Creato da LunaRossa550 il 21/04/2012
leggero senza superficialità

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

da ascoltare sino alla fine.....

 

Ultime visite al Blog

LunaRossa550alb.55zpaolodesimonis1946monellaccio19ixtlanndondolino61e_d_e_l_w_e_i_s_smenisdutaarno1liviaRonagmassimiliano.mocciacorradodastolirosmar1962jubaldan
 

Ultimi commenti

I miei link preferiti

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Area personale

 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 

Statistiche

 

 

« Guerra dell'acqua51 anni di regresso mentale »

Le piante che ci aiutano

Post n°402 pubblicato il 20 Giugno 2016 da LunaRossa550
 

Lo sapete che l'aria di casa è 12 volte più inquinata di quella esterna?
Questo lo sostiene un rapporto del World Health Organisation del 2002

Ci circondiamo di sostanze come  benzene e  formaldeide (presenti nelle moquette, nel parquet, nelle vernici) ed  acetone ed etanolo attraverso la respirazione.
In aiuto per combattere l'inquinamento domestico ci vengono le piante, che fungono da filtri naturali.
Allora perché non pensare di arredare le nostre abitazioni con le piante giuste perché ciò avvenga?

La Dracena (il tronchetto della felicità) assorbe la formaldeide e il benzene presenti nell'aria; necessita di caldo  e di una buona esposizione alla luce.

Il Ficus benjamina neutralizza formaldeide, benzene e tricloroetilene; bisogna ricordarsi di innaffialo con regolarità.
Lo Spatifillo, facilmente riconoscibile dal delicato ed elegante fiore bianco, è un sempreverde in grado di neutralizzare l'acetone e il metanolo presenti nell'aria, oltre all'onnipresente benzene. Questa pianta ha bisogno di innaffiature abbondanti e continue, senza tuttavia farla affogare

La Sanseveria rifasciata mi piace.... Produce ossigeno ed elimina anidride carbonica anche di notte (il contrario di quanto solitamente fanno le altre piante) va quindi benissimo per la camera da letto o per ambienti affollati come gli uffici; è una pianta grassa robusta, resiste anche a chi non ha il pollice verde.
L'aloe vera ha le stesse caratteristiche della sansevieria... produce ossigeno anche la notte. L'aloe vera ha anche innumerevoli proprietà contenute nelle foglie; il gel contenuto in esse accelera la cicatrizzazione di ferite, riduce le cicatrici, cura le scottature e danno sollievo a punture d'insetti, meduse e ortica. Utile per curare afte, herpes, piaghe o ulcere... ottima anche per l'acne.
L'edera da interno ha il potere di assorbire il benzene presente nelle case... ha bisogno di una stanza ben illuminata.
La Goden gate e la golden Igot necessitano di ambienti luminosi, la qualità telecuir si adatta anche alla pnombra. E' una palma di piccole dimensioni, ma è capace di assorbire fino a 6 microgrammo di ammoniaca all'ora.
La Chamaedorea, oltre a ripulire da solventi e detersivi, è un ottimo umidificatore d'aria.

Il Pothos, oltre al benzene, elimina anche il monossido di carbonio. E' una pianta resistente che si accontenta anche di angolini poco luminosi; bisogna solo fare attenzione alla sua linfa che è irritante per la pelle.
La gerbera va benissimo in bagno ed in lavanderia (se l'avete) perché elimina le tossine chimiche come la trielina. Non vuole la luce diretta del sole, ma necessita di luce e di una buona ventilazione.


L'azalea elimina le sostanze tossiche presenti nell'aria.
Nonostante bistrattiamo la natura, questa con noi resta generosa... Approfittiamone  per crearci degli ambienti meno ostili, prevenire mali  e per curare,  la nostra salute.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog