Community
 
sir_simon
   
 

Terra senza Tempo

Me, Myself... and mysteries!

 

MSN CONTACT

Per chi volesse, puo' aggiungere il mo contatto MSN:

nushuth_chiocciola_libero.it

vi chiedo solo di lasciarmi un messaggino per dirmi chi siete, altrimenti la richiesta verrà rifiutata,
Non mandate email a questo indirizzo, non lo leggo mai..
 

FACEBOOK

 
 

AREA PERSONALE

 

ULTIMI COMMENTI

 

« Benvenuti!The All Hallow's Even »

La pila di Baghda'd

Post n°3 pubblicato il 30 Ottobre 2006 da sir_simon
 
Foto di sir_simon

Baghda'd, 1936
Durante alcuni scavi per eseguire oprere di ubanizzazione nei pressi della città vennero rinvenuti dei Piccoli vasetti di argilla, alti circa 15 centirmetri, sigillati con della pece da cui fuoriusciva un piccolo stelo metallico.

Due sono, a dire il vero, le storie che si narano circa le modalità del ritrovamento... qui viene riportata la versione piu accreditata. Tutte le versioni comunque concordano che fu l'Ingegnere tedesco William Koenig ad effettuare il ritrovamento.


Questi oggetti vennero poi datati intorno al secondo secolo avanti cristo, e attribuiti alla civiltà dei Parti, che costituirono uno stato indipendente a sud-est del mar caspio dal 630 a.C circa fino al 226 a.C. e archiviati nei magazzini seminterrati del locale "Museo Iracheno di Antichità" e catalogati come oggetti di culto del popolo dei Parti.

Un paio di anni dopo, nel 1938, uno di questi oggetti venne acquistato dall'università della Pennsylvania. al termine di scrupolose indagini, furono costretit a riconoscere che l'oggetot che avevano tra le mani era una rudimentale pila elettrica costruita in mood sostanzialmente identico alle normali batterie che potete acquistare nei negozi.

era infatti composta da due elementi metallici diversi, una barretta di ferro inserita in un cilindro di rame. il tutto messo a bagno in una soluzione acida e veniva utilizzato del bitume come isolante.

Ma è davvero possibile che si debba retrodatare la scoperta della corrente elettrica di 2000 anni?
Beh.. forse non è cosi impossibile, dopotutto.
In fin dei conti è sufficiente una barretta di ferro, una di rame, e una soluzione acidula, come ad esempio anche del semplice succo di limone.
Il punto è a cosa servivano. E' un dato di fatto che per generare molta corrente occorre utilizzare un acido molto forte, e al tempo non erano conosciuti. quindi è possibile anche che fossero davvero oggetti di culto. E' possibile che la corrente generata fosse in grado di provocare piccole
scintille che davanti ai fedeli rimandavano all'esistenza di un essere superiore.

Ma c'è anche una seconda possibilità.

Secondo alcune voci, sempre in quelle zone, siano stati rinvenuti oggetti metallici ricoperti di una leggera doratura, esattamente come i comuni gioielli di bigiotteria risalenti ad un periodo ancora piu remoto, indicativamente 4000 anni fa.
Il punto è che per ottenere questo risultato è necessaria una tecnica, chiamata galvanostegia, che fa uso di elettricità
...

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: sir_simon
Data di creazione: 29/10/2006
 

ULTIME VISITE AL BLOG

epnapoScorpioncettoAndre_12mododexpander2002kristyn0FarfallinaImprudentelaura.tellarini22vero.nickdarksider0salicepiangente5digitailcofrancy71tgianpaolostoppa1wallym
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

MAPS