Blog
Un blog creato da amoon_rha_gaio il 21/09/2007

Immagini dal mondo

i miei viaggi, i miei pensieri

 
 

ARZIOM CRISTOFARO - UOMO DI LUGLIO

arziom-mister-gay

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

 
 

tumblr analytics

 

QUESTO SONO IO

 

IL POTERE DI UN ABBRACCIO

 

QUANTI MI STANNO LEGGENDO

site statistics
 

AREA PERSONALE

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
Citazioni nei Blog Amici: 193
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

La Vuotezza

Post n°2568 pubblicato il 26 Luglio 2017 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/736x/bb/cf/95/bbcf95776b6e1155928c7aba65a1acdf--tattoo-guys-tatoo.jpg

Ma esisterà questa parola?

Non lo so ma siccome ai poeti è concessa la licenza poetica, io che sono il poeta del superfluo me la prendo.

Che dirvi: è stato un lungo week end con alti e bassi, divisi fra la gioia del compleanno di mamma (una festa riuscitissima) alla tensione delle visite mediche. Addirittura all'accettazione di una clinica la segretaria ci ha detto: "io vi avviso è una visita molto pesante, esame molto invasivo, io vi avviso eh?!". Già ma che gliel'aveva chiesto, voi? io no e francamente volevo rispondere "Ma lei è medico?" poi ho lasciato correre.

Al mio arrivo a casa giovedì, ho subito affrontato la questione vacanze: mio padre non voleva partire per la Liguria. Ho usato tutto me stesso per convincerlo e alla fine ho strappato un "forse, ma vediamo dopo queste visite". Peccato che a visite fatte proprio ieri vengo a scoprire che si era andato a prenotare una visita il 21 agosto. Non mi aveva chiesto nulla, neppure il periodo delle ferie di Alassio e scoprire questa prenotazione quasi per caso mi ha fatto salire il crimine!

Abbiamo litigato: mi sono sentito un idiota visto che il giovedì prima avevo parlato di tutto anche di mie cose personali pur di convincerlo, salvo poi scoprire un certo menefreghismo.

La giornata di ieri dopo quell'accesa disussione è stata molto dura. Ero deluso, finito, arreso. Poi in serata, dopo l'ennesima visita medica (che ci ha dato una piccola speranza) mio padre mi è venuto a dire "Partiamo, poi se mi sento male, torniamo!".

Già mi carica di questa responsabilità con queste parole ma come ho avuto modo di dirgli "si parte ugualmente, perchè so che pur non facendo lui i salti di gioia alla fine mi ringrazierà perchè starà bene".
Già partiamo (forse, con lui mai dire mai) ma vi confesso che quella sensazione di stanchezza, vuotezza non mi è passata.

Forse mi serve un caffè,

Buongiorno

Amoon

 

 
 
 

Ritorno alla Scrittura

Post n°2567 pubblicato il 20 Luglio 2017 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

Manco da questo portale da una settimana e non per mia volontà. In realtà non manco ero qui presente, semplicemente non potevo scrivere post mentre vedevo che alcuni di voi lo facevano.

Ho segnalato la cosa a Libero e devo dire che oggi (forse) il problema pare risolto.

Non c'è molto da dire solo che sono contento di poter scrivere: avrei preferito farlo nei giorni scorsi, quando il morale a terra richiedeva una sorta di valvola di sfogo nella scrittura, proprio come avveniva all'inizio.

Oggi  beh sembra tutto così confuso, anche le cose belle mi sembrano impossibili e si mescolano con le prossime visite mediche che mio padre dovrà affrontare. Lunedì avrà un esame risolutivo e credo proprio che darà l'esito paventato da molti medici e che sicuramente lo vedrà cadere in uno stato di depressione totale.

Ho paura. Ho paura per questo, sia per lui ma sia per mia madre che ormai quando la vedo non fa altro che parlare di medici, medicine, pressione, stati d'animo. Niente quando torno dalla mia famiglia non c'è più spazio per la spensieratezza, nonostante io ci provi a parlare di altro.

E chi aiuta me?

Amoon

 
 
 

Se avessi i soldi...

Post n°2566 pubblicato il 11 Luglio 2017 da amoon_rha_gaio
Foto di amoon_rha_gaio

http://www.informatrieste.eu/articoli/fp-content/images/anziani_coppia.jpg

A mamma e papà

Se avessi i soldi vi comprerei quella maledettissima casa, quella dove sono nato, ma soprattutto quella che per 40 anni è stata la vostra. Quella dove siete vissuti e ci avete fatto vivere senza farci mancare nulla.

Se avessi i soldi vi darei la serenità che meritano due persona che hanno lavorato tutta una vita, due persone oneste e leali, e che ora devono godersi come meritano la vecchiaia.

Se avessi i soldi metterei a tacere quella voglia di ingordigia di una proprietaria di appartamenti che, stufa di gestirne troppi, decide di venderne qualcuno senza pietà. Non lo fa per necessità, ma solo per non avere grattacapi.

Se avessi i soldi vi regalerei il mondo, anzi vi restituirei quel mondo che voi avete dato a me e alla mia infanzia.

Amoon

 
 
 

Bisogno di un tuffo a Lourdes

Post n°2565 pubblicato il 10 Luglio 2017 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

http://oltreuomo.com/wp-content/uploads/2015/10/uomo.jpg

In questo periodo sembra che la fortuna sia davvero cieca e, come capita in queste occasioni, la sfiga ci sta vedendo benissimo e si sta accanendo sui miei genitori e di riflesso anche su di me.

Non bastavano i risultati delle analisi di mio padre che in sostanza gli hanno confermato una certa stabilità nei valori (lui sperava in un miglioramento): ho passato il week end, a partire da giovedì, a consolarlo a fargli forza dicendogli tutto ciò che mi veniva in mente per tirarlo su, comprese le cacchiate che vabbè hanno almeno sortito l'effetto di farlo sorridere per un attimo.

In questo contesto mio fratello non si è visto: ho l'impressione che viva in un mondo suo e che torni alla realtà solo quando succede qualcosa di grave o se sollecitato.

Così sabato mattina di rientro da colazione con madre, rivedo mio padre più disteso: "Mi ha chiamato la proprietaria di casa. Vuole vendere l'appartamento" mi dice.

Io morto!

Ma come? così? su due piedi? "Martedì viene uno a vederlo" mi dice, lasciandomi tra il sorpreso e terrorizzato. A quel punto è stato lui a tranquillizarmi "Ma vedrai che non lo vende quando capirà che le daranno poco o nulla per questo appartamento".

Pensavo tra me e me che dopo 40 anni di affitto pagato regolarmente, i miei genitori meritassero un trattamento diverso, anche se è nelle facoltà della proprietaria disporre di come meglio crede di casa sua.

Così come se non bastassero i problemi che già abbiamo e le varie preoccupazioni, anche questa si deve aggiungere. Francamente speravo che la vecchiaia dei miei genitori fosse migliore: se la meritano per i sacrifici fatti e perchè in fondo sono brave persone.

Mamma sabato sera mi ha detto "Mi spiacerebbe andare via da questa casa". A chi lo dici, pensavo tra me e me, io qui ci sono nato!

In ogni caso non so se sia stato questo fatto, comunque ho visto mio padre disteso e sereno. Addirittura anche capace di fare battute: sembra un controsenso ma per scacciare i brutti pensieri sulla sua salute ne servivano altri che lo distraessero.

Amoon

 
 
 

Dopo 4 mesi

Post n°2564 pubblicato il 07 Luglio 2017 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

http://www.femaleworld.it/wp-content/uploads/2014/11/uomo-che-ride.jpg

Subito dopo le dimissioni dall'ospedale di mio padre avevo incontrato un ragazzo: avevo voglia di un pizzico di vita normale dopo mesi passati tra casa e ospedale, ma probabilmente non ero ancora pronto con lo spirito, ancora sconvolto per l'accaduto.

Intendiamoci i fatti di mio padre non sono conculsi: andiamo avanti tra alti e bassi e proprio ieri era un momento no. Voi direte "e cosa c'entra?". C'entra perchè, e non me lo so spiegare, ogni volta che esco per fatti miei mi sento in colpa. Una sensazione sbagliata, lo so da me, ma che ci posso fare?

Dopo quell'incontro avvenuto a marzo più nulla fino a l'altro ieri quando ho conosciuto un ragazzo. Chi mi segue da tempo sa che prediligo i ragazzi più giovani di me, ma forse questa volta ho esagerato con questo che ha 22 anni. Insomma potrei essere suo padre.

Lasciatemi dire però la verità, almeno qui: io l'ho trovato carino, spigliato, divertente e divertente è stata la serata trascorsa insieme a parlare e a mangiare un gelato (nient'altro). Lui dice di non vedere l'ora di rivedermi (e te credo, io sono un bel tipo) ma mi rendo conto che dietro quelle parole c'è anche un discorso di età.

Non voglio annoiarvi col solito discorso dell'età, anzi stavolta sarò diverso: siccome ho bisogno di distrazioni, viste le cose che mi succedono tutti i giorni, visto che ho bisogno di sentirmi allegro ed essere felice credo proprio che cederò e lo rivedrò.

Amoon

 
 
 
Successivi »
 
 

L'UCCELLINO DI AMOON

 

RIEPILOGO DEI MIEI POST

Immagini dal mondo
 
 

Wikio - Top dei blog

 

 

DETTAGLI VISITE

 

 

ULTIMI COMMENTI