Creato da releardgl il 03/10/2006

Pensieri di vento

la buona poesia odora di tè....

L'UMILTA' DEL POCO

 

EQUINOZIO DI GIRASOLI

 

IL BLOG DOVE LEGGERE POESIA

Per leggere al completo i piccoli frammenti poetici disseminati....

LA RIVA PIETROSA

 

 

 

AREA PERSONALE

 

COLORI DI NOVEMBRE

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 51
 

FACEBOOK

 
 

 

« MI CHIAMO ELWOOD P.DOWNDOMENICA 28 »

COME ERAVAMO

Post n°96 pubblicato il 15 Ottobre 2007 da releardgl
 
Foto di releardgl

Stamattina mi hai chiamato. Un numero privato, non immaginavo fossi tu anche se ogni tanto ci sentiamo. La tua voce squillante sempre sopra una mezza tonalita`. Quel 3 aprile pero`era leggermente piu`tremolante. 1982 primavera gia`iniziata e odori nascenti, il gelo dell`85 era ancora lontano. Erano gia`diverse settimane che ci vedevamo anche se la scintilla nacque...gia`quando nacque?...forse a quella festa di carnevale quando ti prestai la giacca... faceva fresco....3 aprile il salotto di casa mia...c`erano due giradischi che suonavano i prodromi della dance anni 80 e storie di tutti i giorni di Riccardo Fogli fresca vincitrice di Sanremo...attaccata all`amplificatore avevo una cuffia decisamente old style, ingombrante...il filo della cuffia si attorcigliava alle mie dita o forse il contrario....le parole del mio discorso si intrecciavano in egual misura...mi guardavi tra l`attesa e il desiderio...ma riuscivo ogni secondo a complicare tutto....siamo usciti dovevi tornare a casa e ti ho accompagnata fino in Piazza dell`Olio al capolinea del bus 22...c`erano ancora quelli obsoleti, verdi a due piani e tanto fumo ma l`inquinamento non era ancora di moda....gli autobus passavano ancora dal centro sotto il duomo...il mio discorso stava sempre li`arrotolato spezzettato malfermo....l`autista mise in moto il decrepito mezzo e tu facesti un saltello sopra la pedana per prendere posto, tra le porte pieghevoli....i miei occhi trovarono finalmente i tuoi dopo tanto nascondersi...all`improvviso ti sporgesti e mi baciasti trovando il coraggio al posto mio...non e`possibile cercare le parole adatte ma il sapore del tuo bacio dopo 25 anni e`ancora li` e ogni volta che la tua voce, con il solito tono alto, mi investe, lo sento delicato e penetrante, pieno dei nostri sedici anni...

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ODIO GLI OROLOGI

 

FINO A CHE NON MUORE IL TEMPO

 

LA CADUTA DEL TEMPO

ULTIME VISITE AL BLOG

lunetta_08paolo.ragnolialtro_che_melaoxervatorebagninosalinaroLuisa_Realmutoreleardglilehalacey_munrobluaquilegiaforestales1958sirio_bleuMoi_Ellevi_di
 
 

ULTIMI COMMENTI

batti un colpo, so che ci sei, spiritello impertinente!!!!
Inviato da: emma01
il 06/05/2015 alle 12:56
 
L'ho letta con grande ritardo...davvero bella.
Inviato da: lunetta_08
il 25/02/2014 alle 14:00
 
grazie 01!!! ;-)
Inviato da: releardgl
il 15/11/2013 alle 13:44
 
sire, che meraviglia.
Inviato da: emma01
il 15/11/2013 alle 12:24
 
Bello questo video, non l'avevo ancora visto. La...
Inviato da: lunetta_08
il 10/12/2012 alle 11:54
 
 
 

CHI PASSA DI QUI

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

DARIČN...ASCOLTANDO NOI STESSI