Creato da mammapasticcio il 18/07/2006

A mani aperte

Incarta i sogni. E va...(Malika)

AVVISO AI NAVIGANTI

Questo blog nasce dalla mia esigenza di fissare emozioni e pensieri. È uno spazio aperto e a cui può accedere chiunque, purché si rispettino le mie idee (anche nella contestazione).

 

GRAZIE

Non rinunciare ai tuoi obiettivi, ai tuoi sogni; non piangere, ma lotta senza paura per raggiungerli: lo devi a te stessa e alla piccola che ti sorride.

Mammaimmagine

"Sogni" di Stefano Oliva

Quello che noi vorremmo veramente è il vederti "felice", il tuo modo di essere felice. Il tuo bene è anche il nostro, una luce che si riflette in noi. Tienila sempre accesa, senza paure e...se le avrai, hai un posto dove portarle: noi.

Papà

 

ULTIME VISITE AL BLOG

mammapasticciogionnipeppeoscardellestellefuoco.e.cenereElemento.ScostanteFanny_Wilmotbartriev1Sky_Eaglemlr777quattrozeroquattroUNA.LADY.ITALIANASussurro.LontanoStolen_wordsmgf70patrizia.delmonaco
 
Citazioni nei Blog Amici: 70
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

DICONO DI ME


 

 

Di nuovo settembre

Post n°1184 pubblicato il 01 Settembre 2017 da mammapasticcio

Piove. Il caldo afoso, asfissiante, si è sciolto in un temporale che la terra tanto attendeva.

Respiro il profumo della pioggia.

Aspetto un'altra pioggia capace di riportarmi fiducia e magari di prendersi con sè qualcuna delle mie preoccupazioni. A volte mi chiedo davvero se questo mio Paese riuscirà ad essere meno sadico, con chi lo abita e con chi vorrebbe investirci...

 
 
 

Chissà dove

Post n°1183 pubblicato il 27 Giugno 2017 da mammapasticcio

Ci sono mille modi per guardarsi. Tanti altri per osservarsi.

Non so se riesco ad essere capace a guardarmi senza polverizzarmi, senza usare l'"occhiale depressivo", senza affibbiarmi qualcosa che non è mio.

Avrei bisogno di una bella scatola grande, che di scatole me ne intendo ormai.
Bella grande, per metterci dentro tutto e riprendere a viaggiare leggera.

Mille anni sulle mani. Mille anni sul viso. Mille anni sulla schiena e sulle gambe. Tanta voglia di camminare ancora. Tanto bisogno di fermarmi.

Sono stanca.

Sono davvero stanca.

Lasciatemi riposare.

 
 
 

Troppo

Post n°1182 pubblicato il 10 Febbraio 2017 da mammapasticcio

Scrivo qui. 

Scrivo qui il mio respiro interrotto, il mio dolore, la mia incapacità di capire e trovare una risposta alla domanda incessante della mia mente: perché?

Il cuore ormai vive di vita propria in un corpo che sento vuoto. Rimbomba il suo pulsare che, imperterrito e testardo, aumenta d'intensità.

Volevo lasciarle solo crediti. Per il solo fatto di essere io, le ho consegnato troppi debiti.

Respiro. Non vivo.

 
 
 

I sogni sono realtà in anticipo

Post n°1181 pubblicato il 30 Settembre 2016 da mammapasticcio

Tra radici e rami protesi nel cielo, penso a domani.

Metto in fila quanto è stato. Pensando a chi ha realmente rappresentato la differenza nei miei giorni passati e a ciò che ha lasciato. Oppure ha fracassato.

Sistemo i sogni e allineo le prospettive. Faccio conti, anche molto di dettaglio.

Voglio vivere.

 
 
 

Pronta a correre

Post n°1180 pubblicato il 13 Settembre 2016 da mammapasticcio

Di nuovo settembre, le sue mattine pungenti e i mezzogiorno infuocati.

Di nuovo un inizio d'anno con le sue organizzazioni e scadenze.

Di nuovo a chiedermi "quando?" con la consapevolezza, stavolta, che quando è "adesso".

Basta errori. Basta.

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

GUARDA QUI

Se vuoi saperne di più sull'endometriosi, clicca qui. Andrai sul sito dell'associazione progetto endometriosi

 

ULTIMI COMMENTI

UNA MAMMA PASTICCIONA

Sono un essere in cambiamento, una persona alla ricerca del suo esistere più intimo e profondo. Mi piace sognare tenendo i piedi per terra. Mi piace avere degli obiettivi da raggiungere, sperimentare il modo per arrivare a lambirli, sentire la tensione che ti spinge a lottare ancora un po' per afferrarli.

Mi piace pensare di poter migliorare, di poter rendere migliore la mia esistenza.

E adoro mia figlia, la sua risata, il suo essere prima di tutto una fonte di gioia.

 

PAROLE SPARSE

...il cuore, quando si spezza,
lo fa in assoluto silenzio.
Data la sua importanza, ti verrebbe da pensare
che faccia uno dei rumori più forti del mondo,
o persino che produca una sorta di suono cerimonioso,
come l’eco di un cembalo
o il rintocco di una campana.
Invece è silenzioso,
e tu arrivi a desiderare un suono che ti distragga dal dolore.

Cecelia Ahern

Qualunque fiore tu sia/ quando verrà il tuo tempo sboccerai.

Prima di allora, una lunga e fredda/notte dovrà passare. anche dai sogni/della notte trarrai forza e nutrimento.

Perciò sii paziente verso quanto ti accade/e curati e amati, senza paragonarti/o voler essere un altro fiore./Poiché non esiste fiore migliore/di quello che si apre nella pienezza/di ciò che è.

E quando ti avverrà/ potrai scoprire che andavi sognando/di essere un fiore che doveva fiorire.

Walter Gioia, da Alle sorgenti dell'essere

Il sognatore è un uomo con i piedi fortemente appoggiati sulle nuvole

Ennio Flaiano

Mantenetevi folli, e comportatevi come persone normali

Paulo Coelho

Scrivere è una forma sofisticata di silenzio

Alessandro Baricco

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30