Creato da LunaRossa550 il 21/04/2012
leggero senza superficialità

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

da ascoltare sino alla fine.....

 

Ultime visite al Blog

LunaRossa550alb.55zpaolodesimonis1946monellaccio19ixtlanndondolino61e_d_e_l_w_e_i_s_smenisdutaarno1liviaRonagmassimiliano.mocciacorradodastolirosmar1962jubaldan
 

Ultimi commenti

I miei link preferiti

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Area personale

 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 

Statistiche

 

 

« Strage di Orlando e solidarietàLe piante che ci aiutano »

Guerra dell'acqua

Post n°401 pubblicato il 17 Giugno 2016 da LunaRossa550
 

Israele taglia l'acqua alla Cisgiordania,  si teme la reazione palestinese

Ieri  16 giugno 2016 l'ufficio del Primo Ministro palestinese Rami Hamdallah ha emesso comunicato dove denuncia "una guerra dell'acqua" che il governo israeliano starebbe attuando contro i cittadini palestinesi in Cisgordania..
"Israele vuole impedire ai palestinesi una vita dignitosa e utilizza il controllo delle fonti idriche e dell'erogazione dell'acqua a tal fine: mentre gli insediamenti israeliani godono di un ottimo servizio idrico senza alcuna interruzione i palestinesi sono costretti a spendere ingenti somme per acquistare l'acqua" ha dichiarato il primo ministro palestinese....
Ed ora  è cominciato il Ramadam, con temperature che nelle ore più calde arrivano sino a 38°.

L'azienda idrica israeliana ha tagliato  l'erogazione dell'acqua a decine di migliaia di famiglie palestinesi di Jenin, Nablus e Salfit (e solo a Jenin vivono circa 40.000 persone).
Da almeno 40 giorni, molti palestinesi sono costretti ad acquistare acqua con le autobotti e vivono con meno di tre litri d'acqua procapite (le Nazioni Unite dichiarano che dovrebbero essere consumati  almeno 7,5 litri a testa).
La società idrica Mekorot nega il taglio dell'erogazione, anche se ammette "un ampia riduzione" dei flussi d'acqua.
 Al-Jazeera, citando un funzionario militare israeliano, sostiene che la carenza d'acqua sia dovuta all'esplosione di una tubazione.

Benjamin Nethanyahu non risponde alle accuse del capo del governo palestinese,  l'Indipendent (giornale online britannico) cita un funzionario ddel governo di Tel Avis che nega la veridicità delle accuse, ma Saleh Hijazi,  ricercatore di Amnesty International nei territori occupati, testimonia che il governo israeliano permette un accesso limitato alle risorse idriche in Cisgordania a chi non è israeliano, mentre per i coloni, seppur in insediamenti illegali, forniscono l'acqua persino per le piscine private e per mantenere giardini verdeggianti.

Si teme  la reazione  dei palestinesi???  Mi stupirei se non ci fosse.....


http://www.left.it/2016/06/16/israele-taglia-lacqua-a-migliaia-di-famiglie-palestinesi/

http://ilmanifesto.info/palestinesi-israele-lascia-senza-acqua-la-cisgiordania-tel-aviv-nega/

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog