Creato da LI.ST.EN il 25/02/2012

Special Soundtrack

Akira Kourosawa: "Il cinema racchiude in sé molte altre arti; così come ha caratteristiche proprie della letteratura, ugualmente ha connotati propri del teatro, un aspetto filosofico e attributi improntati alla pittura, alla scultura, alla musica.

 

« AMERICAN GIGOLOMOMENTI DI GLORIA »

THE BODYGUARD

     


Regia: Mick Jackson
Musiche: Nick Ashford, David Foster, Jud Friedman,
Nick Lowe, Dolly Parton, Allan Dennis Rich, Alan Silvestri,
Valerie Simpson, Curtis Stigers, Linda Thompson
MTV Movie Awards 1993
Miglior canzone (I Will Always Love You)
cantata da Whitney Houston.

IL cast:

Kevin Costner: Frank Farmer
    Whitney Houston: Rachel 'Rach' Marron
    Gary Kemp: Sy Spector
    Bill Cobbs: Bill Devaney
    Tomas Arana: Greg Portman
    Michele Lamar Richards: Nicki
    Debbie Reynolds: Herself
    Ralph Waite: Herb Farmer



La trama:

Frank Farmer (Kevin Costner),
un ex agente segreto,
decide di accettare un nuovo incarico
come guardia del corpo,
ed aiutare la bellissima e famosa cantante
Rachel Marron (Whitney Houston).



La donna, infatti,
molto ricca e dalla voce meravigliosa,
è minacciata di morte,
ed ha seri motivi per pensare
che non si tratti di un semplice mitomane
e teme per la sua incolumità.
L'incontro tra Frank e Rachel
è inizialmente freddo, molto professionale.
Uomo dal cuore grande, ma di poche parole
quasi impossibile da penetrare.


Ma un giorno la situazione precipita,
il team della sicurezza scopre
che un folle ammiratore di Rachel
è riuscito ad entrar in casa.
Frank prende le redini della situazione,
stravolge la vita della cantante,
ne cambia i ritmi e le abitudini.
E non la lascia mai sola.



Dapprima, la star è infastidita
dai metodi rudi del body guard,
metodi  che le impediscono
di potersi muovere liberamente
e la portano a violenti litigi con il suo staff.
I due, però, cominciano piano piano a conoscersi,
e una sera, durante un uscita
Farmer cede alle avances di Rachel
e trascorrono una serata d'amore.


Il body guard, però, prende subito le distanze
e considera l'episodio un grave errore
e uno sbaglio professionale:
la donna ferita nell'orgoglio,
durante un concerto a Miami,
finge di cedere alle avances di un ex collega
della Cia di Frank, Greg Portman (T. Arana)..
L'arrivo di una lettera minatoria
durante la torunee della cantante,
convince Frank che è il momento per Rachel
di staccare e porta il piccolo Fletcher
e la sorella della cantante
nello chalet del vecchio padre.



Lì, Frank sventa un attentato nel quale
rischia di perdere la vita il figlio della star:
a quel punto la sorella di Rachel confessa,
accecata dalla gelosia,
di aver pagato un killer per uccidere la sorella
ma pochi minuti dopo aver confessato a Frank
l'orribile segreto, viene uccisa.



Toccherà al body guard,
ormai perdutamente innamorato della donna,
proteggerla durante una movimentata
notte degli Oscar e lo farà mettendo a rischio
la sua stessa vita, venendo colpito al suo posto...
Ferito in modo lieve Frank,
termina qui la sua missione.
Per Rachel è giunta l'ora di partire...


Le loro vite si dividono...
ma all'improvviso lei fa fermare l'aereo
che è in fase di decollo..
scende e corre incontro a  Frank e,
sulle note di  I will always love you,
si baciano per l'ultima volta...

 



La colonna sonora:


Se  pensiamo
che alcune delle recensioni dell'epoca
descrissero il film come costruzione
artificiosa per permettere a Withney Houston
di mettere in luce le sue doti sì di attrice,
ma soprattutto di cantante,
capiamo immediatamente
l'importanza della colonna sonora.
D'altro canto, è innegabile che essa sia splendida,
costituita da ottime canzoni
nelle quali la cantante dispiega le sue note qualità.
La prima che prendiamo in considerazione
è "I will always love you",
cover di un brano country degli anni '60
scritto da Dolly Parton,
qui in versione ballad dove Withney
può mettere in luce tutta la sua estensione
e potenza vocale su note lunghissime,
impossibili da riprodurre per cantanti meno dotate.



Questo brano è il suo più grande successo,
diventato ormai un classico della musica mondiale
e ancor oggi molto cantato,
tornato prepotentemente alla ribalta
dopo la recente morte della grande interprete.
Si tratta di un accorato addio,
di una Lei che saluta il suo uomo
perchè sa che questo è ciò che deve fare.
E'profondamente triste questa sua consapevolezza,
quella di una donna che ama
e proprio per questo amore si sacrifica,
rinuncia alla sua felicità per il suo uomo.
Ma non rinuncia ad amarlo, anzi,
da lontano lo amerà ancora e sempre e sempre di più.
Senza tante parole questo è l'amore vero:
quello che agisce, non chiede per sè,
ma è pronto a dare per l'altro.
Ecco perchè il brano tanto piace...


...se dovessi rimanere,
finirei solo per intralciare la tua via
quindi andrò via ma io so che
penserò a te ad ogni passo della mia strada...
...ricordi dolci e amari
questo é tutto quel che porto con me,
quindi addio, per favore non piangere
sappiamo entrambi che
io non sono quel di cui tu hai bisogno...
...spero che la vita ti tratti con gentilezza
e spero che tu abbia tutto ciò che sognavi
e ti auguro gioia e felicità
ma soprattutto ti auguro di amare..
...tu, caro ti amo.
ti amerò, ti amerò sempre...


La seconda canzone si intitola "I have nothing",
un'altra grandissima ballata di successo,
con tonalità incredibilmente difficili
che ci permettono di apprezzare ancora una volta
la capacità vocale di Whitney Houston.
E' un brano scritto nel 1989
da David Foster e Linda Thompson
e si caratterizza per il tono romantico.
Sono le parole di una Lei che dichiara
al suo amore che Lui è l'unica cosa che ha,
senza di Lui nulla conta veramente,
nulla per lei ha valore.
Quello che prova è un amore così forte
che non riesce a trattenere e
deve assolutamente ammetterlo,
perché fa parte di lei.


Nella strofa iniziale
fa un'affermazione molto importante:
lei non cambierà per lui
e non chiederà a lui di essere diverso...
ossia è vero amore anche perché
ci accettiamo per quello che siamo...
E questo è molto difficile.
Nella realtà
frequentemente accade che uno dei due
cerchi di adeguare a se stesso l'altro,
ma quando questa è vissuta come un'imposizione
difficilmente il rapporto può durare...
Quando invece ognuno è libero
di manifestare la sua personalità,
allora l'amore lo fa sentire realizzato..
e diventa gioia di vivere...


Condividi la mia vita
prendimi per ciò che sono
perchè non cambierò mai
la mia personalità per te
prendi il mio amore
non chiederò mai troppo
solo tutto ciò che sei
e ogni cosa che fai

non ho bisogno di guardare troppo lontano
non voglio dover andare dove non mi puoi seguire
non tratterrò di nuovo questa passione che ho dentro
non si può scappare da se stessi
non c'è nessun posto in cui nascondersi
ricorderò per sempre il tuo amore

non chiudermi un'altra porta
non voglio ferirmi ancora
stai tra le mie bracci se ne hai il coraggio
o ti devo immaginare qui?
non andartene via da me...
non ho nulla, nulla, nulla
se non ho te, te, te, te.

mi hai guardato dritto nel cuore
hai fatto crollare i miei muri
con la forza del tuo amore
non ho mai conosciuto l'amore
come l'ho conosciuto con te
sopravvivrà questo ricordo,
che porterò con me?

non ho bisogno di guardare troppo lontano
non voglio dover andare dove non mi puoi seguire
non tratterrò di nuovo questa passione che ho dentro
non si può scappare da se stessi
non c'è nessun posto in cui nascondersi
ricorderò per sempre il tuo amore

non chiudermi un'altra porta
non voglio ferirmi ancora
stai tra le mie bracci se ne hai il coraggio
o ti devo immaginare qui?
non andartene via da me...
non ho nulla, nulla, nulla
se non ho te, te, te, te.



Run to you è la terza ballata
che vi presentiamo perché molto significativa
nell’ambito della colonna sonora.
Scritta da Jud Friedman e Allan Rich
ottenne una nomination al premio Oscar
per la miglior canzone del 1993.
Molto intima nel testo,
rivela le fragilità di una donna
che in apparenza è forte e tenace.


Questa è una situazione comune a molte donne,
che anche se non sono dive o personaggi famosi,
comunque sono tenute per lavoro o per necessità
a non dimostrare alcuna debolezza,
alcuna sbavatura e quindi,
come dice la protagonista della canzone
durante il giorno recitano una parte.
In questo modo ad uno sguardo superficiale
esse appaiono quello che non sono.
Ma per capire la realtà
è necessario guardare nel cuore.
E lì ci sono la dubbi,
le paure di una persona scoraggiata.
Lei infatti soffre soprattutto
per non aver accanto qualcuno
con cui condividere i propri sogni,
soffre al punto tale da rinunciare ai sogni stessi
perché li ritiene inutili se non possono
essere apprezzati con la persona che ama.
Per questo motivo
desidera intensamente correre da lui...


so che quando mi guardi
ci sono tantissime cose che non riesci a vedere
ma se solo ti prendessi il tempo
so che le troveresti nel mio cuore
oh, una ragazza che qualche volta ha paura
che non è sempre forte
non riesci a vedere il mio dolore?
mi sento così sola

voglio correre da te
voglio correre da te
non mi stringeresti tra le tue braccia
e non mi proteggeresti?
voglio correre da te
ma se vengo da te
dimmi che resterai
o correresti via?

ogni giorno, ogni giorno recito la parte
di qualcuno che ha sempre tutto sotto controllo
ma la sera torno a casa e giro la chiave
non c'è nessuno li, nessuno ci tiene a me
che senso ha lottare per I tuoi sogni
se non c'è nessuno con cui dividerli
dimmi cosa significa

scappare via, no
ho bisogno di te qui, ho bisogno di te qui
per asciugare le mie lacrime
per baciare via le mie paure
se solo tu sapessi quanto vorrei correre da te
sai che voglio correre da te
non mi stringeresti tra le tue braccia
e non mi proteggeresti?
voglio correre da te
ma se vengo da te
dimmi che resterai
o correresti via




Nuovo appuntamento: Lunedì 1 ottobre


Vi aspettiamo...

a presto...


 
 
 
Vai alla Home Page del blog

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: LI.ST.EN
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 110
Prov: EE
 
 

       I testi di questo blog
     sono protetti da copyright

 

      

           certificato  di dichiarazione
                      diritto d'autore

   

 *******************

 

 

    I nostri due giorni

           sul blog

   ...fini la comèdie

 

ULTIMI COMMENTI

 

CI TROVI ANCHE QUI...

 

           Liliana

 

            Steff

 

  Blog in collaborazione

 

 

LENOTE_DELLAMIAVITA

           Per ricordare
  questa grande iniziativa
     clikka sull'immagine...

Grazie Gian !

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

AREA PERSONALE

 

I MIEI LINK PREFERITI

 
Citazioni nei Blog Amici: 48
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom