Blog
Un blog creato da amoon_rha_gaio il 21/09/2007

Immagini dal mondo

i miei viaggi, i miei pensieri

 
 

ANDREA MONTOVOLI - UOMO DI MARZO

andrea montovoli sexy nudo isola dei famosi

 
 

RIEPILOGO DEI MIEI POST

Immagini dal mondo
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

 

tumblr analytics

 

QUESTO SONO IO

 

IL POTERE DI UN ABBRACCIO

 

QUANTI MI STANNO LEGGENDO

site statistics
 

AREA PERSONALE

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
Citazioni nei Blog Amici: 191
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2015 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Quando arrabbiarsi serve

Post n°2177 pubblicato il 04 Marzo 2015 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

http://www.okglam.it/wp-content/blogs.dir/15/files/sites/15/2014/03/25upjbb.jpg

La settimana scorsa si è conclusa per me con una sorta di rivincita.

Qualche giorno prima il mio capo mi ha "costretto" a fare un lavoro che non mi compete semplicemente perchè non c'era nessun'altro in ufficio. Io dal canto mio non mi tiro mai indietro, ma la cosa che lì per lì mi ha dato fastidio è che dell'uscita ne ho saputo tramite una collega che aveva parlato al telefono col mio capo.

Perchè il mio capo non ha telefonato a me per chiedermelo? Tralascio la figura di cacca fatta nei confronti di terzi che vedevano il sottoscritto comandato (giustamente) a bacchetta dalla collega visto che io non sapevo fare nulla.

Rientrato in ufficio mi sono detto: vabbè ora il capo verrà a darmi spiegazioni dell'uscita. Il giorno dopo il capo viene nel mio ufficio e chiede del lavoro solo alla mia collega. Io come se non ci fossi.

Iroso, irabondo e chi più ne ha più ne metta me la sono presa. Così il giorno successivo sono andato a chiedere spiegazioni. Sono stato colto di sorpresa dall'imbarazzo del capo che senza farmi finire di parlare ha subito precisato "no ma tu non sei un tappabuchi".

Si certo non l'avevo pensato ma la sensazione è stata quella. Mi ha colpito, come vi dicevo, il suo imbarazzo quasi volesse dirmi "non sono venuto a darti spiegazioni perchè mi vergognavo".

Parlandone con altri colleghi secondo loro ho esagerato: del resto quel lavoro, anche se non rientra nelle mie competenze, lo dovevo fare. E poi cosa volevo io? due parole di spiegazioni?
Si due spiegazioni credo di meritarmele proprio perchè non sono un tappabuchi. E siccome dopo aver parlato mi sono setito soddisfatto anche poi concretamente nulla è cambiato, devo dire che sono fiero di me stesso visto che non mi lascio sciovolare di dosso le cose che mi danno fastidio e le affronto.

Buongiorno

Amoon

 
 
 

Il Toro è grande e fa tremar le gambe

Post n°2176 pubblicato il 27 Febbraio 2015 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

Maxi Lopez: «Il Toro è unico». Glik: «Emozioni da raccontare»

Non m'importa se oggi avrò 3 lettori e zero commenti. Non mi importa se qualcuno storcerà il naso visto l'argomento. Non m'importa se qualcuno sorriderà perchè un gay tifa per una squadra di calcio.

Ieri sera il Torino affrontava l'Athletic Bilbao nel ritorno dei sedicesimi di Europa League. All'andata, a Torino e con Amoon presente allo stadio, finì 2-2. Risultato ingiusto e penalizzante perchè i goal in trasferta valgono doppio. Insomma ieri sera ore 21 poche speranze ad inizio partita.

Ieri sera Amoon scaramantico non è stato in nessun locale a vedere la partita, ma è stato in pizzeria con un ragazzo francese conosciuto sul sito gay. Sull'1 a zero per il toro già lo avrei violentato dalla gioia. Poi la gioia si è trasformata in gelo quando forse nel discorso mi sono incartato su quanto spesso siano odiosi e con la puzza sotto al naso questi francesi.

 

http://media.melty.it/article-2682799-ratio265_640-f3545148/quagliarella-athletic-bilbao-torino-2-3.jpg

Usciti dal locale delusione (pareggio 1-1 del Bilbao). Giro in centro e il Toro passa in vantaggio: dalla gioia gli stringo un braccio e mi accorgo che è muscoloso. "E' si faccio nuoto" mi dice in perfetto italiano.

Camminiamo ancora e passiamo sotto casa mia (ma lui non lo sa): "Che ne dici se andiamo a bere qualcosa?". Chiedo ma mi confessa che e stanco e preferisce rientrare a casa. Vabbè non gli sarò piaciuto, forse anche per il discorso dei francesi.

 

http://www.tuttocalcioestero.it/wp-content/uploads/2015/02/Athletic-Bilbao-Torino.jpg

Mentre torno a casa dopo averlo riaccompagnato all'auto mi accorgo che il risultato è di 3 a 2 ottimo, per la regola che vi dicevo prima dei goal in trasferta. Allungo il passo per arrivare per tempo a casa e vedere i goals in TV.

Nessuna squadra italiana aveva mai vinto a Bilbao. Il Torino, a differenza di molte squadre, è forse l'unica che ha iniziato questa competizione a luglio 2014.

Meriterebbe il giusto peso anche in TV ma in genere si parla delle altre squadre.

Oggi alle 12 il sorteggio: sarebbe bello il Bruges, sarebbe ancora meglio l'Ajax per motivi che solo un tifoso granata può capire.

Forza toro!

Amoon

 
 
 

Madonna cade dal palco, l'ironia del web

Post n°2175 pubblicato il 26 Febbraio 2015 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

http://www.radiouniversalfm.it/wp-content/uploads/2015/02/Madonna_Living_For_Love_Ernesth_Garc_a.jpg

Che poi non capisco cosa ci sia da ridere su twitter circa la caduta di ieri sera di Madonna.

Chiamata a chiudere i Brit Awards di Londra, i premi musicali che ogni anno il Regno Unito rilascia ad artisti di musica pop, Madonna durante l'esisbizione di "Living for Love" tratto dal suo ultimo album, è caduta rovinosa per terra. Colpa dei ballerini che l'hanno tirata giù, Madonna ha comunque continuato la sua esibizione.

Madonna caduta meme (2)

Accanto alla solidarietà di colleghe  già cadute in passato il web si è scatenato paragonando la caduta di Madonna alla sua caduta nelle vendite perchè surclassata dalle nuove leve. Qui sotto qualche esempio:

 

(fonte foto: Bitchy)

Madonna non si tocca! Amen

Ciò premesso trovo che un fatto del genere sia davvero imbarazzante e credo che più o meno sia capitato a tutti noi nella vita. Come per esempio quella volta che a scuola l'insegnante mi chiamò alla cattedra. Io ragazzino vispo avevo il vizio di fare tutto di corso e nell'alzarmi dalla sedia e correre verso la cattedra rimasi col piede incastrato nel laccio dello zaino. Il risultato? volo dell'angelo in centro aula tra lo stupore e le risa dei compagni di scuola.

A chi di noi non è mai successa una caduta piena di vergogna scagli la prima pietra.

Amoon

 
 
 

Amabili conversazioni Gay

Post n°2174 pubblicato il 25 Febbraio 2015 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

http://www.bitchyf.it/wp-content/uploads/2014/07/raffaele-natino-costume-superdotato.jpg

In questi giorni ho temuto che il mio morale potesse crollarmi sotto le scarpe ritornando così com'era prima del compimento dei 40 anni. Oddio ho 40 anni !!!!

Gente che tira pacco all'ultimo secondo e gente che pare interessata ma poi sparisce è praticamente ciò che sto attirando in questi giorni. Ma io non demordo anzi, ci scherzo su e per questo ritorna la rubrica "Conversazioni gay" e cioè le mie amabili conversazioni con ragazzi sulle più note applicazioni di incontri gay.

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/ru/6/6c/%D0%A1%D0%BA%D1%80%D0%B8%D0%BD%D1%88%D0%BE%D1%82_%D0%BF%D1%80%D0%B8%D0%BB%D0%BE%D0%B6%D0%B5%D0%BD%D0%B8%D1%8F_Grindr.jpg

Il predicatore benedetto

Lui: Ciao, posso dirtelo. Sei davvero uno spettacolo.
Amoon: grazie

Lui: Prego. Possa Dio benedirti per tanta bontà
Amoon: Amen

Il salutista

L: ciao (01/02/2013)

L: ciao (13/05/2013)

L:ciao come va? (12/03/2014)

L: ciao (15/09/2014)

(cioè se uno non mi piace....non lo capisce da solo?)

Il poeta

L: ciao, ti contatto perchè ho letto il tuo profilo e ho capito che sei una persona gentile e buona. Ho capito che sei una persona educata con dei sani principi e per questo vorrei conoscerti

(nel mio profilo c'è scritto: "no effemminati").

Il deciso

L: Oh ma tu che gusti hai?
A: in che senso?

Il viaggiatore

L: Ciao sono di passaggio. Ti andrebbe del sesso?
A: quanto ti trattieni?
L: sto andando via ora...
A: azz...em...ma...

Buona giornata

Amoon

 
 
 

Gettate via quei libri Gay dalla Biblioteca

Post n°2173 pubblicato il 24 Febbraio 2015 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

http://www.lasolitamamma.it/wp-content/uploads/2014/04/Perch-C3-A9-hai-due-mamme.jpg

Di Carate Brianza probabilmente nessuno sa nulla, se non i brianzoli, e magari continuerà a non volerne sapere dopo questa triste storia.

"Qual è il segreto di papà" e "Perchè hai due mamme" sono i titoli di due libri presenti nella biblioteca comunale di Carate Brianza: affrontano, come si può intuire dal titolo, il tema famiglia dal punto di vista omosessuale.

Quello che invece forse non sapete è che per l'opposizione comunale di centrodestra quei libri vanno messi al bando perchè, soprattutto nel caso di minori e quindi suggestionabili, potrebbero spingere i lettori a "seguire quella strada".

L'opposione di centrodestra vorrebbe l'eliminazione di quei libri (tradotto buttati nell'immondizia).

http://www.liberweb.it/upload/_recensioni/6237_182.jpg

"Bruciare" i libri è un fatto degno dell'ISIS (i fanatici islamici/terroristi) e ci riporta indientro ai tempi della Santa Inquisizione....inomma non proprio l'altro ieri. Ancora una volta poi si pensa, con queste affermazioni, che l'omosessualità sia una scelta e non un modo di essere che si ha dalla nascita.

Ancora una volta non si pensa che la lettura e quindi l'informazione possa aiutarci, più che a diventare omosessuali, a capire gli altri e ad accettare le persone per quello che sono.

Siamo in attesa di capire quando a Carate Brianza decideranno di bruciare vive delle donne perchè accusate di stregoneria.

Buongiorno

Amoon

 
 
 
Successivi »
 
 

LA FOTO DELLA SETTIMANA:40 ANNI E ANCORA FIGO

 

L'UCCELLINO DI AMOON

 

SONO SU FACEBOOK E TWITTER

Seguimi Su FB cliccando l'immagine sotto

Immagini Dal Mondo

 Leggi qui le condizioni

 

 
 

Wikio - Top dei blog

 

 

DETTAGLI VISITE

 

 

LA MIA STORIA IN BREVE - AL 13/01/2011

Sono gaio (e non solo gay!) da sempre. Il mio percorso di accettazione è stato molto lungo e la mia prima vera storia importante nasce all'età di 28 anni. Sono stato 3 anni con un ragazzo a cui ho voluto bene e a cui ancora oggi, dopo 2 anni di silenzi, penso. La nostra storia era una storia a distanza (1000 km) ed è questo l'unico motivo per cui dopo 3 anni ci siamo lasciati. Da quel giorno è nato questo blog: ci sono state storielle di qualche settimana e storie più importanti:quella con E. E' durata qualche mese, il tempo di affezionarmi a lui anche se penso proprio oggi, a distanza di un anno da quando ci siamo lasciati, che non sia la persona giusta per me. E. dopo una breve esperienza in Australia ora vive a Londra e da giugno 2010 non ci sentiamo più. Questa però è stata anche la mia fortuna, perchè da quel giorno credo di essere diventato una persona migliore.

 

ULTIMI COMMENTI