Facefood La Puglia rinasce Nell’Enogastronomia Pugliese-Annamaria Natalicchio-

Vernissage 1A Palazzo delle Arti Beltrani a Trani (BT) sino al 5 settembre in mostra 49 fotografie di chef, patron e produttori che tengono alto il vessillo dell’enogastronomia pugliese.Un viaggio tra alcuni dei personaggi che tengono alto il vessillo dell’enogastronomia pugliese, fotografati da Franz Gustincich e Claudio Auriemma, e raccontati da Vittorio Cavaliere. Una galleria di ritratti, assolutamente parziale (troppi altri meriterebbero di essere inclusi), ma rappresentativa dell’eccellenza che la Puglia ha saputo imporre nel mondo. Facefood è, quindi, solo un breve tratto del cammino che Cavaliere ha percorso nel fantastico mondo del gusto e cha ha voluto condividere con tutti.Franz Gustincich e Claudio Auriemma, ricalcando le orme del loro amico gastronomo, si sono cimentati nel ritrarre chef, patron e produttori, per i quali avevano già reso fotograficamente i loro   sapori. Facefood, patrocinata dall’assessorato alle culture della città di Trani in collaborazione con L’Associazione Delle Arti, è un’opera tangibile grazie alla generosità degli sponsor all’ospitalità del Palazzo delle Arti Beltrani, e al lavoro di tante persone oltre agli autori, che hanno reso possibile il materializzarsi dell’evento.Questa iniziativa, promossa dall’associazione Tummà, ha preso forma sulle esperienze di Vittorio Cavaliere, talent scout, critico gastronomico e profondo conoscitore del mondo del gusto, descritte come in un percorso da nord a sud, alla ricerca delle eccellenze enogastronomiche.per la titolare della cultura a Trani Francesca Zitoli”«Una ghiotta occasione per testimoniare la straordinaria vitalità della ristorazione pugliese e di coloro che i prodotti del territorio, eticamente, li rendono un vanto nazionale”.

Facefood La Puglia rinasce Nell’Enogastronomia Pugliese-Annamaria Natalicchio-ultima modifica: 2021-08-12T07:10:09+02:00da mimmosiena2011

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.