Creato da: carloreomeo0 il 03/06/2014
pensieri in libertà
Citazioni nei Blog Amici: 36
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Marzo 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 36
 

Ultime visite al Blog

carloreomeo0ITALIANOinATTESAthorn2021alberto.gambinerijigendaisukeprefazione09tempestadamore_1967xavierwheelmiccoli_48chiedididario66e_d_e_l_w_e_i_s_sQuartoProvvisoriocristiano.bertedi.bianchini
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 18/02/2021

 

REGOLE NON SCRITTE

Post n°441 pubblicato il 18 Febbraio 2021 da carloreomeo0

 

Esistono sistemi in cui è ampiamente dimostrato che la coerenza non paga, non si può, infatti, restare coerenti in un sistema in cui l’incoerenza è la regola base per sopravvivere, così come chiunque voglia eccellere in un sistema corrotto, avrà l’esigenza di adeguarsi alle situazioni, divenendo in base alle necessità il corrotto o il corruttore. Tant’è vero che se si tentasse di sovvertire queste regole non scritte palesando certe verità, quello stesso sistema ci si rivolterebbe contro, facendoci ricadere addosso le nostre stesse accuse.

 

Perché qualunque comportamento anche il più disonesto, se praticato ed accettato dalla stragrande maggioranza delle persone non solo con il perpetuarsi della sua attuazione acquisirebbe una sorta di legittimità indotta, ma finirebbe con il confondersi, con l’amalgamarsi con ciò che viene considerato normalità, allo stesso modo, qualunque comportamento, per quanto nobile nei suoi principi, se accettato e praticato da pochi diverrebbe l’eccezione e di conseguenza verrebbe percepito come qualcosa di anomalo rispetto a quello che è il comune modo di pensare e di agire, tant’è che quei pochi individui che lo adottassero verrebbero guardati dalla maggioranza con sospetto e diffidenza, quasi fossero degli esseri bizzarri, dei folli. Ecco perché, in virtù di tale principio, in un mondo che è dominato dalla follia sarebbe da folli non comportarsi follemente, e perché chi imperterritamente continuasse a dire la verità in un mondo di falsi, verrebbe considerato un bugiardo.    

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso