AMORE UNIVERSALE

BLOG INDIRIZZATO ALLA RICERCA INTERIORE.

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

UNITA' ARMONIA AMORE.

 
 

FACEBOOK

 
 

tutto è

 

Amore e pace

 

RIFLESSIONE

Chi ha visto l’occhio prima che l’occhio vedesse qualcosa?

 

"La verità è una terra senza sentieri".

J.krishnamurti.

 

SITO GEMELLO.

.....................................................................................

http://utenti.lycos.it/ravas/

---------------------------------------------------------------------

 

RIFLESSIONE

Lo scopo della vita è di perdere l’io separato che partì come scintilla individuale…

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

 

 

il sentire

Post n°234 pubblicato il 20 Novembre 2010 da salvatore.ravas
 
Foto di salvatore.ravas

Il Sentire è individuale. Noi c’illudiamo d’essere partecipe di un solo film comune a tutti e oggettivo. Invece ognuno crea e percepisce tutto soggettivamente e vive la sua storia personale ed è solo a viverla e a sentirla. Ognuno il proprio inferno o paradiso.

Un abbraccio di cuore. Namasté!

 
 
 

L'Amore Universale.

Post n°233 pubblicato il 07 Novembre 2010 da salvatore.ravas
Foto di salvatore.ravas

L’argomento Amore è immenso per tutte le mille ramificazioni ed effetti che comporta. L’amore non è una emozione, è una forza interiore, che proviamo all’interno di noi stessi. Parlare d’amore dà fastidio a chi non lo sente, viene scambiato per buonismo. L’Amore non si può definire perché è “ uno “Stato d’Essere” un Sentire Interiore. Possiamo sapere cosa non è Amore. Questo si.

Nessuno ha mai visto l’amore. Si possono solo vedere gli effetti dell’Amore. Questo si. Non l’amore da fotoromanzo, non l’amore disgiunto dalla giustizia, non l’Amore a condizione che… ma un Amore che è Dignità, che è Forza, che è correttezza di intenti e di propositi. Che ama il silenzio, che lavora in silenzio, che non fa proclami. Ma che ti colma…

Dove si sente nel cuore una grande apertura verso la vita, verso il mondo, verso tutto ciò che esiste… quel Amore che ti fa lacrimare  di gioia….L’amore di cui si parla è “l’Amore Universale” fratello maggiore dell’amore fra due esseri umani, quello infinito che creò noi e l’universo.

Salvatore R.

 
 
 

Le sofferenze del mondo.

Post n°232 pubblicato il 29 Ottobre 2010 da salvatore.ravas
 
Foto di salvatore.ravas

Il tuo compito è comprendere che chi ti sta accanto è parte di te e che contribuisci a creare il mondo di chi ti sta vicino. Gli altri interferiscono e modificano il tuo mondo come tu fai con gli altri. Ecco perché con il tuo incedere contribuisce a cambiare anche il mondo degli altri oltre al tuo. La Coscienza di ciò presuppone la Compassione: la capacità di comprendere le sofferenze altrui.

Quando le sai sentire come tue dentro di te sai già trovare la strada giusta. Chi grida il malessere e la sofferenza del mondo si fa carico di quel dolore. Ma è un dolore serio ...di chi sintonizza il proprio animo con il mondo. Non è il lamento di chi scopre di non essere onnipotente, di chi si duole perché il suo ego non riceve dalla vita tutto ciò che desidera, oppure di chi vorrebbe scavalcare le sue possibilità fisiche per ottenere un premio più grande.

Però, far vibrare il proprio animo con le sofferenze del mondo non deve diventare un limite: è necessario non farsene annichilire per salire un altro gradino della Comprensione. Bisogna avere la modestia per continuare a cercare, non perdere la volontà di capire anche nelle situazioni più nette.

 
 
 

Un dono

Post n°231 pubblicato il 24 Ottobre 2010 da salvatore.ravas
 
Foto di salvatore.ravas

Prendi un sorriso,
regalalo a chi non l'ha mai avuto.
Prendi un raggio di sole,
fallo volare là dove regna la notte.
Scopri una sorgente,
fa bagnare chi vive nel fango.
Prendi una lacrima,
posala sul volto di chi non ha pianto.
Prendi il coraggio,
mettilo nell'animo di chi non sa lottare.
Scopri la vita,
raccontala a chi non sa capirla.
Prendi la speranza,
e vivi nella sua luce.
Prendi la bontà,
e donala a chi non sa donare.
Scopri l'amore,
e fallo conoscere al mondo.
M. Gandhi

 
 
 

Accettazione senza resistenza

Post n°230 pubblicato il 21 Ottobre 2010 da salvatore.ravas
 
Foto di salvatore.ravas

L'accettazioe totale e incondizionata rapresenta lo stato mentale di serenità e di pace assoluta in cui non ti aspetti niente dagli altri, neppure dal divino.

Lasciare fluire la vita...

la vita è sempre in movimento, e continua a fluire incessantemente, mentre la maggior parte di noi preferirebbe stagnare in piccoli rigagnoli di sicurezze. Solo in uno stato mentale di totale resa arriva l'inaspettato.... i primi bagliori di Unità e d'Amore.

 
 
 

Una bella storiella.

Post n°229 pubblicato il 15 Ottobre 2010 da salvatore.ravas
Foto di salvatore.ravas

Quattro fratelli ciechi erano stati incaricati dal loro padre di lavare un elefante. Quello che lavava le gambe disse che l’elefante era come un tronco d’albero; quello che lavava la coda lo paragonò ad un serpente, quello che puliva la proboscide ad un tubo di gomma, mentre quello che stava lavando le orecchie era convinto che l’elefante assomigliasse ad un immenso ventaglio.

Essendo ciascuno convinto di avere ragione, finirono per litigare. Per fortuna, prima che diventassero  violenti arrivò il padre, che non era cieco, e spiego che avevano tutti un po’di ragione, in quanto l’elefante è composto dalla coda, che assomiglia ad un serpente, dalle zampe, che assomigliano a dei tronchi, dalla proboscide, che sembra un tubo di gomma, ed infine dalle orecchie, simili a dei ventagli.

Commento:

Noi, con le nostre opinioni, ci comportiamo come quei ciechi. L’universo è come un grande puzzle; e noi non vediamo mai l’insieme dei pezzi che lo compongono. Purtroppo ognuno di noi crede di sapere, finché non comprende di non sapere.

 

 

 
 
 

La chiave della vita.

Post n°228 pubblicato il 03 Ottobre 2010 da salvatore.ravas
Foto di salvatore.ravas

Si può dubitare dell’esistenza di Dio, dell’esistenza nell’al di là, di tutte le teorie religiose, ma non si può dubitare dell’esistenza dell’AMORE. L’Amore esiste ed è una certezza. È  la Via Maestra per attuare la propria evoluzione, portando direttamente alla meta senza inutili giri. L’Amore è uno stato di Essere.    Solo chi ha raggiunto quello stato evolutivo, può  usufruire della sua percezione. L’Amore è una certezza come lo è la morte. Se esiste l’Amore, esiste la perfezione. Ecco perché l’incommensurabile che è Amore, è il Redentore dell’Umanità, perché solo l’Amore redime. Si dovrebbe essere tutti d’accordo su questa certezza, ma purtroppo non è cosi. Senza l’Amore, il mondo crolla.

 
 
 

Attaccamento o Amore?

Post n°227 pubblicato il 26 Settembre 2010 da salvatore.ravas
 
Foto di salvatore.ravas

L'attaccamento è il peggiore di tutti i mali in quanto è assai facile che il medesimo venga confuso con l'amore. E' facile, infatti, sentire qualcuno che dice di essere molto attaccato ad una persona e che la ragione di un tale legame va ricercato nel grande amore portato alla persona stessa. Ma a volte quell’Amore non è Amore ma possesso, diventa proprietà, diventa una patologia, qualcosa di cui non si può farne a meno e che porta alla sofferenza. L’attaccamento significa soffocamento. La paura di perdere un bene prezioso sul quale hai riversato tutte le tue aspettative di felicità. I legami dell’attaccamento sono sconforto alla separazione e rifugio sicuro.

 Il vero amore porta gioia ad entrambi, se ciò non accade non si tratta di vero amore. L’Amore è libertà incondizionata, è indipendenza totale.

Namasté!  Salvatore Ravas

 
 
 

L'UNO.

Post n°226 pubblicato il 13 Settembre 2010 da salvatore.ravas
Foto di salvatore.ravas

Prof. Vittorio Marchi.

Biografia

Il prof. Vittorio Marchi, insegnante di Fisica e ricercatore, è nato a Roma il 30 luglio 1938. Negli anni della sua maturità, 1968, ha conosciuto l’ingegnere compagno di stanza e di studi di Enrico Fermi, alla Normale di Pisa. E’ stata la svolta della sua vita, il cui “cursus honorum” ha preso una direzione extra-accademica. Egli è stato infatti spettatore di fenomeni, che lo hanno reso responsabile dello sviluppo, della diffusione e della comunicazione delle potenzialità della macchina umana; capacità che sono di gran lunga superiori a quelle delle macchine, pur fantastiche, dell’attuale tecnologia moderna.

Da molti anni il prof. Marchi ha orientato i suoi studi e le sue indagini scientifiche verso un tema speciale: lo spirito. Dall’analisi di questa inesplorata realtà, scarsamente visitata dal mondo della comunità scientifica, è nata tutta una serie di scritti e incontri con autorevoli personalità del mondo delle scienze e della cultura, in occasione di conferenze, convegni o trasmissioni televisive a cui il prof. Marchi è stato invitato a partecipare.

http://www.youtube.com/watch?v=xwG9xxfNXg0&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=GMs9UMtCZZA&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=xfiOLJlJxiQ&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=Sazoiqvkksw&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=3O3AGTkUQEI&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=HNQAscOdNGs&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=sSSk6tavNEA&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=tptAVGqK8RQ&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=A7M6ECw2Jo0&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=PaDgoiNVsB4&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=zdQGlBKuwKc&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=5mTjRrJ74MU&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=z1aFFHo_Z_0&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=4Qb0cq1_XwU&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=0W99L3MWuHI&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=uEqO7okwQlc&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=7DdMa0jML5c&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=KzrhFXUuFtw&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=lcbiA_I7C7A&feature=related

Questo è un vero regalo del  prof. Vittorio Marchi, un grazie di cuore. Savatore Ravas.

 
 
 

Il Tutto Uno.

Post n°225 pubblicato il 12 Settembre 2010 da salvatore.ravas
Foto di salvatore.ravas

Noi viviamo nella molteplicità. L’Amore Universale è l’unione con tutte le cose. Chi ha raggiunto questo stato vive nella coscienza cosmica e vive nell’unione con l’incommensurabile (Dio). L’amore che noi proviamo è solo la “base” di qualcosa d’immenso che richiede una purezza d’animo che va oltre l’umana coscienza. Siamo ancora lontanissimi della mèta, ci aspetta un lungo e faticoso lavoro interore, per liberare i veli che coprono la nostra scintilla Divina. Nella vita il vero potere è interiore. Chi ha veramente imparato ad amare si è, prima di tutto, spogliato di ogni egoismo. Allora comincia un’esperienza del tutto diversa che sarà ancora tutto dentro il nostro cuore. Mi fermo qui.

SalvatoreR

 
 
 

Pausa estiva

Post n°224 pubblicato il 28 Agosto 2010 da salvatore.ravas
Foto di salvatore.ravas

PAUSA ESTIVA

Sono su Facebook!  Salvatore Ravas

 
 
 

La storia del mondo illusorio 2

Post n°223 pubblicato il 26 Agosto 2010 da salvatore.ravas
Foto di salvatore.ravas

Comprendo il  grido di dolore dell’uomo onesto, ma non dimentichiamo da dove siamo partiti. Una volta l’uomo cacciava l’uomo e lo fece poi schiavo, trattandolo con crudeltà e violenza. In seguito, ufficialmente fu eliminata la schiavitù e nacquero i feudi. I servi erano proprietà dei feudatari, molti dei quali vivevano nello sfarzo lasciando i servi nella miseria. Nacquero le industrie con gli operai; i nuovi padroni non si privavano di nulla e l’operaio tirava la cinghia. Oggi la globalizzazione, con fabbriche che chiudono per trasferire il lavoro in Cina e nei paesi dell’est, creando nuova disoccupazione eccetera e eccetera …. e questa è storia odierna e  mi fermo qui!.  Oggi viviamo in una società egoistica, dove conta solo il denaro e il potere. Individui si arricchiscono rubando, imbrogliando e calpestando per poter soddisfare le proprie bramosie. Viviamo senza rendercene conto in un’immensa mafia d’imbrogli, socialmente accettati e cosi diventati legali. Il peccato collettivo diventa virtù.

C’è forse uguaglianza, ma uguaglianza nel dolore e nel grigiore, anziché nella gioia e nella speranza. L’evoluzione della società procede, come ogni cosa, a spirale; si sale, ma la storia si ripete costantemente quando ritorna sullo stesso punto della spirale, leggermente più in alto.  Per fortuna esiste l’evoluzione collettiva, quella spontanea, che avviene semplicemente in virtù della sua legge. Cosi, per male che le cose sembrino andare, la specie umana prende lentamente coscienza ed acquista la tendenza a migliorarsi, a pensare. Cresce, cresce con spaventosa lentezza. Anche cambiando le strutture della società, senza cambiare gli esseri egoistici rimarremo sempre schiavi ed oppressi in una società ingiusta. Non è possibile cambiare il mondo intero. Dolori, sofferenze, paure, anche queste non possono essere cambiate o eliminate. L’individuo è in piena evoluzione per diventare finalmente ed interamente umano.

In questa evoluzione, tutto quello che in lui c’è di animale va raffinato, trasformato e spiritualizzato, ma non compresso, soffocato o imposto. Ognuno individualmente ha la possibilità d’eliminare le brame separative dell’io personale e vivere una vita retta e onestà. Questa è la speranza che bisogna diffondere ai giovani e fargli consapevoli della realtà in cui vive la società. Solo quando l’individuo avrà una visione completa del mondo nel quale vive potrà sentirsi realmente responsabile, perché parte del tutto, e solo allora, a mio avviso, avrà il giusto atteggiamento per affrontare la vita dello spirito, poiché la vita spirituale non deve in nessun modo essere separata dalla vita quotidiana. Spalanchiamo la finestra del cuore, diamo aria e colore all’anima fidandoci dell’Essenza Divina.

Un caro Saluto.

Una raccolta  di Ciò che é.

SalvatoreR.

 

 
 
 

la rinascita

Post n°222 pubblicato il 20 Agosto 2010 da salvatore.ravas
 
Foto di salvatore.ravas

L'uomo della massa, immerso nel mondo materiale, non avverte il bisogno della ricerca spirituale. Per gran parte dell'umanità non è ancora avvenuto il risveglio ai valori più alti, per questo vivono una vita prevalentemente dedita al godimento sensuale, alla reciproca sopraffazione, all'accumulo di bene che ritengono possano rappresentare la propria sicurezza.

Finché l'uomo non è risvegliato ai valori dello spirito ignora la vera origine dei fatti e soprattutto dei propri mali e allora ne cerca la causa fuori di sé, negli altri o nelle cose. I condizionamenti della società si basano proprio sull’illusioni di questo “io” personale e individualista, ossia l’ego, la personalità.

Facendo tacere la mente, troveremo tutte le risposte. Solo il riconoscimento della nostra “essenza non duale” conduce a una trasformazione del nostro modo di vivere nel mondo. Il vero fluire con la vita comporta una parola ostica alla maggioranza delle persone: abbandono, ovvero l’accettazione totale che a muovere ogni pedina e gli eventi della vita sia solo un grande disegno a incastro, proiettato dalla Mente Cosmica e che si manifesta attraverso ognuno di noi come un intricatissimo puzzle in cui non esiste niente di personale o individuale.

Per vivere realmente sereni dovremmo prima comprendere quel qualcosa che ci accomuna tutti, quell’”Energia vitale”, quella “Forza suprema” che permea l’universo e sostiene ogni essere senziente. L’amore è l’espressione oggettiva della Sorgente. Ciò che esiste dopo la disfatta dell’ego è quello che è sempre esistito nel mondo fenomenico: AMORE.

 

 

 
 
 

La forza dell’immaginazione.

Post n°221 pubblicato il 16 Agosto 2010 da salvatore.ravas
 
Foto di salvatore.ravas

L’espansione della percezione è determinata dalla convinzione personale di poter percepire al di la dei nostri limiti. Ogni elemento ha una sua particolare Energia. Ogni vegetale , ogni animale, ogni minerale, come ogni persona, ha una vibrazione propria.

Non esiste nulla che noi non possiamo decidere di percepire. Per poter percepire l’inconsueto, abbiamo due soluzioni. Affinare la nostra immaginazione per abituare la nostra anima a percepire l’inconsueto e dopo attraverso la meditazione andare oltre.Troverai qui sotto alcuni esercizi di immaginazione che affinano la percezione del nostro essere. 

Facciamo un esempio di ciò che si può percepire attraverso IMMAGINAZIONE

Sono in un parco e vedo un gran pino (qui comincia l'esperimento); faccio un passo avanti e invito il mio doppio (attraverso l'immaginazione) ad entrare all'interno dell'albero che si trova di fronte. La mia gran sorpresa è la percezione fisica di essere dentro il pino;  percorro il tronco fino alla radice, ne percepisco l'umidità della terra e l'energia. Risalgo verso i rami e le foglie e sento la loro freschezza e vitalità. Chiedo all' albero di assorbire un po' della sua energia per darla poi a chi n'avesse avuto bisogno. Ringrazio il pino e rientro nel corpo fisico.

Da questo esempio s'intuisce le gran possibilità che ci può regalare la nostra immaginazione.  L'espansione della percezione è determinata dalla convinzione personale di poter percepire di là dai nostri limiti. Tutte le emozioni e le sensazioni sono creazioni dell'individuo che le sperimenta. Allora coraggio SPERIMENTIAMO!Non dimenticare che grazie all’immaginazione si riesce ad accumulare molta energia che ci permetterà di andare oltre. Avere tanta energia significa vedere il nucleo energetico delle cose.

Un abbraccio di Luce.    Salvatore Ravas 

 

 
 
 

Risveglio di una amica

Post n°220 pubblicato il 10 Agosto 2010 da salvatore.ravas
 
Foto di salvatore.ravas

Era cosi semplice, adesso! Non aveva poi molta importanza quale fosse stata la chiave che le aveva aperto la porta del mondo "La vera crescita - pensò - avviene quando ti decidi a smettere di voler essere padrona di tutto. Un passo avanti, uno di lato, uno indietro, ancora due in avanti...  E' sempre così, finché capisci che non esistono solo i rimorsi, ma anche la gioia, che può guidarti nel cammino come una stella gemella". Allargò le braccia, si fuse completamente. Vide lo splendore evanescente e mutevole del proprio campo d'energia fondersi con quello del pavimento e, senza soluzione di continuità, con quelli di tutti gli oggetti visibili. "E' cosi facile", si disse. Ricordò con nitidezza i momenti della sua scoperta, assaporando ancora una volta il piacere di essere riuscita a raggiungere la verità non i modo parziale, ascoltando esclusivamente la voce del cuore o quella della ragione, ma con perfetto equilibrio, integrandole l'una insieme all'altra a vivere quell'esperienza con la mente tranquilla e appagata e il cuore gonfio di gioia.  

Perché aveva scelto d'aver fede nell'Amore? Semplice Se la sua era una visione del mondo personalizzata, quindi dipendente da lei, aveva bisogno di almeno un elemento che potesse percepire come estraneo al suo potere di creare e di fraintendere. E l'unica cosa che aveva sempre sentito appartenerle, percependola però in qualche modo come autonoma, dotata d'essenza, intelligenza e volontà proprie, era proprio l'Amore che aveva sentito dilagarle nell'anima e nel corpo anche contro il più ferreo volere.   Così in campo non poteva rimanere altro che lui, l'Amore lunica verità possibile, il punto di partenza. Senza rendersene conto era arrivata a disporre di due armi invincibili: il metodo empirico e la fede assoluta in un qualcosa d'esterno, intelligente, giusto e infinitamente buono. La scelta definitiva era ad un passo, ormai. Nell'universo ci sono soli, pianeti, galassie, tutti colmi di forza, d'Amore; quell'Amore infinito che creò noi e il nostro parco giochi allo scopo di darci la possibilità di assurgere al molo di semidei, fornendoci il potere di scegliere, di sbagliare, di gioire e crescere. Col cuore gonfio di gratitudine si rese conto che il futuro le riservava solo gioia.   Adesso sapeva chi era e cosa voleva fare, aveva trovato il suo posto. "Un organismo si evolve insieme alle cellule che lo compongono - continuò a pensare come in una preghiera -. Tale è l'universo, tale sei tu... proprio come noi. Infatti siamo una sola cosa, parti della stessa realtà: fisicamente, energicamente, spiritualmente"  La comunione col Tutto è Amore.... energia esplosiva... benedizione.

  

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: salvatore.ravas
Data di creazione: 11/03/2008
 

IL SITO WEB AMORE UNIVERSALE!

VI INVITO A VISITARE IL MIO SITO WEB

http://www.amoreuniversale.altervista.org

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

jean29mariomancino.mdefinam68_1one4womanIl.Cielo.Negli.Occhinilsiafranco_cottafavistatuadisalemarinamarniehengel0ladyhawk6sykofanteoKioDfalcoaquila.in.volostellaserenity
 

L’indifferenza alla pena del vicino porta la pena alla nostra porta. 

(Nisargadatta Maharaj) 

 

RIFLESSIONE

Non perderti nell'inconsapevolezza,
nelle false dottrine,
nelle abitudini del mondo.

 

ULTIMI COMMENTI

IL DIALOGO SPIRITUALE

-----------------------------------------------------

Il dialogo spirituale è molto difficile, in quanto ogni uomo  ha come

unico punto di riferimento ciò che egli stesso riesce a comprendere: e

per lui conta la sua esperienza, non quella degli altri, conta l'universo

che si è creato.
------------------------------------------------------
 

CIÒ CHE É

Tutto è cosi com’è.

Tutto è soltanto ciò che è.

Accettalo e non fare resistenza.