Creato da LI.ST.EN il 25/02/2012

Special Soundtrack

Akira Kourosawa: "Il cinema racchiude in sé molte altre arti; così come ha caratteristiche proprie della letteratura, ugualmente ha connotati propri del teatro, un aspetto filosofico e attributi improntati alla pittura, alla scultura, alla musica.

 

« GHOSTBUSTERSBALLA COI LUPI »

LA STORIA INFINITA

Post n°28 pubblicato il 19 Dicembre 2012 da LI.ST.EN
 

Regia: Wolfgang Petersen*** Musiche:  Giorgio Moroder

Il cast:

Barret Oliver * Bastian
Gerald McRaney * Bastian's Father
Drum Garrett *  1st Bully
Darryl Cooksey * 2nd Bully
Nicholas Gilbert * 3rd Bully
Thomas Hill * Carl Conrad Coreander
Deep Roy  * Teeny Weeny
Tilo Prückner * Night Hob
Moses Gunn  * Cairon
Noah Hathaway  * Atreyu
Alan Oppenheimer * Rockbiter / Falkor / G'mork / Narr. (voice)
Sydney Bromley * Engywook
Patricia Hayes  * Urgl
Tami Stronach  * The Childlike Empress / Southern Oracle



La trama:

Bastian è un bambino
che si distrae spesso durante le lezioni
disegnando sul suo quaderno
creature di un mondo fantastico.
Un giorno il padre lo riprende,
invitandolo a non fantasticare più
e a tenere i piedi per terra.
Dopo aver salutato il padre,
durante il percorso per andare a scuola,
incontra tre ragazzini
che iniziano a prenderlo in giro,
lo inseguono fino a farlo cadere i
n un bidone dell'immondizia.
Bastian pensando che se ne siano andati
esce dal bidone, ma i tre
sono ancora lì ad aspettarlo,
inizia quindi a scappare,
ed entra nella prima porta che gli capita.



Si ritrova in una libreria,
ci sono vecchi libri dappertutto,
e seduto su una poltrona
c'è un uomo anziano che lo accoglie
molto bruscamente pensando che il bambino
sia solo interessato alle sale da gioco .
Bastian si sente offeso
dalle affermazioni fatte dal signore, e
si difende dicendo che lui è un avido lettore,
ma l'anziano signore, tenendo in mano un libro,
ribatte che i libri che legge il Bastian
sono innoqui, lasciando intendere
che quello che lui ha in mano non lo è. 


Incuriosito dalle parole del signore,
appena il libro resta incustodito,
Bastian lo afferra e scappa via,
lasciando però un biglietto che dice:
"Don't worry I'll return your book"
("Non si preoccupi, le restituirò il libro")
e con il libro sotto la giacca
arriva a scuola di corsa, ma è in ritardo.



 

Decide allora di nascondersi
nella soffitta della scuola,
dove si prepara un piccolo giaciglio
e inizia avidamente a leggere il suo libro.
Siamo in una foresta,
dove alcune creature fantastiche si incontrano:



un Mordiroccia, un Maghetto
con il pipistrello rimbambito e un Omino
con una lumaca da corsa e i tre
vogliono raggiungere l'Imperatrice
per parlarle del Nulla che minaccia le loro terre.



 

Giunti alla mitica torre d'avorio,
dimora dell'imperatrice bambina,
dove sono giunte altre creature
provenienti da ogni angolo del regno di Fantàsia,
il portavoce dell'Imperatrice annuncia
che la stessa Imperatrice è gravemente malata
e che l'unicha speranza
è un cacciatore di nome Atreyu.
Tutti attendono l'arrivo del cacciatore Atreyu
che è stato appunto convocato,
ma al cospetto del portavoce si presenta
un giovane fanciullo. Dopo le prime perplessità,
il giovane accetta il gravoso incarico
indossando l'Auryn, il simbolo dell'Imperatrice,
e, in groppa al suo cavallo Artax,
inizia la sua ricerca per le terre di Fantàsia



 

Contemporaneamente si materializza
un lupo nero enorme di nome Gmork



che lo insegue tentando d'impedirgli
di compiere la sua missione. Atreyu,
giunto alle paludi della tristezza perde
il suo cavallo Artax che sprofonda
per essersi fatto sopraffare dallo sconforto.
Disperato per la perdita, vaga alla ricerca
di Morla l'essere millenario,



una gigantesca tartaruga che lo indirizza
alla volta dell'Oracolo del Sud
che dista migliaia di miglia da lì.
Atreyu stanco e sconsolato sta per perdersi
nelle paludi quando viene tratto in salvo
da un gigantesco drago bianco.



Si risveglia tra le zampe del FortunaDrago,
che risponde al nome di Falkor,
e viene accolto dalle amorevoli cure
di una coppia di gnomi.
Scopre poi di essere in prossimità dell'oracolo.
Coraggiosamente riesce a superare
la prima porta delle sfingi,



e davanti alla seconda porta,
lo specchio dell'anima,
invece di vedere il vero sé stesso
con tutte le sue debolezze,
vede un ragazzino che legge un libro.



L'oracolo gli rivela poi che l'unico modo
di salvare l'Imperatrice bambina
è quello di trovarle un nuovo nome,
che solo un essere umano lo può fare
e che l'unico modo per trovarlo
è superare i confini di Fantàsia.


In groppa ad FortunaDrago Falkor, Atreyu,
cerca di raggiungere i confini di Fantàsia
ma il Nulla avanza e con i suoi venti
strappa Atreyu dalla groppa di Falkor dividendoli.
Atreyu si ritrova solo tra le rovine
di una strana città dove ad attenderlo



c'è Gmork, il quale gli rivela
che è impossibile raggiungere i confini di Fantàsia,
perché Fantàsia è il regno della fantasia umana
e per questo non può aver confini;
che il Nulla dilaga perchè la gente
ha smesso di sognare e sperare
e di aver scelto di essere dalla parte del Nulla
perché è più facile assoggettare
chi non crede in nulla e chi non ha sogni.
Alla fine del discorso i due lottano ed Atreyu
riesce a sconfiggere il suo nemico e,
ricongiuntosi con Falkor,


va in cerca della Torre d'Avorio
per ammettere davanti all'Imperatrice
di aver fallito la missione, ma la sovrana
sembra al contrario felice e rivela ad Atreyu
che egli ha adempiuto al suo compito,
perché il giovane umano,
che ha seguito tutte le avventure di Atreyu nel libro,
è in realtà lì con loro...
e legge tutto quello che dicono...



La colonna sonora:

Particolarmente ispirato questo film
e talmente perfetta la fusione
tra la trama e la colonna sonora
che alcuni critici affermarono:
"Immagini in musica: ecco la Storia Infinita".
La soundtrack fu composta da Klaus Doldinger
del gruppo tedesco Passport,
in collaborazione con il nostro Giorgio Mororder.
Moroder scrisse assieme a Keith Forsey
la canzone del titolo che venne interpretata
da Limahal, ex leader del gruppo Kajagogoo.
Questa hit appena lanciata si piazzò ai vertici
delle clasifiche in Inghilterra,
negli U.S.A e anche in Italia.


L'interprete, un cantante britannico,
aveva da poco iniziato la carriera da solista
e fu con questo singolo
che acquistò notorietà internazionale.
Del resto il brano piacque tanto che a tutt'oggi
vanta più di 20 diverse interpretazioni tra cover,
remix, adattamenti e campionamenti.
I motivi di tanto successo?
Facilmente intuibili: melodia orecchiabile
e testo che sprona alla fantasia,
che suggerisce a tutti noi
di abbandonarci ai sogni e volare
sulle ali della fantasia...
ossia proprio quello di cui abbiamo bisogno
per evadere almeno per un po'da una realtà
che non sempre ci piace.


In fondo la missione del protagonista del film
è anche la nostra...
non permettere al regno della fantasia
di scomparire inghiottito dal nulla,
ossia dal grigiore di giorni tutti uguali,
di giorni senza speranza.
La routine ci avvolge nelle sue spire,
ripetiamo meccanicamente ogni giorno
le stesse azioni...ma il brano ci ricorda
che la nascita di un nuovo giorno
è nelle nostre mani...non dimentichiamolo...


E, a proposito di Nascita,
cogliamo l'occasione per augurare a tutti voi
 un Buon Natale, allietato, magari,
anche da qualche bel film da vedere in famiglia...


 

Girati, guarda quello che vedi.
Nel suo volto, lo specchio dei tuoi sogni.
Facciamo finta che io sono ovunque,
vivo nei tuoi occhi.
Scritta nelle pagine è la
risposta ad una storia infinita.
Raggiungi le stelle, fai volare la fantasia.
Sogna un sogno e quello che
vedi sarà realtà
Poesie che nascondono  segreti
verranno svelati dietro le nuvole
e lassù sopra l'arcobaleno è la
risposta ad una storia infinita.
Non mostrare paura per lei che forse scomparirà
Nelle tue mani la nascita di un nuovo giorno...
La storia infinita... 

 


 
 
 
Vai alla Home Page del blog

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: LI.ST.EN
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 110
Prov: EE
 
 

       I testi di questo blog
     sono protetti da copyright

 

      

           certificato  di dichiarazione
                      diritto d'autore

   

 *******************

 

 

    I nostri due giorni

           sul blog

   ...fini la comèdie

 

ULTIMI COMMENTI

 

CI TROVI ANCHE QUI...

 

           Liliana

 

            Steff

 

  Blog in collaborazione

 

 

LENOTE_DELLAMIAVITA

           Per ricordare
  questa grande iniziativa
     clikka sull'immagine...

Grazie Gian !

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

AREA PERSONALE

 

I MIEI LINK PREFERITI

 
Citazioni nei Blog Amici: 48
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom