Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 61
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

Meteo Vieste

 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

laboratoriotvforddissecheLalla3672sanvassmassimo.sbandernogrinco1953HOT3NOT3liguoripasqualegloglogloriettatr20140demis888falegnameria.sidellasavoia54paolobernardini
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Messaggi del 14/09/2020

Vieste - Mattarella concede nuovo stemma e gonfalone alla città

Post n°27048 pubblicato il 14 Settembre 2020 da forddisseche

Vieste - Mattarella concede nuovo stemma e gonfalone alla città  

  
 

Ora Vieste ha un nuovo stemma, con abbinato gonfalone. Questa mattina il Prefetto di Foggia, Raffaele Grassi, ha consegnato al Comune di Vieste, rappresentato dal sindaco Giuseppe Nobiletti il decreto del Presidente della Repubblica con cui è stata conferita l'autorizzazione all'utilizzo del nuovo stemma e gonfalone. Il relativo decreto (13 febbraio 2020) del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, fa seguito alla richiesta inoltrata dal sindaco per adeguare l’immagine dello stemma comunale all’araldica nazionale, così come previsto per legge, in quanto finora in uso non era conforme e peraltro senza privo decreto. L’iter per avere il nuovo è durato quasi un anno. Si è partiti con una delibera del Consiglio comunale per avere il decreto del Capo dello Stato. Sono stati poi presentati due bozzetti realizzati gratuitamente Stefania Maggiulli. “Dopo un'istruttoria durata alcuni mesi finalmente Vieste ha un nuovo stemma conforme alla normativa vigente. E anche questo errore del passato è stato cancellato...”, ha commentato su Facebook il primo cittadino.

 

 

 

 

 

 
 
 

Giro d’Italia 2020/ Le date delle 21 tappe. Programma, orari, tv. Sabato 10 ottobre: OTTAVA TAPPA la Giovinazzo-Vieste.

Post n°27047 pubblicato il 14 Settembre 2020 da forddisseche

Giro d’Italia 2020/ Le date delle 21 tappe. Programma, orari, tv. Sabato 10 ottobre: OTTAVA TAPPA la Giovinazzo-Vieste.  

  
 

Mancano solamente venti giorni all’inizio del Giro d’Italia 2020. La 103esima edizione della Corsa Rosa, posticipata di quasi cinque mesi rispetto al calendario originale per via della pandemia di Covid-19, scatterà infatti sabato 3 ottobre e si concluderà domenica 25 ottobre. Si partirà dalla Sicilia, per la precisione da Monreale, e poi si risalirà lungo la penisola fino al gran finale con la cronometro che arriva a Milano. Andiamo a scoprire le date delle 21 tappe in programma, soffermandoci poi sulle piattaforme su cui saranno visibili in tv e streaming.

 GIRO D’ITALIA 2020, LE DATE DELLE 21 TAPPE 

Sabato 3 ottobre: PRIMA TAPPA – Monreale-Palermo (crono) – 15 km
Domenica 4 ottobre: SECONDA TAPPA – Alcamo-Agrigento – 150 km
Lunedì 5 ottobre: TERZA TAPPA – Enna-Etna (Linguaglossa Piano Provenzano) – 150 km
Martedì 6 ottobre: QUARTA TAPPA – Catania-Villafranca Tirrena – 140 km
Mercoledì 7 ottobre: QUINTA TAPPA – Mileto-Camigliatello Silano – 225 km
Giovedì 8 ottobre: SESTA TAPPA – Castrovillari-Matera – 188 km
Venerdì 9 ottobre: SETTIMA TAPPA – Matera-Brindisi – 143 km
Sabato 10 ottobre: OTTAVA TAPPA – Giovinazzo-Vieste (Gargano) – 200 km
Domenica 11 ottobre: NONA TAPPA – San Salvo-Roccaraso (Aremogna) – 208 km
Lunedì 12 ottobre: DECIMA TAPPA – Lanciano-Tortoreto – 177 km
Martedì 13 ottobre: UNDICESIMA TAPPA – Porto Sant’Elpidio-Rimini – 182 km
Mercoledì 14 ottobre: Giorno di riposo
Giovedì 15 ottobre: DODICESIMA TAPPA – Cesenatico-Cesenatico – 204 km
Venerdì 16 ottobre: TREDICESIMA TAPPA – Cervia-Monselice – 192 km
Sabato 17 ottobre: QUATTORDICESIMA TAPPA – Conegliano-Valdobbiadene – crono – 34,1 km
Domenica 18 ottobre: QUINDICESIMA TAPPA – Base Area Rivolto (Frecce Tricolore) – Piancavallo – 185 km
Lunedì 19 ottobre: Giorno di riposo
Martedì 20 ottobre: SEDICESIMA TAPPA – Udine-San Daniele del Friuli – 229 km
Mercoledì 21 ottobre: DICIASSETTESIMA TAPPA – Bassano del Grappa-Madonna di Campiglio – 203 km
Giovedì 22 ottobre: DICIOTTESIMA TAPPA – Pinzolo-Laghi di Cancano (Parco Nazionale dello Stelvio) – 207 km
Venerdì 23 ottobre: DICIANNOVESIMA TAPPA – Morbegno-Asti – 251 km
Sabato 24 ottobre: VENTESIMA TAPPA – Alba-Sestriere – 198 km
Domenica 25 ottobre: VENTUNESIMA TAPPA – Cernusco sul Naviglio-Milano – crono – 15,7 km

 GIRO D’ITALIA 2020, TV E STREAMING 

Il Giro d’Italia 2020 sarà trasmesso in diretta tv da Rai Sport, che dividerà la trasmissione tra Rai Sport +HD (per le battute iniziali di ciascuna tappa) e Rai 2 (per le fasi cruciali di ogni singola frazione), e da Eurosport 1. La Corsa Rosa sarà visibile anche in streaming su Rai.tv ed Eurosport Player. OA Sport, inoltre, vi offrirà la Diretta Live testuale integrale di ogni frazione, per non perdervi neanche un secondo dell’appuntamento ciclistico più importante del Bel Paese.

 
 
 

Agriturismi presi d'assalto, per Coldlretti luoghi idonei por festeggiare in sicurezza

Post n°27046 pubblicato il 14 Settembre 2020 da forddisseche

Agriturismi presi d'assalto, per Coldlretti luoghi idonei por festeggiare in sicurezza  

  
 

Con la fine delle vacan­ze estive e la ripresa delle cerimonie religio­se, è corsa a feste e banchet­ti perle Prime Comunioni gre­en in masseria, con gli agritu­rismi impegnati nei banchetti inizialmente previsti a mag­gio, ma saltati perii lungo lockdown che ha interessato an­che le cerimonie religiose. - E’ quanto afferma Coldiretti, sul­la scorta dei dati raccolti da Terranostra, associazione agrituristica di Coldiretti.

 

“Gli agriturismi stanno risponden­do alle richieste delle famiglie di organizzare le feste per le Prime Comunioni in chiave ru­rale tra settembre e ottobre, come conseguenza dello stop alle cerimonie religiose du­rante l’emergenza Coronavirus nella Fasel.

 

È un boom per i banchetti che ruotano at­torno alla cura dei dettagli ne­gli allestimenti rurali e all’enogastronomia, con gli agrichef di Campagna Amica, i cuochi contadini che preparano piat­ti della tradizione con mirabile maestria. I nostri agriturismi offrono alloggio, ristorazione, ma anche degustazioni e atti­vità ludiche, ricreative e socia­li, dove la presenza delle don­ne è sempre più forte”, dichia­ra Savino Muraglia, presi­dente di Coldiretti Puglia.

 

Se­condo l’analisi di Coldiretti - Terranostra sulla base degli ultimi dati ISTAT, la provincia di Bari , è al secondo posto nella classifica regionale. Al top c’è il Salento, con le 360 strutture della provincia di Lecce, sulle 876 totali autoriz­zate in tutta la Puglia. Il terzo posto è occupato da Foggia con 132.

 
 
 

Calcio/ Il Peschici pronto al salto di categoria Gioventù San Severo e Sammarco seguono a ruota per il ripescaggio

Post n°27045 pubblicato il 14 Settembre 2020 da forddisseche

Calcio/ Il Peschici pronto al salto di categoria Gioventù San Severo e Sammarco seguono a ruota per il ripescaggio  

  
 

Scaduti anche i termini della proroga. Tra un paio di giorni Pe­schici, Gioventù San Severo e Sammarco sapranno se la loro domanda di ripescag­gio dalla Se­conda alla Prima cate­goria verrà accolta dalla Figc puglie­se.

 

Quasi si­curo il ripe­scaggio del Peschici, ma ci sono buo­ne possibilità anche per le altre due. Le tre compagini daune andrebbe­ro a fare compagnia delle aventi di­ritto Cagnano Varano, Nuova Daunia Foggia, Stornarella, San Ferdi­nando, Real Zapponeta, Real San Giovanni, Troia, Margherita e Trinitapoli. Sarà un campionato che avrà i riflettori di tutta la Capitanata visto i tanti derby domenicali.

 

Capitolo allenatori tra conferme e cambi. Il Cagnano ha ufficializ­zato Matteo Zito al posto di Gianlu­ca Scanzano, mentre la Nuova Daunia Foggia si affiderà a Mario Lannunziata per la prima volta in pan­china dopo una vita da bomber. Conferma per Vincenzo Di Paola su quella del San Ferdinando di Pu­glia, come pure quella di Nicola De Martino sulla panca dello Zappone­ta.

 

Lo Stornarella sarà guidato da Mimmo Di Corato, il Trinitapoli da Mimmo Leonino. A Margherita ci sarà Carlo Ronzulli, a Peschici Teo­doro Vlassis. Il Troia ad Alfredo Bertozzi.

 

 

 

A.V.

 
 
 

S. Giovanni Rotondo/ Fu portinaio del Convento di Padre Pio s’inizia la causa di beatificazione. Frà Modestino

Post n°27044 pubblicato il 14 Settembre 2020 da forddisseche

S. Giovanni Rotondo/ Fu portinaio del Convento di Padre Pio s’inizia la causa di beatificazione. Frà Modestino per 42 anni svolse il servizio di accoglienza.  

  

Coinciderà con l’inizio della causa di beatificazione e canonizzazione del servo di Dio fra’ Modestino da Pietrelcina (al secolo Damiano Fucci), la novena in preparazione alla prossima festa liturgica di Pa­dre Pio a San Giovanni Rotondo, mentre per il 23 settembre (52° an­niversario della morte del frate con le stimmate) giungerà dal va­ticano il cardinale Lorenzo Baldisseri, segretario generale del sinodo dei vescovi.

 

Si parte stasera con la messa vespertina delle 18, celebrata nel santuario di Santa Maria delle Grazie dall’arcivescovo della dio­cesi di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, mons. Padre Franco Moscone. Seguirà subito dopo «la sessione di apertura dell’inchiesta diocesana sulla vita e sulle virtù eroiche del confra­tello non chierico» (fra Modestino da Pietrelcina) «compaesano e fi­glio spirituale di Padre Pio, che per 42 anni ha svolto il suo servizio di accoglienza come portinaio del convento di San Giovanni Roton­do.

 

L’inchiesta diocesana consi­sterà nella raccolta degli scritti, di tutti gli altri documenti riguar­danti il servo di Dio e delle prove testimoniali. Al termine di questo lavoro tutti gli atti saranno trasmessi alla congregazione delle cause dei santi per le valutazioni di merito».

 

Le messe vespertine sempre al­le 18 dei prossimi giorni saranno celebrate da frate Luciano Lotti, segretario generale dei frappi di preghiera di Padre Pio, direttore della rivista «Studi su Padre Pio», responsabile dell’archivio di Pa­dre Pio, guardiano del convento di San Severo e responsabile della locale biblioteca «Benedetto Nardella». Il programma prevede poi alle 10 del 20 settembre la liturgia di commemorazione delle stim­mate di Padre Pio, presieduta da frate Maurizio Piacentino, mini­stro provinciale dei frati minori cappuccini della provincia reli­giosa di Sant’Angelo e Padre Pio.

 

La tradizionale veglia del 22 set­tembre, invece, si svolgerà all’in­terno della chiesa di San Pio da Pietrelcina con una disponibilità di 1.500 posti, per garantire il di­stanziamento previsto dalle misu­re di prevenzione per evitare il contagio da coronavirus. Pertanto sarà necessario prenotarsi, telefonando al numero 0882 417500 e fornendo i nominativi e i numeri di telefono di ciascun fedele.

 

Sa­ranno 2 le messi del 23 settembre, giorno della festa liturgica di san Pio: quella delle 11 presieduta dal cardinale Lorenzo Baldisseri, se­gretario generale del sinodo dei vescovi; e quella delle 18, presie­duta dall’arcivescovo diocesano, mons. padre Franco Moscone. An­che queste celebrazioni si svolge­ranno nella chiesa di San Pio da Pietrelcina e sarà necessario prenotarsi allo stesso numero per poter avere certezza di potervi accedere.

La giornata del 23 si concluderà con un concerto del coro polifonico «Deum laudamus» di San Marco in Lamis, diretto dal maestro Antonio Claudio Bonfitto. Tutte le celebrazioni - informano i frati - saranno trasmesse in diretta da Padre Pio Tv (canale 145 del digitale terrestre; 445 del piattaforma satellitare Tivùst 852 della piattaforma satellita Sky) e

 
 
 

Vieste/ Si e svolto presso il Centro Spirituale S. Salvatore il 66° anno dalla sua morte in ricordo del Servo di Dio Don Antoni

Post n°27043 pubblicato il 14 Settembre 2020 da forddisseche

Vieste/ Si e svolto presso il Centro Spirituale S. Salvatore il 66° anno dalla sua morte in ricordo del Servo di Dio Don Antonio Spalatro  

  
 

Diverse le testimonianze di chi lo ha conosciuto in vita.

 

Il 27 agosto 2020, in ricordo del sessantaseiesimo anno dalla morte di Don Antonio Spalatro,
Mons. Francesco Moscone ha commemorato presso il centro di spiritualità S. Salvatore la figura profetica del Servo di Dio attraverso il suo diario spirituale. Centro della vita profetica di Don Antonio è il completo svuotamento di se stesso per essere totalmente dedicato agli altri. Ha ricordato un bellissimo episodio della vita sacerdotale al fianco di un suo chierichetto, Peppino. Sul letto di morte gli chiese di ricordare il suo nome in paradiso. Una vera anticipazione del suo profondo desiderio di diventare Santo

 

Amici di Don Antonio Spalatro

 

Questo e il link https://youtu.be/Xca8IFwNCd8

 

Antonio Abatantuono