Blog
Un blog creato da amoon_rha_gaio il 21/09/2007

Immagini dal mondo

i miei viaggi, i miei pensieri

 
 

TOMMASO RINALDI - UOMO DI MAGGIO

http://www.bitchyf.it/wp-content/uploads/2014/03/Tommaso-Rinaldi-11.jpg

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

 
 

tumblr analytics

 

QUESTO SONO IO

 

IL POTERE DI UN ABBRACCIO

 

QUANTI MI STANNO LEGGENDO

site statistics
 

AREA PERSONALE

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
Citazioni nei Blog Amici: 192
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2015 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Olio di palma: cosa c'è dietro una barretta di cioccolato

Post n°2217 pubblicato il 04 Maggio 2015 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

http://m3dev.lasaponaria.it/wp-content/uploads/2010/06/olio_palma_cosmetica.jpg

Giusto per rimanere in tema EXPO e quindi alimentazione, ieri sera ho visto la puntata di Report (RAI 3) dedicata tra l'altro all'uso dell'olio di palma.

Da qualche tempo i prodotti alimentari europei sono obbligati ad indicare la tipologia di grasso vegetale utilizzato e così oggi spesso in molti prodotti di largo consumo (nutella, cioccolato vario, biscotti, ecc....) si ritrova il famigerato olio di palma.

Parlando di olio di palma la mente va subito al colesterolo e a quanto possa far male questo olio (anche se l'olio di palma è usato anche in cosmesi). La trasmissione di ieri ha messo in evidenza tutto il business che c'è dietro e tutto ciò che di ambientalmente sostenibile non c'è!

Nei paesi asiatici la deforestazione è ormai un dato di fatto per poter permettere la coltivazione della palma: ogni ora appezzamenti di foresta pluviale grossi come campi di calcio lasciano spazio alla coltivazione della palma. Perchè? perchè dietro la palma e al suo "pregiato" olio, dal basso costo e dall'alta resa, ci sono aziende alimentari che foraggiano con denaro.

Proprio sui bassi costi del prodotto poi occorre ancora rilevare come questi siano garantiti anche dalla scarsa attenzione verso la manodopera: centinaia di operatori costretti a dare il diserbante senza protezioni, senza sicurezza.

 

http://ilreferendum.it/wp-content/uploads/2014/02/GP04V6D_layout.jpg

Se da un lato oggi i grandi marchi alimentari come Buitoni e Ferrero annunciano di voler gradualmente sostituire l'olio di palma con altri olii, dall'altro mi domando se all'EXPO di questi argomenti qualcuno parlerà mai. Perchè dopo la trasmissione di ieri mi sono accorto che ogni volta che addento una tavoletta di cioccolato, dietro potrebbe esserci deforestazione e così meno habitat naturale per gli animali (oranghi), sfruttamento di manodopera umana e danno per la salute.

Buongiorno, forse

Amoon

 

 
 
 

Siam Pronti alla Vita

Post n°2216 pubblicato il 01 Maggio 2015 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

http://static.panorama.it/wp-content/uploads/2015/05/expo-15-inaugurazione-palco-1000x600.jpg

Mi è molto piaciuto, in occasione della cerimonia di apertura della manifestazione universale EXPO di Milano, che i bambini abbiano cantato l'inno di Mameli modificando il testo da "siamo pronti alla morte" in "siam pronti alla vita".

La vita come elemento protagonista dell'Expo dove si parlerà di cibo e sostenilibità elementi fondamentali per garantire la vita alle persone.
Mi auguro che l'Expo metta anche in risalto come alcuni aspetti (globalizzazione, assenza di filiera corta) negli anni abbiano inciso negativamente sulle risorse alimentari e sulla qualità delle stesse. Cibo scarso o di scarsa qualità sono un danno per la vita.

Mi auguro che l'Expo metta al centro la vita e la sua dignità anche attraverso il lavoro: sono partendo dai presupposti che citavo prima, (alcuni aspetti come il concetto di filiera corta, sostenibilità, ecc...) tutti i Paesi, in primis l'Italia, potranno scrollarsi di dosso la crisi e ripartire verso la crescita.

Buon Primo Maggio
Amoon

 
 
 

Prende a schiaffi il figlio contestatore: il video

Post n°2215 pubblicato il 29 Aprile 2015 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

Baltimora, la donna che trascina via il figlio dagli scontri

Dopo il mio precedente post credo che qualcuno mi abbia travisato. La violenza è violenza e sono d'accordo con voi: non ci sono giustificazioni per la violenza. Però abbiate pazienza un conto è tirare un calcio ad un autobus pieno o un sasso ad un bus vuoto (atto di vandalismo) un conto è gettare una bomba addosso a delle persone (tentato omicidio?). Anche giuridicamente le due azioni, condannabili, hanno valenza diversa e lo dico non perchè a compiere il gesto più grave siano stati gli juventini, non ho mai fatto differenze di colori sociali.

Tornando però sull'argomento vandalismo mi ha fatto un certo effetto vedere un video, ormai diventato virale, di quella madre di colore che a Baltimora è scesa in strada ed è andata a riprendere il figlio che, incappucciato, si stava rendendo protagonista di tafferugli.

"Non me lo farò ammazzare" ha dichiarato la donna nel bel mezzo degli scontri nati dopo l'ennesimo caso di ragazzo di colore morto subito dopo l'arresto da parte della polizia. Si sa che in america c'è fermento e la polizia è accusata proprio di gesti inconsulti verso la popolazione nera.

La madre che prende a sberle il figlio e lo porta via dalla "zona calda" è il segno che ci sono ancora genitori capaci di educare i propri figli. Chi non è capace è colui che dopo fatti gravi va in TV a dire che non si capacita perchè il figlio è un bravo ragazzo. Se tutti i teppisti, vandali, assassini fossero bravi ragazzi proprio in questo momento rischieremmo di essere presi a coltellate dietro la schiena.

Mi chiedo dove fossero i genitori di quei ragazzi che hanno lanciato bombe o sassi a Torino: con l'unica differenza che qui parliamo di calcio, mentre a Baltimora le proteste sono per l'omicidio di un giovane solo perchè di colore.


Buongiorno

Amoon

 
 
 

Il Derby della Mole

Post n°2214 pubblicato il 27 Aprile 2015 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

http://images2.gazzettaobjects.it/methode_image/2015/04/26/Calcio/Foto%20Calcio%20-%20Trattate/LAPR0741-179-U202182049561UDB-U110588750891fDI-620x349@Gazzetta-Web_articolo.JPG?v=201504262034

Ieri a Torino è accaduto qualcosa di straordinario: Davide ha battuto Golia e non è solo una favoletta ma una realtà. Da un latro una potenza calcistica ed economica, Juventus, dall'altro lato una realtà che neppure 6-7 anni fa spariva dalla storia calcistica per colpa di un fallimento societario.

 

http://www.lastampa.it/rf/image_lowres/Pub/p3/2015/04/26/Sport/Foto/RitagliWeb/d8752a7626ba3e9cd16999ca0301c8fd-k4wB-U10403056122305jQ-700x394@LaStampa.it.jpg

Ciò premesso nonostante la vittoria meritata del Toro in una partita corretta e tutto sommato equilibrata è successo che qualche teppista abbia lanciato un sasso rompendo un vetro dell'autobus dei giocatori della Juve. Risultato: uno, dei due vetri del bus, in frantumi. Poco dopo, DENTRO lo stadio, dalla curva della Juve una bomba carta è stata lanciata verso i tifosi granata ferendo 9 persone di cui due costrette alle cure ospedaliere.

 

http://cdn.tuttosport.com//images/2015/04/26/live0413_69441_immagine_ts673_400.jpg

Teppismo nel primo caso, violenza nel secondo. Ma cosa succede in TV? Tutti i programmi sportivi enfatizzano il sasso lanciato contro il bus complice anche un video fornito dalla Juventus in cui si vedono i tifosi battere con le mani contro il bus e sputare. Insomma del sasso, che c'è stato, manco l'ombra ma quelle immagini hanno dato modo di dire quanto schifo faccia il calcio, che gente circola negli stadi e che il derby della Mole è stato offuscato da questi fatti.

Non mi sta bene!

E lo dico per due motivi.

Il primo è perchè come al solito ci sono giornalisti (o giornalai) succubi che piuttosto che dire qualcosa contro la Juve si appendono a fatti di minore importanza. Lungi da me il giustificare il lancio di un sasso (vergognoso) ma direi che lanciare una bomba verso delle persone forse è un po' più grave.
Il secondo è che così facendo i media hanno dato la vittoria ai teppisti rendendoli protagonisti, mentre dell'impresa del Toro poco o niente!

Ma perchè dare enfasi al lancio del sasso da parte di un (pseudo) tifoso granata? La motivazione la si è capita nella serata di ieri quando la dirigenza juventina in una nota condanna tutti gli episodi incivili accaduti prima e durante il derby auspicando che le punizioni per entrambe le società siano di pari livello (leggi qui). Peccato che a mio avviso le colpe non sono proprio da mettere sullo stesso piano o forse per la dirigenza juventina entrare con una bomba carta in uno stadio è una cosa normale e non premeditata?

Comunque ora e sempre forza toro

Amoon

 

 
 
 

Bella Ciao

Post n°2213 pubblicato il 24 Aprile 2015 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

http://k38.kn3.net/taringa/3/4/5/1/9/5/1/erreyeme/C18.jpg?3484

Non sarà un 25 aprile come gli altri anni: quest'anno è il 70 esimo della ricorrenza della liberazione dal Nazi-fascismo.

Le giornate della memoria, per alcuni formalità da abolire, per me hanno importanza e ce l'hanno soprattutto ora all'indomani della tragedia dei migranti al largo delle coste italiane.

Dopo quelle morti sui social frasi di ogni tipo: gente che parla di invasione islamica, ignorando che sui barconi c'erano anche cristiani buttati a mare, gente che parla di stupratori, usurpatori di lavoro che vengono qui rubando a noi quel poco che abbiamo.

Il 25 aprile dovrebbe ricordare a tutti che il ventennio ci ha visti partecipi nelle campagne in Africa, dove l'Italia, al pari di altri Paesi europei, ha creato disastri...a partire proprio dalla Libia!
Chi oggi ci vuol far credere che non abbiamo responsabilità si sbaglia di grosso.

Dobbiamo pagare solo noi? assolutamente non dico questo, ma forse il nostro atteggiamento, nostro di comuni cittadini, dovrebbe essere più sensibile e di comprensione.

Poi lasciatemi dire che chi cerca i morti causati dai partigiani verso "civili" per non riconoscere la liberazione o peggio, chi ci ricorda che Mussolini si rimboccò le maniche per fare del bene all'Italia dimenticando le leggi raziali e le deportazioni, non solo dimostra di avere una visione monca della storia ma anche che del 25 aprile c'è ancora bisogno.

Amoon

 
 
 
Successivi »
 
 

L'UCCELLINO DI AMOON

 

RIEPILOGO DEI MIEI POST

Immagini dal mondo
 

SONO ANCHE SU FACEBOOK

Seguimi Su FB cliccando l'immagine sotto

Immagini Dal Mondo

 Leggi qui le condizioni

 
 

Wikio - Top dei blog

 

 

DETTAGLI VISITE