FOSCO

Perché tu mi dici "Poeta"...Io non sono un poeta, io amo la vita semplice delle cose...

 

 

« QUESTO AMORE .......BUONA PASQUA... »

A proposito del punto G.....

Post n°267 pubblicato il 11 Marzo 2013 da fosco6

 

Il punto G non esiste...

è la solita bufala  che ogni tanto, insieme a tante altre, viene  rinverdita sui vari mass-media per fare audience e per vendere libri e quant’altro ai creduloni che abboccano, anche perché il sesso tira sempre, quindi cosa c’è di meglio che la scoperta  del misterioso punto G per solleticare la morbosità delle persone? Purtroppo sembra che per farsi leggere si debbano trovare sempre notizie eclatanti, sensazionalismi, catastrofismi imminenti, ecc. ecc., anche se per la maggior parte risultano le scoperte dell'acqua calda, altre pure invenzioni fantasiose, altre ancora grossolane menzogne.


A parte l'opinione delle Organizzazioni Sanitarie, dei medici e dei ricercatori seri che escludono senza appello l’esistenza di questo fantomatico punto G, la cui ubicazione peraltro varia a seconda dell’imbonitore di turno,  ogni donna  presumo abbia avuto la possibilità di eplorare il suo organo sessuale in varie direzioni oltre che in profondità, rendendosi ben conto dei punti ove è più sensibile  e ove ritiene di provare più o meno piacere.

Peraltro, anche se il clitoride (e in parte tutto l’apparato genitale) è il luogo probabilmente più acclamato per il raggiungimento dell’orgasmo, la donne contrariamente all’uomo, sono abbastanza sensibili in molte altre aree del corpo, che quando stimolate provocano comunque un minimo di piacere e possono portare all’eccitazione, senza escludere la stimolazione verbale che per una donna è molto importante, sia scritta che orale,  specialmente se espressa con voce suadente, magari sussurrata all'orecchio.
Queste localizzazioni possono variare ovviamente da donna a  donna, anche di intensità e di percezione, ma si tratta di risposte soggettive che non modificano sostanzialmente il quadro statistico generale.
La cosa che stupisce è che di queste cose ne dissertano gli uomini, come se conoscessero meglio delle donne stesse le reazioni del corpo femminile. Infatti il primo a parlare dell’esistenza del punto G è stato nel 1950 il ginecologo tedesco Grafenberg probabilmente bisognoso di farsi una qualche pubblicità. Il fatto che se ne parla ancora oggi è la prova  che si tratta della solita  panzana camuffata da scoperta scientifica, altrimenti  dopo più di 60 anni, ormai ci sarebbero state ampie e documentate certezze.

Inoltre mi sia permesso dire che ove esistesse un fulcro così  importante  per il piacere femminile, la natura l’avrebbe probabilmente messo in un luogo facilmente raggiungibile e non così nascosto e scomodo sia per gli uomini che per le donne stesse, visto che la letteratura di oggi sembra averlo collocato in una zona lontana dall’imbocco vaginale poco individuabile e abbastanza infelice.

In realtà, oltre a zone diffuse in tutto il corpo, nella donna tutta l’area genitale è oltremodo sensibile, con particolare accentuazione nel clitoride (che potremmo anche definire un pene mancato), ove s'intrecciano vasi sanguigni e fascetti di nervi che se stimolati  provocano un tal piacere da provocare orgasmi più o meno intensi.

Naturalmente non è secondaria la penetrazione, visto che alcune donne sembrano poter raggiungere l’orgasmo anche in questo modo o comunque sentirlo potenziato se associato alla stimolazione clitoridea, anche perché proprio nell’inbocco vaginale  possono esser presenti in forma e quantità diverse, a seconda della donna, piccoli noduletti come acini di riso, dove è maggiore la presenza di nervi e di capillari, che quando sono sfiorati dalle dita o dal pene possono anche incrementare il piacere femminile. Cosa invece poco probabile nel resto del canale vaginale che  è scarso di innervazioni e di vasi sanguigni, a dimostrazione ulteriore che un pene lungo (croce e delizia del sesso maschile)  è abbastanza inutile, visto che non sollecita zone sensibili ma può eventualmente aggiungere solo un senso di pienezza e di profonda appartenenza reciproca.

E’ altresì  possibile che dal fondo vaginale, premendo un po’ nella parte superiore, si possa indirettamente sollecitare il clitoride come lo si sollecita premendo con la mano il pube, ma è evidente che allora conviene una stimolazione diretta, molto più comoda e gratificante, invece che questa ricerca spasmodica quanto  inutile del punto G, che dovrebbe garantire SuperOrgasmi, tanto da mandare in estasi la donna, fino a volte a farla svenire dall’enorme piacere.

Invece che perdersi in punti G fantomatici e misteriosi, forse sarebbe meglio dedicare più tempo alla propria donna, sia a letto che fuori del letto, con maggiore attenzione anche ai particolari e alle sfumature, facendola sentire amata e desiderata oltre che compresa e ascoltata, durante tutto l’arco della giornata,  così che l’atto d’amore  diventa uno sbocco naturale alla condivisione e alla complicità che si è instaurata, perché prima di sentire il bisogno di donarsi la donna ha bisogno di essere  presa di testa in modo da predisporsi emotivamente al rapporto che solo così potrà essere molto intenso e  prolungato, perché comprenderà tutto il suo essere, facendola esplodere in un fuoco d’artificio che coinvolgerà anche l’uomo, perché si gode anche e soprattutto del piacere dell’altro.

Penso che le donne più degli uomini conoscano il loro corpo e le loro reazioni, così che  non si sono mai sognate di narrare simili fesserie frutto di una stupida morbosità maschile, e di una ignoranza molto diffusa, fattori su cui fanno leva questi pseudo-informatori del ciufolo, mentre se proprio vogliamo trovare un punto G nella donna cerchiamolo nel suo cervello, nella sua anima, nel suo cuore, perché è questa stimolazione che poi amplifica e facilita il suo orgasmo che si diffonde dalla testa al  resto del corpo e viceversa, in un percorso bidirezionale che avvolge e sconvolge tutta la sua persona.

Naturalmente ho parlato da uomo, in base alle mie esperienze dirette e indirette e alle mie letture, sarebbe interessante però conoscere cosa nel pensa il mondo femminile perché è un aspetto che le  riguarda da vicino ed avranno sicuramente argomenti più convincenti dei miei per avallare questa tesi o per confutarla.

P.S. - C’è qualche imbecille che afferma addirittura di averlo fotografato il punto G, ma le immagini non sembrano venute bene (anzi non ci sono  proprio), magari il punto G in quel momento si era distratto, o forse non gli era stato detto di guardare l’uccellino (in questo caso molto più di una metafora ).


 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/fosco/trackback.php?msg=11974929

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
asia1958a
asia1958a il 12/03/13 alle 00:48 via WEB
Ma ma...ma come? non esiste?
 
 
fosco6
fosco6 il 12/03/13 alle 12:45 via WEB
Eiste come esistono gli UFO, i fantasmi, il Mostro di Loch Ness, i Draghi, la Fata Turchina, il Gatto con gli stivali, Cenerentola, Biancaneve e i Sette Nani, ecc. ecc. ecc.
Per chi ci vuole crederei probabilmente esiste, anche se solo nella sua fantasia...
Magari ci sono donne, rarissime, che non entrano nella casistica scientifica, che per qualche fortunata malformazione, hanno in qualche punto interno della vagina un agglomerato di nervi e vasi che possono rappresentare un secondo clitoride, chi lo sa?
Io non ne ho mai trovate (ma ne ho conosciute molto poche in senso biblico:-)))...)...e neanche la medicina per la verità, ma non escludo che sia possibile, anche se sarebbe un' eccezione che salvaguarderebbe comunque la regola...
Ciao....CARLO!
 
BacardiAndCola
BacardiAndCola il 12/03/13 alle 01:42 via WEB
Beh! Io condivido decisamente il fatto che il primo punto da ricercare è la stimolazione del cervello (sia esso femminile e maschile). Condivido la tua opinione quando dici che una donna che si sente amata, desiderata, ascoltata toglie la password e dà l'accesso. Che poi il punto G non esista...io non ne sono così sicura...
 
 
fosco6
fosco6 il 12/03/13 alle 12:49 via WEB
I tuoi dubbi hanno fatto venire qualche dubbio anche a me:-)))).
Se sei a conoscenza della sua esistenza o se conosci qualche donna che ne è provvista (magari tu stessa), a costo di essere indelicato, ti direi di dirmi dove è con precisione, così da evitare a me e ad altri lunghe ed estenuanti quanto vane ricerche:-)))).
Generalmente io sono come San Tommaso, ma in questo caso molto delicato eviterò di chiedere di "toccare con mano":-))))))), mi basterà la tua parola:-)))))...
Ciaoooooooooooooo!
 
gioia58_r
gioia58_r il 12/03/13 alle 07:57 via WEB
tempo addietro scrissi anche io un post su...questo punto. Che grande delusione, per chi lo stava ancora cercando...ma forse lo cerca ancora, sperando di poter dire: L'ho preso, l'ho preso! buongiorno
 
 
fosco6
fosco6 il 12/03/13 alle 12:55 via WEB
La vispa Teresa
avea tra l’erbetta
a volo sorpresa
gentil farfalletta
e tutta giuliva,
stringendola viva,
gridava a distesa:
“L’ho presa, l’ho presa!”
A lei supplicando
l’afflitta gridò:
“Vivendo, volando,
che male ti fo?
Tu sì mi fai male
stringendomi l’ale!
Deh, lasciami: anch’io
son figlia di Dio!”
Confusa, pentita,
Teresa arrossì,
dischiuse le dita
e quella fuggì.

Ecco, penso che pressappoco il ricercatore di cui parli sarebbe come la fanciulletta di queste strofe, solo che magari sarebbe meglio chiamarlo il Vispo Tereso:-)))).
Ciaoooooooooooo!
 
arw3n63
arw3n63 il 12/03/13 alle 22:10 via WEB
Esiste o non esiste? Quello che viene chiamato punto G non è altro che una zona, nella parete interna vaginale molto sensibile, cito: “non è una zona sensibile isolata, ma parte di una rete di nervi, muscoli e tessuti” (Tristan Taormino) a circa due falangi (ma può anche essere più in profondità, o più vicino) dall’ingresso della vagina, che può regalare sensazioni estremamente piacevoli" e da qualche parte ho letto essere collegata al clitoride, quindi una continuazione del tessuto. Sappiamo tutti che la parte sensibile e sede di piacere di una donna non si trova solo nel clitoride ma anche nell'ingresso vaginale, altrimenti una donna come fa ad avere un orgasmo vaginale? Poi si sa anche che esistono altre zone erogene ma non credo capaci di provocare un orgasmo come il clitoride e il fantomatico punto G, insomma l'interno vaginale. Difatti non contano le dimensioni dell'attrezzo per far venire una donna dal momento che la zona che serve non si trova chissà che profondità.Quindi io direi che il punto G esiste, nel senso di zona molto sensibile ma che probabilmente non è uguale per tutte.E una donna che conosce bene il suo corpo lo sa.Scusa se smonto la tua poesia Carlo, certo una donna ha bisogno di coccole di essere amata e parte tutto dal cervello ma la stimolazione verbale, o scritta quando stai...zompando :-) serve a poco, il sesso è sesso, in quei momenti conta il piacere fisico che si è capaci di far provare l'un l'altro. Ecco hai detto una cosa giusta, in certi momenti se la parete interna viene stimolata nel punto giusto ecco...credo sia quello che s'intende per punto G.Ciaooo :-)
 
 
fosco6
fosco6 il 12/03/13 alle 22:53 via WEB
Io non ho detto infatti che basta la stimolazione verbale, ho solo sostenuto che se proprio vogliamo trovare un punto G mettiamolo metaforicamente nel cervello, in quanto stimolazioni mentali di vario genere predispongono una donna al rapporto conseguente. Poi è evidente che ci deveono essere movimenti fisici di vario genere per farla arrivare all'orgasmo. Su questo non ci sono dubbi, anche se in letteratura ho sentito parlare di donne molto sensibili che hanno avuto un qualche orgasmo prima ancora di essere stimolate fisicamente....ma si tratta di persone rare evidentemente.
Hai detto poi bene, debbono essere zone particolarmente innervate e ricche di vasi sanguigni e all'interno della Vagina non sono presenti, quindi il piacere che si può provare premendo in fondo alla vagina dove dici anche tu è solo il rilfesso che si provoca nel clitoride, che ovviamente ha delle radici anche interne, ma come detto è allora molto più facile e gradevole stilomare il clitoride stesso anche perchè è più intenso il piacere.
Ripeto, solo all'imbocco della vagina, nei primi 3 cm ci può essere una qualche innervazione e dei capillari, così che lo sfregamento di quella parte può aiutare a raggiungere un orgasmo anche vaginale, che però non tutte le donne sembrano sperimentare....
Il punto G così come ventilato e scritto da alcuni imbonitori quindi non esiste perchè non può esistere, ma esistono dei punti sensibili dove ci sono addensamenti sanguigni e nervosi che ovviamnete possono essere diversi da donna a donna...ma questo lo si sapeva già da secoli, ed è tutt'altra cosa.
Spero di essere stato più chiaro e cmq grazie dell'intervento che mi ha dato la possibilità di specificare meglio, intervento peraltro che non va in contraddizione a quanto ho scritto, anzi, anche se in modo diverso, lo conferma...
Ciao....CARLO!
 
   
arw3n63
arw3n63 il 13/03/13 alle 11:41 via WEB
Allora è meglio dire che non tutte le donne sono sensibili allo stesso modo ma non affermare con sicurezza che il punto G non esiste, perchè questo fantomatico punto è solo un modo per chiamare quelle terminazioni nervose che fanno parte, sono la continuità clitoridea. Non è un ufo, è solo una parte più o meno sensibile che le donne hanno. Chiamala punto G, A, B o C, continuità del clitoride,se preferisci. E' sbagliato pensare che una donna venga solo attraverso stimolazione clitoridea questo intendo dire con il mio discorso, che poi sia più comodo e facile da stimolare sono d'accordo ma esiste anche un orgasmo interno che si può raggiungere anche senza stimolazione diretta del clitoride.Più difficile forse farlo raggiungere attraverso la penetrazione, più facile attraverso l'autoerotismo, ma esiste, magari non tutte provano ma non significa che non esista. Sono donna quindi so cosa provo e come sono fatta sicuramente di più di un uomo. Poi certamente una donna per predisporsi ha bisogno di tenerezza, di sentirsi amata, coinvolta, intrigata, attratta e dal cervello parte l'input, la cosiddetta stimolazione mentale, accompagnata pure da stimolazione visiva, olfattiva, tattile, il resto è istinto, è sesso, è fisicità. Ciao Carlo :-)
 
     
fosco6
fosco6 il 13/03/13 alle 12:29 via WEB
Non ho detto che non esistono altri punti che se stimolati possono dare un qualche piacere, magari in alcune provocare anche un orgasmo, questo varia però da donna a donna, dipendente dalla sua sensibilità e dalla sua conformazione fisica. Io dico soltanto, confortato da tutta la letteratura medica seria, sia di uomini che di donne, che anatomicamente non ci sono nella vulva e nella vagina luoghi che hanno la stessa funzione e sensibilità del clitoride (o addirittra superiore) perchè non ci sono fasci di nervi e di vasi sanguigni similari. Che poi una donna ha varie zone erogene questo l'ho già detto e che magari possa avere anche dei punti ove "sente" qualcosa di simile a quando è stimolata nel clitoride questo è possibile se ci sono un po' di terminazioni nervose e sanguigni, ma non vale per tutte le donne perché magri tante sono privi di questi fulcri, o magari li hanno meno densi o in luoghi diversificati.
Su questo siamo ampiamente daccordo, solo che non si possono chiamare punto G, perché questo punto anatomicamente riconoscibile non è incerto, proprio non c'è, o comunque non è lì dove dicono e non ha questa spettacolare funzione di garantire super orgasmi... Tutto qui.
Ciao....CARLO!
 
BacardiAndCola
BacardiAndCola il 13/03/13 alle 02:32 via WEB
Io vorrei intervenire dicendo che non è vero che la parola durante l'amplesso non conta niente...credo piuttosto che uno strumento musicale unito a tutti gli altri possa creare un gran bel concerto.
Sono convinta che il punto G esiste! Esiste per me ed esiste anche per altre diverse mie amiche.E non siamo tutte uguali! Non sono assolutamente convinta che il clitoride sia l'unica fonte di piacere, sono invece convinta che una buona stimolazione del cervello possa far diventare qualsiasi punto fonte di piacere...sono convinta che una buona sintonia, la conoscenza del proprio corpo e anche sicuramente del corpo dell'altro o perlomeno una buona comunicazione e sicuramente un buon grado di fiducia (perchè soprattutto nell'abbandono, in quell'attimo di vita-morte non è secondario)possa fare veri miracoli sulla natura.
 
 
arw3n63
arw3n63 il 13/03/13 alle 11:54 via WEB
Ecco condivido quello che dici, per fortuna c'è qualcuna che conferma quello che ho esposto sopra anch'io.Le parole e la musica...anche qui dev'essere un fatto soggettivo,non ricordo di averlo mai fatto col sottofondo musicale, magari della tv che nessuno ascoltava, è probabile che sia piacevole creare un'atmosfera musicale, le parole...be'dipende cosa s'intende perchè c'è chi ama usare un linguaggio colorito con appellativi ed essere chiamate in un certo modo,più trasgressivo, ma credo che non sia la norma, a me se mi chiamassero "zoccola" mi smonterebbe.Vedo che per la questione punto G la pensiamo uguale.Ci vuole sintonia e conoscenza reciproca e comunicazione con il partner su cosa piace di più e cosa no, complicità.
 
   
fosco6
fosco6 il 13/03/13 alle 13:04 via WEB
Riferito ad ARW:
Hai ragione, occorre sintonia, conoscenza reciproca e comunicazione, insomma complicità, così che tutto diventa possibile ed esplorabile,
Vero è che alcune donne, ed anche uomini, amano eccitarsi pronunciando e ascoltando parolacce varie, ma credo siano una minoranza, e comunque in amore, se i due sono daccordo e se gli piace, tutto è possibile, non ci sono limiti, se non quelli che noi per ci imponiamo per rispetto dei desideri dell'altro.
Sul punto G non siamo daccordo, ovvero mi pare che ci sia un po' di confusione...ma se tu dici di averlo trovato ci credo (bisognerebbe che spiegassi però alla Scienza Medica tutta che sei una eccezione:-)))))...), ma ora devi assolutamente dirmi dove è e se vermente dà quelle sensazioni straordinarie e uniche di cui si favoleggia...se no ti metto in lista nera!:-))))))))))))))).
Ciaooooooooooo!
 
     
arw3n63
arw3n63 il 13/03/13 alle 16:15 via WEB
Forse non ci siamo compresi, può essere che io non mi sia spiegata bene, non ha particolarità è semplicemente un punto che permette il piacere e il raggiungimento dell'orgasmo, non favoleggiamo di chissà che...poi ognuno ha, come già ripetuto, una sua sensibilità più o meno spiccata e reagirà di conseguenza, ho sentito addirittura dire che ci sono donne che hanno una specie di eiaculazione, fuoriuscita di liquido durante l'orgasmo, che non è pipì, non significa che succeda a tutte, anzi credo sia rarissimo. Tranquillo che non sono un'eccezione Carlo, mi ritengo normalissima e ho già spiegato il perchè, il dove e il come.La questione se esista o non esista è dibattuta e controversa,credo non si raggiungerà mai l'unanimità, io penso che non ci si debba fissare sull'esistenza o meno ma provare a conoscersi a vicenda, e dirsi cosa piace e non piace liberamente senza tabù. Vedi tu se mi vuoi mettere in lista nera, mi spiacerebbe non poter intervenire nei rari post che scrivi:-))) Ciaooo
 
     
fosco6
fosco6 il 13/03/13 alle 19:05 via WEB
Ho sentito anche io parlare di questa specie di eiaculazione al femminile anche se non l'ho mai sperimentata, ma anche questa è una bufala perché le donne normali non squirtano, i loro ormoni femminili hanno bloccato lo sviluppo delle ghiandole che nell'uomo provocano l'eiaculazione. Le rare donne che hanno queste ghiandole sviluppate, sono un'anomalia. E, poverette, quando vengono a volte sporcano lenzuola e vestiti, ricavandone anche un certo disagio, non proprio un aumento del piacere.
Invece di leggere siti improbabili che vogliono solo farsi pubblicità con queste sparate o dichiarazioni fantasiose, sarebbe bene andarsi a guardare le riviste mediche specializzate che trattano dell'argomento o consultare dei professionisti seri.
Su Internet è ormai difficile separare il vero dal falso, c'è tutto e il contrario di tutto, però magari se uno scorre anche solo Wikipedia forse trova delle risposte un po' meno dilettantesche.
Sono daccordo con te che parlare del punto G è un falso problema, ma la cosa non è controversa, il 99% degli autori escludono questa possibilità.
Resta invece importante quello che hai detto sulla conoscenza reciproca, e sui tabù che a volte limitano la libertà di esplorazione e di espressione e quindi un appagamento molto più completo e variegato. Donarsi senza limiti e paletti, senza paure o falsi pudori vuol dire infatti anche far venire alla luce tanti punti G, perchèle nuove scoperte e unite a duna arricchita sensibilizzazione porteranno a vivere delle sensazioni molto più intense e condivise.
Vedi che alla fine quando si dibatte senza preconcetti, pur partendo da impostazioni diverse, poi si trova un qualche punto in comune?:-)))
A te non in lista nera, caso mai dovrò metterti nella lista ROSSA, quella hard:-)))))))))).
Ciaoooooooooooooo!
 
     
arw3n63
arw3n63 il 13/03/13 alle 21:18 via WEB
"Ho sentito anche io parlare di questa specie di eiaculazione al femminile anche se non l'ho mai sperimentata, ma anche questa è una bufala perché le donne normali non squirtano, i loro ormoni femminili hanno bloccato lo sviluppo delle ghiandole che nell'uomo provocano l'eiaculazione. Le rare donne che hanno queste ghiandole sviluppate, sono un'anomalia." Scusa mi pare che sia una contraddizione ciò che stai affermando, come può essere una bufala qualcosa che hai appena definito una rarità, che sia pure un'anomalia ma è qualcosa che accade, c'è esiste, altrimenti non ne riconosceresti l'esistenza. E' chiaro e l'ho scritto bene anch'io si tratta di rarità o anomalia come la definisci tu, quindi non rappresenta la normalità ma essere un fatto raro a casa mia non significa essere una bufala. Il resto concordo abbastanza con quanto dici. Io wikipedia non la ritengo così banale a differenza di te comunque sia sono opinioni differenti non si deve avere per forza lo stesso punto di vista. Ripeto la questione è controversa il mio link non dimostra affatto che non esiste se l'hai letto tutto, solo che è variabile la posizione e che non c'è un parere concorde sull'argomento ma non vuol affatto dire che questo fantomatico punto esista o meno, poi se una parte particolarmente sensibile la si chiama A, B o C oppure capillarini, venuzze tessuti sensibili non vedo che differenza possa fare al lato pratico, perchè contano solo le sensazioni ed esperienze personali, tutto il resto sono solo chiacchiere.Comunque non devo convincere nessuno, si può benissimo restare di pareri differenti. Lista rossa? Non sapevo ne avevi una :-)) Ciaoo
 
     
fosco6
fosco6 il 13/03/13 alle 21:29 via WEB
La bufala è sostenere come fanno alcuni, non tu, che lo squirting sia una manifestazione normale che quasi tutte le donne possono provare se si esercitano e che dia un grande piacere o che lo accresca. Questà è una bufala perchè non è assolutamente vero. Sul resto sono daccordo con te. Wikipedia non la ritengo banale, tutt'altro, solo che essendo scritta da tutti è in qualche modo un po' fuori controllo, quindi insieme a tante cose corrette si può trovare anche qualche inesattezza, anche se poi nel tempo altri collaboratori riescono ad aggiustare il tiro o comunque a inserire altri punti di vista su cose per lo meno controverse.
Mi pare comunque, almeno da quanto scrivi nella parte finale, che in fondo siamo daccordo, magari io ho un approccio più scientifico e tu più emotivo, ma le conclusioni non le vedo poi così diverse:-)))).
Ciaoooooooooooo!
P.S. - Non ho una lista rossa ahimé, forse bisognerebbe dire che ho una lista in bianco (in tutti i sensi):-))))).
 
     
arw3n63
arw3n63 il 13/03/13 alle 16:33 via WEB
Se vuoi sapere qualcosa in più e...la cartina...:-) ti metto un link: http://www.today.it/donna/punto-g-esiste.html . T'inserisco anche un link ad un forum di salute, può essere utile c'è anche descritto com'è fatto, un tessuto rugoso ecc.....http://www.forumsalute.it/community/forum_26_amore_sesso_e_dintorni/thrd_187899_il_punto_g_esiste_4.html .Poi se non ti convince, farò ulteriori ricerche, ciaooo:-)
 
     
fosco6
fosco6 il 13/03/13 alle 18:42 via WEB
A dimostrazione che non esiste è proprio il sito che mi hai descritto che lo colloca in un luogo diverso dagli altri ciarlatani.
Abbiamo già detto che ogni donna ha sensibilità diverse nell'area genitale interna ed esterna, ed io stesso ho scritto che nell'imbocco vaginale (la foto del sito si riferisce a questo) esistono dei punti più o meno sensibili a seconda di come è conformato il tessuto. Quindi niente di nuovo....questa è cosa risaputa anche per la scienza medica, ma per fare audience si insiste a voler dare il nome di punto G ormai un po' a tutto, ma quel luogo preciso decantato come depositario di un piacere mai provato non esiste e peraltro neanche serve visto che tutto il resto che le donne hanno basta e avanza:-))))).
Ciaoooooo!
 
     
arw3n63
arw3n63 il 13/03/13 alle 21:24 via WEB
Ti rimando alla mia risposta sopra che ho postato doppio :-) Non per martellarti...solo perchè pensavo non fosse partito.Aggiungo solo che non credo sia una novità perchè probabilmente c'è sempre stata questa zona solo che nessuno aveva mai pensato di dargli un ...punto :-))P.S. i link non dimostrano che non esiste, per il mio punto di vista :-))Ciao scappo buona serata
 
     
fosco6
fosco6 il 13/03/13 alle 21:31 via WEB
Buona serata a te....Ciao...CARLO!
 
   
BacardiAndCola
BacardiAndCola il 13/03/13 alle 19:51 via WEB
Ah ah ah...Pure io mi smonterei come con il dito nella panna se durante l'atto mi si chiamasse zoccola. Però, tu hai presente la voce di Paolo Conte? Ad esempio in Jonny? ecco il momento in cui dice "Di più...di più...di più!!" lo troverei perfetto!! Comunque è tutto molto soggettivo. Come dici anche tu. ^_^ Un abbraccissimo
 
     
fosco6
fosco6 il 13/03/13 alle 21:11 via WEB
Vedo che ci sono persone che sanno usare al meglio il blog, facendolo diventare strumento confronto e di dialogo, non solo con il proprietario ma anche tra loro, ridando dignità e funzione a questo strumento che era nato proprio per esaltare queste caratteristiche, ma che poi in molti/e come sempre hanno snaturato e svilito.
Sono lieto di avere qui donne che in assoluta libertà sanno dialogare su tutto, anche su temi così delicati, in maniera peraltro mai sciatta o volgare, ma sempre elegante e pertinente.
Avete dato spessore a questo blog con i vostri interventi e ve ne ringrazio di cuore...CARLO!
 
     
arw3n63
arw3n63 il 13/03/13 alle 21:27 via WEB
Gli abbiamo anche dato una nota di colore, ciao Carlo :-)
 
     
fosco6
fosco6 il 13/03/13 alle 21:30 via WEB
Le donne danno sempre colore a tutto:-)))).
Ciao....CARLO!
 
     
arw3n63
arw3n63 il 13/03/13 alle 21:26 via WEB
Bac, penso che questa risposta sia per me, se non sbaglio, non ce l'ho presente Paolo Conte, però concordo con te...di più... di più ci può stare ;-)Un abbraccio anche a te.
 
     
fosco6
fosco6 il 13/03/13 alle 21:36 via WEB
"Di tutto...di più"....come la Rai? :-)))))))).
Ciaoooooooooooo!
 
     
arw3n63
arw3n63 il 14/03/13 alle 13:55 via WEB
No, come "Ancora" di Eduardo de Crescenzo. :-))
 
     
fosco6
fosco6 il 14/03/13 alle 22:37 via WEB
ANCORAAAAAA???....Ma siete insaziabiliiiii....Io ho una certa età, mica posso fare miracoli:-)))))).
Ciao....CARLO!
 
 
fosco6
fosco6 il 13/03/13 alle 12:50 via WEB
Riferito a BAC:
Mi pare che diciamo le stesse cose in forma diversa...Anche io sono convinto che il clitoride non sia l'unica fonte di piacere e che il corpo di una donna è uno strumento così sensibile che se suonato bene può emettere suoni erotici un po' dappertuto, ma questo non si chiama punto G. Il punto G è un luogo anatomicamente identificato, che però per tutta la scienza medica non esiste perchè lì ove si pensa possa allocarsi non ci sono terminazioni nervose e gruppi di capillari, così che hai voglia a stimolarlo, non avrà mai la stessa funzione del clitoride e sopratutto non potrà mai provocare quei super orgasmi che gli si addebitano.
E' evidente che ogni donna conosce se stessa meglio di chiunque altro, ed è altrettanto evidente che può raggiungere l'orgasmo in vari modi, come è scontato che le parole, la situazione, la complicità, una buona comunicazione, un buon feeling, possono far sì che sia la stimolazione mentale che quella fisica possono far diventare ricettive molte zone interne ed esterne, come se oltre allo strumento principale come in un concerto se ne unissero vari altri in modo da armonizzare e amplificare tutte le sensazioni fino all'acuto finale, che in questo caso come un fuoco d'artificio genera una pioggia colorata nella pelle e nell'anima.
Ma questo non è il punto G...probabilmente è anche meglio, ma non esiste un luogo preciso alternativo al clitoride deputato ai super orgasmi, questa è leggenda, non scienza. Ciao....CARLO!
P.S. - Ma tu e le tue amiche così sensibili venite da un unico meraviglioso ceppo?:-)))))).
Tra loro non ce n'è una sopra i 50 da presentarmi?:-)))))))).
 
   
BacardiAndCola
BacardiAndCola il 13/03/13 alle 19:55 via WEB
Sorrido. Non veniamo da un unico ceppo, però per essere amiche sicuramente abbiamo delle similitudini...Purtroppo siamo tutte dai 38 ai 48 al massimo...ma nessuna di noi fa molta attenzione alla età, anzi io credo che nessuna donna faccia troppa attenzione...insomma dipende da un sacco di cose, non dalla anagrafe. ^_^
 
     
fosco6
fosco6 il 13/03/13 alle 21:13 via WEB
In teoria l'anagrafe conterebbe forse poco ma poi nel concreto comunque un qualche peso ce l'ha:-)))).
Nei tuoi confronti al primo impatto ad esempio io mi sentirei un po' pedofilo:-))))))).
Ciaooooooooooooo!
 
     
BacardiAndCola
BacardiAndCola il 14/03/13 alle 00:11 via WEB
Rido...
e chi ti dice che io non mi trova bene nelle vesti di quel famoso film di tanti anni fa, cui adesso mi sfugge il nome? (scherzo ovviamente!!) Non so quanti anni tu abbia...ad ogni modo credo che le differenze di età abbiano il loro peso si...ma anche no! Dipende.
 
     
fosco6
fosco6 il 14/03/13 alle 01:52 via WEB
Parlavi di Lolita forse?:-)))).
I miei anni sono ben evidenti nel profilo...Però anche 10 o 20 anni fà non inseguivo le ragazzine, per un insieme di motivi, anche etici, ma soprattutto perchè da una certa età in poi mi hanno sempre affascinato di più le donne mature, molto più intriganti sia sotto il profilo mentale che fisico.
Se ti va di chiarire questo aspetto comportamentale debbo rimandarti al post n. 215 del 26 settembre 2010. Lì vi troverai forse risposte un po' più esaurienti ^______^....
Ciao....CARLO!
 
DolceAmaraMelannas
DolceAmaraMelannas il 14/03/13 alle 21:34 via WEB
Sicuramente oggi le donne avranno problemi molto più seri che mettersi ad esplorare il proprio punto G. Rigore, euro, finta Europa, Italia di faccendieri e di macellai,disoccupazione e povertà ....la fanno da padrone ancor più nel mondo femminile. Però i tuoi post sono sempre interessanti,fonte di inesauribili conoscenze. Buona serata Carlo! ^^
 
 
fosco6
fosco6 il 14/03/13 alle 22:40 via WEB
Che poi c'è poco da esplorare, non esiste, ma esistono molte altri luoghi e modi per dare piacere ad una donna...
Certo che con i problemi di oggi manca anche la voglia perchè manca la serenità...
Che bello però rileggerti^__^.
Buona notte Anna...
Ciao....CARLO!
 
gioia58_r
gioia58_r il 15/03/13 alle 09:40 via WEB
però la vignetta è uno spasso! buongiorno
 
 
fosco6
fosco6 il 15/03/13 alle 10:10 via WEB
Quale delle tre?:-))))....
Ciao...buona giornata....CARLO!
 
antares.mati
antares.mati il 16/03/13 alle 09:09 via WEB
non somno molto interessata all'alfabeto erotico, certo suggerirei di fornirsi di un navigatore ultima generazione ed impostare la ricerca così....la tecnologia anche in questo caso si sostituirà all'uomo e gli creerà anche il perfetto alibi di errore nella "digitazione" o piuttosto di "chiave d'accesso" sconosciuta....solo in questo modo non si aggiungerà un ulteriore motivo di crisi a rendere sempre più fragile un uomo confuso, disorientato, perso dietro effimeri ideali e modelli precari. Forse il mio commento ti suonerà strano o troppo caustico ma, è la prima volta che rientro su libero dopo un lunghissimo buio ed ho voluto dare sfogo all'immediatezza del pensiero senza remore nè paraventi: non li ho mai usati e continuerò ad essere me stessa autenticamente normale, compressa da mille ed innumerevoli dubbi e speranze. a presto, carlo, come sempre felice di essere tua amica virtuale.
 
 
fosco6
fosco6 il 16/03/13 alle 22:09 via WEB
E' vero manchi da lungo tempo, e sono contento che tu ti sia rifatta viva. Qui da me puoi scrivere ciò che vuoi, del resto i tuoi interventi non sono mai stati banali, quindi sei sempre la benvenuta.
Orgoglioso come sempre della tua amicizia....ti lascio un saluto e un abbraccio....CARLO!
 
alba_chiara5
alba_chiara5 il 18/03/13 alle 11:25 via WEB
se non parte il cervello..potete toccare dove volete....che resta cmq a dormire tutto :)))ahahhahahaha scusa la risata ma me la sono fatta nel leggere questo pezzo..che un pene lungo (croce e delizia del sesso maschile) è abbastanza inutile, hahahah però un bel post :) se parte il cervello e si tocca il clotoride...mmmhhhmm senza parole..ciaoooooooooooooooo bacione
 
 
fosco6
fosco6 il 18/03/13 alle 13:11 via WEB
Non ho ben capito se condividi o meno, in parte o tutto, comunque mi ha fatto piacere averti strappato un sorriso....di questi tempi poi che da ridere c'è ben poco intorno a noi, ha un vlaore doppio:-)))).
Ciaooooooooooo!
 
mielealpeperoncino
mielealpeperoncino il 18/03/13 alle 23:40 via WEB
Il quesito Punto G: esiste o non esiste pare viaggi di pari passo all’eterno dilemma: essere o non essere? Già nell'11esimo secolo infatti antichi testi indiani parlavano di una zona particolarmente sensibile al piacere sessuale situata all'interno della vagina. Da decenni il moderno quanto irraggiungibile Sacro Graal del sesso, il presunto centro del piacere femminile e in particolare dell'orgasmo vaginale, è al centro di dibattiti, dubbi e studi che hanno come obiettivo la sua individuazione. Fu il professor Jannini dell'Università degli Studi de L'Aquila il primo ad avvistare il famoso punto G tramite un comune esame ginecologico, l'ecografia trans-vaginale. In realtà tuttavia finora molti studi ne hanno negato l'esistenza, non ancora sufficientemente supportata da evidenze scientifiche. Per quanto mi riguarda, tra tutte, quella per me più veritiera fa capo allo studioso Adam Ostrzenski dell’Institute of Gynecology di St. Petersburg, Florida, secondo il quale si trova tra l'apparato genitale e quello urinario femminile e forma un angolo di 35° con la parete laterale dell’uretra, e che ne ha svelato addirittura le dimensioni: lunghezza di circa 8 millimetri, larghezza da 3,6 a 1,5 mm e altezza 0,4 mm. Non è ancora chiaro se la presenza del punto G sia riscontrabile in tutte le donne, ammette lo studioso e su questa affermazione oggi gli esperti hanno raggiunto un verdetto unanime. Il punto G esiste, ma solo nel 40-50% delle donne, ovvero quelle che riescono ad agguantare l'altrettanto dibattuto orgasmo vaginale . Questo piccolo organo embrionale che, anatomicamente parlando, è l'equivalente femminile della prostata maschile può essere infatti molto sviluppato, poco sviluppato o assente. Come fare per sapere se lo si ha o non lo si ha bè basta una banale seppur accorta esplorazione manuale, peraltro denunciata anche dalla possibilità di raggiungere l'apice del piacere senza stimolazione diretta del clitoride, ma con la semplice penetrazione. Ecco che l’irrisolto quesito apre una sfida tra orgasmi tutta al femminile ovvero orgasmo clitorideo vs orgasmo vaginale, che vede la vittoria del primo (alla portata di circa il 90% delle donne), rispetto al secondo (alla portata di quel 40-50% munite di punto G) senza contare altri tipi di orgasmo che talvolta sono di pari o addirittura maggiore intensità come quello anale, onirico, da ipnosi, sensoriale... Insomma: è vero che una grossa fetta della popolazione femminile ha bisogno della stimolazione clitoridea per scalare le vette del piacere, ma è altrettanto vero che una percentuale non irrilevante può raggiungere la cima con la sola stimolazione e che una parte più ristretta può sperimentare altri tipi di orgasmo. Va detto che tutti ma proprio tutti hanno in comune un unico fattore ovvero la chimica cerebrale che risiede in una zona ben precisa del cervello, l’ipotalamo. Fatto sta che dopo oltre 10 secoli, il mistero del punto G rimane tuttora insoluto. Dopo questa disquisizione generale la mia esperienza personale in termini di sessualità mi porta ad asserire che poco importa se sia un punto o una virgola, che si chiami G, R o C so per certo che all’interno della mia femminilità c’è un punto ben preciso e di mia conoscenza, che non escludo possano essere anche le ghiandole di Bartolini, che stimolato (con le mani difficile farlo con l’organo maschile per una questione di flessibilità del membro) in un certo modo è capace di farmi provare un piacere così forte da rasentare il mancamento. Aggiungo, e parlo per esperienza diretta, che qualora dovesse esserci in questo connubio d’amore una simultaneità tra i due orgasmi (vaginale e clitorideo), l’unico modo per poter ben comprendere la pienezza di questo piacere è adoperare l’espressione francese “ la petit mort”, che contrariamente alla traduzione letterale è invece grande vita quantomeno quella dei sensi elevati alla massima potenza. Dimenticavo questo tipo di piacere può provocare squirting (liquido espulso dall’uretra femminile durante l’orgasmo oppure durante la stimolazione sessuale) il che, a parer mio, avvalla l’ipotesi avanzata da Adam Ostrzenski . Come ben sai raramente riesco a trovare il tempo di commentare ma avendo ricevuto il tuo invito sono ben contenta di aver contribuito, non tanto con la disamina iniziale, quanto con la mia diretta esperienza di donna e femmina. Un caro saluto, Rossella :-)
 
 
fosco6
fosco6 il 19/03/13 alle 13:03 via WEB
Sapevo che avresti fato una bella articolata interessante dissertazione, è per questo che contrariamente alle mie abitudini, ti ho invitata a commentare.
Del resto leggendo il tuo blog e talvolta commentandolo mi sono reso conto che non hai inibizioni e non ti trinceri dietro falsi pudori, quindi un tuo contributo sincero e aperto come donna e femmina mi sembrava pertinente e per qualche verso chiarificatore.
Non hai risolto l'enigama del punto G, perchè tu riporti tue sensazioni e posizioni minoritarie di un autore, che peraltro divergono da altri.
La realtà è che anatomicamente per la scienza medica ufficiale questo punto controverso non è individuabile, ma ciò non toglie che alcune donne, per la loro conformazione vaginale possono avere oltre al clitoride altri punti che possono procurar loro piacere se adeguatamente stimolati. Magari molte non li hanno o non li hanno scoperti, altre si, ma non sempre nella stessa ubicazione, e questo fa pensare che ogni donna è una cosa a se stante al riguardo e che l'unica certezza anatomica è il clitoride, per le altre eventuali sensazioni ognuna si regola da sola e a seconda della sua originalità genitale. E su questo siamo ampiamente daccordo.
Sullo squirting ho già scritto, è cosa abbastanza rara ed è dovuta alla presenza di strutture psedo maschili che in realtà nelle donne normali non ci sono o sono insignificanti. Peraltro chi ha queste eiezioni sembra viverle con un certro disagio, quindi non mi pare una gran cosa, a meno che tale manifestazione ecciti ancor di più gli uomini...
Comunque a me non è mai capitato (ma ho una casistica limitata)di incontrare una donna che avesse lo squirting e nessuna che io conosco me ne ha mai parlato neanche quando si era in confidenze molto intime....
Grazie comunque del tuo intervento, e della tua testimonianza...sicuramente arricchisce il post e il confronto.
Ciao...CARLO!
 
simona_77rm
simona_77rm il 20/03/13 alle 12:16 via WEB
Potremmo discutere un vita sul fantomatico punto G, ma credo che il risultato rimarrà sempre uno solo: esiste un solo punto da cui partono tutte le eccitazioni sessuali (la scienza conferma il clitoride ) ma esistono le diramazioni sensibili che variano (come intensità e posizionamento su tutto il corpo) da donna a donna. Secondo me è tutta qui la spiegazione dell'arcano.
Ciao Carlo :)
 
 
fosco6
fosco6 il 20/03/13 alle 13:18 via WEB
Perfettamente daccordo con te, e mi pare da quello che ho scritto che intendevo più o meno quanto tu hai sinteticamente espresso....
Peccato che qui non possiamo fare una dismostrazione pratica per spiegare meglio la cosa:-))))))).
Ciaoooooooooooo!
 
   
simona_77rm
simona_77rm il 21/03/13 alle 20:20 via WEB
aahahhaah! Ciaoooooooooo amico simpaticissimo! :)))))
 
     
fosco6
fosco6 il 23/03/13 alle 22:48 via WEB
Ne sei sicura? Che sia simpatico intendo:-)))))).....Ciao....CARLO!
 
gioia58_r
gioia58_r il 20/03/13 alle 14:51 via WEB
che facciamo qui? si scarfagna??
 
 
fosco6
fosco6 il 20/03/13 alle 19:11 via WEB
E' che per trovare questo benedetto punto G ci vuole tempo:-)))))).
Ciaooooooo!
 
cinzia63
cinzia63 il 21/03/13 alle 21:26 via WEB
ho letto tutto tutto... ci ho messo un po', pero' lo ho trovato molto interessante, un argomentino come dire, fuori dal comune, comunque da quel che ho letto, ho trovato molti punti in accordo con il mio pensiero, anche io penso che non ci sia un preciso punto G, o meglio che questo famoso punto sia in realta' un'insieme di cose, sensazioni, affanni e battiti e che non si possa identificare in un punto preciso. penso sia la somma di tutti i punti che il proprio compagno o compagna riesce a risvegliare. io penso che molto faccia l'intimita' e la complicita', che tantissimo faccia il desiderio e che sia tutto questo a far emergere quel famoso punto tanto discusso. in due parole io penso di essere un bel puntone dalla testa ai piedi, ma forse perche' ho accanto il mio ideale di uomo..... bah, spero di non aver fatto tanto casino, che sono talmente fusa ultimamente... mi raccomando Carlo, se ho detto qualche strafalcione, correggimi!!!! buona serata...
 
 
fosco6
fosco6 il 23/03/13 alle 22:53 via WEB
Come era prevedibile sono daccordo con te....proprio non ho nessuna pur piccola correzione da fare, perchè condivido pienamente ciò che hai scritto. Ma poteva essere diversamente?:-))))).
Buona notte farfalla ....Ciao....CARLO!
 
asia1958a
asia1958a il 22/03/13 alle 15:37 via WEB
Io me lo sono persa da tempo...
 
 
fosco6
fosco6 il 23/03/13 alle 22:50 via WEB
Ti sei persa il punto G? Niente problema...dall'A alla Z ce ne sono ancora tanti:-))))))))....Ciaoooooo!
 
surfinia60
surfinia60 il 23/03/13 alle 09:10 via WEB
Forse l'intenzione era quella di organizzare una improbabile caccia al tesoro senza limiti di tempo. Buon weekend
 
 
fosco6
fosco6 il 23/03/13 alle 22:47 via WEB
Ho sempre l'impressione che di sesso se ne parlitroppo (anche e sprattuttto nel web) e si pratichi in realtà poco (o comunque male), altrimenti forse si scriverebbero meno coglionerie....
Buon fine settimana a te....Ciao....CARLO!
 
DolceAmaraMelannas
DolceAmaraMelannas il 24/03/13 alle 21:41 via WEB
Buona Domenica delle Palme Carlo! Che quel ramoscello d'ulivo ci conservi almeno la speranza che sta fuggendo via senza voltarsi indietro. Buona serata
 
 
fosco6
fosco6 il 24/03/13 alle 21:45 via WEB
Grazie Anna, spero proprio che questo simbolo di pace possa in qualche modo far riflettere coloro che hanno in mano il futuro del Paese e delle persone, e spero che l'esempio del nuovo Papa sia contagioso e che ci aiuti a costruire un Mondo migliore.
Un abbraccio....CARLO!
 
gioia58_r
gioia58_r il 25/03/13 alle 10:48 via WEB
quella di Vanessi la conoscevo..ma aggiungimi ai preferiti...è proprio forte!
 
 
fosco6
fosco6 il 25/03/13 alle 19:40 via WEB
Adesso che abbiamo fatto il pelo e il contropelo al favoloso quanto misterioso punto G delle donne, dovremmo forse dedicarci a quello degli uomini non trovi? :-))))))...
Ciaoooooooooooo.
 
laurabi17
laurabi17 il 25/03/13 alle 12:54 via WEB
Ognuno di noi ha un punto G doverso ^__^ Non è proprio il post adatto per farlo ma lo faccio lo stesso: ti auguro buona Pasqua e serenità ;) laura
 
 
fosco6
fosco6 il 25/03/13 alle 19:37 via WEB
E su questo possiamo anche essere daccordo, magari evitando di dargli un nome e una posizione anatomica precisa che come tu concordi non ha nessun senso.
Grazie degli Auguri, vanno sempre bene....Buona Pasqua anche a te....Ciao....CARLO!
 
giramondo595
giramondo595 il 26/03/13 alle 00:31 via WEB
anche secondo non esiste il punto g. buona notte e sogni d' oro
 
 
fosco6
fosco6 il 26/03/13 alle 01:07 via WEB
A parte il conforto delle organizzazioni mediche, praticamente tutte, come vede anche qui non siamo da soli a pensarla così, pur con qualche distinguo ma che non altera la sostanza.
Grazie cmq del passaggio e della sua condivisione....Notte....CARLO!
 
abramo50
abramo50 il 26/03/13 alle 20:48 via WEB
CON QUESTO POST HAI MOSSO UN BEL VESPAIO....CIAO CARLO UN SORRISO...SE NON CI SENTIAMO BUONA PASQUA A TE E FAMIGLIA...
 
 
fosco6
fosco6 il 27/03/13 alle 11:57 via WEB
Beh, provocare il dialogo e il confronto fa sempre bene anche se il tema è diciamo, un po' particolare...ma questo blog più volte e su vari temi si è prestato a discutere quelle che a mio giudizio, sono apparse colossali bufale, e per amore della verità e per provare a capire come possano nascere e perchè si alimentano certe fantasie, certe credenze e superstizioni in un Mondo che credo possa avere gli strumenti per leggere le cose in modo più razionale e più critico, ricorrendo a fonti più serie invece che rincorrere i soliti imbonitori o catastrofisti.
Internet con la sua mole di informazioni e con la possibilità di accedere a vari punti di vista, credo abbia aperto vasti orizzonti tra loro confrontabili, pare un po' anacronistico quindi che ci siano ancora gruppi di persone che accettino supinamente certe verità approssimative o addirittura enormi falsità senza prima con qualche click cercare fonti diverse sull'argomento per poi fare una scelta un po' meno istintiva.
Se la rete non serve almeno a questo rinuncia alla sua più importante funzione, che va al di là del cazzeggio e del voyerismo oltre che del gossip, se no il rischio è che invece di essere strumento di democrazia e di civiltà, diventi il megafono delle stupidità.
Buona Pasqua a te Abramo, ma penso che ci risentiremo per gli Auguri.
Ciao...CARLO!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: fosco6
Data di creazione: 30/04/2006
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Roby.Trasmlr777Afroditemagicacomunesenso11LaStanzaChiusarstontempestadamore_1967Desert.69simona_77rmcassetta2elisa.sannaStratocoversvita.perezprefazione09kiku0
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom