Creato da kiwai il 24/12/2009

c'è tutto un mondo..

impressioni di un aborigeno della Nuova Guinea

 

 

« LA FIERA DELLE BANALITA’PETIZIONI E PETI CEREBRALI »

CHIACCHIERE E TABACCHIERE DI LEGNO …

Post n°784 pubblicato il 31 Maggio 2012 da kiwai
 

 

C’è un detto “borbonico” che ho sempre apprezzato per l’efficacia descrittiva di certe situazioni:

“Chiacchiere e tabbacchere e lignammo o' banco e napoli nu ne impegna” (chiacchiere e tabacchiere di legno, il banco di napoli  non le prende in pegno) …

Ma ce n’è un secondo che completa il panorama:

Ntiempo 'e tempesta tutte 'e strunze saglieno a galla.” (serve la traduzione?)

 

Bene, niente di più adatto a descrivere la cronaca di questi giorni … alle performances dei televisionari nostrani, cui accennavo nel post precedente, si sono unite le immancabili “polemiche “:

sui capannoni “ignominiosamente “ caduti …

sulla parata del 2 giugno …

sulle “preveggenze inascoltate” …

 

Se nel primo caso stiamo sicuramente in tema di “tabacchiere di legno”, negli altri due il secondo proverbio è decisamente più calzante ..

 

Stupirsi del crollo dei capannoni è legittimo solo per i non addetti ai lavori, ma se appena ci guardassimo intorno con più attenzione, ci accorgeremmo facilmente che la stragrande maggioranza delle strutture in cemento prefabbricato, sta su con una logica a cavallo tra il “Lego” e i castelli di carte …

Non c’è nulla di strano e incomprensibile .. sono strutture “semplicemente appoggiate”, assemblate tra loro senza alcuna “pretesa” di resistere a sollecitazioni “orizzontali” o “sussultorie” come quelle di un qualsiasi terremoto.

 

Il perché è elementare: nessuno fino al 2008 ha mai pensato seriamente che quella zona, come molte altre sparse per l’Italia, potesse subire un terremoto !!!

Lo sappiamo tutti … come tutti sappiamo che la stragrande maggioranza degli edifici pubblici e di quelli storici sono ad alto rischio in caso di sisma.

Come tutti sappiamo, dai tempi della triste storia della scuola di San Giuliano e della Casa dello studente dell’Aquila, che anche edifici “teoricamente antisismici” spesso lo sono solo sulla carta.

 

Di cosa stiamo parlando allora?

Quanti di noi sanno se la propria casa è in condizione di resistere a un terremoto?

Non sarebbe più utile parlare di “come” riuscire a saperlo? Di “cosa” si potrebbe fare?

 

Ma veniamo alle altre polemiche …

Se Monti non si smentisce e non trova di meglio che aumentare le tasse sulla benzina … Grillo non è da meno .. e non smentisce la sua immagine di buffone, ragliando in coro col “famoso” Giuliani, quello che prevede i terremoti .. il giorno dopo!

 

Vabbè, almeno loro si sforzano di essere convincenti .. ma lo spettrale Ferrero (si lo zombi di Rifondazione) che fa l’elogio di Forlani, perché aveva sospeso la parata del 2 giugno ???

 

È proprio vero, ”Ntiempo 'e tempesta …”

 

Commenti al Post:
Vince198
Vince198 il 31/05/12 alle 13:42 via WEB
Ho già detto la mia in merito nel precedente post, Kiw. In più: che ci sia stata questa "vaporosa signora" a provarci (cioè fermare la parata del 2 giugno) è cosa nota; che ci riprovi il druido cui hai fatto cenno è ancor più fastidioso.
Fra l'altro in Italia le spese per la difesa sono fra le più basse d'Europa (terz'ultimo paese il nostro) pari al 0,9 del Pil (perchè non sbraitano per potenziare la Protezione Civile?), che poi certi ignorantoni non sappiano che ci sono manifestazioni che necessitano di tempo per essere attuate (questa del 2 giugno p.v. ha già "impegnato" l'80% delle spese), mentre potrebbero fare più rumore per le spese in Afghanistan, far pagare l'Imu alle fondazioni bancarie, ai parlamentari riducendo loro i benefit etc... Soliti inutili ragli di chi, in qualche modo, cerca di tornare alla ribalta nei media. Andiamo piuttosto a vedere le arzigogolate di Errani, chi è responsabile in terra "rossa" di queste costruzioni che si sono sbriciolate e li mandiamo a raccogliere pomodori in Puglia, con gli.. schiavettoni ai piedi? Almeno si renderebbero utili per la comunità..
 
VOTIAMO_SEMPRE
VOTIAMO_SEMPRE il 31/05/12 alle 14:56 via WEB
A ROMA SI DICE - TI ATTACCHI AL FUMO DELLA PIPA- E MI RIFERISCO ALLA VIGNETTA SU FERRERO - QUANDO NON SAI COME ATTACCARE SCADI NELLA BANALITA' - FERERO E VIVO E ATTIVO - ALTRO CHE ZOMBI AHAHAH ... VA BE' LA SATIRA FA' BUON SANGUE, E SATIRA PER SATIRA, CHE NE DICI DEL MORTO CHE CAMMINA - MISTER BERLUSCA?? POVERETTO E' SCADUTO COME UNO YOGURT .:-) SALVE A TUTTI .
 
 
kiwai
kiwai il 31/05/12 alle 16:51 via WEB
L’hai detto! Proprio “il fumo della pipa”.. di Bertinotti.
Questa me la segno: Ferrero come il fumo della pipa del “padre-padrone” Fausto .. chissà perché, un raffinato compagno in cachemire, usava un tabacco così scadente da produrre un fumo tanto sgradevole …
Quanto allo yogurt scaduto … fa venire “la cacarella”, a chi non resiste alla tentazione di metterselo sempre in bocca!
 
 
madrocs
madrocs il 03/06/12 alle 03:00 via WEB
Si, come no! Ferrero vivo ed attivo...come la mummia di Lenin
 
avvbia
avvbia il 31/05/12 alle 23:27 via WEB
non sanno quello che dicono o meglio navigano a vista.. post interessante..ciao. gino
 
Quintana5
Quintana5 il 01/06/12 alle 00:22 via WEB
I guru di Grillo in materia scientifica sono spesso totalmente inattendibili, parlando di Giuliani, le sue teorie sono state esaminate e confutate dalla comunità scientifica e demolite da Science; impossibile prevedere i terremoti allo stato attuale delle conoscenze. Quanto a Ferrero (ma chi è e cosa conta?) va nella tradizione della sinistra pacifinta, ricordo la Menapace che avrebbe voluto abolire le Frecce Tricolori...
 
Montmorencydgl0
Montmorencydgl0 il 01/06/12 alle 08:24 via WEB
La capacità grillesca di propinare bufale pseudoscientifiche è ben nota, così come purtroppo la disponibilità dei suoi adepti a crederci. Basti ricordare come a suo tempo abbia propagandato teorie su scie chimiche, radiazioni dei telefonini che friggevano le uova e, capolavoro dei capolavori, la famosa Biowashball. Ve la ricordate? (http://attivissimo.blogspot.it/2008/11/biowashball-una-palla.html).
Parata del 2 Giugno: esistono buone e sostenibili motivazioni per annullarla come per effettuarla comunque. Certamente quella del "risparmio" che si otterrebbe annullandola è la più demagogica e pretestuosa. Come è stato giustamente evidenziato in altri commenti, dovrebbe essere ovvio per tutti che i costi organizzativi sono già stati in buona parte sostenuti. A questo punto forse costerebbe addirittura di più annullarla.
E' però piuttosto interessante il concetto di democrazia che ha il popolo degli "annullatori". La ben nota scalmanata bolognese ne fa ovviamente parte, e ha riportato sulla sua pagina il link per firmare una petizione in tal senso. Poi è arrivata la notizia che la parata si sarebbe fatta lo stesso e, apriti cielo, è arrivata la valanga di commenti, riassumibili nel concetto "Questi fanno quello che gli pare, non ascoltano quello che vuole il popolo" (questa è una versione un po' sfumata, molte opinioni sono espresse in termini più espliciti). Lei stessa ha inserito un banner che lapidario recita " La voce del popolo italiano non conta. Noi non siamo governati, siamo comandati". Io ho seguito il link: la petizione è stata firmata da meno di trentamila persone. Bene, questo sarebbe il "popolo" la cui volontà viene ignorata. Trentamila, meno degli abitanti di Abbiategrasso, ma dovrebbero essere loro a dettare "democraticamente" la scelta, a rappresentare il volere del popolo espressa dai soviet della rivoluzione. Ma andate in Siberia, va', che è meglio!
 
 
kiwai
kiwai il 01/06/12 alle 13:46 via WEB
Giust'appunto le "petizioni"... stavo proprio facendo un post su queste "manifestazioni della volontà popolare" che qualcuno vorrebe spacciare per "oceaniche".
A dare retta a certi "petenti" si potrebbe anche fare a meno delle elezioni ... sostituendole con una nuova forma di "oligarchia diretta" ...
 
madrocs
madrocs il 02/06/12 alle 18:40 via WEB
Dopo ogni terremoto, inevitabilmente spuntano fuori gli sciacalli. Sciacalli quelli che depredano le case disastrate, ma parimenti sciacalli quelli che aumentano la benzina, prendono le commissioni bancarie sulle raccolte fondi, sfoderano stracci rossi per le solite speculazioni politiche. In questa ignobile categoria, risultano un po' meno schifosi gli sciacalli che rubano nelle case, perchè almeno lo fanno consapevoli di rischiare qualcosa.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

 

.

 
 

 

 

 

 

MI TROVI ANCHE SU ..

 

ULTIME DA SARCHIAPONICON

Caricamento...
 

 

   DA NON PERDERE ..  

 

AREA PERSONALE

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

PerturbabiIeUnitronVince198BigBoss_ProjectkiwainientesonoLA.DAMA.NERA.Xdirtyharry44franca53fsbizzina61procheperavvbiaormaliberato_revive
 

       

 

CUBA LIBRE

QUANTO COSTA
LA LIBERTA'???




La morte di un prigioniero di
coscienza, una persona in
carcere per le sue idee, senza
aver commesso alcun reato.
Orlando Zapata Tamayo,
42 anni, fù arrestato durante
la primavera del 2003 e condannato
a tre anni di carcere.
Durante la prigionia a causa della
sua attività di dissidenza nel
carcere, gli furono aggiunti altri
anni di detenzione fino a un totale
di 30 anni di reclusione.
BASTA YA!

 


 

Dichiarazione Universale dei Diritti Umani  
ARTICOLO 19  
Ogni individuo ha diritto alla libertà di opinione e di espressione; questo diritto include la libertà di sostenere opinioni senza condizionamenti e di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo ai confini.