Creato da In_mezzo_alla_segale il 13/12/2006

Autoestinguente

Che seccatura

 

 

« Crampi ai pensieriAncora in pista (Seconda... »

Ancora in pista (Prima puntata)

Post n°97 pubblicato il 17 Marzo 2007 da In_mezzo_alla_segale
 

(tempo di lettura: 4 minuti)

Morgan è un hacker. Ha ventun anni, quindi è troppo vecchio per continuare a fare questo mestiere. Ormai ci sono ragazzini di otto-nove anni molto più veloci di lui a scorrazzare nel Net. Lo sa, e sta meditando a malincuore di ritirarsi. La proposta di Ohboki gli sembra al tempo stesso una follia e una benedizione. Surfare dentro la rete interna della Tengu Corporation per trafugare dati riservatissimi. Potrebbe voler dire friggersi il cervello, oppure fare il colpo grosso e andarsene alla grande.

– Perché io? Ci sono netsurfer più veloci in giro.

Ohboki è un giovanissimo oyabun, un capoclan della yakuza, la mafia giapponese. La sua ambizione è smisurata, vuole quei file per fare le scarpe a un oyabun rivale. Si è occidentalizzato, nei modi e nell’aspetto: porta impermeabile e completo di un noto stilista europeo e occhiali scuri di marca, ma coloratissimi tatuaggi fanno capolino dai polsini immacolati.

– Qui non si tratta solo di velocità, Morgan-san. Tu hai un’esperienza che manca nelle nuove leve. Ti fornirò tutta l’attrezzatura di cui hai bisogno, e ti pagherò in contanti.

– La Tengu è un osso veramente duro: una delle maggiori produttrici mondiali di software. Già il nome mette soggezione: se non sbaglio è uno dei demoni più crudeli della mitologia giapponese.

– Paura, Morgan-sensei? Ho forse sbagliato a rivolgermi a te?

– Paura sì, certo, ma se mi procuri il meglio, si può fare. Voglio essere pagato in Nuovi Sesterzi. Dai tempi della Pacificazione è l’unica moneta spendibile in tutto il pianeta.

– Lo prevedevo. Sarà fatto. Parliamo di cifre.

– Dieci milioni. E mi terrò l’attrezzatura.

– Davvero tanto, non credi?

– Non per la Tengu, Ohboki-sama.

– Ritengo sia fattibile, a una sola condizione: devo essere presente a tutta l’operazione. Solo io saprò riconoscere i file che mi servono: te li indicherò al momento opportuno.

– Affare fatto. Ti do un indirizzo e una lista. Fatti trovare lì, da solo, con il silicio che ti ho chiesto. Tra due giorni.

– Silicio?

– Computer. Occhio a marca e modello.

Il sistema di sicurezza è nuovo di zecca. Troppo nuovo per sperare di forzarlo con i metodi standard. Morgan si è interfacciato direttamente alla Rete, grazie ai connettori cranici installati chirurgicamente ormai da anni. Adesso è incorporeo, è una sequenza di bit, può assumere la forma che vuole, scegliersi un’icona. I cavi di collegamento gli trasmettono tutte le sensazioni come se fosse fisicamente dentro i computer della Tengu: caldo, freddo, dolore, movimento… È necessario che sia così, altrimenti rischia di non accorgersi se lo sondano o lo attaccano. Il paesaggio è surreale: montagne di memorie, fiumi di dati, laghi di immagini, prati di suoni. Il cyberspazio è l’unica vera droga.

– Vedi quel pupazzotto con una specie di livrea? Quello è l’aspetto che alla Tengu hanno deciso di dare al programma di controllo degli ingressi. Come fosse il portinaio. Si lascia fluttuare nell’aria in cerca dell’idea giusta. Ohboki assiste da un monitor in parallelo agli occhiali-visore di Morgan.

– Proverò con qualcosa di talmente vecchio e semplice, che i novellini non dovrebbero conoscere. Lancio un programmino che li prende in giro. Dialoga con il computer della sicurezza e sostiene di essere l’impiegato che è uscito per ultimo. "Ehi" gli dice "dai, non rompere, sono io. Ho dimenticato di controllare la mia e-mail. Fammi entrare."

Ohboki trasecola. – Davvero è così semplice?

Morgan ha un moto d’orgoglio: – Semplice un cazzo, fratello. Anzitutto devi sapere come fare, e già qui non tutti ci arrivano, devi avere la roba giusta e soprattutto devi avere l’istinto per riconoscere al volo la situazione. Se sbagli una valutazione, potresti non avere il tempo per tentare qualcos’altro. Se ti sganciano la connessione, quando provi a ricollegarti ti riconoscono e ti blindano. Chiaro?

– Sono mortificato, Morgan-sensei, non volevo offenderti. Ti prego, prosegui.

– Comunque, ha funzionato. Quel coglione del portinaio ci ha fatto entrare. Fino qui è stato un gioco, ma siamo soltanto dentro la prima cerchia di difesa. Un sistema con le palle ne ha almeno tre. Ora viene il bello. Mi avvicino al secondo settore.


Nessundove
Inverno 2004

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

MAI PIÙ

controviolenzadonne.org
http://www.controviolenzadonne.org/index.html

________________________

Casa della Donne
per non subire violenza
http://www.women.it/casadonne/

Via dell'Oro, 3 - 40124 Bologna
Tel. 051-333173

 

OGNUNO A CASA SUA


Una questione di rispetto

Perché il Papa dice a deputati e senatori come votare, mentre il Presidente della Repubblica non può fare altrettanto con i vescovi?

 

HAI VOGLIA DI GIOCARE CON LE PAROLE?

immagine
 

VALUTAZIONE

immagine

 

SO TUTTO DI TE

 

RSS? ATOM? BOOOH...

immagine
 

NICK DEMENZIALE

immagine 
 

UN MOMENTO D'ATTENZIONE

COPYRIGHT

Creative Commons License

Il contenuto di questo blog
(compresi testo e immagini)
è pubblicato sotto una
Licenza Creative Commons.

Cosa significa? Significa che, per quanto possa sembrare strano, a tutto 'sto casino è riconosciuta la dignità di opera d'ingegno. Come tale, è di proprietà di chi l'ha creato e alcuni diritti sono riservati.

In particolare, la licenza che ho scelto di sottoscrivere recita:
il materiale qui contenuto si può citare, copiare, diffondere purché

1) si citi l'autore
2) non se ne tragga guadagno
3) non venga alterato

È sempre e comunque doveroso avvisare prima di prelevare qualcosa.
Grazie :o)

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 56
 

ULTIME VISITE AL BLOG

settediamantinekkinabuckykathaidi07pantaleoefrancaiannaconematteosamu711max_6_66deltreppovikovanbal_zacBasta_una_scintillakstrentaquattrostraniera9stefs123
 

ULTIMI COMMENTI

Sono tutti ottimi propositi, ma poi li mantieni??? Ciao,...
Inviato da: soleluna67
il 27/03/2010 alle 17:37
 
piace piace...
Inviato da: pollon131.e
il 16/02/2010 alle 23:40
 
Santo subito per il punto 2.
Inviato da: tyreal
il 04/02/2010 alle 21:47
 
allucinante.e c'è chi dice che è sempre stata un...
Inviato da: daniela.fraticola
il 31/01/2010 alle 00:25
 
Rispettoso silenzio
Inviato da: Basta_una_scintilla
il 30/01/2010 alle 19:10
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom