggiate e camminando mi perdo tra la bellezza della natura e in quel paesaggio sconfinato che si apre alla mia vista. Però, ogni volta, sento di ritrovare non solo un po’ più la forma fisica, ma anche me stessa.

Lasciarti perdere è stata l’impresa più difficile fatta di recente; necessaria, ma sofferta. L’ho fatto perché voglio trovare qualcosa di migliore, che penso di meritare, in questa vita.

…così, ogni giorno,

perdendomi un po’ nei meandri di questa vita,

tento solo di trovare quello che più mi sta a cuore.