Blog
Un blog creato da amoon_rha_gaio il 21/09/2007

Immagini dal mondo

i miei viaggi, i miei pensieri

 
 

FRANCOIS SAGAT - UOMO DI OTTOBRE

http://media-cache-ec0.pinimg.com/736x/32/45/82/32458270c4aabf3bdea3b3edfe13e66a.jpg

 
 

RIEPILOGO DEI MIEI POST

Immagini dal mondo
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

 

tumblr analytics

 

QUESTO SONO IO

 

IL POTERE DI UN ABBRACCIO

 

QUANTI MI STANNO LEGGENDO

site statistics
 

AREA PERSONALE

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
Citazioni nei Blog Amici: 181
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Auguri Papà

Post n°2099 pubblicato il 24 Ottobre 2014 da amoon_rha_gaio
Foto di amoon_rha_gaio

http://bambinizerotre.it/wp-content/uploads/2012/11/foto-pap%C3%A0-bambino.jpg

Oggi è il compleanno di mio padre: 76 anni

In realtà lui è nato il 21 ottobre, ma ai tempi (Napoli e la guerra mondiale) spesso le registrazioni all'anagrafe avvenivano qualche giorno dopo la nascita e così ecco che uno non sa mai quando fargli gli auguri.

Probabilmente passeremo la serata di sabato tutti insieme nella pizzeria di fiducia, quella che lui preferisce. E' a due passi da casa e nonostante questo lui ama andarci in auto.

Con l'età si sono infatti accentuati i lati pessimi del suo carattere: praticamente non esce più di casa se non per lo stretto necessario (portare i nipoti a scuola, commissioni varie ecc....). Non chiedetegli minimamente di fare due passi in centro che non li farà manco morto. Anche la pizzeria: ha scelto quella. Qualsiasi altra pizzeria, anche con il miglior pizzaiolo del mondo, sarebbe seconda nella scala di gradimento.

L'età c'è e ormai, salvo rari casi in cui sbrocco, ho imparato a sopportarlo.

Come il fatto che è ansioso all'ennesima potenza: pensate che da settimane mi avvisa che il 23 (ieri) deve nevicare in Piemonte. "L'ha detto Frate Indovino, quindi dobbiamo cambiare le ruote dell'auto e mettere i penumatici invernali". Non vi dico quando ha saputo che ieri andavo allo stadio. "Mettiti un cappello e poi ...". Vabbè è tenero direte voi....ma pensate a 10000 raccomandazioni di questo tipo ogni ora. Io, che non vivo più in casa con loro.

Già la partita di calcio (a proposito Torino - Helsinki 2 a zero): ieri stesso stadio, stessa curva, ma neppure un sms di D. Così vicini e così lontani. Lui sapeva della mia presenza, ma ha lasciato correre. Direi che con ieri si chiude il capitolo D., anche in termini di post dedicati a chi non lo merita.

Auguri Papà, tu sarai strano, ma credimi anche se non lo saprai mai: io ho conosciuto uomini decisamente più strani di te.

Amoon

 
 
 

Chi vorresti che morisse prima, mamma o papà?

Post n°2098 pubblicato il 23 Ottobre 2014 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

http://www.quotidianocanavese.it/img/pics/215625_173539_786768gf.jpg

Succede nell'eporediese, in quella zona che ha visto per anni il Piemonte come capitale italiana indiscussa dell'informatica e non solo: lì la Olivetti faceva scuola anche in termini di gestione della forza lavoro e della dignità dei lavoratori.

Ebbene proprio in una scuola elementare di quella zona è successo un fatto gravissimo a mio avviso, reso ancora più grave dalle conclusioni: pare non si possa fare nulla.

Le famiglie di una scuola di Scarmagno, vicino Ivrea, hanno formalmente denunciato due maestre colpevoli di violenza verso i figli/alunni. A seguito della denuncia i carabinieri hanno comprovato, tramite telecamere nascoste, alcuni fatti successi in classe: a turno i bambini andavano a massaggiare il collo di una delle insegnanti. Oppure richieste di svolgimento di temi assurdi come quello dal titolo "Chi vorresi che morisse prima, tua madre o tuo padre?".

Pare inoltre, tutto filmato, che le maestre spesso si siano lasciate andare su battute circa il bunga bunga e ad improbabili spiegazioni sul sesso e prostituzione.

Ora pare che questi fatti non facciano ravvisare l'ipotesi di violenza su minore, quindi il caso potrebbe essere archiviato anche se, notizia di ieri, le insegnanti sono state sospese.

Ma la violenza psicologica, non è violenza? alle volte mi chiedo chi abbia permesso a certi insegnanti di poter essere educatori di minori. Perchè un mio amico infermiere deve subire periodicamente controlli clinici, anche per vedere se fa uso di droghe, mentre il corpo insegnanti no? Dove sono i moralizzatori che dicono che una coppia gay sarebbe diseducativa per un minore, difronte a questo racconto di "etero colpevoli"?

Non amo generalizzare ma quando leggo certe notizie e immagino i miei nipoti in quella classe beh....mi chiedo che quadro normativo esiste in un Paese incapace di tutelare il proprio futuro.

Amoon

 
 
 

Quando il vento soffia

Post n°2097 pubblicato il 22 Ottobre 2014 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

http://montanari.blogautore.repubblica.it/files/2010/05/vento.jpg

Quando il vento soffia significa che nell'aria avviene un cambiamento.

Stanotte mi sono svegliato per colpa delle raffiche di vento che avevano aperto la porta della veranda facendola sbattere. Erano le 3 del mattino e pigro come sono, non so voi, io non avevo voglia di scendere dal letto.

Avevo fame, ho perso già due chili da quando ho iniziato la dieta forzata da reflusso, e caldo...così ho iniziato a pensare quando da bambino fantasticavo su queste giornate di vento.

I venti forti sanciscono il cambio di stagione in arrivo: la raffica spazza via la bella (??) stagione lasciando lo spazio sufficiente all'inverno. Il vento spazza via le foglie e ciò che rimane precario sugli alberi in un attimo non c'è più. Il cielo è terso, il sole splende ma fa fresco.

Il vento spazza via i ricordi brutti e ti predispone anche ad una nuova stagione a meno che tu non decida di ripararti dietro un muro.

Ogni volta che tutto sembra immobile il vento ti ricorda che c'è sempre qualcosa che si muove, sempre che tu lo voglia.

 

http://1.bp.blogspot.com/-3zD2z-HV7As/UZzb48-BmMI/AAAAAAAAAQc/BM1q57qd5F0/s1600/dorme+sul+petto+dell%27amato.jpg

Mi sono riaddormentato.

Io mi accontenterei  già se spazzasse via i brutti pensieri...

Amoon

 
 
 

Suor Cristina, come una Vergine?

Post n°2096 pubblicato il 21 Ottobre 2014 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

http://images.vanityfair.it/Storage/Assets/Crops/356088/53/183937/Suor-Cristina-like-a-virgin_980x571.jpg

Per noi fan di Madonna della prima ora sentire questa che appare una profanazione è veramente difficile da sopportare, ma si sa nell'era del consumismo contano le vendite non il rispetto dei fan.

Era il 1984 quando Madonna, cantante trasgressiva, cantava Like a Virgin vestita da sposa su una gondola a Venezia. Oggi, dopo qualche anno, a riprovarci è Suor Cristina, uscita dal Talent "The Voice".

"L' ho scelta io. Leggendo il testo si tratta di un inno all'amore, di come l'amore ti possa cambiare. Una sorta di preghiera e così ho voluto interpretarla" dice la suorina a Vanity Fair. Casualmente il video (ebbene si ha girato anche un video) è stato ambientato a Venezia...ma guarda un po'.

Certo come l'amore ti possa cambiare: da vergine a non più vergine. Il testo parla di sensualità io mi chiedo dove abbia visto la preghiera Suor Cristina. "Ti prego, facciamo sesso" forse in questo senso?

Non voglio essere balsfemo ma a me le suore che cantano già non garbano, immaginatevi voi quelle che vogliono provocare al contrario sfruttando canzoni che per anni hanno contestato. E se poi il testo di Madonna è un inno all'amore allora presto "Erotica" sarà visto come un vangelo. Insomma presto assisteremo alla Beatificazione di Miss Ciccone, dopo anni di accuse da parte del Vaticano.

http://madonnamadworld.com.br/wp-content/uploads/2013/12/madonna-confessions-tour-live-to-tell-jesus.jpg

Suor Cristina esce tra pochi giorni con un album, 10 cover e  due inediti. Ai forti di stomaco l'acquisto e l'ascolto. Gli introiti, per dovere di cronaca, andranno alla sua congregazione.

Amen

Amoon

 
 
 

Come dimenticarsi dell'uscirello

Post n°2095 pubblicato il 20 Ottobre 2014 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

http://3.bp.blogspot.com/_H_UFLSo2gYQ/SJhstM8ACdI/AAAAAAAAAcw/lZ5sGNmMczw/s400/Stoffe.jpg

Declassando D. da frequentazione a uscirello, perchè questo alla fine è stato, ho deciso di dedicare tempo per me e per lo shopping oltre alle persone che amo.

Vi confesso che mi aspettavo un sms di D. cosa che invece non c'è stata: si è dimostrato come gli altri visto che ormai sono 10 giorni abbondanti che non si fa vivo (e penso che non lo farà più) e non ha sentito neppure l'esigenza di dare spiegazioni.

Così sabato sono andato in centro a Torino per un mega giro, accompagnando madre a comprare stoffe e per fare shopping. Dovete sapere che madre è ancora una ragazza 71 enne all'antica: da giovane aveva imparato a ricamare e a fare tanti altri lavoretti per cui lei oggi è una specie di sarta. Nel mio paese ormai hanno chiuso quasi tutti i negozi che vendono stoffe e scampoli, forse anche perchè le persone capaci a confezionarsi un abito sono davvero poche.

Così Sabato siamo andati in Piazza Bodoni: dai suoi racconti il negozio di stoffe sembra una sorta di centro commerciale pieno di ripiani che strabordavano di stoffe pregiate e colori sgargianti. Prezzi forse inavvicinabili per chi, pensionata, deve far quadrare il bilancio familiare, ma sicuramente un paradiso per chi ama certe cose.

In una Torino blindata per il congresso europeo sul lavoro, insomma tante chiacchiere ma praticamente poca sostanza, abbiamo pranzato da De Filippis, storico marchio di pasta famoso anche per aver legato il proprio nome a competizioni ciclistiche. E' stata una bella giornata di sole, ci siamo rilassati.

 

http://blog.giglio.com/wp-content/uploads/2008/06/00050m2.jpg

Ieri invece con gli amici siamo andati a ballare: in realtà ormai esco solo più con M. perchè l'altro amico, ormai fidanzato, da quest'anno ha deciso di uscire solo con gli amici (centenari) del suo compagno.

Sapete che vi dico? io ho iniziato a non cercarlo più. So per certo che tutte le persone che non vogliono uscire con me, a prescindere dal rapporto tra di noi, sono loro che ci perdono sotto tanti punti di vista.

E aggiungo, visto che sono un ragazzo acido oltre che con acidità di stomaco, che vi auguro una bella e corposa dissenteria (ovviamente a quelli che fanno i preziosi e non escono più con me)

Con affetto

Amoon

 
 
 
Successivi »
 
 

LA FOTO DELLA SETTIMANA: 40 ANNI E ANCORA FIGO

http://i2.dailyrecord.co.uk/news/article1225688.ece/alternates/s615b/Beckham.jpg


 

Seguimi su Libero Mobile

 

SONO SU FACEBOOK E TWITTER

 

Wikio - Top dei blog

 

 

DETTAGLI VISITE

 

 

LA MIA STORIA IN BREVE - AL 13/01/2011

Sono gaio (e non solo gay!) da sempre. Il mio percorso di accettazione è stato molto lungo e la mia prima vera storia importante nasce all'età di 28 anni. Sono stato 3 anni con un ragazzo a cui ho voluto bene e a cui ancora oggi, dopo 2 anni di silenzi, penso. La nostra storia era una storia a distanza (1000 km) ed è questo l'unico motivo per cui dopo 3 anni ci siamo lasciati. Da quel giorno è nato questo blog: ci sono state storielle di qualche settimana e storie più importanti:quella con E. E' durata qualche mese, il tempo di affezionarmi a lui anche se penso proprio oggi, a distanza di un anno da quando ci siamo lasciati, che non sia la persona giusta per me. E. dopo una breve esperienza in Australia ora vive a Londra e da giugno 2010 non ci sentiamo più. Questa però è stata anche la mia fortuna, perchè da quel giorno credo di essere diventato una persona migliore.