Blog
Un blog creato da amoon_rha_gaio il 21/09/2007

Immagini dal mondo

i miei viaggi, i miei pensieri

 
 

EMANUELE FIORE - UOMO DI GIUGNO

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

 
 

tumblr analytics

 

QUESTO SONO IO

 

IL POTERE DI UN ABBRACCIO

 

QUANTI MI STANNO LEGGENDO

site statistics
 

AREA PERSONALE

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
Citazioni nei Blog Amici: 193
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi di Marzo 2017

Suorelliful: Volano gli stracci tra due suore

Post n°2521 pubblicato il 31 Marzo 2017 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

Io non so voi ma quando leggo certe notizie rimango tra il basito e il piegato in due dalle risate.

Sembra infatti che nel cuneese si sia arrivati ai ferri corti tra due suore, Suor Scolastica e Suor Laura, fondatrici 20 anni fa di una comunità monastica nelle valli di Stura.

All'inizio erano tutte rose e fiori, poi le cose sono cambiate quando Suor Scolastica ha deciso di convertirsi passando dalla religione cattolica a quella ortodossa. Suor Laura all'inizio era d'accordo, poi ha cambiato idea.

"In questa comunità ho investito anche 140 mila euro frutto dei risparmi della mia famiglia" dice Suor Laura all'indomani del tentativo di Suor Scolastica di buttarla fuori. Già perchè la goccia che ha fatto traboccare il vaso è successa proprio qualche giorno fa quando Suor Scolastica ha chiamato i carabinieri per far uscire dalla comunità i genitori di Suor Laura definendoli "ospiti indesiderati".

Ormai la questione avrà degli strascichi giudiziari e le due suore già si sono rivolte ad avvocati: già perchè va bene i motivi religiosi, ma qui i denari investiti sono molti e non sono meno importanti.

Come finirà tra le due suorine?

Lo scopriremo nella prossima puntata di ...

SUORELLIFUL

Amoon

 
 
 

366

Post n°2520 pubblicato il 30 Marzo 2017 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

http://server.myspace-shack.com/d21/sexywilliamlevy2.jpg

Ormai con domani parte ufficialmente il conto alla rovescia per il mio trasferimento a Torino. Un anno esatto che si concluderà il 1 aprile 2018 con la chiusura della mia esperienza lavorativa nella città adottiva.

Vi assicuro che i pensieri non mancano: pensieri per papà ma anche per la casa, la cui vendita non è proprio facile. Da un lato l'agenzia che non manca di dirmi che se voglio vendere devo abbassare le pretese, dall'altro la mia famiglia che mi ricorda gli sforzi economici fatti a suo tempo per comprare.

Quello di cui loro non si rendono conto è che il prezzo degli immobili è decisamente sceso e quindi dovendo vendere devo mettere in conto che ci vado a perdere. In tutto questo vi lascio immaginare l'ansia futura: se non vendo poi che faccio? mi dovrò fare un'ora di viaggio verso torino finchè non vendo casa?

Come se non bastasse, puntuale come un orologio svizzero, è venuta a trovarmi la mia gastrite con reflusso. Ho già iniziato a prendere i soliti farmaci anche se mi rendo sempre più conto che basterebbe che qualche problema si risolvesse per poter stare meglio.

Amoon

 
 
 

Quando l'ulivo non porta la pace

Post n°2519 pubblicato il 29 Marzo 2017 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

http://images.vanityfair.it/gallery/29176/Mid/721bacda-ad43-4f35-8cec-654eb22a6131.jpg

Da oggi costruiremo nuovi posti di lavoro grazie alle energie fossili.

Sembra una frase pronunciata in inghilterra all'inizio della rivoluzione industriale, invece l'ha detta il presidente Trump all'indomani della cancellazione di tutte le norme "ambientaliste" volute dal suo predecessore.

Io non capisco perchè non si inizi a credere che le energie rinnovabili sono quelle che daranno posti di lavoro e quindi non riesco a capire perchè i soldi non vengano investiti per potenziare il fotovoltaico per esempio o altre forme. Sono conscio del fatto che un Paese forte è un Paese che diversifica le forme di approvvigionamento energetico, ma sono anche convinto che la vera sfida sarà quella di crescere inquinando meno.

Peccato però che dietro ogni decisione politica ci siano gli appoggi dei grandi poteri industriali che ti hanno permesso di diventare presidente e che ora ti presentano il conto.

E in Italia? chi mi legge da tempo sa che la situazione non è molto diversa anche se l'Italia gli impegni di riduzione delle emissioni di CO2 sanciti nella Conferenza di Parigi li ha sottoscritti e intende rispettarli. Non si può però dire che l'Italia stia investendo nelle energie rinnovabili.

Non ultimo il caso di Lecce: la provincia salentina sarà interessata da un gasdotto, opera che porterà il gas dalla Russia all'Italia attraversando tra l'altro Grecia e Albania. L'Italia non è una Pese come gli altri, il sud Italia non è una zona come le altre: qui la vera ricchezza è la natura fatta di paesaggi splendidi, coste pulite, buon cibo. Come possiamo pensare di deturpare il paesaggio strappando via gli ulivi (tra l'altro quelli sani e non quelli uccisi dalla xilella), una delle ricchezze della Puglia? Ma chi ha deciso il tragitto, non poteva pensare ad una soluzione diversa?

Chissà perchè per zittire gli ambientalisti si usano sempre i manganelli e mai un progetto sensato.

Amoon

 
 
 

Bloccano Ambulanza in sirena e se ne vantano

Post n°2518 pubblicato il 28 Marzo 2017 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

http://i.ebayimg.com/00/s/MTIwMFg4MDA=/z/aJIAAOSw~bFWO5eq/$_1.JPG

Leggevo stamattina un fatto curioso, per usare un eufemismo, accaduto nel torinese.

Un'ambulanza in sirena, portava un malato grave dall'ospedale San Luigi di Orbassano alle Molinette, imbocca una strada contromano per superare il traffico dell'ora di punta. Lampeggianti accesi e sirena spiegata non sono serviti però a fare desistere due improvvisati amanti del codice della strada che hanno deciso di bloccare con la loro auto il percorso del mezzo di soccorso. A nulla sono valse le spiegazioni dell'autista del mezzo della croce rossa, l'ambulanza è stata costretta a fare manovra e a tornare indietro.

La cosa che ha reso il tutto più sconcertante è che i due automobilisti durante il posto di blocco improvvisato hanno deciso di filmare il tutto e pubblicarlo su Facebook vantandosi di aver fatto rispettare la legge.

Questo fatto, sconcertante come vi dicevo, mi ha fatto tornare alla mente quanto accaduto qualche settimana fa in un altro comune del torinese: pare infatti che a Carmgnola, forze dell'ordine e civili autorizzati dal comune (avete letto bene) si siano presentati alla stazione ferrioviaria chiedendo ai pendolari che scendevano dai convogli carta d'identità e motivo della loro sosta a Carmagnola. Ad alcuni di loro, tra lo stupore generale, veniva consigliato di andarsene perchè non graditi.

Non voglio dire che a Carmagnola la giunta di destra-estrema destra + lega sia la causa principale, però tutto questo accade quando si chiede o si autorizza il cittadino a farsi giustizia da solo. Se la politica chiede aiuto ai civili è chiaro che debbano essere definiri ruoli e competenze: in nessun caso un civile può o deve sostituirsi alle forze dell'ordine.

I cittadini devono per esempio parlare quando sono testimoni di un pestaggio di 9 persone contro un ragazzo solo: soltanto così si può dare un aiuto alla polizia. Negli altri casi direi che deve essere chiaro che si rischiano sanzioni. Peccato che per alcune fazioni politiche non valga quanto ho appena scritto.

Amoon

 
 
 

Nega la casa in affitto perchè gay

Post n°2517 pubblicato il 24 Marzo 2017 da amoon_rha_gaio
 
Foto di amoon_rha_gaio

http://www.gaypost.it/wp-content/uploads/2016/05/vicini_casa_gay.jpg

E' amaro lo sfogo di Simone Schinocca all'indomani dell'ennesimo rifiuto di affitto di un appartamento. Il motivo a suo dire è perchè è gay e la proprietaria dell'appartamento cercava per il suo immobile una famiglia.

Quando ho letto questo fatto, accaduto aimè a Torino, sono rimasto di stucco. Ma se un'agenzia ha gestito l'affitto dell'appartamento, perchè ha portato questa coppia a visionarlo? la proprietaria non aveva detto le sue intenzioni?

La stessa proprietaria, che non ci sta ad essere bollata come omofoba, in un'intervista a La Stampa ha poi spiegato i motivi della sua scelta: "una famiglia con figli tende a rimanere di più in un appartamento. Avrei detto di no anche ad un prete".

Così Gigliola Galli al quotidiano torinese.

 

Io sto vendendo casa in questo periodo, un periodo difficilissimo per chi ha un immobile. Quindi sorrido alla ricchezza di questa donna che può permettersi il lusso di scegliere chi mettersi dentro casa facendone una questione di "ipotetica permanenza" (già perchè una famiglia con figli non credo dia questa garanzia di permanenza nell'alloggio) rispetto ad una valutazione del tipo "con i tempi che corrono mi pagheranno l'affitto?".

Fatti però di Gigliola. La cosa che però mi sento di dire è che spesso le agenzie lavorano col culo e pur di dare l'impressione di far vedere l'appartamento ad un sacco di persone, che hanno un buon giro insomma, non fanno un minimo di selezione. Ma non è il loro lavoro questo?

Lo sto vedendo sulla mia pelle, visto che la mia agenzia mi ha già portato due coppie non interessate al mio appartamento prima ancora di vederlo. E dopo queste due visite l'agenzia si è permessa di dire: "beh l'appartamento costa troppo devi abbassare il prezzo".

Per quanto possano essere giuste le esigenze di Simone, la signora Galli a mio avviso ha esercitato (discutibilmente) un sacrosanto diritto quindi io non ci vedrei omofobia dietro, anche perchè il rischio è che si svilisca il significato della parola.
Mi sento invece di dire che le agenzie immobiliari in periodi di crisi dovrebbero migliorare in professionalità.

Amoon

 

 
 
 
 

L'UCCELLINO DI AMOON

 

RIEPILOGO DEI MIEI POST

Immagini dal mondo
 
 

Wikio - Top dei blog

 

 

DETTAGLI VISITE

 

 

ULTIMI COMMENTI